Il consorzio Clementine di Calabria IGP dice sì all’etichetta di origine per gli agrumi trasformati