Argomento: sicurezza alimentare

  • 30 Aprile 2015

    Expo 2015: L’emozione di essere al centro del mondo

    Un'avventura lunga sette anni. Il 31 marzo 2008 a Parigi, l'Italia di ogni colore politico festeggiava unita l'aggiudicazione di Expo 2015. E adesso ci siamo. Un'avventura macchiata da polemiche, ritardi, inchieste, scetticismi e proteste. Ma un'avventura che ha indubbiamente rimesso Milano e l'Italia al centro del mondo. Piace parlare di cibo, perché il cibo racconta la storia di un popolo, esprime il suo modo di essere e tramanda le sue tradizioni. Ii cibo è colorato, profumato e fonte di piacere. Il cibo è anche un problema per chi non ne ha, per chi ne consuma troppo, per chi non lo ...
  • 28 Aprile 2015

    Martina, ecco la Carta di Milano

    Il Ministro Maurizio Martina, con questa ispirazione, a pochi giorni dall'apertura ufficiale di Expo 2015, presentiamo oggi la «Carta di Milano» l'atto d'impegno che farà da guida ai sei mesi straordinari che abbiamo di fronte. Sentiamo forte la responsabilità di animare un dibattito profondo sui contenuti dirompenti che questa Esposizione ci propone. Perché «Nutrire il pianeta, energia per la vita» è un titolo importante e la sfida alimentare globale, con le sue contraddizioni e i suoi paradossi, è la madre di tutte le questioni geopolitiche cruciali del nostro tempo. E' una sfida ...
  • 16 Aprile 2015

    Food security, per Expo 2015, l’UE chiede ai cittadini cosa ne pensano

    La Commissione Europea ha dato il via alla consultazione pubblica sul documento del comitato strategico UE per il programma scientifico di Expo 2015. Elaborato da un gruppo di esperti sulle questioni della sicurezza degli approvvigionamenti alimentari (food security) il paper è stato pubblicato il 13 aprile, ed è aperto al contributo dei cittadini sul sito: http://europa.eu/expo2015/online-consultation . Come anticipato lo scorso dicembre, il paper individua sette sfide per la ricerca sul cibo del futuro: gestione dei suoli, incremento sostenibile della produzione agricola, uguaglianza ...
  • 10 Aprile 2015

    Sicurezza alimentare: 38mila i controlli dei NAS

    Volumi crescenti, e possibilmente di qualità, per «nutrire il pianeta». Ma prima di tutto viene la sicurezza. E al di là dello slogan di Expo 2015, con il quale l'Italia si presenta al mondo come vetrina d'eccellenza dell'agroalimentare c'è quindi la priorità della salute umana da raccontare. E dei controlli nel quale il nostro Paese assicura essere Leader. Lo testimoniano i dati, sono stati 38mila i controlli presentati dai Carabinieri dei Nas sulla sicurezza alimentare. Le indagini, ha quindi illustrato in dettaglio l'ufficiale del Nucleo antisofisticazioni, hanno portato a 11 ...
  • 26 Marzo 2015

    Sicurezza alimentare, summit a Bruxelles

    Gazzetta di Mantova. C'era anche l'assessore all'Agricoltura della regione Lombardia Fava a Bruxelles per parlare di sicurezza alimentare e valorizzazione dei prodotti di origine del settore ortofrutticolo all'evento Ue su frutta e verdura e prodotti di qualità, promosso dall'Associazione di Regioni Europee per i prodotti d'Origine ed il network delle Regioni Europee produttrici frutticole, orticole e floricole. Le due associazioni rappresentano 40 regioni di 8 diversi Stati, nonché gran parte della produzione Ue di frutta, verdura, fiori e piante. «Un'altra tappa - ha dichiarato ...
  • 7 Ottobre 2014

    La rivolta dei pizzaioli: «Basta attacchi a Napoli»

    Il Mattino. Dopo il caffè e la mozzarella un altro simbolo della gastronomia campana entra nel mirino senza reale diritto di replica: la pizza. «Sto andando a Gastronomica, il più importante congresso internazionale di cucina - dice Antimo Caputo dell'omonimo mulino - dove i grandi protagonisti siamo noi, da Coccia a Enzo Piccirillo. A San Sebastian evidentemente non vedono Report. Se mi hanno tagliato? Come no: pochi secondi di una visitanello stabilimento di una intera giornata, ma sapevo che era il gioco delle parti». A San Sebastian c'è anche il direttore del Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana DOP, Antonio Lucisano: «Niente di nuovo sotto il sole, attaccare l'eccellenza campana è lo sport preferito di Report.
  • 3 Ottobre 2014

    Qualivita alla Giornata della Consapevolezza Alimentare

    Tutto pronto per la prima giornata della Consapevolezza Alimentare, organizzata dalla Cia di Pisa e dal Centro di Educazione Alimentare La MezzaLuna, che si svolgerà sabato 4 ottobre, nella splendida cornice del Parco naturale di San Rossore. Mauro Rosati dg della Fondazione Qualivita, parteciperà alla tavola rotonda aperta al pubblico, con istituzioni, rappresentanti della formazione professionale e della filiera agroalimentare.
  • 24 Settembre 2014

    FAO – The State of Food Insecurity in the World 2014

    Il rapporto della FAO sullo stato della insicurezza alimentare nel mondo nel 2014 fa il punto sui risultati nella lotta alla denutrizione guardando al 2015, anno fissato per raggiungere il traguardo dei Millennium Development Goals.Il numero dei denutriti scende nel 2014 a 805 milioni a livello globale, avvicinandosi così all'obiettivo di dimezzare la percentuale di persone denutrite nel periodo 2012-2014 rispetto al 1990-92. Rimangono però significative e preoccupanti le differenze all'interno delle diverse regioni, con l'Africa subsahariana, colpita da conflitti e disastri natuarali, che ...
  • 17 Settembre 2014

