Argomento: finanziamenti

  • 6 novembre 2018

    Al Mipaaft prima riunione filiera agrumi: entro l’anno decreto attuativo per utilizzo risorse

    Si è tenuta in data 5 Novembre presso il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo la prima riunione della filiera agrumicola, convocata dal Sottosegretario Alessandra Pesce. Le esigenze segnalate da parte della filiera sono state quelle della realizzazione del catasto agrumicolo nazionale, della riconversione varietale accompagnata dalla ricerca, del rafforzamento dei contratti di filiera, di azioni di promozione e informazione dei consumatori, di attenzione agli scambi commerciali nel rispetto delle reciprocità delle regole produttive. "Lavoriamo a un Decreto Attuativo per l'utilizzo del Fondo Agrumi da 10 milioni di euro per gli anni 2018-2020." Ha dichiarato il Sottosegretario Pesce che ha partecipato alla riunione. "Le azioni nel decreto dovranno dare risposte concrete agli operatori del settore. Questo lavoro è propedeutico alla messa a punto di un piano agrumicolo in un comparto produttivo d'eccellenza per il nostro Mezzogiorno". ...
  • 4 luglio 2018

    PSR Piemonte, fondi per incentivare le nuove adesioni ai regimi di qualità

    La Regione Piemonte ha indetto un nuovo bando per favorire la crescita delle piccole e medie imprese agricole operanti sul territorio. L’iniziativa fa parte del Piano di Sviluppo Rurale del 2014-2020 e mira a incentivare le nuove adesioni ai regimi di qualità e, quindi, ad aumentare la competitività delle imprese agricole piemontesi. Il bando prevede incentivi per l’adesione ai regimi di qualità delle PMI piemontesi operanti nel settore agricolo, e i finanziamenti copriranno le spese necessarie per raggiungere questo standard di qualità ma anche i costi per sostenere i controlli sulla filiera. Il bando prevede una copertura del 100% delle spese per le piccole e medie imprese piemontesi che risulteranno vincitrici e idonee ai finanziamenti. Come sempre in questi casi per poter aderire al bando e ricevere i bonus l’azienda deve avere la sede operativa e legale nella regione che ha indetto l’iniziativa, e quindi in Piemonte. Requisiti per partecipare ...
  • 21 febbraio 2018

    Pecorino Toscano DOP: “Sostegno concreto dalla Regione Toscana per gli allevatori colpiti da lupi o ibridi”

    “Una notizia positiva che accogliamo con favore insieme a tutti gli allevatori ovini che producono latte per il nostro formaggio e che rende concreto l’impegno della Regione Toscana per tutelare gli allevatori danneggiati dagli attacchi di lupi o ibridi”. E’ quanto afferma Andrea Righini, direttore del Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP commentando la decisione della Regione Toscana di rimborsare le aziende zootecniche toscane che hanno subito danni da predazione nel 2017. “L’approvazione di questa misura - aggiunge Righini - accoglie finalmente i ripetuti appelli che sono arrivati negli ultimi anni dal mondo degli allevatori ovini, sempre più colpiti e danneggiati dagli attacchi di lupi o ibridi alle greggi, con conseguente perdita di quantità e qualità del latte. Un danno che ha messo a rischio anche la produzione del nostro Pecorino Toscano DOP e che abbiamo denunciato più volte, insieme agli stessi allevatori che conferiscono latte anche ai nostri ...
  • 30 gennaio 2018

    Revisione PAC, De Castro: più autonomia ad organizzazioni e consorzi

    Paolo De Castro, presidente Comagri al Parlamento europeo, ha guidato i lavori del «Pacchetto omnibus». II «tagliando alla Pac» era necessario? Cosa è cambiato per gli agricoltori italiani? «C'era l'urgenza di modificare il sistema di regole e credo che il punto di equilibrio trovato possa soddisfare gli agricoltori. Vengono risolti problemi strutturali dell'impostazione del 2013, e vengono offerte nuove opportunità agli agricoltori, soprattutto per affrontare le turbolenze del mercato. Le modifiche vanno poi nella direzione di una politica agricola economica più equa e che garantisce maggior autonomia negoziale». E per quanto riguarda lo sviluppo rurale? Tutti coloro che partecipano a un regime di qualità da non più di 5 anni potranno accedere ai fondi previsti dai programmi di sviluppo rurale per la produzione di indicazioni geografiche, e non, co-me in precedenza, solo i nuovi ingressi. Una misura importante per l'Italia, che vanta il primato in Europa dal ...
  • 17 gennaio 2018

