Argomento: TTIP

  • 23 Marzo 2017

    Tempesta perfetta contro l’agrolimentare a denominazione di origine

    Dopo il fallimento delle trattative sul TTIP, dagli Stati Uniti arrivano notizie preoccupanti per le nostre denominazioni di origine più famose. E intanto a Bruxelles si pensa al sistema del «semaforo» nutrizionale. Industria lattiero-casearia americana sprona il presidente Donald Trump a fare la guerra alle DOP e alle IGP. Sei multinazionali dell'industria alimentare sposano un modello di etichettatura nutrizionale «a semaforo» che fa «vedere rosso» a tutta la filiera nazionale, e lo vorrebbero come moello armonizzato di etichettatura nuizionale in tutte l'UE. La procedura di infraz...
  • 15 Marzo 2017

    L’industria USA contro DOP e IGP

    L'industria lattiero-casearia americana fa appello al presidente Donald Trump per chiedere il pugno duro contro le politiche europee di promozione dei prodotti a Indicazione Geografica (DOP e IGP) e contro il Canada, reo di averle riconosciute nel trattato commerciale CETA. Le richieste vengono dal «Consorzio denominazioni generiche» (Consortium for Common Food Names, Ccfn), strumento di lobby dell'industria USA attivo ormai da anni, in un'audizione tenuta l'8 marzo al dipartimento americano per il commercio. Oltre a chiedere a Trump di agire «aggressivamente» contro i tentativi ...
  • 16 Novembre 2016

    Scenario accordi UE: bene lattiero-caseario, male carne bovina

    Presentato ieri uno studio per valutare l'impatto cumulativo nel lungo periodo di dodici accordi commerciali UE sull'agricoltura con Vietnam, Canada (CETA), Usa (TTIP), Mercosur, Giappone Thailandia, Indonesia, Filippine, Australia, Nuova Zelanda, Turchia e Messico: ottime prospettive per il lattiero-caseario, buone per le carni suine, cattive per il riso e pessime per le carni bovine. Lo scenario è stato illustrato ieri dal commissario all'agricoltura Phil Hogan ai ministri riuniti a Bruxelles e occorre sottolineare che si tratta di un'analisi semplificata e che presenta diverse ...
  • 26 Settembre 2016

    Ok al CETA dai ministri UE. Sul TTIP si negozia a vista

    Via libera all'accordo di libero scambio con il Canada e alla prosecuzione del negoziato con gli Usa, in attesa che i capi di Stato europei decidano il da farsi nel prossimo vertice di ottobre. Queste le decisioni prese all'incontro di Bratislava tra i ministri europei con delega al commercio, dove la delegazione italiana è tornata a chiedere garanzie sul processo di riconoscimento dello status di mercato della Cina. Ok al Ceta. La ratifica dell'accordo tra Ue e Canada (Ceta), sembra avere la strada spianata. Il 18 ottobre un consiglio straordinario dei ministri del commercio approverà ...
  • 5 Agosto 2016

    TTIP, punto interrogativo sui negoziati in attesa delle elezioni USA

    Una sempre più tangibile preoccupazione aleggia sul destino dei trattati di libero scambio TTIP e CETA che l'UE sta portando avanti rispettivamente con Stati Uniti e Canada. A esternarla è il Presidente di AICIG, l'Associazione Italiana dei Consorzi Indicazioni Geografiche Giuseppe Liberatore che nel fare il punto sulle trattative dopo tre anni e quattordici round negoziali – l’ultimo si è tenuto lo scorso 13 luglio a Bruxelles - ci tiene a sottolineare come la conclusione dell'accordo sia in realtà sempre più lontana, in particolare sul tema delle Indicazioni Geografiche tra ...
  • 18 Luglio 2016

    TTIP e IG, USA: “Da noi produttori UE hanno già robuste protezioni”

