Argomento: Social Network

  • 14 dicembre 2018

    DOP e IGP volano sul web, 2,4 milioni di menzioni in 1 anno

    Analizzate nel Rapporto Ismea-Qualivita le conversazioni digitali delle 100 denominazioni DOP e IGP con il maggior numero di follower. Ingredienti di ricette, piatti consumati al ristorante, bicchieri di vino fotografati e postati. Sono 2,4 milioni le menzioni nell'ultimo anno riferite alle prime 100 Indicazione geografiche dei settori Food e Wine, generate da oltre 1 milione di autori per un ingaggio totale di quasi 64 milioni di utenti web. È quanto emerge dalla fotografia scattata dal Rapporto Qualivita-Ismea, delle conversazioni digitali realizzata per la prima volta sulle 100 denominazioni con il maggior numero di follower. L'analisi evidenzia l'elevato numero di consumatori che veicolano tramite i canali social contenuti e fotografie corredate da hashtag delle eccellenze produttive. Le DOP più menzionate sul web per il food, secondo il Rapporto, sono il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma e il Grana Padano, mentre per il wine il Prosecco, il Chianti e il ...
  • 14 dicembre 2018

    DOP e IGP del Belpaese, protagoniste dell’economia dei territori, ma sempre più star sui social

    A WineNews Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita: “dobbiamo investire su questi canali, fondamentali per il marketing delle nostre eccellenze enogastronomiche. Lavoriamo anche sulla “block chain”, ma dobbiamo stare attenti a non sovrapporre nuove tecnologie di tracciabilità con sistemi di certificazione e di controllo che già ci sono e funzionano bene” Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita, intervistato da WineNews  Fonte: Wine News  
  • 29 agosto 2018

    Vini su internet, è il Prosecco DOP il re dei social media

    Anche il vino è sempre più "instagrammabile", lo dimostra il Prosecco DOP. Come emerge da un'analisi condotta da WineNews sul social network di riferimento di chi ha tra i 18 e i 30 anni, e che conta ormai più di un miliardo di utenti in tutto il mondo, decine di miliardi di post, accompagnati dagli immancabili hashtag. Nell'analisi sui tag più utilizzati e le produzioni più popolari al mondo, tra i vini italiani stravince il Prosecco DOP (#prosecco), a cui sono dedicati ben 2.677.441 post (a cui vanno aggiunti i 117.514 post messi insieme dal popolare hashtag #proseccotime), seguito dal Barolo (#barolo), a quota 346.667 post, mentre sul gradino più basso del podio si piazza il Franciacorta  (#franciacorta) con 314.076 post. Alla posizione n. 4 troviamo il Lambrusco   (#lambrusco, 169.608 post), al quinto posto l'Amarone   (#amarone, 145.373 post), seguito al sesto dal Brunello DOP (#brunello, 111.886 post). Al settimo troviamo l'Aglianico (#aglianico, 34.122 ...
  • 20 aprile 2018

    Non solo Verona, #Vinitaly2018 in tutto il mondo – Osservatorio Qualivita Wine

    Vinitaly non è solo a Verona, ma in tutto il mondo: grazie ai social le distanze si annullano e, in questo caso, grazie ad un semplice hashtag. Le conversazioni attorno a #Vinitaly2018 infatti sono aumentate rispetto all’anno scorso e secondo l’analisi dell’Osservatorio Qualivita Wine sui dati di Waypress Media Monitoring, ben il 18% sono avvenute all’estero. Un dato che va di pari passo con quelli positivi dell’export di vino, arrivato al record storico di 6 miliardi di euro nel 2017, per una crescita del +6,4% su base annua e un trend del +142% dal 2000 (dati Ismea). Ma qual è stato il Paese più appassionato di Vinitaly, e che quindi ne ha parlato sui canali social? L’analisi delle conversazioni on-line con l’hashtag #Vinitaly2018 mostra un boom, promettente, di interesse in Cina, che da sola copre il 7% delle citazioni totali, dato ancor più significativo se si considera che nel 2017 erano quasi inesistenti. Anche negli USA si “cinguetta” tanto ...
  • 18 aprile 2018

