Argomento: Paolo De Castro

  • 28 Giugno 2013

    Pac, un buon accordo politico

    Bruxelles passo avanti importante per un'azione organica e unitaria in agricoltura. Ma ora bisogna renderla efficace, bilancio Ue permettendo.
  • 26 Giugno 2013

    Europa: Paolo De Castro Vince i Mep Awards

    Nota StampaPaolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo, è il vincitore dei Mep Awards per la sezione Agricoltura e Politiche agricole, premio assegnato agli eurodeputati che con il loro operato hanno contribuito in maniera significativa alle politiche europee. “E’ per me un grande onore - ha dichiarato De Castro - ricevere questo importante riconoscimento proprio durante una delle giornate decisive per il Parlamento europeo e per la Commissione Agricoltura che ho l’onore di presiedere. Come più volte ricordato, con il team negoziale stiamo lavorando alacremente per il raggiungimento di un accordo politico con Consiglio e Commissione sulla riforma della politica agricola comune post 2014.
  • 25 Giugno 2013

    De Castro: al centro lavoro e impresa

    Terra e VitaChiudere entro giugno, sotto la guida della presidenza irlandese era l'obiettivo, ma più la data del 24-25 giugno (la sessione ministeriale di Lussemburgo) si avvicina e più le prospettive di varare la Pac 2014-2020 si allontanano. Pare. Ne parliamo con Paolo de Castro, presidente della Conimissione agricoltura del Parlamento europeo."Presidente, ci sono ancora margini per trovare un'intesa tra Parlamento, Consiglio e Commissione Ue? É ottimista o pessimista? Se salta la deadline di giugno, che succede?". "È ancora possibile, anche se bisogna ammettere che il Parlamento ha registrato una posizione abbastanza rigida da parte delle altre Istituzioni che ha indubbiamente complicato l'intero iter negoziale.
  • 21 Giugno 2013

    La svolta del libero scambio Usa-Ue

    Parla Paolo De Castro, presidente della commissione agricoltura del Parlamento europeo: «Per l'Italia nuovi scenari di crescita occupazionale»
  • 21 Giugno 2013

    La svolta del libero scambio Usa-Ue

    l'Unità Stati Uniti e Unione europea, durante il G8 di Lough Erne, in Irlanda dei Nord, hanno siglato l'ok ai negoziati di libero scambio fra i due mercati. L'obiettivo è l'avvio di un mercato comune all'insegna del libero scambio, con l'abbattimento dei dazi, delle barriere doganali e di quelle non fiscali. Una svolta epocale quantificata intorno al 50% del Pil mondiale. Tra i benefici ci sarebbe anche la creazione di circa 2 milioni di posti di lavoro. Nel quadro di questa intesa il settore agricolo rappresenta uno dei temi più delicati. Tali e tante sono le diversità di vedute fra le due zone geografiche spesso evidenziate attraverso l'imposizione reciproca di dazi e barriere doganali sui prodotti alimentari. Degli scenari che si stanno per aprire dopo l'intesa Usa-Ue ne abbiamo parlato con Paolo De Castro,
  • 19 Giugno 2013

    I prosciutti programmati in anticipo

    Anche i prosciutti potranno beneficiare della programmazione produttiva, la misura prevista per i formaggi dop recentemente approvata nel pacchetto latte dal Parlamento europeo. «Sono ottimista circa l'estensione della misura ai prodotti Dop a lunga stagionatura, ha detto il presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro, intervenendo alla presentazione, a Roma, dell'Atlante Qualivita Food&Wine 2013.
  • 18 Giugno 2013

    Nuova Pac, ultimatum di Strasburgo

    Agrisole L'Europarlamento non vuole aspettare la fine di giugno per siglare l'intesa definitiva sulla riforma. Se non è un ultimatum gli somiglia molto. E comunque la sostanza è la stessa, perché a due settimane dalla scadenza annunciata per un accordo politico formale Consiglio-Parlamento-Commissione sulla riforma della Pac restano troppe (e troppo importanti) questioni aperte. Così il Parlamento europeo, e in particolare la commissione Agricoltura, vorrebbe evitare di inaugurare il nuovo processo decisionale comunitario con una decisione presa all'ultimo respiro (notturno possibilmente) come ai bei vecchi tempi delle maratone ministeriali. «Il Parlamento europeo non può attendere l'ultima settimana del semestre di presidenza irlandese del Consiglio, per raggiungere il compromesso sulla riforma della Pac.
  • 14 Giugno 2013

    La Toscana del SUD verso EXPO 2015 – Murlo

    Si terrà il 14 giugno prossimo, presso il Borgo La Bagnaia Resort a Murlo (Siena) il convegno dal titolo "La Toscana del SUD verso EXPO 2015".
  • 14 Giugno 2013

    Incontro comitato scientifico Qualivita

    Si terrà oggi a Modena l'incontro del comitato scientifico di Qualivita,
  • 12 Giugno 2013

    Turismo, alimentare e ricerca: industriali pronti a sfruttare l’Expo 2015

    La Nazione Siena "La Toscana del sud verso l'Expo 2015" è il titolo del convegno che Confindustria Siena, in collaborazione con Confindustria Arezzo, Confindustria Grosseto ed il sostegno di Confindustria nazionale organizza venerdì a Bagnaia Resort sulle opportunità che questo evento di rilievo mondiale rappresenterà per le imprese italiane e quelle del territorio toscano in particolare. A partire dalle 9.30, dopo il saluto dei tre presidenti delle associazioni industriali organizzatrici, Cesare Cecchi, Andrea Fabianelli, Mario Salvestroni, affronteranno il tema del convegno e risponderanno alle questioni degli intervenuti Paolo de Castro, presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale del Parlamento europeo, Alberto Mina, direttore degli Affari istituzionali ed eventi Expo 2015, Giuseppe Oriana,
  • 8 Giugno 2013

