Argomento: Maurizio Martina

  • 21 febbraio 2018

    Via alla campagna di promozione del Pomodoro di Pachino IGP nella grande distribuzione

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che parte da oggi la campagna di promozione del Pomodoro di Pachino IGP e del ciliegino siciliano in migliaia di punti vendita della grande distribuzione organizzata in Italia. L'iniziativa, promossa dal Ministero, è realizzata dall'organismo interprofessionale Ortofrutta Italia, con la collaborazione delle più importanti catene della GDO. "È un segnale importante di attenzione - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina -  alla produzione agricola siciliana, perché con questa campagna i consumatori potranno riconoscere con più facilità i pomodori di Pachino IGP e scegliere così di sostenere il lavoro degli agricoltori. C'è stata una reazione positiva e tempestiva della grande distribuzione per valorizzare e promuovere meglio il prodotto di stagione italiano. Andiamo avanti con risposte concrete per la tutela di chi vive di agricoltura". Fonte: Mipaaf  
  • 1 febbraio 2018

    Aicig: plauso a Martina per gli accordi commerciali sostenuti a Bruxelles

    Ci sono anche gli accordi commerciali di libero scambio tra i temi portati dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina al Consiglio dei Ministri europei dell’agricoltura e della pesca tenutosi a Bruxelles. In una nota diffusa dal Mipaaf in merito alla partecipazione del Ministro al suddetto summit, si legge come esso abbia definito tali accordi commerciali “uno strumento estremamente importante per aprire nuovi mercati e dare opportunità ai produttori”, per gestire i quali “sono necessarie regole giuste”. “La nostra priorità – si legge ancora nel comunicato - è tutelare i prodotti sensibili, e le nostre Indicazioni Geografiche. Il mancato riconoscimento o una tutela parziale delle IG possono creare enormi penalizzazioni alle produzioni europee di qualità e vanificare gli effetti positivi dell’apertura di nuovi mercati.” A tale dichiarazione, AICIG attraverso il Presidente Cesare Baldrighi risponde con un plauso ...
  • 18 dicembre 2017

    Parmigiano Reggiano DOP: confronto con Martina sulle sfide per il futuro

    Il Ministro Maurizio Martina ha incontrato, presso la sede del Consorzio del Parmigiano Reggiano DOP a Reggio Emilia, gli allevatori e i caseifici produttori del Re dei Formaggi. Una filiera importante, composta da 3 mila allevamenti e da 330 caseifici che producono un fatturato al consumo pari a 2,3 miliardi di euro. Un’occasione di confronto sulla situazione del comparto e sulle sfide per il futuro. “La filiera del Parmigiano Reggiano sta vivendo un periodo di grandi soddisfazioni su più fronti. Per il 2017 è prevista una crescita complessiva della produzione del 5% che porterà ad un totale di 3,65 milioni di forme: il livello più elevato nella storia millenaria della DOP” ha affermato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio di tutela. “Il Parmigiano Reggiano è riuscito a superare brillantemente la tempesta della fine delle quote latte UE, grazie soprattutto alla crescita dei mercati esteri che ci stanno dando molte soddisfazioni. Se nel 2007 la quota ...
  • 15 dicembre 2017

    Il ministro Martina incontra il Consorzio Parmigiano Reggiano DOP

    Venerdì 15 dicembre presso la sede del Consorzio del Parmigiano Reggiano DOP a Reggio Emilia, il ministro Maurizio Martina incontrerà il presidente Nicola Bertinelli per un confronto sulla filiera del Parmigiano Reggiano DOP. Il dibattito sarà moderato da Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita. Dopo l’incontro sarà anche presentato l’ultimo libro scritto dal ministro Maurizio Martina “Dalla terra all’Italia” per raccontare il profondo legame tra in nostro paese e il settore agricolo e alimentare. Fonte: Consorzio del Parmigiano Reggiano DOP
  • 13 dicembre 2017

    Made in Italy, Grana Padano DOP incontra Ministro Martina: uniti contro ‘falsi’ e imitazioni’

