Argomento: Paolo De Castro

  • 4 aprile 2019

    Qualicultura, Paolo De Castro: “Abbiamo portato al Parlamento Europeo le eccellenze italiane”

    “Alcune delle eccellenze alimentari italiane - annuncia Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo - sono riunite nella mostra "Geographical Indications, italian cultural heritage" su cui oggi sono puntati i riflettori nella sede del Parlamento europeo a Bruxelles. L’obiettivo, era mettere in risalto un patrimonio italiano dove la cultura rappresenta un valore aggiunto che da sempre mantiene vivo legame inscindibile delle Dop e Igp con i riferimenti storici dei territori e le tradizioni delle loro comunità. “Abbiamo organizzato questa ...
  • 3 aprile 2019

    Cultura, il patrimonio delle DOP IGP italiane in mostra al Parlamento UE

    Inaugurata da Paolo De Castro l’esposizione sulle Indicazioni Geografiche al Parlamento europeo organizzata da Qualivita in collaborazione con Aicig e Federdoc Presentata oggi all’interno del Parlamento Europeo a Bruxelles, l’esposizione “Geographical Indications–Italian cultural heritage” curata dalla Fondazione Qualivita, in collaborazione con AICIG e Federdoc. La mostra valorizza i prodotti DOP IGP italiani attraverso il progetto Qualicultura, che si ispira ai valori culturali contenuti nel Regolamento UE n.1151/12 e presenta le Indicazioni Geografiche non solo per le loro ...
  • 25 marzo 2019

    Export, +80% negli ultimi 11 anni, ma le eccellenze italiane possono fare ancora meglio

    Un enorme potenziale inespresso da sfruttare in termini di investimenti ed espansione del mercato, in un settore nel quale l'Italia può e deve fare di più. Parliamo del tanto decantato comparto agroalimentare, forte di una selva di piccole e grandi eccellenze industriali e di marchi che rappresentano il biglietto da visita di un intero Paese ma, a ben guardare, lontano dai risultati di Francia, Germania e Spagna sia per quote di export sia per valori assoluti. Di questo, oltre che di strategie imprenditoriali e di sinergie di breve e lungo periodo con l'universo del credito, si è ...
  • 18 marzo 2019

    L’Europa vieta le pratiche sleali, vittoria della direttiva De Castro

    Parla di vittoria, Paolo De Castro. «Per l'Europa e per l'Italia» l'istantanea del primo vicepresidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo. Il riferimento è al voto finale con cui Strasburgo ha approvato - con una maggioranza di quasi il 90% - la direttiva contro le pratiche commerciali sleali nella catena agroalimentare. «Un passaggio che segna un ruolo fondamentale dell'UE nel riequilibrio dei rapporti di forza» spiega l'europarlamentare PD, relatore del dossier. L'obiettivo di fondo è la «tutela di agricoltori e consumatori, superando distorsioni all'interno ...
  • 14 marzo 2019

    Pratiche sleali. De Castro: grande vittoria europea e italiana

    “È una grande vittoria per l'Europa e per l'Italia il voto finale, con una maggioranza di quasi il 90%, che mette fine dopo 10 anni di attesa alle pratiche commerciali sleali nella catena agroalimentare. Per l'Italia, la battaglia che siamo riusciti a vincere risulterebbe vana se non venisse rapidamente recepita nella legislazione nazionale, estendendo la protezione a tutti i produttori e integrando la lista di pratiche proibite con le vendite sotto costo e le aste a doppio ribasso”. È il commento a caldo del relatore del dossier Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione ...
  • 17 gennaio 2019

    Brexit: “Minimizzare impatto drammatico di un no-deal per agroalimentare”

    Il Parlamento europeo non è disposto ad aprire un secondo negoziato nella procedura di divorzio tra l’Ue e il Governo britannico ( Brexit ), se non alla condizione di migliorare l’attuale accordo a favore dei cittadini, degli agricoltori e dell’intera filiera agroalimentare europea. Siamo consapevoli che entriamo in un periodo di grande incertezza e stiamo già riflettendo come ‘parare’ l’impatto rovinoso di un ‘no-deal’. Personalmente, ritengo che sia necessario trovare nel bilancio Ue post-2020 i fondi necessari per tener sotto controllo tutte le possibili perturbazioni di ...
  • 16 gennaio 2019

    Indicazioni geografiche. Vera tutela solo con accordi internazionali. De Castro: ma in Europa è tema che interessa solo 5-6 paesi

    Dop e Ipg rappresentano un asset importante, con un valore superiore ai 15 miliardi di euro. Produzioni in gran parte esportate, e quindi è fondamentale riuscire a crescere da questo punto di vista, trovare le strade migliori per la promozione, lavorare sulla certificazione. Penso ad esempio alle modifiche dei disciplinari di produzione, tema molto sentito dai nostri Consorzi. Non si può perdere lo stesso tempo per modificare il disciplinare del Parmigiano Reggiano o del Grana Padano rispetto ad un disciplinare di piccole denominazioni che magari hanno un mercato solo locale. Dobbiamo ...
  • 27 novembre 2018

    Paolo De Castro: con Brexit tutelati scambi alimentari e IG

    “Vorrei rassicurare gli agricoltori italiani ed europei: la bozza di accordo sul 'divorzio' tra l'Ue e il governo britannico conserva lo status quo negli scambi agroalimentari tra le due sponde della Manica, salvaguardando il riconoscimento delle indicazioni geografiche”. Lo ha affermato Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo partecipando al forum ''Agriculture & Food Summit 2018'' organizzato da Politico a Parigi. "Se il Parlamento di Westminster validerà la bozza di intesa - ha precisato De Castro - Londra non avrà più voce ...
  • 16 ottobre 2018