    Consorzio Olio Seggiano DOP: 38 progetti per un valore di 4 milioni di euro

    Si è chiuso il 3 gennaio 2018 il bando della Regione Toscana per Progetti integrati di filiera agroalimentare – PIF. Sull’Amiata grossetana il Consorzio Olio Seggiano DOP, come capofila, ha presentato un progetto di filiera integrato relativo all’olivicoltura. Il PIF con un valore complessivo degli investimenti, di 4 milioni e 732.388 euro e con un contributo richiesto di 2 milioni e 210.186 euro, ha coordinato ben 38 progetti, con la partecipazione di 27 aziende agricole professionali olivicole, 2 frantoi (Coop La Seggianese e Frantoio Franci), un agenzia formativa (Heimat), due enti di ricerca ( Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Aedit) e la Coop Amiata. Il PIF ha attivato nell’ambito dello stesso progetto, tutte e cinque fra sottomisure ed operazioni del PSR possibili (1.2, 16.2, 16.3, 4.1.3, 4.2.1) per incentivare gli investimenti aziendali, per la produzione primaria, trasformazione e commercializzazione dell’olio extravergine di oliva, l’innovazione ...
  • 14 dicembre 2017

    Vino: accordo fra il Consorzio Vino Chianti e istituto di credito per sostenere le aziende vitivinicole

    Un pacchetto di misure ad hoc per la crescita a sostegno dei produttori aderenti al Consorzio Vino Chianti messo a disposizione da Banca Monte dei Paschi di Siena. E' quanto prevede l’accordo siglato dal Consorzio e dall’istituto di credito per aiutare le aziende vitivinicole toscane all'indomani di una stagione complicata caratterizzata da siccità e gelate. BMps ha predisposto diverse linee di prodotti destinate specificatamente alle attuali e più evolute esigenze finanziarie delle imprese vitivinicole associate al Consorzio prevedendo in particolare misure a sostegno delle aziende colpite da calamità naturali. Obiettivo del pacchetto è favorire infatti il più elevato ritorno economico possibile per le imprese e per il territorio, attraverso la promozione di una crescente qualità del prodotto, la diluizione e la programmazione delle normali vendite e, infine, la stabilizzazione dei prezzi di mercato. “Siamo convinti che sia quanto mai necessario lavorare in ...
  • 13 dicembre 2017

    Pecorino Romano DOP: rinnovata l’intesa del pegno rotativo

    Tutti concordi, persino i pastori: il recente boom dei prezzi del Pecorino Romano DOP è arrivato anche grazie al pegno rotativo. La possibilità concessa alle aziende di utilizzare il formaggio a garanzia di prestiti, a pochi mesi dall'avvio, pub già definirsi un successo. Un'intesa siglata tra istituzioni, comparto bancario e lattierocaseario, rinnovata ieri durante l'incontro tra l'assessore della Programmazione Raffaele Paci, il presidente della Commissione regionale Abi Giuseppe Cuccurese, il presidente del Consorzio di tutela del Pecorino Romano DOP Salvatore Palitta e i rappresentanti delle cooperative. «Siamo state una delle prime regioni a partire con uno strumento utile alla razionalizzazione della filiera di una DOP», ricorda Paci, «una misura che in futuro contribuirà a calmiere i prezzi sul mercato». Le parti si sono mostrate disponibili a estendere il pegno ad altre due tipologie di formaggio: i più stagionati e quelli che invece non sono arrivati a ...
  • 11 dicembre 2017

    UE, programmi di promozione: cala del 90% aiuto per l’agroalimentare italiano

    "Sono calati del 90% nel 2017 gli aiuti Ue all'Italia per la promozione di prodotti agroalimentari: dall'analisi dei dati a disposizione sono passati - inspiegabilmente - da più di 33 milioni di euro nel 2016, a poco più di 3 milioni quest'anno". Così, il Primo Vice Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo annuncia le motivazioni che lo hanno portato a presentare un'interrogazione scritta all'esecutivo Ue, co-firmata e sostenuta in modo trasversale da 37 europarlamentari italiani. Tra i 36 programmi italiani presentati che speravano ottenere finanziamenti europei per la promozione pari a 88 milioni di euro, soltanto il Distretto agroalimentare di qualità della Valtellina, il Consorzio di tutela del formaggio Piave DOP e la Mortadella Bologna IGP (per complessivi 3 milioni di finanziamento) su un totale di 52 programmi europei promossi. "I programmi di promozione dei prodotti agroalimentari provenienti dai fondi dalla Pac costituiscono uno ...
  • 27 ottobre 2017

