Argomento: horeca

  • 27 novembre 2018

    Qualivita e McDonald’s 10 anni di collaborazione per la valorizzazione del Made in Italy

    Nuovi menu per il 2019 con 5 DOP IGP italiane selezionate da Joe Bastianich Dal 2008, McDonald’s Italia con il supporto della Fondazione Qualivita, porta avanti un progetto di valorizzazione delle produzioni italiane di qualità DOP IGP. Qualità e origine delle materie prime sono diventate un punto cardine dell’offerta, in particolare introducendo nei propri menu i prodotti DOP IGP nazionali. Per realizzare questo percorso, McDonald’s ha scelto come partner Fondazione Qualivita, affinché fossero sviluppate progettualità per favorire l’utilizzo dei prodotti DOP IGP nelle diverse tipologie di menu e per valorizzare queste eccellenze italiane presso i consumatori, con adeguate attività di informazione e formazione, utili a metterne in risalto le caratteristiche distintive. “Ricordo molto divertito quando molti anni fa proposi a McDonald's Italia di inserire nei loro menu i prodotti italiani di qualità certificata, sembrava una sfida impossibile – commenta ...
  • 23 novembre 2018

    “CIAK si cucina” un successo il Contest in onore della Finocchiona IGP

    Sono gli chef della squadra dei Ghibellini i vincitori del contest organizzato dal Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP in collaborazione con Unione Regionale Cuochi Toscani. Ogni chef ha ideato e realizzato la propria ricetta a base di Finocchiona IGP in un gioco di squadra a staffetta che ha visto coinvolti dieci Cuochi professionisti. I berretti bianchi divisi in ‘Guelfi’ e ‘Ghibellini’, hanno deliziato pubblico e giuria con ricette originali e gustose e provato come sia facile con la Finocchiona IGP variare il menù di tutti i giorni. La degustazione di Finocchiona IGP ed altre eccellenze del territorio come il Prosciutto Toscano DOP ha accompagnato l’alternarsi in scena dei cuochi, condotto da Anna Maria Tossani: un viaggio nella tradizione toscana che ha permesso al grande pubblico di apprendere regole e curiosità della regina dei salumi. Alessandro Iacomoni, il Presidente del Consorzio di tutela della Finocchiona IGP “La varietà di abbinamenti ...
  • 24 maggio 2018

    La DOP Riviera Ligure investe su Horeca e giovani chef

    Il Consorzio di tutela avvia due PSR negli ambiti ristorazione e formazione professionale   Analizzando il segmento della filiera dell’Olio a Indicazione Geografica a livello nazionale, è possibile osservare come, nonostante l’elevato numero di riconoscimenti, secondo i dati ISMEA-AICIG, la produzione di olio certificato non supera il 2%-3% del totale, che sale di alcuni punti percentuali - stimata intorno al 6% - ragionando in termini di valore. Un dato che testimonia il grande potenziale di mercato inespresso da una delle più celebri filiere produttive del made in Italy. In questo contesto la DOP Riviera Ligure presenta caratteristiche peculiari uniche pubblicamente riconosciute come elementi di eccellenza, ma non ancora in grado di remunerare sufficientemente i componenti della filiera, dalla fase agricola alla commercializzazione per raggiungere una sostenibilità compiuta sul territorio, dal punto di vista economico e sociale secondo i modelli evoluti di ...
  • 16 aprile 2018

    Carciofo di Paestum IGP: in arrivo iniziative di promozione per la ristorazione e festa tradizionale

    Martedì 17 Aprile 2018 alle ore 11 presso la sede dell'associazione ‘Il Tempio di Hera Argiva’ in Piazza Borgo Gromola a Capaccio-Paestum, si terrà la conferenza stampa di presentazione della 10° edizione della Festa del Carciofo di Paestum IGP,  che si svolgerà presso il caratteristico borgo di Gromola a Capaccio-Paestum dal 21 al 25 Aprile e dal 28 Aprile al 1 Maggio 2018. Saranno presenti il presidente dall’associazione organizzatrice ‘Il Tempio di Hera Argiva’ Pasquale Palladino, il Presidente del Consorzio di tutela del Carciofo di Paestum IGP e della O.P. Terra Orti Alfonso Esposito ed suo direttore Emilio Ferrara. Parteciperanno per il Comune di Capaccio-Paestum il Sindaco Franco Palumbo e il Vice Sindaco ed Assessore all'Agricoltura Teresa Palmieri. Durante la conferenza stampa verrà presentato il programma, quest’anno ancora più ricco di novità, e la diffusione di anticipazioni sui momenti di riflessione basati sul tema dell’alimentazione ed in ...
  • 3 aprile 2018

