Argomento: vino

  • 6 Marzo 2014

    Nel 2013 fatturato del vino +3,1%, ma si beve meno

    Il Sole 24 ore Consumi di vino in Italia in caduta libera ma l'aumento a due cifre dei prezzi dà fiato ai produttori. L'anno scorso le vendite di vino confezionato nella grande distribuzione sono cresciute a valore del 3,1% a 1,51 miliardi ma sono scivolate a volume del 6,5%. Un aumento medio dei listini di oltre il 10% ha permesso ai produttori di parare il colpo; l'anno prima le vendite erano calate del 3,7% ma il valore era salito dell'1,7%. Nel 2013 hanno vinto i vini frizzanti, legati al territorio ma con un consolidamento del trend dei rossi oltre i 6 euro la bottiglia e i bianchi oltre i 5.
  • 3 Marzo 2014

    Modifica disciplinare Asti DOP – GU 51 03/03/14

    ITALIA - Decreto 19 febbraio 2014 recante la modifica dell'articolo 3 del disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata e garantita dei vini Asti DOP in esecuzione della Sentenza n. 5691/2013 del Consiglio di Stato.
  • 3 Marzo 2014

    Testo unico per il vino italiano

    Il Sole 24 Ore.Il vino è il primo a tagliare il traguardo sulla strada delle semplificazioni. Nei giorni scorsi è stato infatti presentato alle Commissioni Agricoltura di Camera e Senato il progetto di Testo unico della Vite e del Vino, nato dal lavoro di Agrinsieme (che associa Cia, Confagricoltura e l'Alleanza delle cooperative), Federvini, Unione italiana vini, Assoenologi e Federdoc. Il progetto (una primabozza è attesa già martedì prossimo), dopo essere notificato alle Commissioni Agricoltura dei due rami del Parlamento, sarà adottato dai relativi Presidenti che potrebbero poi optare per un percorso abbreviato.
  • 24 Febbraio 2014

    Consorzi di tutela Colli Euganei DOP – GU 45 24/02/14

    ITALIA - Decreto 4 febbraio 2014 recante il riconoscimento del Consorzio volontario per la tutela dei vini Colli Euganei e attribuzione dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del d. lgs. 8 aprile 2010, n. 61 per la denominazione Colli Euganei Fior d'Arancio DOP e le funzioni di cui all'art. 17, comma 1, del d. lgs. 8 aprile 2010, n. 61 per la denominazione Colli Euganei DOP.
  • 19 Febbraio 2014

    Segno positivo per le vendite di Chianti

    Il Tirreno Nel 2013 le vendite complessive del Chianti Classico DOP sono cresciute dello 0,5% sul 2012, con l'export a far da padrone che rappresenta l'80% del venduto. E quanto emerso ieri durante "Chianti classico Collection", l'anteprima delle nuove annate di vino che andranno in commercio, dove c'è stato il lancio mondiale della "Gran selezione", nuova tipologia di vino che si affianca alla Annata e alla Riserva al vertice della piramide produttiva del Gallo nero. A essere cresciuto è anche il prezzo dello sfuso che nel 2013 ha spuntato una media di 185 euro a ettolitro
  • 17 Febbraio 2014

    Vino, tiene l’export negli Stati Uniti

    Libertà Piacenza Dopo una serie di alti e bassi delle esportazioni vinicole italiane verso gli Usa nel 2013, alla fine si è avuta una chiusura in sostanziale parità rispetto l'anno precedente. Lo afferma l'Italian Wine & food institute (Iwfi) sottolineando che una lieve contrazione dello 0,5% in quantità e un aumento del 6,6% in valore, dovuto alla lievitazione dei prezzi, hanno caratterizzato l'andamento complessivo delle esportazioni tricolori. «Un risultato non esaltante ma accettabile nel contesto complessivo dell'attuale andamento del mercato vinicolo americano»
  • 13 Febbraio 2014

    Toscana: regina del vino italiano

    Toscana protagonista delle esportazioni di vino italiano in Cina. Se Nomìsma sull'export totale parla di un +11 % in valore nel 2013, la Toscana segna +37,5% con i soli rossi DOP.
  • 10 Febbraio 2014

    Vino, imprese contro l’aiuto Ue

    Il Sole 24 Ore Federvini e Uiv si oppongono all'estensione ai viticoltori dei pagamenti diretti al reddito. I produttori temono tagli ai 330 milioni del Piano di sostegno. Si accende la polemica nel settore vino sull'ipotesi di un aiuto Ue alla produzione. L'opzione è prevista dalla recente riforma della Politica agricola comune (Pac) che, nell'ottica di un riallineamento fra paesi e settori agricoli, prevede la possibilità di allargare il sostegno alla produzione a comparti finora esclusi come l'ortofrutta e, appunto, il vino. Al momento è ancora molto difficile effettuare stime sull'entità dell'aiuto poichè molte delle scelte attuative ancora non sono state effettuate dall'Italia.
  • 9 Febbraio 2014

    Il Gavi DOP in vetrina al Prodexpo di Mosca

    Dopo essere stato protagonista al G8 dello scorso anno, il Gavi DOP torna in Russia, dal 10 al 14 febbraio, con il Consorzio Tutela del Gavi, uno dei partecipanti al Prodexpo di Mosca, la più grande fiera dedicata al comparto alimentare e del vino dell'Europa dell'Est.
  • 5 Febbraio 2014

    Export vino in crescita

    Export del vino in continua crescita. In particolare gli spumanti con incrementi in volume a due cifre, +15,2%, mentre battuta d'arresto per gli altri segmenti. In valore incrementi per tutti. E la sintesi dei dati elaborati da ISMEA per i primi dieci mesi del 2013.
  • 5 Febbraio 2014

    Aiuti vino: la Corte dei Conti risponde ai rilievi della Corte Europea

    Italia OggiIn difesa degli aiuti all’italiana: ok il sostegno alle piccole imprese e alle associazioni. Massima semplificazione dell’applicazione delle procedure, coordinamento tra Regioni e enti lungo tutta la filiera, tenere alta la guardia quando si tratta di tutela del made in Italy. Sono le raccomandazioni della Corte dei Conti italiana intervenuta per rispondere, con un documento diffuso ieri, ad alcuni rilievi della Corte dei conti europea in materia di Ocm Vino
  • 4 Febbraio 2014

    Il Consorzio di Tutela del vino dell’Elba in scena a Firenze

    I vini elbani saranno ancora protagonisti alla quarta edizione di Buy Wine, appuntamento previsto a Firenze dal 15 al 17 febbraio, alla Fortezza da Basso: Un workshop internazionale tra 258 produttori e 296 buyer stranieri pronti ad ordinare commesse e si prevedono oltre 6 mila contatti
  • 4 Febbraio 2014

    I capitali cinesi vanno sul Brunello

    Il Sole 24 Ore Sono le infrastrutture, l'energia e il lusso Made in Italy a conquistare i colossi finanziari cinesi. Ora, secondo i rumors che provengono dagli addetti ai lavori del settore, Pechino sarebbe interessata a far breccia in un settore molto più «old economy»: quello alimentare, anzi nello specifico nel vino italiano. Secondo le indiscrezioni, un gruppo cinese sarebbe infatti sul punto di conquistare un'importante azienda toscana nell'area del Brunello di Montalcino. E altri terreni e vigneti italiani sarebbero entrati nel radar di conglomerate asiatiche.
  • 31 Gennaio 2014

    Il mondo brinda con i rossi toscani

    Grandi rossi e consorzi trainano l'export dei vigneti toscani con un fatturato in crescita del 46% negli ultimi 5 anni e un valore del commercio estero destinato a superare i 743 milioni di euro (+6%). Sono i dati dell'agenzia Toscana Promozione: a dominare la scena sono i vini rossi DOP con oltre 503 milioni,
  • 30 Gennaio 2014

    Consumo record di bottiglie. La Cina brinda con il vino rosso

    La stampaLa Cina sorpassa la Francia e diventa il primo Paese al mondo per consumo di vino rosso (Usa primi nella somma di rosso, bianco e rosè): i dati dello scorso anno parlano di 155 milioni di casse acquistate, pari a 1865 miliardi di bottiglie. La Francia ne consuma 150 milioni e l'Italia 141. Se questo mantiene Francia e Italia a un consumo pro capite ben superiore, la tendenza appare però evidente. I dati forniti dalla «Vinexpo», il salone internazionale del vino e dal britannico «International Wine and Spirit Research», mostrano infatti che dal 2008 a oggi la crescita del consumo di vino rosso in Cina è stata del 136%
  • 28 Gennaio 2014

    Negli aiuti diretti Pac spunta il vino

    Il Sole 24 Ore Difficile stimare un budget con molti aspetti ancora da definire - Gli agricoltori: un atto dovuto il vino irrompe nei pagamenti diretti Pac. La recente riforma della PAC e l'annessa revisione dell'Ocm unica hanno infatti decretato l'ingresso del settore vitivinicolo al pari di quello dell'ortofrutta ( finora esclusi) all'interno dei comparti agricoli beneficiari degli aiuti diretti destinati da Bruxelles all'Italia. Aiuti che per il periodo 2014-20 ammonteranno a circa 24 miliardi di curo contro i 24,7 del periodo 2007-13. Un plafond che sarà inoltre il frutto di un riallineamento delle risorse non solo fra paesi Ue ma anche fra i singoli settori.