    Al termine del 14esimo round di trattative il capo negoziatore europeo parla di “posizioni distanti”. Sul tavolo per la prima volta anche il tribunale internazionale che sostituirà l'Isds, per l'americano sul tema “gli obiettivi sono comuni”. A tre anni dall'inizio delle trattative per il TTIP, il trattato di libero scambio tra Europa e Stati Uniti, la questione del riconoscimento delle Indicazioni geografiche tipiche resta un punto dolente. “Le IG sono una delle priorità per l'Ue in questi negoziati, è qualcosa su cui siamo pronti ad avere un approccio pragmatico per trovare un ...
  • 30 Giugno 2016

    TTIP e IG: Liberatore (Aicig) al Parlamento Europeo per fare il punto sui negoziati

    Indicazioni Geografiche protagoniste ieri pomeriggio a Bruxelles, nell'incontro tenutosi al Parlamento Europeo per fare il punto sul TTIP. Per l'Italia era presente l'Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche - AICIG - con il Presidente Giuseppe Liberatore e il Segretario Generale Leo Bertozzi. Fondata dieci anni fa con l'obiettivo di riunire i Consorzi di Tutela dei prodotti agroalimentari di qualità, oggi AICIG rappresenta 60 realtà tra DOP e IGP equivalenti a più del 90% del valore economico totale delle IG italiane ovvero 6,4 miliardi di euro in produzione e 2,8 miliardi ...
  • 20 Giugno 2016

    Aicig sostiene il ministro Calenda sul TTIP

    AICIG esprime piena soddisfazione per la tutela delle Indicazioni Geografiche che il ministro Carlo Calenda ha espresso nell'informativa alla Camera dei deputati sul TTIP. E lo fa attraverso le parole del Segretario Generale Leo Bertozzi, il quale ha tenuto a ribadire come DOP ed IGP, con un valore di 13,4 miliardi di Euro (fonte: rapporto 2015 Ismea/Qualivita) rappresentino un patrimonio importante per la nostra produzione agroalimentare e per questo necessitino di adeguata tutela. "Le IG - spiega - sono significative non solo per i paesi dell'area mediterranea ma in tutta l'Unione Europea, ...
  • 11 Maggio 2016

    Aicig a Cibus 2016 insieme al Mipaaf per difendere l’agroalimentare made in Italy

    In pieno svolgimento la diciottesima edizione di Cibus, il Salone Internazionale dell'Alimentazione che di fatto rappresenta il primo palcoscenico di rilevanza internazionale per l'agroalimentare dopo la chiusura di Expo. Tra i protagonisti di questa edizione, l'Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche AICIG, ospite presso lo stand E068 del Mipaaf al Padiglione 3 di Parma Fiere che sarà attivamente partecipe nei quattro giorni di manifestazione con una serie di incontri tematici che si alterneranno con degustazioni di prodotti DOP e IGP. Quella di quest'anno è quindi per AICIG ...
  • 29 Aprile 2016

    La contraffazione DOP e IGP vale 4,3 miliardi in Europa

    Quanto vale, solo in Europa, la contraffazione dei prodotti DOP e IGP? Il giro d'affari della contraffazione su cibi e bevande certificati DOP e IGP vale almeno 4,3 miliardi di euro, circa il 9% della produzione legale. Mentre il danno ai consumatori - che credono, in buona fede, di comprare prodotti originali e invece acquistano quelli che non lo sono - ammonterebbe a circa 2,3 miliardi di euro (pari al 4,8% del totale acquisti). E' il quadro tracciato da un'analisi dell'Euipo, l'Agenzia UE per la tutela della proprietà intellettuale (si tratta di stime, perché all'indagine non hanno ...
  • 28 Aprile 2016

    AREPO chiede ampio riconoscimento e protezione forte delle IG nel TTIP

    L’Assemblea Generale dell’Associazione delle Regioni Europee per i Prodotti di Origine (AREPO) ha adottato una posizione comune sui negoziati per il TTIP, in seguito alla pubblicazione da parte della Commissione Europea, dei documenti negoziali. AREPO si dichiara contraria al principio di una lista ristretta definita a priori di Indicazioni Geografiche (IG) e chiede alla CE un ampio riconoscimento e una forte protezione delle IG nel TTIP. Le 1.300 IG agroalimentari registrate dalla CE rappresentano diritti inalienabili di proprietà intellettuale collettiva, riconosciuti nel quadro ...
  • 20 Aprile 2016