    Qualivita festeggia il riconoscimento IGP del Cioccolato di Modica

    È il Cioccolato di Modica IGP il primo prodotto al mondo registrato nella Classe merceologica definita dall’Unione Europea per Cioccolato e prodotti derivati. Questa registrazione rappresenta il coronamento di un percorso complesso che la Fondazione Qualivita ha seguito e supportato da anni, contribuendo alla presentazione di questo particolare cioccolato, per farne conoscere le caratteristiche peculiari, in occasione di numerosi eventi istituzionali nazionali e internazionali, come il V Forum europeo sulla qualità alimentare di Bruxelles del 2011. “Abbiamo seguito sin da subito ...
  • 2 ottobre 2018

    NOMISMA-CRIF – Agroalimentare italiano alla prova della Brexit

    Il Regno Unito è il quarto mercato di destinazione dell’export agroalimentare italiano, con un valore superiore ai 3 miliardi di euro, e quasi un terzo delle vendite di food&beverage “Made in Italy” riguardano prodotti DOP/IGP. Il Regno Unito è il primo mercato per Prosecco (4 bottiglie esportate su 10), pelati e polpe di pomodoro (20% dell’export a valore). Svalutazione della sterlina e tutela delle indicazioni geografiche rappresentano le grandi incognite collegate alla Brexit. A sei mesi dalla data ufficiale del divorzio del Regno Unito dall'Unione Europea (29 marzo 2019) ...
  • 9 luglio 2018

    La GDO verso nuovi equilibri in europa tra concentrazione e difesa delle PMI

    La GDO alla sfida dei prezzi nella UE: martedì l'Unione europea avvierà il confronto sulla direttiva per difendere le PMI dalle pratiche sleali dei colossi del commercio, a seguito dell'alleanza per una mega-centrale d'acquisto annunciata nei giorni scorsi da Carrefour e Tesco,  che segue di poco quella tra i gruppi francesi Auchan e Casino, che ha riportato sotto i riflettori il tema annoso delle relazioni commerciali all'interno della filiera agroalimentare. Da un lato i produttori, in particolare i piccoli e medi, che temono di restare schiacciati dall'eccessiva concentrazione delle ...
  • 24 maggio 2018

    EDITORIALE – Rinnovare la connessione tra territorio e mercati

    Editoriale a  cura di Paolo De Castro - Presidente Comitato Scientifico Qualivita e vice presidente della COMAGRI UE La rivista Consortium arriva in un passaggio cruciale per lo sviluppo del sistema dei prodotti italiani a Indicazione Geografica. Un passaggio in cui la connessione tra territori rurali e mercati globali va rinnovata e riscritta. I marchi di qualità dell’agroalimentare europeo sono, generalmente parlando, una storia di successo. Dopo una prima fase in cui sono cresciuti, grazie all'impegno e dopo lunghe battaglie dei consorzi, principalmente come dispositivi di tutela e ...
  • 27 marzo 2018

    UE, taglio fondi IG: missione a Bruxelles dei produttori veneti. Il Direttore Consorzio Asiago nominato portavoce

    Nessun taglio dei fondi Ue per i prodotti tipici di origine protetta: è la richiesta che i produttori veneti hanno portato a Bruxelles, insieme ai loro colleghi di 31 regioni europee, in rappresentanza di oltre 700 associazioni di produttori che aderiscono alla rete europea dei produttori d’origine (Arepo). “La nuova politica agricola comunitari dovrà salvaguardare e investire sui prodotti di alta qualità – commenta l‘assessore all’agricoltura Giuseppe Pan – che costituiscono il vero punto di forza della competitività del settore agroalimentare europeo, e in particolare ...
  • 14 marzo 2018

    De Castro al Parlamento europeo: né tempi né condizioni per una nuova riforma della PAC

    Non ci sono i tempi tecnici, prima della fine del mandato europeo, per varare una nuova riforma della PAC, che la Commissione UE intende presentare entro la fine di maggio. Non ci sono neppure le condizioni affinché questo avvenga, in quanto i cambiamenti che vuole portare Bruxelles si tradurrebbero in maggiori distorsioni di concorrenza e quindi nell'anticamera di una rinazionalizzazione per il settore agricolo. Questo noi non lo vogliamo!". È una vera e propria messa in guardia che ha lanciato ieri sera a Strasburgo il vicepresidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, ...
  • 8 febbraio 2018

    UE, Hogan a De Castro: tutela Prosecco DOP su mercato USA non si tocca

    La Commissione europea è a conoscenza di un’usurpazione sul mercato statunitense della Dop ‘’Prosecco” e non esiterà a intervenire se il caso dovesse riprodursi. Lo rende noto con “soddisfazione” Paolo De Castro, primo vicepresidente della commissione agricoltura del Parlamento europeo, alla luce della risposta ricevuta oggi dal commissario Ue all’agricoltura Phil Hogan, alla interrogazione scritta in cui denunciava – rispetto all’accordo UeUsa - l’abuso del nome dell’eccellenza italiana, come per il ‘Prosecco’ prodotto in Moldavia. “La Commissione europea è ...