    Ismea diventa banca agricola: prestiti agevolati al settore

    Dopo il riconoscimento UE di banca agricola a Ismea arriva il decreto attuativo del Ministero delle politiche agricole. Questo significa che sono in arrivo prestiti agevolati per investimenti connessi alla produzione agricola primaria, alla trasformazione e alla commercializzazione di prodotti agricoli. L'ammontare delle risorse sarà 120 milioni di euro. Potranno presentare domande le seguenti tipologie di imprese: società di capitali (anche cooperative) che operano nella produzione agricola primaria, nella trasformazione e nella commercializzazione di prodotti agricoli compresi nell'allegato I del trattato sul funzionamento dell'Unione europea; società di capitali (anche cooperative) che operano nella produzione di beni prodotti nell'ambito delle relative attività agricole, individuate ai sensi dell'articolo 32, comma 2, del testo unico sulle imposte sui redditi; società di capitali partecipate almeno al 51% da imprenditori agricoli, cooperative agricole a ...
  • 26 giugno 2017

    Consorzio Grana Padano DOP, criticità del sistema: tagli alla zootecnia e rischi sul fronte CETA

    Il Consorzio del Grana Padano DOP commenta due diverse criticità per il sistema caseario made in Italy e, più in generale, per l'agroalimentare di qualità. In primis il taglio previsto per i fondi alla zootecnia: "Il sistema allevatoriale italiano, garanzia assoluta per il mantenimento qualitativo del latte italiano, non può e non deve venire penalizzato in questo modo", commenta Stefano Berni, Direttore Generale Consorzio Grana Padano. "Il rilevante taglio previsto, oltre a creare serie problematiche occupazionali nel comparto, comprometterebbe la zootecnica italiana e, di conseguenza, anche il nostro sistema lattiero caseario, con una ricaduta drastica sul miglioramento qualitativo da sempre perseguito a vantaggio del made in Italy ed in particolare dei prodotti a denominazione di origine come il Grana Padano DOP. Auspichiamo che il Ministro Martina si attivi con energia per recuperare le risorse necessarie - conclude Berni - in modo da consentirci di essere sempre ...
  • 6 giugno 2017

    Vino: in stand by la promozione nei Paesi terzi

    Il 15 maggio scorso il Mipaaf ha pubblicato il provvedimento con il quale dispone la revoca del decreto direttoriale 29/12/2016 n. 97046 relativo all'OCM vino, contenente l'invito alla presentazione dei progetti per la campagna 2016-2017, a valere sulla misura della promozione sui mercati dei Paesi terzi, in attuazione del Piano nazionale di sostegno al settore. Gli operatori avevano presentato le domande entro la scadenza stabilita per il 30 gennaio scorso e da allora è partita l'attività istruttoria che, a questo punto, subisce un'interruzione. In ballo c'erano oltre 13 milioni di euro da spendere per finanziare progetti di promozione presentati dalle imprese vitivinicole. L'applicazione di tale misura è stata tribolata in Italia, a causa di una serie di problemi sorti in fase applicativa e dei numerosi ricorsi presentati dalle società escluse dai finanziamenti pubblici. A dicembre scorso il Mipaaf aveva cercato di rimediare alla critica situazione di impasse, con ...
  • 24 maggio 2017

    UE, ritiri ortofrutta: aiuti al via

    Sarà pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale Ue, per entrare in vigore il 1° giugno, il regolamento delegato che prevede l'aumento dei prezzi applicati dall'Ue per il ritiro dal mercato di frutta e verdura in caso di crisi. La pubblicazione del testo dovrebbe avvenire contestualmente a quella dell'atto che prolunga oltre la scadenza prevista del 1° luglio 2017 le misure straordinarie di aiuto su alcune tipologie di ortofrutta più colpite dall'embargo russo, in modo che i produttori possano procedere ai ritiri con le tariffe aggiornate. Per gli agricoltori aderenti alle organizzazioni dei produttori, il prezzo di ritiro di frutta e verdura in caso di squilibrio di mercato passa dal 30 al 40% del prezzo medio di mercato Ue negli ultimi cinque anni per la distribuzione gratuita (i cosiddetti ritiri di beneficenza), e dal 20 al 30% per i ritiri destinati ad altri scopi (produzione di compost, mangimi, distillazione). Fonte: Italia Oggi SCARICA L'ARTICOLO STAMPA ...
  • 3 aprile 2017