    #Vinitaly2018, raddoppiate le conversazioni on-line all’estero

    Grande successo a Verona, e non solo, per l'appuntamento del 2018 con partecipanti in tutto il mondo sui social media attraverso l’hashtag #Vinitaly2018 che impazza e afferma l’importanza dell’evento fuori dai confini nazionali: se nel 2017 il 10% delle conversazioni avveniva all’estero, nel 2018 la quota supera il 18%. È quanto emerge dall’analisi dell’Osservatorio Qualivita Wine sui dati di Waypress Media Monitoring, un numero significativo che va a braccetto con i risultati dell’export vinicolo italiano che segna il record nel 2017 con 6 miliardi di euro per una crescita del +6,4% su base annua e un trend del +142% dal 2000 (Ismea). L’analisi delle conversazioni on-line con l’hashtag #Vinitaly2018 mostra un boom di interesse in Cina che copre il 7% delle citazioni totali, dato ancor più significativo se si considera che nel 2017 erano quasi inesistenti. Crescono inoltre le percentuali per USA al 5,2% (+0.5% sul 2017) e Brasile allo 0,7%, in calo Regno ...
  • 23 novembre 2017

    L’Aceto Balsamico di Modena IGP impazza sui social media dell’Iran

    Sono bastati pochi click per far conoscere l'eccellenza dell'Aceto Balsamico di Modena IGP a oltre 60.000 consumatori iraniani attraverso il canale social media Instagram durante la cena degustazione dedicata ai diversi prodotti DOP e IGP made in Italy nell'ambito della Settimana della Cucina Italiana nel mondo. Tutto è partito dal più famoso foodblogger iraniano - Mr. Taster - invitato all'evento organizzato da Desita  e i-Pars in collaborazione con Qualivita e Ambasciata d'Italia in Iran - che ha pubblicato uno scatto fotografico ed una videostory con l'Aceto Balsamico di Modena IGP ottenendo in pochi minuti 20.000 like e oltre 700 commenti positivi nel post e 41.000 visualizzazioni sul video. Ancora una volta i social media confermano che la costruzione di una strategia digitale su social network è in grado di sviluppare il potenziale di comunicazione di produzioni di eccellenza come le DOP e IGP italiane, ottimizzando i costi e massimizzando la ...
  • 8 novembre 2017

    Valorizzazione del marchio: Asiago DOP lancia il nuovo progetto di marketing

    Il Consorzio di tutela formaggio Asiago DOP lancia un nuovo progetto di merchandising per la valorizzazione del marchio. Dal 7 novembre, il sito istituzionale cambia veste grafica, si arricchisce di nuovi contenuti e apre lo shop on line all’indirizzo shop.asiagocheese.it, canale privilegiato di contatto con gli appassionati della specialità veneto-trentina di tutto il mondo. “Il nuovo progetto di merchandising – afferma il direttore del Consorzio, Flavio Innocenzi – risponde ad una precisa strategia di valorizzazione e diffusione del marchio. Da un lato vogliamo essere sempre più vicini alla nostra community internazionale, cogliendo le opportunità che la diffusione di smartphone e connessioni veloci offrono, dall’altro intendiamo consolidare anche online il nostro impegno istituzionale verso la promozione del prodotto in tutti quei paesi dove la richiesta di Asiago DOP è in crescita”. Il Consorzio di Tutela Formaggio Asiago è stato tra i precursori nella ...
  • 2 novembre 2017

    Il Consorzio Patata di Bologna DOP punta sulla nuova veste grafica del sito e dei canali social

    Consorzio di Tutela Patata di Bologna DOP è online con una nuova veste grafica. Sin dal primo click si ha l’idea di essere immersi nel territorio dove nasce e cresce un’eccellenza come sottolinea il claim del Consorzio “La bontà è di questa terra”. Il sito è di facile utilizzo, smart e ricco d’informazioni utili per scoprire chi è la Primura, raccontata nel dettaglio anche attraverso le immagini dei suoi produttori e della passione del loro lavoro della terra. I contenuti sono subito accessibili e più fruibili in un’ottica mobile responsive. La home è in modalità “scroll”, organizzata ed intuitiva per rendere il sito moderno e dinamico. Nel menù è possibile muoversi su diverse sezioni che guidano il consumatore nella scelta di un’alimentazione consapevole e sana. Perché scegliere la Patata di Bologna DOP? Basta visitare la sezione “La Patata di Bologna” e trovare la carta d’identità con tutte le qualità e caratteristiche di un tubero ...
  • 12 ottobre 2017

    Consorzio Patata di Bologna DOP: nuova veste, un nuova grafica e una nuova comunicazione

