Argomento: formaggi

  • 18 Aprile 2013

    Protezione transitoria Strachitunt IGP – GU 92 del 19/04/13

    ITALIA - Modifica del decreto 31 ottobre 2012 relativo alla protezione transitoria accordata a livello nazionale alla denominazione Strachitunt per la quale e' stata inviata istanza alla Commissione europea per la registrazione come denominazione di origine protetta.
  • 14 Aprile 2013

    Modifica disciplinare Pecorino Sardo DOP – GU 88 15/04/13

    ITALIA - Proposta di modifica del disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta Pecorino Sardo.
  • 14 Aprile 2013

    Organi di controllo Mozzarella di Bufala Campana DOP – GU 88 15/04/13

    ITALIA - Autorizzazione all'organismo denominato "Dipartimento Qualita' Agroalimentare - DQA" ad effettuare i controlli per la denominazione di origine protetta Mozzarella di Bufala Campana registrata in ambito Unione Europea.
  • 12 Aprile 2013

    Dalla terra alle mani del casaro

    Giornale Gusto Una spruzzatina di Ragusano DOP sui funghi arrosto, di Cosacavaddu nel ripieno dei carciofi fatti al forno. Formaggi stagionati abbastanza duri, piccanti ma non eccessivamente salari, che sposano felicemente la cucina tradizionale siciliana, le carni alla griglia o semplicemente il miele. Oppure, per chi ha gusti più rustici, li si può unire solo a del pane: pane e formaggio, come nella tradizione contadina. Magari accompagnando il pasto con un calice di Nero d'Avola DOP o un Cerasuolo di Vittoria DOCG. Come spiega Salvatore Cascone, Direttore della Cooperativa Agricola Progetto Natura di Ragusa: «Questi formaggi nascono ancora dalla terra, come una volta, utilizziamo soltanto il latte di animali allevati sui monti Iblei. Pascolando da dicembre a giugno e nutrendosi liberamente delle centinaia di essenze spontanee, questi animali sanno portare nel latte e poi nel formaggio
  • 12 Aprile 2013

    Nella food valley parmense

    Giornale Gusto Parma, da sempre sinonimo della buona tavola, con la sua vocazione gastronomica e alimentare sì è guadagnata l'appellativo di Food Valley. Terra dei sapori per eccellenza, il parmense vanta tradizioni secolari. Nel corso degli anni queste tradizioni sono state affiancate dalla moderna industria agroalimentare, in un sapiente equilibrio teso a cogliere le diverse opportunità del mercato e a tutelare la qualità e le proprietà alimentari dei prodotti.E' proprio con questo spirito che, nel mezzo della Food Valley, è nata Sarca. «La nostra realtà - spiegano i soci-amministratori Cristina Caleffi e Achille Savi - è frutto della scommessa di alcuni soci che hanno creduto nel confezionamento del formaggio sottovuoto quando questo ancora non era concepito». L'attività della Sarca da quel momento si è concentrata sul confezionamento di tutti i formaggi duri e semi-duri
  • 12 Aprile 2013

    La lavorazione a latte crudo

    Giornale Gusto Le valli del Natisone e la zona del cividalese sono note per una tradizione casearia che si rinnova da molti anni ricordando sempre i canoni della qualità. «Dal 1924 lavoriamo il latte in modo tradizionale, - spiega Dario Roiatti, Direttore della latteria Sociale di Cividale e Valli del Natisone - senza elementi che ne procrastino la durata. Tutto questo a favore del gusto e della ricchezza della materia prima che ci forniscono in maniera esclusiva i nostri soci. Siamo produttori di Montasio DOP che vale per circa il 35 per cento della nostra produzione. "il Cividale - ...
  • 9 Aprile 2013

    Normativa Nazionale – GU 84 del 10/04/13

    ITALIA - Disposizioni per la rilevazione della produzione di latte di bufala, in attuazione dell'articolo 7 della legge 3 febbraio 2011, n. 4
  • 9 Aprile 2013

    Speciale Brescialat: Dal 1990 l’impegno è costante

    Brescia Oggi Nata nel 1990, Brescialat Spa si occupa di produzione, lavorazione, confezionamento e commercializzazione di prodotti lattiero-caseari, come formaggi naturali, Grana Padano DOP, Parmigiano Reggiano DOP, Gorgonzola DOP, mascarpone, mozzarella, crescenza, stracchino, Taleggio DOP, Quartirolo Lombardo DOP, caciotta, italico, bagoss, bagossina, robiola, francesina, squacquerone, ricotta, delizia light, formaggi da agricoltura biologica. Brescialat è una sussidiaria del Gruppo Cicli, proprietà della famiglia Cicli, composto da società che operano nelle aree: tessile; similpelle; tessuto non tessuto; prodotti agro-alimentari; immobiliare; hotel e ristoranti; aziende agricole. Brescialat è l'apice di un progetto industriale che oggi trova la sua concretizzazione nel nuovissimo stabilimento di Chiari. «La conoscenza e il rispetto delle tradizioni
  • 3 Aprile 2013