    Ttip, ambasciatore USA: disaccordo su DOP e IGP

    Per quanto riguarda il riconoscimento delle Dop nel Ttip, l'ambasciatore Usa presso l'Unione Europea Anthony Gardner, a Firenze per parlare di temi legati al TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), ammette che "lì c'è un disaccordo"(sul tema Indicazioni Geografiche ndr). "Tanti nomi - spiega l'ambasciatore - sono diventati nomi generici di fatto, come per esempio mozzarella. Questo è un nome di fatto oggi generico, prodotto da tante imprese familiari italo-americane e non solo che hanno il pieno diritto di utilizzare questo nome. Lo stesso vale per esempio per la 'Feta'. ...
  • 24 Marzo 2016

    Ttip: Ue in bozza accordo difende 42 DOP e IGP italiane

    Sono 42 i tesori del 'made in Italy' che la Commissione europea intende difendere, nell'ambito dei negoziati del trattato commerciale Ue-Usa (Ttip). Un elenco di 200 eccellenze dell'agroalimentare e 22 superalcolici è stato reso pubblico e l'Italia detiene il record a pari merito con la Francia (42), seguita da Spagna (25), Germania e Grecia (20), Portogallo (18), Gran Bretagna (7), Austria e Repubblica Ceca (6), Olanda (4), Polonia (3), Danimarca, Belgio e Irlanda (2) e poi Ungheria, Cipro, Romania e Svezia (1). A seguire l'elenco dell'agroalimentare: Aceto Balsamico di Modena IGP; Aceto ...
  • 16 Marzo 2016

    Parmigiano Reggiano DOP: Consumatori USA ingannati dal “Parmesan”

    “Questa ricerca non lascia dubbi: oltre i due terzi dei consumatori americani sono indotti in inganno, ed è proprio sul comune terreno della tutela del consumatore che è allora necessario si orientino gli impegni delle delegazioni europea e statunitense in ambito TTIP, perchése sul versante produttivo si possono scontare interessi diversi e contrapposti, la difesa del consumatore, invece, èsicuramente un oggetto di lavoro comune”. Paolo De Castro, parlamentare europeo e relatore per il TTIP (il negoziato aperto tra USA e UE che trova nella tutela delle DOP uno dei temi piùscottanti) ...
  • 10 Marzo 2016

    Mozzarella di Bufala Campana DOP, ambasciatore USA in visita nei caseifici

    L’ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia, John Phillips, si è recato questa mattina in visita in alcuni caseifici e aziende che producono Mozzarella di Bufala Campana DOP in provincia di Salerno. Il tour è stato voluto dall’alto diplomatico, accompagnato dal console americano di Napoli Colombia Barrosse, per conoscere da vicino uno dei prodotti a marchio DOP più apprezzati negli Usa. Sono state illustrate le tecniche di lavorazione e i controlli a cui è sottoposta la Mozzarella di Bufala Campana DOP per garantirne la sicurezza sia da parte del Consorzio di Tutela sia ...
  • 4 Marzo 2016

    Ttip-IG, il punto di vista degli allevatori USA

    Il Presidente delle NMPF, Federazione Nazionale dei produttori di latte negli USA, Jim Mulher, ha affermato nel corso di una recente riunione al Congresso, di quanto il commercio sia diventato di fondamentale importanza per il settore lattiero-caseario americano, forte delle decisioni dell’Uruguay Round  e dei numerosi accordi di libero scambio conclusi dal 1994. Lo stesso vale per le esportazioni di latte, cresciute considerevolmente. Mulhern ha citato come esempi, la sfida continua per mantenere l'accesso al mercato lattiero-caseario canadese attraverso l'accordo di libero scambio ...