Argomento: Paolo De Castro

  • 29 Settembre 2015

    Presentazione del Libro “Cibo. Una sfida globale” di Paolo De Castro

    Martedì 29 settembre orev 17.30 a Roma, presso la terrazza dell'Auditorium "Giuseppe D'avolio", Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita, parteciperà all'evento organizzato dalla CIA - Confederazione italiana agricoltori -  per presentare il libro "Cibo. Una sfida globale" frutto del lavoro di Palo De Castro, Coordinatore S&D pressola commissione agricoltura del Parlamento Europeo. Al momento di discussione sul tema della "Nutrizione del pianeta" oltre all'Autore e a Rosati che modererà l'incontro, parteciperanno Secondo Scanavino, Presidente nazionale Cia, Vito ...
  • 13 Luglio 2015

    Paolo De Castro sui Ttip: “Con gli Stati Uniti tuteleremo le Dop”

    Mercoledì scorso il Parlamento europeo ha dato il via libera al trattato commerciale con gli Stati Uniti. Il nome è complesso: Ttip, cioè Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti. I voti favorevoli sono stati 436, un'ampia maggioranza rispetto al numero dei parlamentari che sono 751. Per fare il punto ne parliamo con Paolo De Castro, ex ministro per le politiche agricole, e su questo tema oggi relatore permanente per il Parlamento Ue. De Castro afferma: "Non prevedo ripercussioni negative per i nostri prodotti, anzi. Dobbiamo occuparci della difesa delle Indica...
  • 7 Luglio 2015

    Latte in polvere, De Castro: «Salvi i prodotti Dop e Igp»

    Numerose le prese di posizione del mondo agricolo sul tema dell'uso del latte in polvere per la produzione di formaggi, yogurt e altri derivati. Una prima rassicurazione - anche in chiave locale per quanto riguarda il Parmigiano Reggiano DOP - è giunta dal parlamentare europeo Paolo De Castro. "Un'eventuale armonizzazione con la normativa europea, e quindi l'abrogazione del divieto dell'uso del latte in polvere previsto dalla legge italiana - ha dichiarato - non costituirebbe comunque nessun rischio per le nostre produzioni DOP e IGP, che manterrebbero l'obbligo di utilizzare latte ...
  • 25 Maggio 2015

    Pasta alimentare, l’industria torna alla terra

    Le imprese che producono in proprio la maggior parte delle materie prime utilizzate per la pasta alimentare possono cambiare categoria produttiva, quote contributive e tasse. Un vantaggio poter scrivere "farmer"sul biglietto da visita. Un pastificio può essere considerato fiscalmente come un podere? Si ma ad un patto, rispondono al Ministero dell'agricoltura. "Chi produce pasta deve utilizzare almeno il 51% grano cresciuto in terreni di proprietà o in affitto. Ed anche le uova debbono arrivare da pollai in affitto o in proprietà". Funzionari del Ministero dell'Agricoltura dicono che la ...
  • 27 Aprile 2015

    Un’agricoltura immersa nell’innovazione

    La ricerca sta già lavorando al futuro dell'agricoltura, integrando tecniche vecchie e nuove. Ma la sua geografia sta cambiando, secondo i diversi approcci alla produzione agricola e alimentare che abbiamo visto nel primo capitolo. Secondo il più recente Rapporto dell'Ifpri sulla spesa in ricerca e sviluppo in agricoltura, dopo un decennio di andamento stagnante negli anni Novanta, dal 2000 al 2008 gli investimenti pubblici nel settore hanno ripreso vigore, con un aumento del 22% su scala globale. Il tasso di crescita delle spesa in ricerca medio annuo è del 2,4% e si deve essenzialme...
  • 24 Aprile 2015

    TTIP, AICIG: tutela delle IG, abolizione di quote e dazi per i formaggi, armonizzazione standard sanitari

    Chiaro messaggio lanciato da AICIG ai negoziatori comunitari e americani. Per favorire un corretto sviluppo del mercato agroalimentare è necessario che il TTIP risolva alcune questioni fondamentali. In primo luogo il riconoscimento delle Indicazioni Geografiche. Le discussioni sono aperte e riguardano alcune denominazioni (Asiago, Gorgonzola, Romano, Fontina, Grana, Parmesan e Bologna) ma anche i costi che devono sopportare i singoli Consorzi per sorvegliare e proteggere i marchi corrispondenti alle rispettive denominazioni sul territorio americano (valori che ammontano a diversi milioni ...
  • 15 Aprile 2015

    Ttip, Bruxelles chiede più tutele

    La Commissione Agricoltura del Parlamento UE approva a larga maggioranza le raccomandazioni per il settore. Paolo De Castro: passaggio fondamentale, l'esecutivo UE sia più aggressivo sul dossier agricolo. Se l'export è l'unica strada per crescere, per l'agroalimentare italiano è vitale superare gli ostacoli che ancora frenano la «conquista» del grande mercato americano. Un primo passo in questa direzione è stato fatto ieri a Bruxelles. Con una maggioranza più ampia del previsto (27 sì contro 18 no) la Commissione Agricoltura dell'Europarlamento ha dato il via libera a una serie di ...
  • 2 Aprile 2015