    Da alcuni mesi il Consorzio di Tutela della Patata di Bologna DOP ha ottenuto la “tutela”, dopo un percorso di validazione durato 16 anni volto a riconoscere prima e tutelare poi l’ottenimento della DOP ottenuto in via definitiva nel 2012. Il Consorzio ad oggi associa 10 produttori agricoli ed un totale di 70 Aziende agricole iscritte, 6 soci appartenenti alla categoria confezionatori e 3 cooperative agricole appartenenti ad entrambe le categorie. La superficie coltivata nel 2017, inserita nel Piano dei controlli, è di 336,42 ettari, mentre il raccolto 2017 è stato di circa 11mila tonnellate. Obiettivo per il 2018 un +20% di prodotto, e per il 2020 un raddoppio del prodotto disponibile. Tutte le nuove confezioni in vendita vedranno affiancati logo Patata di Bologna DOP assieme al nuovo logo del Consorzio di Tutela composto da due patate stilizzate raffiguranti due anelli d’oro che si sovrappongono, simbolo della cooperazione, dell’unione, del lavoro di tutela e ...
  • 30 giugno 2017

    Chianti Classico DOP: un quiz “social” per testare le proprie competenze sulla Denominazione

    Ad aprile, durante Vinitaly, fiera enologica di riferimento in Italia, è stato presentato alla stampa il nuovo gioco del Chianti Classico DOP, realizzato in collaborazione con Giochi Briosi, per la loro linea Vinus, dedicata al mondo del vino. Dalla collaborazione con la casa fiorentina produttrice di giochi da tavolo è nato un “trivial” sulla denominazione, sulla sua storia, sulle sue tradizioni e, ovviamente, sul vino Gallo Nero. Le 360 domande infatti toccano un ventaglio ampio di campi, come la cultura gastronomica, le competenze tecniche di pratiche enologiche della DOCG, indicazioni di sommellerie, il sapere antico dei detti del Chianti… un vero e proprio test a 360° sulla variegata realtà chiantigiana, che si può definire, a buon diritto, una sfaccettatura della “toscanità” divenuta il volto della Toscana tout court, di cui il Chianti Classico DOP è un portabandiera nel mondo. Il Consorzio, dopo aver lanciato la sfida “cartacea” con Giochi ...
  • 26 maggio 2017

    Mipaaf Social: attivo il servizio di risposta in tempo reale per i cittadini

    Il Ministero delle politiche agricole ha lanciato il nuovo servizio chatbot attivo su Facebook Messenger per rispondere in tempo reale, 24 ore su 24, alle domande degli utenti su notizie e indicazioni pratiche. "Le risposte in un click": cliccando, infatti, "Invia un messaggio" sulla pagina Facebook del Mipaaf, sarà possibile attivare la chatbot, selezionare l'argomento desiderato e ricevere immediatamente le informazioni necessarie. Dagli ultimi comunicati stampa alle misure adottate in favore dei giovani, dai fondi e strategie della Politica agricola comune al settore della pesca, alle norme e ai decreti in vigore. Chi non troverà immediatamente la risposta potrà inviare comunque un messaggio diretto a cui risponderà l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Ministero. Un filo diretto per semplificare ulteriormente l'accesso alle informazioni e accorciare ancora di più le distanze tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione. "L'importanza di una comunicazione ...
  • 17 maggio 2017

    Autoctoni e social network, così cresce il B2C del vino

    Vitigni autoctoni, sostenibilità e social network, ma non cresce l'e-commerce delle singole aziende. E' lo spaccato del mondo del vino italiano che emerge dalla ricerca FleishmanHillard Italia sulla presenza online delle prime 32 aziende vinicole italiane per fatturato. Il 53% delle aziende ha dedicato attenzione sul proprio sito al tema dei vitigni autoctoni nell'ambito della valorizzazione del territorio, +22% delle cantine rispetto a 2016. A parlare di sostenibilità è il 37,5% delle aziende della ricerca mentre affascina sempre più il mondo social dove è in forte aumento l'utilizzo di Instagram (+23%) e Wikipedia (37,5% delle imprese contro l'11,5% del 2016) mentre Facebook rimane il social più usato (25 aziende su 32). Ancora sotto tono, invece, l'integrazione di chat per favorire conversazioni real time sui siti, l'e-commeree proprietario utilizzato da pochissimi (3 su 32). La ricerca ha anche stilato una classifica sulla presenza online delle cantine. Per ...
  • 26 aprile 2017