    McDonald’s campione delle DOP al ristorante

    Oltre 8 ristoranti italiani su 10 utilizzano in cucina prodotti DOP e IGP, ma solo 3 ne impiegano più di 10 per confezionare i cibi che servono. Un quantitativo assai limitato se si considera che gli ingredienti utilizzati da uno chef sono alcune centinaia. Il dato è contenuto in uno studio molto interessante della Fondazione Qualivita dedicato proprio al rapporto fra le Indicazioni Geografiche e le attività di ristorazione nel nostro Paese. È aumentata di molto, invece, l'incidenza degli esercizi dediti alla somministrazione di cibo che valorizzano nei menu DOP e IGP. Dichiara di farlo il 39% dei titolari. Questo non significa, però, che le loro carte siano infarcite di alimenti certificati. Ne basta uno perché il ristorante entri nel club delle indicazioni geografiche. Interessante la suddivisione per macrocategorie dei prodotti DOP e IGP di cui si servono gli chef. Ben 9 su 10 sono formaggi e 7 aceti balsamici. Seguono con il 65% i salumi e le preparazioni a ...
  • 27 marzo 2018

    “Il Mio Panino DOP IGP”: la Rassegna Stampa dell’iniziativa

    Fast food, Street food, Food delivery, in altre parole nuova ristorazione, un settore che in 5 anni è cresciuto dell'8% e con 210mila esercizi ha sorpassato di gran lunga la ristorazione tradizionale che ne conta 120mila. Ma il fenomeno si segnala soprattutto perché punta sempre più alla qualità adoperando prodotti certificati DOP e IGP, i consumi dei quali in 10 anni sono cresciuti in valore del 64%. Ed è così che nell'Anno del cibo italiano, il 2018, la Fondazione Qualivita, Aicig e i Consorzi di tutela DOP e IGP italiani hanno lanciato "Il Mio Panino DOP IGP" un'iniziativa che ha messo a confronto i giovani aspiranti chef con il mondo della qualità agroalimentare riscuotendo grande attenzione anche sulla stampa. SCARICA LA RASSEGNA STAMPA DELL'EVENTO
  • 27 marzo 2018

    Il panino DOP IGP conquista i giovani aspiranti chef

    Fast food, Street food, Food delivery, in altre parole nuova ristorazione, un settore che in 5 anni è cresciuto dell'8% e con 210mila esercizi ha sorpassato di gran lunga la ristorazione tradizionale che ne conta 120mila. Ma il fenomeno si segnala soprattutto perché punta sempre più alla qualità adoperando prodotti certificati DOP e IGP, i consumi dei quali in 10 anni sono cresciuti in valore del 64%. Ed è così che nell'Anno del cibo italiano, il 2018, la Fondazione Qualivita, Aicig e i Consorzi di tutela DOP e IGP italiani lanciano un'iniziativa per mettere a confronto i giovani aspiranti chef, ovvero gli studenti degli istituti alberghieri, con il mondo della qualità agroalimentare. Ieri a Roma, presso la Fondazione Exclusiva, si è tenuto il primo incontro di questo progetto che si intitola «Il mio panino DOP IGP», dove sono intervenuti più di cento studenti degli istituti Gioberti e Vespucci che si sono sfidati in una gara per realizzare il miglior panino ...
  • 26 marzo 2018

    “Mio Panino DOP IGP”: le indicazioni geografiche italiane incontrano gli istituti alberghieri