    In India e Cina gli alimenti meno sicuri

    Italia OggiIndia e Cina in testa alla classifica delle violazioni sulla sicurezza alimentare. Lo rileva una ricerca condotta dalla compagnia Food Sentry, sulla base di dati governativi e analisi di laboratorio. La società americana ha calcolato che nel 2013 sono state 3.400 le violazioni delle norme sulla sicurezza alimentare riguardanti i prodotti esportati da 117 paesi. I dieci paesi che guidano la classifica con il maggior numero di violazioni sono India al primo posto con 380 casi seguita da Cina con 340, Messico con 260, Francia con 190, Stati Uniti con 180, a cui si accodano Vietnam, Brasile, Repubblica Dominicana, Turchia e chiude la Spagna con 108 casi. La frequenza maggiore di violazioni riguarda la presenza illegale o eccessiva di pesticidi. Ne sono stati identificati più di 135 oltre a numerosi altri non specificati.
  • 7 Luglio 2014

    Dialogo Cina-Italia per ridurre le barriere all’agroalimentare

    Il Sole 24 Ore. Agrumi, latte, carne fresca, prosciutti, olio extravergine di oliva. L'Italia, si sa, vanta un bendidio dal punto di vista agroalimentare, ma la nostra bestia nera sono (e restano) le infide barriere del market accesi, specie quelle erette da nuovi e promettenti mercati come quello cinese: solo per la carne e gli insaccati la perdita secca sarebbe di 6o milioni di euro ogni anno. «Proprio per le produzioni d'eccellenza l'industria italiana potrebbe avere un ruolo di primo piano in Cina - dice Lisa Ferrarini, vicepresidente di Confindustria con delega all'Europa e al made in ...
  • 7 Luglio 2014

    Dialogo Cina-Italia per ridurre le barriere all’agroalimentare

    Il Sole 24 Ore Agrumi, latte, carne fresca, prosciutti, olio extravergine di oliva. L'Italia, si sa, vanta un bendidio, ma la nostra bestia nera sono le infide barriere del market accesi, specie quelle erette da nuovi e promettenti mercati come quello cinese: solo per la carne e gli insaccati la perdita secca sarebbe di 60 milioni di euro ogni anno. «Proprio per le produzioni d'eccellenza l'industria italiana potrebbe avere un ruolo di primo piano in Cina - dice Lisa Ferrarini, vicepresidente di Confindustria con delega all'Europa e al made in Italy nonché presidente di Assocarni - il mercato cinese è della massima importanza per il nostro export alimentare. I nostri Paesi hanno nell'esportazione una grande forza
  • 26 Giugno 2014

    ICANN: il Governo italiano in campo a difesa del made in Italy

    “Il Governo italiano è determinato ad assumere un’iniziativa forte sull’annosa questione dei domini “.vin” e “.wine” durante il Semestre di Presidenza italiana dell’Unione europea. Siamo coordinati con il Ministro Guidi e il Sottosegretario Giacomelli per accelerare sulle azioni di contrasto alla vendita di domini che sfruttino il Made in Italy
  • 20 Giugno 2014

    Parmigiano adulterato. Il Consorzio: «perseguire con severità»

    Il Resto del Carlino I carabinieri hanno sequestrato tutte le forme in stagionatura prodotte col latte contaminato: si tratta di 2402 forane bloccate in 13 caseifici del parmense e che saranno destinate alla distruzione.A compiere le analisi era stato il Centro servizi per l'agroalimentare di Panna, un laboratorio privato accreditato a livello nazionale per il settore caseario. Il Consorzio parte da "un sentito ringraziamento ai ministri Lorenzin e Martina, alla Procura di Parma e ai carabinieri del Nas per l'azione repressiva portata a termine e per la solidarietà espressa nei confronti del nostro sistema produttivo. Non conosciamo i presupposti dell'indagine, ma sottolineiamo l'importanza del tempestivo intervento delle autorità pubbliche".
  • 11 Giugno 2014

    Truccavano i certificati e la carne scadente diventava pura chianina

    Il MessaggeroA un certo punto i carabinieri del Nucleo anti sofisticazioni di Perugia si sono imbattuti in sei placidi bovini che vantavano tutti la stessa carta d'identità: possibile? E altri due, di fattezze clamorosamente diverse, che invece, dinanzi alla Asl, risultavano addirittura gemelli, sì, proprio gemelli. E tutti e otto, ovviamente, di reclamata razza chianina, la carne che tutti conosciamo e che costa tre volte una bistecca normale. Una truffa, una gigantesca truffa ai danni dei consumatori - e dello stesso made in Italy che su quel marchio punta tanto
  • 17 Aprile 2014

    NAC: Operazione “Pasqua Sicura”

    In concomitanza con le festività pasquali, i NAC, Nuclei Antifrodi Carabinieri Del Comando Carabinieri Politiche Agricole Alimentari hanno intensificato le attività di vigilanza sulle produzioni agroalimentari, attivando controlli straordinari che hanno puntato l'attenzione sulla tracciabilità.
  • 4 Aprile 2014

    Mozzarella di Bufala Campana DOP: istruzioni per l’uso

    Il Venerdì di Repubblica Loro, quelli del Citiemmebici, ne fanno una questione di dimensioni. O -come va di moda dire adesso di campi di calcio. Tutta l'area della Terra dei Fuochi definita «a rischio» dal ministero é paria 64 ettari. Cioè 120 campi di calcio. Mala zona di produzione è grande quasi una decina di milioni di campi da calcio. Centoventi su dieci milioni, una cosa minima, insignificante, anche difficile da definire numericamente. Citiemmnebici, traducendo per la gente normale, è il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP