Argomento: territorio

  • 23 Gennaio 2013

    Serie di incontri alla scoperta dell’Olivastra Seggianese

    Il Tirreno La Fondazione "Le Radici di Seggiano", guidata dal presidente Mauro Mariotti, lancia un programma di incontri di degustazione "Alla Scoperta dell' Olivastra Seggianese". Un evento creato per far conoscere una delle eccellenze amiatine con la presentazione della cultivar autoctona DOP "Olivastra Seggianese", abbinando alla lezione anche delle degustazioni e visite al Museo dell'Olio. Le degustazioni di olio di varie provenienze, per lo più di aziende locali, serviranno per imparare a capire meglio pregi, difetti e sapori del condimento di pregio. Molte, infatti, le peculiarità ...
  • 22 Gennaio 2013

    La coppa piacentina ha conquistato anche il nord Europa

    Libertà Piacenza La Coppa Piacentina DOP è stata protagonista su Rai Uno. Il programma "Occhio alla spesa", all'interno del format Uno Mattina, ha ospitato nei giorni scorsi il presidente del Consorzio di tutela salumi DOP piacentini Antonio Grossetti. Ha illustrato le proprietà organolettiche e i possibili abbinamenti enogastronomici del prodotto, spiegando che si ottiene dal muscolo cervicale di suini allevati in Emilia e Lombardia. Nel corso della puntata condotta da Alessandro Di Pietro ha trovato spazio anche un'altra eccellenza emiliana: il Culatello di Zibello DOP, di cui ha parlato il presidente dell'omonimo consorzio Tito Tortini. «La vendita della nostra coppa non avviene solo nel Nord Italia - ha detto davanti alle telecamere il piacentino Grossetti - ma anche nel Centro e al Sud. Inoltre, abbiamo raggiunto quote di mercato anche all'estero,
  • 20 Gennaio 2013

    Suino reggiano a rischio estinzione

    Giornale di Reggio Prosegue la moria degli allevamenti (nel 2011 -18%), mentre la razza locale viene soppiantata dai suinetti dell'Est o Nord Europa. Per rilanciare il maiale pesante, avviata una sperimentazione da cui nascerà un marchio. «Più maiali che abitanti»: così un tempo si stigmatizzava la nostra provincia, la cui ricchezza, dal dopoguerra in poi, e passata anche attraverso la suinicoltura su vasta scala. Un detto che è ormai solo un pallido ricordo, visto che la diminuzione degli allevamenti, iniziata dieci anni fa e che ha subìto una accelerazione a causa della crisi, ha quasi dimezzato il patrimonio zootecnico locale. «Nell'arco di dieci anni a Reggio abbiamo perso la metà degli allevamenti suinicoli e un 30% dei capi allevati - ha dichiarato l'assessore provinciale Roberta Rivi - Le cause possono essere individuate negli andamenti
  • 19 Gennaio 2013

    Sulla Strada del vino il turismo ha fatto boom

    L'Arena Il merito è delle iniziative proposte: quest'anno si andrà dai pic-nic tra le vigne alle camminate al chiaro di luna, ai corsi per usare le erbe. Sono molte le iniziative previste per quest'anno dall'associazione Strada del vino Soave, che ha registrato un boom di turisti e visitatori lo scorso anno. Da «Sapori Saperi Soavi», alla promozione di pacchetti turistici attraverso media, web, agenzie turistiche e fiere. L'obiettivo del presidente, Paolo Menapace, è di mettere sempre più al centro dell'attività di promozione i soci e quindi il territorio. Il presidente della Strada del vino in questo inizio d'anno, fa il punto sulle iniziative che l'associazione ha in serbo nel 2013 per la valorizzazione turistica dell'Est veronese. Territorio che, nel 2012, grazie anche ad un continuo lavoro di promozione in Italia e all' estero in sinergia con il Consorzio di tutela vino Soave e le istituzioni,
  • 19 Gennaio 2013

    San Marzano Patrono dell’agro

    Il Mattino Salerno   Simbolo delle coltivazioni campane e ambasciatore di gusto e gastronomia. Il lancio definitivo con il consorzio e il marchio DOP. Trecento ettari, 110 mila quintali di prodotto certificato, 16 cooperative agricole per 18 industrie di trasformazione, 41 comuni coinvolti tra le province di Salerno, Napoli ed Avellino. Sono questi i numeri che fotografano il mondo dell'oro rosso, di quel grande regalo che le Americhe hanno fatto al Bel Paese. Cosa sarebbe la nostra gastronomia senza il pomodoro? E ancor di più cosa sarebbe senza il San Marzano? Lui è il re, protagon...
  • 19 Gennaio 2013

    L’Amarone corre. Troppo?

    Corriere della Sera II vino che ha trasformato la Valpolicella distribuendo «democratica ricchezza»: oggi un ettaro vale mezzo milione di euro. Nel 2012, 17 milioni di bottiglie. Corre l'Amarone, corre. Così forte da sembrare un campione dopato. La stima per il 2012 è di 17 milioni di bottiglie prodotte, quasi il triplo rispetto al 2000, il 1.140% in più rispetto al 1997, in cui si contavano un milione e mezzo di bottiglie. Il mare delle vigne copre 7.000 ettari, entro l'anno prossimo se ne aggiungeranno altri 343 (erano poco più di 5.000 una dozzina d'anni fa). Un giro d'affari di 320 milioni di euro l'anno, calcola il Consorzio della Valpolicella, che conta 3.000 soci, tra minuscole cantine, super cooperative come quelle di Negrar e Soave e mega aziende. Nove bottiglie su lo vengono esportate. La terra vale oro, mezzo milione di euro per un ettaro, che dà una rendita annua fino a 20 mila euro, una delle più alte al mondo.
  • 18 Gennaio 2013

    Bellezza sostenibile a base di Carota IGP di Ispica

    Il Sole 24 Ore La Carota Novella biologica di Ispica (in provincia di Ragusa) IGP è l'ingrediente alla base della nuova linea di cosmetici Hc Natural care nata nel 2011 dall'idea di tre giovani siciliani: Daniela e Francesca Quartarone ed Emanuele Egiziano. «Il nostro territorio ci ha fornito l'elemento di differenziazione conferendo esclusività al marchio - racconta la marketing manager, Daniela Quartarone -. La nascita del brand, infatti, è stata una vera e propria azione di marketing territoriale. Numerosi studi effettuati in collaborazione con il dipartimento di Scienze farmaceutiche dell'Università di Pisa hanno rivelato come il nostro main ingredienti, la carota biologica di Ispica a marchio IGP, sia ricca di antiossidanti e pro-vitamina A con ottimi effetti anti-aging, senza l'utilizzo quindi di ingredienti di sintesi».
  • 17 Gennaio 2013

    Puntare alla promozione su Internet

    Il Quotidiano del Friuli Venezia Giulia Il presidente della Provincia, Pietro Fontanini, interviene riguardo a due realtà friulane: Turismo Fvg e il prosciuttificio Uanetto. Riguardo all'ente, specializzato nella promozione turistica della regione, Fontanini dichiara di condividere la nuova mission dichiarata: "meno fiere e ricorso massiccio al web". A tal proposito, ha dichiarato: «In tempi di ristrettezze è giusto evitare di incrementare le spese partecipando a eventi-vetrina e fiere il cui ritorno non è comparabile con l'investimento fatto». In sostanza, Fontanini consiglia di investire le (minori) risorse disponibili "aggredendo" massicciamente il web, in tutte le sue declinazioni possibili: web marketing, social, motori di ricerca. Tra gli altri suggerimenti profusi da Fontanini, la promozione turistica della regione per tutto l'anno, offerta più diversificata,
  • 16 Gennaio 2013

    Nei meleti di Valtellina è il “Colpo di fuoco”

    Nuova tegola sull'agricoltura locale.
  • 16 Gennaio 2013

    Export: Italia ridotto il divario con la Francia che resta leader

    Les Echos Le esportazioni di vino francese sono cresciute del 5% tra il 2007 e il 2011, la Francia resta il più grande esportatore di vino in tutto il mondo. Tra il 2007 e il 2011 le vendite all'estero sono cresciute del 5,4% raggiungendo i 7,4 miliardi di euro. Lo straordinario aumento del 53% delle esportazioni italiane negli ultimi cinque anni suonano come un segnale di avvertimento. «I vini italiani hanno considerevolmente aumentato la loro qualità ed il valore» mette in guardia il direttore generale di Vinexpo. Così, l'Italia ha ridotto il divario con la Francia dal 58% al 39%. La ...
  • 16 Gennaio 2013

    Crisi Cinta Senese dopo il riconoscimento DOP

    Corriere di Siena I problemi intorno alla Cinta senese ci sono, a dieci messi dal riconoscimento della DOP, ma c'è anche la volontà, degliallevatori e delle istituzioni, per rilanciare questa produzione di pregio della Toscana. Fin sintesi quanto è emerso dall'incontro che si è tenuto a Siena, nella sede della Provincia, indetto dall'assessore provinciale all'agricoltura Anna Betti, che ha prontamente risposto alla richiesta fatta dalla Cia Toscana e Cia Siena per discutere i problemi della filiera della Cinta Senese."Siamo soddisfatti perché si è rimessa in moto la discussione sulle principali questioni che riguardano gli allevatori e la filiera della Cinta - sottolinea Luca Marcucci, presidente della Cia di Siena - infatti, sui principali temi sollevati dalla Cia, ovvero, l'interpretazione equivoca data dal Mipaaf sull'uso della dizione Cinta Senese,
  • 14 Gennaio 2013

    Deliziando, missioni 2013

    Gazzetta di Modena Le iniziative di Unioncamere per promuovere i prodotti tipici. Continua la promozione dei prodotti e dei vini a qualità regolamentata dell'Emilia-Romagna sotto il brand "Deliziando" promosso dall'assessorato regionale alla agricoltura e da Unioncamere regionale. Nel 2013, il paniere di Deliziando si amplia, includendo 36 prodotti DOP e IGP, quelli a Qualità Controllata e quelli BIO da agricoltura biologica, i vini DOP (ex DOCG e DOC) ed IGP(exIGT) prioritariamente da vitigni autoctoni, integrato da alcuni prodotti selezionati dall'elenco agro-alimentari tradizionali dell'Emilia-Romagna. Il focus geografico degli interventi promozionali del progetto sarà posto sia sui mercati con le più elevate dinamiche di crescita (Bric) dove è costante l'aumento della domanda dei prodotti italiani, che in quelli più avanzati dell'Unione Europea:
  • 11 Gennaio 2013

    Parmigiano solidale, Lumezzane in aiuto degli studenti di San Giacomo

    Giornale di Brescia Si è chiusa all'insegna del successo, grazie all'impegno del gruppo volontari della Protezione Civile di Lurnezzane, guidati da Emilio Gozzini, la prima fase dell'operazione «Aiutiamo l'Emilia». Il progetto, che si è basato sulla vendita a scopo benefico del Parmigiano Reggiano, ha raccolto poco più di 1.800 euro a favore della scuola di San Giacomo delle Segnate, colpita dal sisma dello scorso maggio. «Sono stati 2.400 i chilogrammi di formaggio venduti, in questa prima fase - spiega Emilio Gozzini presentando i risultati dell'iniziativa nella sede dell'assessorato alla Protezione Civile della Provincia di Brescia , grazie al buon cuore dei cittadini di Lumezzarze e della Valtrompia che, insieme a tanti acquirenti del territorio bresciano, si sono mossi con grande sensibilità, anche donando più del previsto».
  • 11 Gennaio 2013

    Dove? Te lo dice l’etichetta

    Altroconsumo Sempre più richiesta l'informazione sulla zona geografica di origine dei prodotti alimentari che acquistiamo.Otto italiani su dieci la ritengono un dato importante. La prima informazione che cerchiamo sulle etichette degli alimenti è la data di scadenza.Ma la seconda non è, come si potrebbe aspettare, la marca o il prezzo. A sorpresa, in vetta alle indicazioni di cui si tiene maggiormente conto nella scelta di un alimento è la sua origine geografica. Guardiamo, insomma, da dove viene la materia prima o dive è preparato l'alimento. A svelarci questa attenzione e sensibilità ...
  • 10 Gennaio 2013

    E da un anno il Formai de mut viene servito anche ad Amsterdam

    L'Eco di Bergamo Il Formai de mut dell'alta Valle Brembana, da poco più di un anno, arriva sulle tavole di Amsterdam. Un risultato senza dubbio lusinghiero, una conferma del fatto che anche i prodotti locali di nicchia della nostra provincia possono trovare oltre confine un loro spazio di consumo, proprio per le caratteristiche e la specifica originalità che li contraddistingue.«È una collaborazione nata un po' per caso con Slow Food racconta Silvano Busi, presidente della Latteria Sociale di Valtorta, che produce questo formaggio - perché non avevamo messo in conto di esportare i nostri prodotti; e, invece, da poco più di un anno, facciamo regolarmente due spedizioni al mese». L'attenzione in questo momento punta soprattutto sul territorio locale bergamasco,
  • 10 Gennaio 2013

    Una stagione tra luci e ombre per l’«oro rosso» della Bassa

    L'Arena Annata soddisfacente con qualità e prezzi elevati. Unico neo: la perdita di prodotto a causa del caldo. Si apre oggi, alle 19.30, in località Cicogna, la 17^ Fiera del radicchio, organizzata da Comune e Pro loco in collaborazione con il Consorzio di tutela del radicchio di Verona Igp. La manifestazione ha l'obiettivo di promuovere l'«oro rosso della Bassa», un ortaggio ricco di vitamine, sali minerali e proprietà depurative. Tante le aspettative degli operatori sulla rassegna, alla luce di un'annata tutto sommato buona, ma con qualche difficoltà dovuta alla situazione climatica e alle bizze del mercato. Il radicchio ha conosciuto un inizio di stagione da incorniciare. A settembre il precocissimo è stato quotato da 90 centesimi fino ad un euro al chilo. Un risultato che non si vedeva da anni. Molti agricoltori hanno dovuto fronteggiare