    Corso per assaggiatori di formaggio con ONAF – Paroldo

    L'Onaf propone a Paroldo un corso per assaggiatori di formaggio strutturato in dieci lezioni tecnico-pratiche che formeranno nuovi assaggiatori caseari.
  • 29 Marzo 2013

    Ora il grana arriva da Germania e Ungheria

    Corriere della Sera Negli ultimi dieci anni le importazioni di formaggi simil-grana che fanno concorrenza alla produzione nazionale di Parmigiano Reggiano DOP e Grana Padano DOP a denominazione di origine protetta (Dop) sono aumentate dell'88 per cento. L'allarme è di Coldiretti. I falsi da frigorifero arrivano in Italia soprattutto dalla Germania (8,3 milioni di chili) e dalla Repubblica Ceca (8,1 milioni di chili); in forte crescita l'Ungheria con ben 2,7 milioni di chili pari al io per cento del totale delle importazioni. Che cosa sta succedendo? E un po' come la signora amante delle borse di lusso che quando i soldi cominciano a scarseggiare - si accontenta di un'imitazione più o meno riuscita. Ora la «strategia» messa a punto nel reparto accessori arriva agli alimentari. Nei primi due mesi del 2013 gli acquisti di grana padano
  • 28 Marzo 2013

    Alimenti conservati in pacchi di zeolite

    Italia Oggi Involucri per i formaggi a prova di batteri: arriva la zeolite. La materia degli involucri per gli alimenti che trae origine da una legge di cinquant'anni fa, la 283/62, continua a stare al passo con i tempi. L'ultima modifica al decreto ministeriale del 21 marzo 1973 relativo alla disciplina igienica degli imballaggi, recipienti, utensili, destinati a venire in contatto con le sostanze alimentari o con sostanze d'uso personale è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 25 marzo scorso (decreto ministero della salute 4 febbraio 2013, n. 23) ed è collegata alla richiesta di autorizzazione all'impiego dell'additivo con funzione biocida «Silver Zeolite A» nella fabbricazione di poliolefine e poliesteri, quali rivestimenti dei formaggi a crosta non edibile, presentata sia a livello comunitario che in Italia da una società che ha sede a Torino.
  • 27 Marzo 2013

    Consorzio tutela Pecorino Sardo DOP – GU 74 28/03/13

    ITALIA - Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio per la tutela del formaggio Pecorino Sardo DOP.
  • 27 Marzo 2013

    Consorzio tutela Vastedda della Valle del Belice DOP – GU 74 28/03/13

    ITALIA - Riconoscimento del Consorzio di tutela della Vastedda della Valle del Belice DOP e attribuzione dell'incarico di svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526, per la Vastedda della Valle del Belice DOP.
  • 27 Marzo 2013

    Vicenza, terra di grandi formaggi

    Secondo l'Istat, nonostante la crisi, lo scorso anno le esportazioni di prodotti gastronomici italiani hanno fatto registrare ottime performance. I formaggi, in particolare hanno segnato un +7% rispetto al 2011
  • 25 Marzo 2013

    Alla scoperta dell’arte di preparare il formaggio

    Scoprire tutto sul mondo del formaggio. A cominciare da come vengono prodotte le centinaia di varietà di cui l'Italia è ricca per continuare su e come è meglio degustarle.
  • 25 Marzo 2013

    L’agroalimentare fa gola al credito

    Giornale di Brescia Un po' negletto dal sistema bancario negli anni affluenti delle semestrali da capogiro, il settore agroalimentare, che ha rendimenti a lungo termine e non certo evidenziabili in una semestrale, torna a far gola alle banche. Per la verità si stanno muovendo un po' tutte, ma Cariparma ha idee più in grande: vuole diventare la banca di riferimento del settore agroalimentare italiano che non ha più banche di credito agrario specializzate. Lo fa perché ritiene che il settore agroalimentare sia tendenzialmente anticiclico, che stia reggendo molto bene la crisi e che abbia grosse possibilità di sviluppo all'estero che stentano essenzialmente per mancanza di credito. Per dare sostanza alla propria candidatura pone sul piatto il knowhow della «Banque vertei europea per eccellenza, il francese Crédit Agricole che di Cariparrma possiede l'85%