    PAC 2020, tagli in vista per 5 miliardi di euro

    Comunque vada a finire, per gli agricoltori europei sarà una stangata. Senza stanziamenti aggiuntivi, il buco di bilancio che si aprirà con l'uscita del Regno Unito dalla Ue peserà sulla futura Politica Agricola Comune. Forse, e questa è la vera novità degli ultimi giorni, anche prima del 2020, anno di scadenza naturale del bilancio pluriennale della Ue e di entrata in vigore della riforma Pac in discussione a Bruxelles e legata a doppio filo al braccio di ferro sul budget. Il vicepresidente della Commissione, Jyrki Katainen, lo ha detto chiaramente nei giorni scorsi: «I 27 Stati membri dovranno decidere se aumentare i rispettivi contributi finanziari o, in alternativa, disporre una riduzione degli stanziamenti per la Pac». Allo studio dell'esecutivo Ue c'è anche l'ipotesi di anticipare la conclusione del quadro finanziario pluriennale, per farla coincidere con l'uscita del Regno Unito, prevista nella primavera del 2019, per far quadrare i conti della nuova Ue. Ne...
  • 20 marzo 2017

    UE, Ortofrutta: più alto aiuto per il ritiro

    Arriva il sospirato aumento dell'indennizzo per il ritiro dal mercato di frutta e ortaggi in caso di crisi, annunciato la scorsa estate, ma incorporato in un regolamento di esecuzione della Commissione europea soltanto lunedì, insieme ad altre norme che hanno lo scopo di incentivare l'organizzazione dei produttori (Op). Le proposte contenute nel regolamento di esecuzione adottato oggi dalla Commissione europea dovrebbero essere operative in due mesi, se Consiglio e Parlamento europeo non hanno obiezioni. Si dovrebbe essere in tempo perché i nuovi criteri siano applicabili all'estensione delle misure straordinarie contro l'embargo russo annunciata dal commissario europeo all'agricoltura Phil Hogan il 6 marzo. Con il regolamento in vigore, il prezzo di ritiro dei prodotti in caso di squilibrio di mercato aumenterà dal 30% al 40% del prezzo medio di mercato dell'UE negli ultimi cinque anni per la distribuzione gratuita (i cosiddetti ritiri di beneficenza) e dal 20 al 30% per ...
  • 17 marzo 2017

    Nasce la banca delle terre agricole. Martina: primi 8 mila ettari con agevolazioni per i giovani

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che è stata presentata questa mattina la "Banca delle terre agricole". Si tratta di un progetto di mappatura delle terre previsto dal Collegato Agricolo e realizzato da Ismea, l'ente economico del Mipaaf, per consentire a chiunque - soprattutto ai giovani - di reperire su internet i terreni di natura pubblica in vendita. L'obiettivo è valorizzare il patrimonio fondiario pubblico e riportare all'agricoltura anche le aree incolte, incentivando soprattutto il ricambio generazionale nel settore. Per avere la mappa completa si può consultare il sito www.ismea.it. A illustrare l'iniziativa il Ministro Maurizio Martina, la senatrice Pd Maria Teresa Bertuzzi che ha presentato l'emendamento per l'istituzione della Banca, l'assessore all'agricoltura del Lazio in rappresentanza delle Regioni Carlo Hausmann, il presidente di Ismea Enrico Corali, il direttore generale di Ismea Raffaele Borriello e il direttore ...
  • 13 marzo 2017

    Mipaaf, DOP e IGP: 730 mila € per valorizzare i prodotti

    Stanziati 729.311 euro per il 2017 per le iniziative volte a sviluppare azioni di informazione per la divulgazione dei prodotti agricoli e alimentari DOP e IGP. I finanziamenti saranno utilizzati, in particolare, per l'organizzazione di mostre, fiere, convegni e pubblicazioni finalizzate alla conoscenza dei prodotti DOP e IGP. Con un comunicato del 9 marzo scorso il ministero delle Politiche agricole ha sbloccato risorse volte a sviluppare azioni di informazione, per migliorare la conoscenza, favorire la divulgazione, garantire la salvaguardia e sostenere lo sviluppo dei prodotti agricoli ed alimentari contraddistinti da riconoscimento Ue (come da decreto Mipaaf del 1 ° marzo 2016, n. 15487, si veda Italia Oggi del 3 marzo 2016). Possono essere ammessi a presentare le agevolazioni gli organismi a carattere associativo dei consorzi di tutela riconosciuti ai sensi della legge 21 dicembre 1999 n. 256 e le associazioni temporanee d'impresa. Non possono presentare istanza di ...