    Grande successo per il contest “Il mio panino Dop Igp” tra istituti alberghieri organizzata oggi, 22 marzo, a Roma da Fondazione Qualivita, Aicig e i Consorzi di tutela Dop Igp nell’ambito del progetto portato avanti in sinergia per valorizzare le eccellenze agroalimentari a qualità certificata nel settore della ristorazione e in particolare all’interno della nuova ristorazione, ovvero street food, ristorazione veloce e food delivery. A preparare il panino di qualità vincitore sono stati gli studenti dell’Istituto alberghiero capitolino Vespucci che hanno voluto racchiudere nella preparazione vari sapori delle regioni italiane e chiamarlo appunto “Km 1300” (i km dal punto più a nord a quello più a sud d’Italia) in omaggio a tutta la tradizione agroalimentare italiana. La squadra del Vespucci si è aggiudicata la sfida sull’altro Istituto romano Gioberti. I quattro team dei due alberghieri hanno comunque tutti dimostrato capacità e impegno nella ...
  • 22 marzo 2018

    “Nuova ristorazione”, il successo passa per i prodotti DOP IGP

    Indagine Qualivita: l’86% degli esercizi usa prodotti DOP IGP, solo il 39% ne comunica e valorizza l’utilizzo La testimonianza di McDonald’s che, con 560 ristoranti in Italia, si conferma un efficace canale di promozione e valorizzazione delle DOP IGP Oggi i prodotti DOP IGP sono un must nella ristorazione: secondo un’indagine Qualivita, nel 2018 ben l’86% degli esercizi usa prodotti DOP IGP nelle proprie ricette (ma solo nel 30% dei casi più di 10 prodotti). I formaggi sono i più presenti (91% dei casi), seguiti da aceti balsamici (70%), prodotti a base di carne e salumi (65%), carni fresche (20%), ortofrutticoli (18%) e oli di oliva (15%). Eppure, solo il 39% dei ristoratori intervistati comunica e valorizza l’utilizzo di prodotti DOP IGP presso i consumatori (menù, presentazione, certificati, etc). Insieme ai prodotti a Indicazione Geografica è la ristorazione stessa a crescere. Gli italiani sono sempre più abituati a mangiare fuori casa e lo fanno ...
  • 22 marzo 2018

    Le Dichiarazioni: il “Mio Panino DOP IGP” per formare i giovani chef del futuro

    Aicig e Qualivita incontrano gli studenti degli istituti alberghieri per un confronto sulle produzioni di qualità I Consorzi DOP IGP raccontano il valore dei prodotti DOP IGP per la ristorazione informale Ricade nell’ambito del “2018 Anno del cibo italiano” l’ultima progettualità firmata da Fondazione Qualivita, Aicig e i Consorzi di Tutela DOP IGP italiani per valorizzare le eccellenze agroalimentari a qualità certificata nel settore della ristorazione e in particolare all’interno della “nuova ristorazione” – street food, ristorazione veloce, food delivery – che negli ultimi anni, soprattutto nei giovani e nei nuovi consumatori, rappresenta un successo dovuto essenzialmente a tre fattori: qualità dei prodotti, creatività nelle ricette e capacità di comunicare. Un’iniziativa che mette a confronto i giovani chef - studenti degli istituti alberghieri - e il mondo della qualità agroalimentare dal titolo il “Il Mio Panino DOP IGP” e che segue altri ...
  • 13 marzo 2018

    L’Olio DOP Riviera Ligure incontra la cucina gourmet di Parma e territorio

    Il Consorzio per la tutela dell’Olio DOP Riviera Ligure si è rivolto ai professionisti del bacino parmense per lanciare il nuovo progetto di valorizzazione di uno dei grandi simboli del Made in Italy agroalimentare: l’Olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure. In un momento in cui l’origine delle materie prime si afferma come esigenza principale dei consumatori, la ristorazione parmense ha messo al centro della propria offerta uno degli “alimenti” principe della dieta mediterranea. Non è certo un caso che il Consorzio di tutela dell’Olio DOP Riviera Ligure abbia scelto il territorio di Parma per comunicare il valore delle proprie produzioni con la campagna “Qualità Certificata nell’Alta Cucina”, declinata per la ristorazione e la distribuzione gourmet. Un progetto nato dall’esigenza di soddisfare la ricerca della qualità e dell’eccellenza da parte dei consumatori a cui il Consorzio di tutela vuole rispondere, favorendo il rapporto tra le aziende ...
  • 12 marzo 2018