    Etichette, i semafori si allargano

    Si riaccendono i semafori dei divieti alimentari. Dopo il caso dei semafori britannici, a rischio d'infrazione Ue, lampeggiano ora quelli scandinavi e francesi. Le etichette a semaforo sono un sistema a colori - con il rosso, giallo e verde - con la dicitura alto/medio/basso in riferimento alla quantità di sale, zuccheri e grassi presenti negli alimenti. Con questo sistema tutti i prodotti principali della dieta mediterranea, dal Parmigiano Reggiano DOP al Prosciutto di Parma DOP, dall'olio d'oliva alla pasta, dai dolci alle salse vengono colpiti dai bollini rossi. Una evidente contraddizi...
  • 31 Marzo 2015

    Expo2015, Paolo De Castro: il cibo e la grande sfida del futuro

    Italia Più. Le istituzioni Ue daranno un contributo importante al dibattito globale sull'approvvigionamento alimentare. Un evento di portata mondiale, un'occasione di riflessione "diffusa" sui grandi temi che riguardano l'umanità e il suo futuro. L'esposizione universale che per l'edizione 2015 vedrà Milano e l'Italia protagoniste si conferma un momento cruciale di sintesi sulle urgenze universali, che riguardano ciascuno di noi e che condizioneranno le nostre scelte prossime. "Nutrire il pianeta, energia per la vita" è il tema che da maggio a novembre unirà sotto il cappello di ...
  • 30 Marzo 2015

    Assemblea annuale di Aicig

    Lunedì 30 marzo ore 14.30 a Roma, nella Sala Cavour, presso il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali la Fondazione Qualivita parteciperà all’assemblea annuale 2015 di AICIG, alla presenza del Ministro della’Agricoltura Maurizio Martina, Carlo Calenda Vice Ministro dello sviluppo Economico e Paolo De Castro Coordiantore S&D COMAGRI del Parlamento Europeo, modera Roberto Arditti. Temi dell’incontro saranno EXPO 2015, il piano internazionalizzazione e il negoziato in corso tra Unione Europea e Stati Uniti d’America sul cosiddetto TTIP – Trattato transatlantico sul ...
  • 1 Ottobre 2014

    II digitale è un plus da coltivare

    Mark up L'innovazione farà bene all'agricoltura se saprà coniugare valori materiali e immateriali e Con la riforma della Politica agricola 2014-2020 e con la politica per la ricerca europea Horizon 2020, le istituzioni Ue hanno dedicato negli ultimi anni un'attenzione crescente al terna dell'innovazione, sia come processo di sviluppo necessario, sia come soluzione aggiunta per aiutare il settore agricolo a uscire dalla crisi economica. Una delle declinazioni più attuali e stimolanti di questo tema riguarda i mercati digitali. Uno dei punti saldi del mio impegno per l'agricoltura europea ha sempre riguardato l'importanza dell'organizzazione: fare sintesi delle esigenze ciel settore, costituire un fronte comune per essere più incisivi
  • 21 Luglio 2014

    La crisi dell’agricoltura e le regole condivise

    L'UnitàLa crisi dell'agricoltura e le regole condivise futuro del settore legato a nuovi modelli produttivi e reciprocità delle norme sui mercati. Nell'ultima settimana è esploso con forza il tema delle massicce importazioni di riso che l'Italia effettua dai Paesi in via di sviluppo e che, secondo l'intera filiera del comparto, rischiano di mettere in ginocchio la risicoltura nazionale. A essere finite nell'occhio del ciclone le importazioni da Paesi extra Ue che rientrano infatti nell' Eba, un'iniziativa dell'Unione Europea in base alla quale tutte le importazioni verso l'Ue, provenienti dai paesi meno sviluppati, sono prive di dazi e contingenti tariffari.
  • 30 Giugno 2014

    Pac, la sfida della filiera tricolore

    Agrisole Alla zootecnia da carne 66,4 milioni di premi accoppiati per la macellazione dei capi bovini di 12-24 mesi. Altri 40,5 milioni destinati alla vacca nutrice per sviluppare i capi nati, allevati e macellati in Italia. Dei 2010 milioni che la zootecnia strappa nella trattativa sugli aiuti accoppiati della PAC, ai quali bisogna aggiungere altri 10 milioni destinati alla soia nel Nord Italia, come alimentazione del bestiame, il comparto della macellazione bovina da came è la seconda voce del plafond. Dopo il latte, che recupera 74,6 milioni di euro per il vitello nato e 10 milioni per il vitello nato nelle zone di montagna, arriva infatti la dote di 66,4 milioni di euro per la macellazione dei capi bovini 12-24 mesi.
  • 30 Giugno 2014

    Per un semestre europeo dedicato al mondo agroalimentare

    L'Unità A pochi giorni dall’inizio del semestre europeo a presidenza italiana, è utile focalizzare i temi strategici da affrontare in sede comunitaria per sostenere il settore agroalimentare italiano, punto di riferimento per l’intero sistema Paese. “Le nuove regole sull'agricoltura biologica - ha ricordato il presidente della Commissione Agricoltura UE Paolo De Castro -, i negoziati commerciali di libero scambio UE-USA, al cui interno la tutela delle produzioni di qualità certificata rappresenta uno degli elementi principali, la difesa delle produzioni vitivinicole di qualità dalla liberalizzazione senza criterio dei domini web, la riflessione sul futuro del settore lattiero-caseario dopo la fine del regime delle quote, sono tra le priorità
  • 28 Giugno 2014

    Per un semestre europeo dedicato al mondo agroalimentare

    A pochi giorni dall’inizio del semestre europeo a presidenza italiana, è utile focalizzare i temi strategici da affrontare in sede comunitaria per sostenere il settore agroalimentare italiano, punto di riferimento per l’intero sistema Paese.