    "Un incontro interessante e proficuo per affermare il valore del made in Italy e ribadire come il settore agroalimentare del nostro Paese sia sinonimo di qualità". Così Nicola Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio per la Tutela  del Formaggio Grana Padano, commenta  la visita del ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, ieri a Sirmione, nella sede del Consorzio del prodotto DOP più consumato del mondo (4 milioni e 800 mila formeannue), per presentare il suo libro 'Dalla terra all’Italia. Storie dal futuro del Paese'. Un volume nel quale, come lo stesso ministro ha spiegatoalla platea, si racconta "la passione, la fatica e la voglia di farcela di tanti giovani italiani che stanno rilanciando l’agricoltura e l’alimentazione in un’ottica moderna e innovativa". All'appuntamento erano presenti anche i rappresentanti dei Consorzi Asiago DOP, Provolone Valpadana DOP, Monte Veronese DOP, Gorgonzola DOP, Olio del Garda DOP, Vini Lugana DOP e Franciacorta ...
  • 12 dicembre 2017

    Maurizio Martina incontra il Consorzio di Tutela del Grana Padano

    Martedì 12 dicembre presso la sede del Consorzio di tutela del Grana Padano di Desenzano si terrà l’incontro fra i soci del consorzio e il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina. Tema dell'incontro saranno le sfide presenti e future per lo sviluppo della filiera di produzione del formaggio Grana Padana DOP i cui aspetti saranno sottoposti al ministro Martina. L'iniziativa sarà introdotta da Cesare Baldrighi, Presidente del Consorzio di Tutela Grana Padano e vedrà l'intervento del direttore dell'organismo consortile Stefano Berni. A moderare il dibattito sarà Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita. Durante l’incontro sarà anche presentato l’ultimo libro scritto dal ministro Maurizio Martina "Dalla terra all’Italia" per raccontare il profondo legame tra in nostro paese e il settore agricole e alimentare. Fonte: Fondazione Qualivita  
  • 7 dicembre 2017

    UNESCO, Mipaaf: l’arte del pizzaiuolo napoletano patrimonio dell’umanità

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il comitato per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco ha iscritto “L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano” nella lista degli elementi dichiarati Patrimonio dell’umanità. La candidatura è stata avviata dal Mipaaf nel marzo 2009 ed è stata condotta da una specifica task force di esperti guidata dal professor Pier Luigi Petrillo. “Il Made in Italy ottiene un altro grande successo – afferma il Ministro Maurizio Martina – È la prima volta che l’Unesco riconosce quale patrimonio dell’umanità un mestiere legato ad una delle più importanti produzioni alimentari, confermando come questa sia una delle più alte espressioni culturali del nostro Paese. È un’ottima notizia che lancia il 2018 come anno del Cibo. L’arte del pizzaiuolo napoletano racchiude in sé il saper fare italiano costituito da esperienze, gesti e, soprattutto, conoscenze ...
  • 1 dicembre 2017

    Martina, l’etichetta a semaforo penalizza le eccellenze italiane DOP IGP

    "Siamo fermamente contrari all'etichetta a semaforo che fornisce informazioni fuorivianti al consumatore e penalizza prodotti di qualità riconosciuta anche dall'Europa. Siamo al fianco dell'intera filiera agroalimentare italiana in questa battaglia". Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina. "Ci siamo opposti al sistema dei traffic lights inglesi così come al nutriscore francese - prosegue il ministro - perché non sono trasparenti. L'Italia è in prima linea per garantire ai consumatori il diritto di conoscere caratteristiche e origine delle materie prime degli alimenti e crediamo che l'Europa debba fare passi in avanti su questo". "Al contrario - aggiunge il ministro - con i sistemi di etichetta a semaforo prodotti eccellenti e tutelati dalla Ue come le DOP e  IGP, dal Parmigiano Reggiano DOP al Grana Padano DOP, dal Prosciutto di Parma DOP all'olio Toscano IGP, vengono contrassegnati col bollino rosso, mentre bibite gassate ...
  • 28 novembre 2017

    Martina a Firenze presenta il libro “Dalla terra all’Italia”

    La Fondazione Qualivita, interverrà martedì 28 novembre a Firenze alla presentazione del  libro "Dalla terra all’Italia. Storie dal futuro del Paese" scritto dal Ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, edito da Mondadori. Alla presentazione, che si svolgerà   in piazza della Repubblica, alle ore 18, presso la libreria La Feltrinelli RED,  interverranno:  Dario Nardella,  sindaco di Firenze,  Lamberto Frescobaldi - produttore vitivinicolo,   Maria Letizia Gardoni -Delegato Nazionale di Coldiretti Giovani Impresa,   Luca Sani - presidente della commissione agricoltura della Camera dei Deputati e Mauro Rosati - direttore generale della Fondazione Qualivita. Fra le principali sfide aperte nel nostro Paese c’è l’urgenza di guardare ad agricoltura, alimentazione e ambiente da una nuova prospettiva, questi gli argomenti che accompagneranno la presentazione. Fonte: Fondazione Qualivita
  • 13 ottobre 2017

    La Dichiarazione di Bergamo per il G7: salvaguardare la tipicità

    Protezione, cooperazione, trasparenza e investimenti. Sono le leve principali che ieri a Bergamo - in vista del G7 Agricoltura previsto per il fine settimana -, i rappresentanti del mondo delle produzioni alimentari tipiche hanno definito e che proporranno ai ministri agricoli dei Sette Grandi. Non solamente un'azione d'immagine, ma soprattutto un passo coordinato che punta a valorizzare un patrimonio di produzioni che vale centinaia di miliardi di euro e che potrebbe valere molto di più se non fosse continuamente insidiato dalla concorrenza sleale e dalle imitazioni. Basta pensare che solo per il nostro Paese il cosiddetto Italian sounding vale 60 miliardi di euro. Regole coordinate, quindi, ma anche investimenti. Tutto condensato in un documento che è stato subito definito come la Dichiarazione di Bergamo e che è stata presentata nell'ambito di un incontro organizzato da Fondazione Qualivita, Aicig, Federdoc, Assodistil, Federdop, Isit, Afidop, OriGIn e che ...
  • 13 ottobre 2017

    G7GI, Martina: “Rilanciamo la sfida sulla centralità del modello dei marchi geografici”

    Creare un sistema multilaterale per proteggere le Indicazioni Geografiche, per renderlo efficace, semplice e trasparente per i produttori e i consumatori; migliorare la trasparenza e la protezione delle IG su Internet, con la gestione da parte di ICANN del sistema di assegnazione dei nomi di dominio di primo e di secondo livello; approfondire le ricerche sul positivo contributo delle Indicazioni Geografiche alla sostenibilità economica e ambientale e al cambiamento climatico; dare più risorse finanziarie per la cooperazione internazionale destinate al rafforzamento delle IG. Il Mipaaf rende noto che, in occasione della settimana di eventi collaterali al G7 dell'agricoltura di Bergamo, si è svolto ieri mattina il "G7 delle Indicazioni Geografiche" ed è stata sottoscritta la "Dichiarazione di Bergamo", un documento strategico, presentato alle Istituzioni, che ha l'obiettivo di riconoscere il valore delle Indicazioni Geografiche in ambito agricolo, ambientale e commer...
  • 9 ottobre 2017

    Il G7 delle Indicazioni Geografiche è il primo step per tutelare il made in Italy

    A ridosso della settimana del G7 dei ministri dell'Agricoltura si svolgerà a Bergamo anche il G7 delle Indicazioni Geografiche, che vedrà riunite l'11 ottobre le più importanti organizzazioni di settore in rappresentanza di oltre un milione d'imprese e operatori delle filiere agricole, vitivinicole e delle bevande spiritose di tutto il mondo. L'iniziativa, fortemente voluta dalle associazioni italiane Aicig, Federdoc, Isit, Afidop, Qualivita, Assodistil e Federdop (che rappresentano interessi per oltre 15 miliardi di produzione alimentare e di oltre 300.000 imprese) intende mettere al centro del dibattito del G7 il tema della tutela e dello sviluppo delle Indicazioni Geografiche. Di fronte alle recenti richieste indirizzate al presidente Trump da parte delle organizzazioni agricole americane che spingono per il non riconoscimento delle IG negli accordi commerciali, l'incontro di Bergamo vuole porre un argine politico con un preciso obiettivo: ridare spinta ai sistemi di ...
  • 9 ottobre 2017