    Mauro Rosati con la ministra per la presentazione dell’Atlante

    Corriere di Siena É stato presentato a Roma il nuovo Atlante Qualivita Food&Wine 2013, realizzato con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, in collaborazione con Aicig - Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche e con Federdoc. Giunto alla settima edizione, l'Atlante riunisce in un unico volume i prodotti agroalimentari italiani DOP, IGP, STG, viene proposto per la prima volta anche in lingua inglese, per diventare strumento di divulgazione all'estero per la promozione e conoscenza dell'intero comparto delle eccellenze italiane e disponibile anche come eBook. Alla presentazione sono intervenuti il nuovo ministro delle politiche agricole Nunzia De Girolamo, il presidente Comagri Paolo De Castro, il presidente della Commissione agricoltura della Camera
  • 28 Maggio 2013

    Consorzio Asiago contro le De.Co. «Creano soltanto confusione»

    Il Giornale di Vicenza Il Consorzio del formaggio Asiago, presiduto da Roberto Gasparini, attacca le De.Co. e applaude all'ex ministro De Castro che ne è da sempre un fiero avversario. «Creano solo confusione sul mercato», afferma De Castro. Va ricordato che le De.Co., nate su un'idea di Gino Veronelli poco più di dieci anni fa, solo nel Vicentino riguardano una novantina di prodotti e oltre quaranta di Comuni. Gli stessi ideatori hanno sempre dichiarato che non sono un marchio di tutela, ma servono solo a valorizzare il territorio comunale. L'occasione per dibattere sulle De.Co. è giunta dall'assemblea annuale dell'Aicig, l'Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche. Nel dibattito su "Il mercato dei prodotti Dop e Igp tra opportunità e opportunismo"
  • 27 Maggio 2013

    Libero scambio tra Ue e Usa, l’agroalimentare sarà centrale

    L'Arena Un tema sensibile nel negoziato per l'accordo commerciale. Il primo igienico-sanitario va difeso ma rimuovendo le barriere tariffarie e non. Mentre si lavora sull'accordo di libero scambio tra Europa e Stati Uniti, l'UE fa dietrofront sulle bottiglie etichettate sui tavoli di ristoranti e osterie. Il commissario europeo all'Agricoltura, Dacian Ciolos, ha infatti annunciato il ritiro della proposta di vietare nei locali le ampolline ricaricabili. Inoltre, chi si attendeva il via definitivo della Pac entro il prossimo 30 giugno rimarrà deluso perchè non c'è accordo sui budget e i termini per l'entrata in vigore sono già slittati al 2015. Trovare gli accordi non è semplice» spiega Paolo De Castro, presidente della commissione Agricoltura al Parlamento europeo. «E sotto la presidenza irlandese non ci sarà
  • 16 Aprile 2013

    De Castro: da Pastorano svolta sulla Dop

    Il Mattino «Una panoramica sul made in Italy nel settore». Con queste parole l'ex ministro Paolo De Castro, presidente della commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, ha definito la kermesse agroalimentare di Pastorano in programma dal 24 al 28 aprile. «Un luogo che diventa punto di convergenza di e tra realtà imprenditoriali rappresentative, sia a livello nazionale che locale, e che offre una panoramica articolata delle produzioni di eccellenza, tratto distintivo del made in Italy agroalimentare». Secondo De Castro, inoltre, la «Fiera agricola è certamente un'ottima occasione di visibilità e presenza sul territorio, presenza che proprio in questa difficile congiuntura assume ancor più valore. La filiera bufalina è certamente una delle espressioni più caratterizzanti del territorio, una filiera che va sostenuta, valorizzata e promossa nel migliore dei modi come produzione
  • 11 Aprile 2013

    De Castro: agroalimentare, basta norme capestro

    Il Mattino Paolo De Castro gira tra i padiglioni del Vinitaly : «Non sembra di stare in Italia, o, meglio, sembra di essere tornati ai tempi prima della crisi, quando c'era ottimismo e si investiva». A riportare bruscamente il presidente della Commissione Agricoltura della Ue nella realtà è proprio la situazione della Mozzarella di Bufala Campana DOP: come è noto, la legge 205 firmata dall'ex ministro Zaia stabilisce che il latticino per avere il marchio deve essere prodotto in uno stabilimento ad hoc. Un decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 21 marzo pone un termine, il 30 giugno. La replica del Consorzio è stata secca: si tratta di una norma che parte da un pregiudizio geografico, nessuna dop in Europa e inItalia ha queste condizioni capestro, comunque nessuno ha 300mila euro da spendere in due mesi, ammesso che le autorizzazioni burocratiche già ci siano
  • 10 Aprile 2013

    La contraffazione delle Indicazioni Geografiche italiane – Qualivita

    In una Europa che promuove la  produzione agroalimentare di qualità e dove le Indicazioni Geografiche non sono più economie marginali, quali sono le azioni da intraprendere per la tutela dei consumatori e delle imprese italiane che subiscono un serio danno dalla contraffazione? Con quali   azioni legali, commerciali e  politiche possiamo ottenere dei risultati? Partiamo dalle esperienze fatte e cerchiamo di dare delle risposte. Questo il tema della tavola rotonda che si è svolta presso lo stand MIPAAF del Vinitaly (Verona) l'8 aprile, organizzata dalla Fondazione ...