    L’olio DOP Riviera Ligure incontra la cucina gourmet di Parma

    Un progetto nato dall’esigenza di soddisfare la ricerca della qualità, dell’eccellenza, della distinzione da parte dei consumatori che il Consorzio di tutela dell'olio extravergine DOP Riviera Ligure vuole intercettare favorendo il rapporto tra le aziende a produzione DOP e alta ristorazione e piccola distribuzione di qualità. In programma tre eventi esclusivi in tre capitali dell’alimentazione italiana: Milano, Torino e Parma. Ad accogliere la campagna “Qualità Certificata nell’Alta Cucina” che si terrà nei giorni 6, 7 e 13 marzo saranno rispettivamente il Ristorante Tano passami l’olio a Milano, Les Petites Madeleines di Torino e l’Osteria di Fornio alle porte di Parma. Per ogni appuntamento una degustazione tecnica gratuita rivolta a chi opera nei settori gastronomia di qualità, ristorazione e distribuzione di alto livello. Tre ambienti differenti e un comune denominatore, l’olio DOP Riviera Ligure, nell’interpretazione di Gaetano Simonato,...
  • 8 marzo 2018

    Olio Riviera Ligure DOP: caccia al riconoscimento UE per la DOP Taggiasca e nuovo progetto di promozione Horeca

    Il Consorzio di tutela delL'olio Dop Riviera Ligure rilancia sulla ristorazione gourmet italiana con tre tappe a Milano, Torino e Fidenza. Nel contempo il Consorzio punta le sue carte sul riconoscimento Ue della Dop Taggiasca per “bloccare” le coltivazioni della varietà simbolo della Liguria in altre aree del bacino Mediterraneo. Il nuovo progetto di valorizzazione lanciato dal Consorzio dell'olio extravergine di oliva Dop Riviera Ligure rivolto al settore Horeca nasce dall'esigenza di favorire un rapporto più proficuo tra le aziende di produzione, gli chef dell'alta ristorazione e la distribuzione gourmet. Ad accogliere la campagna “Qualità certificata nell'alta cucina sono il Ristorante Tano passami l'olio a Milano, Les Petites Madeleines di Torino e l'Osteria di Fornio a Fidenza. Progetto Horeca Tre ambienti differenti e un comune denominatore, l'olio Dop Riviera Ligure, nell'interpretazione di Gaetano Simonato, stella Michelin, uno chef che ha fatto dell'o...
  • 7 marzo 2018

    L’Olio DOP Riviera Ligure incontra i ristoratori a Les Petites Madeleines di Torino

    Continua il viaggio dell’Olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure. Dopo Milano, si è scelta Torino per lanciare il nuovo progetto di valorizzazione di uno dei grandi simboli del Made in Italy agroalimentare: l’Olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure. In un momento in cui l’origine delle materie prime si afferma come esigenza prioritaria dei consumatori, la ristorazione torinese ha messo al centro della propria offerta uno degli “alimenti” principe della dieta mediterranea. Torino, ormai identificata come la “Capitale del gusto”, sta vivendo un grande risveglio enogastronomico, trainato da alcuni Chef di alto valore professionale. Non è un caso che il Consorzio per la tutela dell’Olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure abbia scelto il capoluogo piemontese per comunicare il valore delle proprie produzioni con la campagna “Qualità Certificata nell’Alta Cucina”, delineata per la ristorazione e la distribuzione gourmet. Un progetto nato ...
  • 6 marzo 2018

    L’Olio DOP Riviera Ligure incontra la cucina gourmet di Milano

    È stata Milano nella nuova veste di laboratorio internazionale della cucina contemporanea ad aver lanciato il nuovo progetto di valorizzazione di uno dei grandi simboli del made in Italy agroalimentare: l’olio extra vergine di oliva DOP Riviera Ligure. In un momento in cui l’origine delle materie prime si afferma come esigenza principale dei consumatori, la ristorazione meneghina ha messo al centro della propria offerta uno degli “alimenti” principi della dieta mediterranea. Grazie al grande risveglio gastronomico post-Expo, non è un caso che il Consorzio che tutela e valorizza l’Olio extravergine DOP Riviera Ligure abbia scelto il capoluogo lombardo per comunicare il valore delle proprie produzioni con la campagna “Qualità Certificata nell’Alta Cucina” declinata per la ristorazione e la distribuzione gourmet. Un progetto nato dall’esigenza di soddisfare la ricerca della qualità e dell’eccellenza da parte dei consumatori a cui il Consorzio di tutela ...