    G7 agricolo a difesa del reddito. Su dazi e IG posizioni lontane

    La presidenza italiana del G7 Agricoltura ha scelto Bergamo per ospitare il vertice dei ministri dell'Agricoltura dei sette Grandi. Due i temi principali dell'agenda politica. Il primo: tutela del reddito dei produttori di fronte alle crisi di mercato ma anche ma anche legate ai fenomeni naturali, come i terremoti, oppure ai cambiamenti climatici. Il secondo tema è strettamente legato al primo perché spesso quei fenomeni naturali hanno tra le conseguenze anche le migrazioni. E così i ministri dei Sette proveranno a trovare un punto di vista comune sul ruolo che può giocare la cooperazione agricola nella gestione di questi flussi. Secondo il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, il confronto si svilupperà «sulle sfide decisive del nostro tempo, prima fra tutte la sostenibilità dei modelli agricoli e alimentari». Modelli che invece di convergere sembrano allontanarsi perché per dirla ancora con Martina comportano «scelte di carattere sociale, ...
  • 5 giugno 2017

    Made in Italy: 2018 anno dedicato al cibo italiano

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo rendono noto che il 2018 sarà l'anno dedicato al cibo Made in Italy. Lo hanno annunciato i Ministri Maurizio Martina e Dario Franceschini. Un patrimonio, quello del Made in Italy agroalimentare, che coniuga saper fare, bellezze artistiche e paesaggistiche, rappresentando uno dei migliori biglietti da visita del nostro Paese nel mondo. Il cibo, insieme all'arte, racconta la storia delle nostre terre e delle comunità che le abitano. Un valore immenso che il Governo italiano continua a promuovere e tutelare con iniziative in campo nazionale e internazionale. "Grazie a Expo Milano - afferma il Ministro Maurizio Martina - abbiamo rafforzato la promozione della cultura del cibo, inteso come strumento di democrazia e di uguaglianza, come chiave per la tutela della biodiversità e lo sviluppo sostenibile del nostro Pianeta. Dedicare il 2018 ...
  • 26 maggio 2017

    Mipaaf Social: attivo il servizio di risposta in tempo reale per i cittadini

    Il Ministero delle politiche agricole ha lanciato il nuovo servizio chatbot attivo su Facebook Messenger per rispondere in tempo reale, 24 ore su 24, alle domande degli utenti su notizie e indicazioni pratiche. "Le risposte in un click": cliccando, infatti, "Invia un messaggio" sulla pagina Facebook del Mipaaf, sarà possibile attivare la chatbot, selezionare l'argomento desiderato e ricevere immediatamente le informazioni necessarie. Dagli ultimi comunicati stampa alle misure adottate in favore dei giovani, dai fondi e strategie della Politica agricola comune al settore della pesca, alle norme e ai decreti in vigore. Chi non troverà immediatamente la risposta potrà inviare comunque un messaggio diretto a cui risponderà l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Ministero. Un filo diretto per semplificare ulteriormente l'accesso alle informazioni e accorciare ancora di più le distanze tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione. "L'importanza di una comunicazione ...
  • 25 maggio 2017

    Scuola italiana verso le mense biologiche certificate

    È stato presentato dal Governo l'emendamento alla manovra economica che istituisce mense scolastiche biologiche certificate per favorire la diffusione e l'utilizzo di prodotti biologici. L'emendamento, promosso dal Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina e condiviso con i ministri dell'Istruzione e della Salute Fedeli e Lorenzin e con il Sottosegretario Boschi, istituisce un fondo da 44 milioni di euro che sarà gestito dal Ministero delle politiche agricole, per ridurre i costi a carico degli studenti e realizzare iniziative di informazione e promozione nelle scuole. La norma prevede che le scuole che vorranno attivare il servizio di mensa biologica dovranno inserire le percentuali minime di utilizzo di prodotti biologici, dei requisiti e delle specifiche tecniche fissate dal Ministero delle politiche agricole insieme al Ministero dell'Istruzione. "Per la prima volta - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina - avremo mense scolastiche biologiche certifica...