    Consorzi di tutela, il 45% usa i social per promozione

    Il 31% dei Consorzi di tutela ha almeno un profilo sui social media, per un'utenza complessiva di quasi 2 milioni di fan su Facebook e 4 milioni di visualizzazioni su YouTube. Oltre il 45% dei Consorzi fa uso continuativo dei canali social soprattutto per valorizzare il prodotto IG verso gli utenti (98%) e per divulgare eventi di promozione (86%) e promuovere azioni di tutela dei propri disciplinari (71%). E questo un primo spaccato che emerge dal XIV Rapporto Ismea-Qualivita sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole DOP, IGP e STG analizzato nuovamente dai Consorzi e della aziende del settore delle Indicazioni Geografiche al Cibus Connect di Parma. L'indagine evidenzia che, anche che per il 2016, sono oltre 32 milioni di euro gli investimenti in comunicazione sostenuti dai Consorzi di tutela del comparto Food, destinati soprattutto ai canali tv, stampa e fiere e congressi. Il 67% degli investimenti è destinato alla comunicazione interna mentre il 33% su piazze ...
  • 14 aprile 2017

    Vino&Social: il Chianti il più citato dai vini con un interesse che raggiunge il 9%

    Il mondo del vino si scopre sempre più social, e non potrebbe essere altrimenti, perché la comunicazione passa sempre più spesso per Facebook, Twitter ed Instagram, dove i wine lovers, specie i più giovani, ma non solo, condividono assaggi, visite in cantina, incontri. Un fenomeno che, nei giorni di Vinitaly, è stato analizzato a fondo da più di un ricercatore, per offrire uno spaccato il più preciso possibile sul livello di interazione tra eno appassionati e vino. Innanzitutto, gli hashtag ufficiali, #vinitaly e #vinitaly2017, hanno raggiunto, secondo i dati raccolti da Maxfone, società leader nell’analisi comportamentale sui social media, i 21.509 tweet, per 5,389 utenti unici e 23.545 foto condivise, di cui 16.009 su Instagram e 7.536 su Twitter. Sono dati ancora parziali, ma una tendenza c’è, Twitter segna un leggero calo sugli anni precedenti, mentre il social delle foto sta conquistando anche l’enosfera. Se c’è un vincitore è il Chianti, il più ...
  • 7 aprile 2017

    Vino: Consorzi DOP IGP e social media, un binomio in lenta crescita

    La tutela e la promozione del vino sposa sempre più gli strumenti social di internet, ma il percorso è ancora all'inizio e le potenzialità dei nuovi mezzi di comunicazione non sono utilizzate appieno. È la fotografia che emerge dallo studio di SocialMeter by Maxfone sulla presenza dei Consorzi italiani del vino sui social media. Di quelli ufficialmente riconosciuti dal Ministero delle Politiche agricole, il 68% è presente su Facebook, di cui il 45% con una pagina certificata ufficiale: meno della metà, un dato non incoraggiante tenuto conto che la pagina certificata è un fattore importante, perché indica una politica digitale strutturata e sviluppata in modo consapevole. Guardando ai dati storici, la crescita negli anni c'è: dal 2014 ad oggi è salita del 54% la presenza su Facebook, che continua ad essere di gran lunga il social più utilizzato dai Consorzi presi in esame. A seguire c'è Twitter (44%), YouTube (26%) e Instagram (28%). Quest'ultimo, seguendo una ...
  • 25 novembre 2016

    In uscita il 1° manuale per il marketing digitale del cibo di strada italiano

    "La Qualità si fa strada - STREET FOOD - Nuova Gastronomia a Marketing digitale". Un viaggio nello Street food italiano come fenomeno sociale e mediatico: teoria e best practice per gli operatori a firma Mauro Rosati e Mihaela Gavrila. Dal 1 dicembre sarà disponibile in formato cartaceo e iBook, su iTunes store, il nuovo libro sul marketing digitale dello Street food italiano scritto da Mauro Rosati e Mihaela Gavrila con la prefazione di Alberto Mattiacci, edito dalla Fondazione Qualivita. Il volume, dal titolo “La qualità si fa strada - STREET FOOD - Nuova gastronomia e marketing digitale”, propone indicazioni sulle strategie di marketing digitale e alcune linee guida concrete sulla comunicazione online veicolata dai social media. Il libro ripercorre l’evoluzione del settore, partendo dal suo debutto nei Mainstream Media, fino alla sua declinazione secondo le nuove regole dei media digitali dando vita al primo manuale di marketing digitale, pensato per gli ...