Argomento: pacchetto qualità

  • 25 Giugno 2014

    DOP e IGP, esecutive regole più semplici

    Italia Oggi Regole più semplici per l'iter di approvazione e modifica dei marchi DOP e IGP e via libera definitivo allo schema di certificazione volontario per i «prodotti di montagna». La Commissione UE ha fatto seguito alle indicazioni contenute nel cosiddetto «Pacchetto Qualità» (Regolamento Ue 1151/12) e ha pubblicato le norme che chiariscono e semplificano le domande per la protezione di nomi come Denominazioni di origine o Indicazione geografica per i prodotti alimentari. Per le prime, le nuove regole della Commissione chiariscono che i mangimi per gli animali utilizzati per la loro produzione potranno provenire da fuori area a condizione che non vi sia «altra possibilità di produrre i mangimi nell'area»
  • 19 Febbraio 2013

    La filiera dell’Aglio Bianco Polesano Dop – Rovigo

    Convegno dell'Aglio Bianco Polesano DOP che si terrà a Rovigo il 20 Febbraio 2013.
  • 15 Febbraio 2013

    Le tante battaglie del Parmigiano Reggiano

    Modena Qui Il caso del Lambrusco spagnolo conferma che la tutela delle eccellenze enogastronomiche è difficilissima pure all'interno di un'Unione Europea spesso in difetto quanto a certezza del diritto. Il problema non è tanto che qualcuno faccia il furbo, ma che la giustizia sia pure dalla sua parte. E dire che, con l'approvazione del Pacchetto Qualità avvenuta a fine estate 2012, proprio il Parlamento europeo ha stabilito un principio fondamentale: non solo Dop e Igp valgono in tutta l'Unione, ma devono essere le singole autorità nazionali a tutelarle ex officio. Ad esempio, se la Gendarmérie francese trova bottiglie di falso Lambrusco a Parigi, deve intervenire senza esitazioni. Le autorità nazionali non devono dunque aspettare, ad esempio, che un produttore di vini o i Consorzi facciano valere i propri diritti.
  • 9 Febbraio 2013

    Scontro sul Lambrusco made in Spain

    Il Sole 24 Ore Scontro Italia-Spagna sul Lambrusco. Un vino frizzante rosso prodotto in Spagna sbarca sul mercato col nome della famosa Doc italiana. Il Consorzio del Lambrusco di Modena ha già proposto un ricorso che è però stato respinto dai magistrati iberici. A darne notizia il presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, Paolo De Castro. «Abbiamo inoltrato un'interrogazione al Commissario Ue all'Agricoltura Ciolos spiega De Castro -. Lambrusco è una denominazione tutelata ed è impensabile che venga usurpata all'interno della stessa Ue». Ma la vicenda del Lambrusco spagnolo non è l'unico motivo di allarme sul fronte della tutela dei vini Doc. «Preoccupa - aggiunge anche il probabile via libera ai produttori statunitensi a utilizzare termini in uso per i vini francesi
  • 2 Gennaio 2013

    Pacchetto Qualità – Reg UE 1151/2012

    EUROPA - Entrato in vigore in data 03/01/2013, dopo  la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (GU L343) del regolamento Ue 1151/2012 avvenuta il 14 dicembre scorso, il Pacchetto Qualità.
  • 2 Gennaio 2013

    La nuova Pac, quanti interrogativi: si punta sull’agricoltura di qualità

    Libertà (di Piacenza) Da tempo vi è una domanda che sta particolarmente a cuore agli agricoltori italiani e piacentini. Quale sarà la nuova Pac, come impatterà sui bilanci delle aziende? Per rispondere a questi difficili interrogativi si è svolto nei giorni scorsi a Bologna un convegno promosso dalla Regione che aveva appunto l'obiettivo di fare il punto sulla proposta di riforma della PAC 2014-2020, avanzata dal Commissario europeo per l'agricoltura Dacian Ciolos, a poche settimane dal voto del Parlamento europeo di gennaio. Tra i punti più contestati della riforma Ciolos, - ha spiegato il presidente della Commissione agricoltura Paolo De Castro intervenendo ai lavori - vi è quello degli aiuti diretti ripartiti utilizzando come parametro prevalente quello della superficie agricola e non quello del valore delle produzioni, con danni pesanti,
  • 21 Dicembre 2012

    Passi in avanti nel 2012 per le politiche agroalimentare

    Per il settore agroalimentare, il 2012 è stato un anno caratterizzato da un forte dinamismo, concretizzatosi soprattutto sul piano politico-legislativo europeo.
  • 21 Dicembre 2012

    Passi in avanti nel 2012 per le politiche agroalimentare

    L'Unità Per il settore agroalimentare, il 2012 è stato un anno caratterizzato da un forte dinamismo, concretizzatosi soprattutto sul piano politico-legislativo europeo. Se da una parte il comparto è stato investito a pieno dalla crisi economica, come si è già avuto modo di approfondire, dall’altra questo è stato interessato da una serie di novità che hanno visto il loro compimento proprio nell’arco dell’anno che sta per concludersi. Ultima in ordine di tempo, ma di primaria importanza, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del regolamento che da esecuzione al cosiddetto “pacchetto qualità”, l’insieme di norme che, sostituendosi ai precedenti regolamenti europei 509 e 510 del 2006, va a disciplinare l’intero sistema delle produzioni agroalimentari di qualità. Con esso viene istituita una nuova politica
  • 17 Dicembre 2012

    Soddisfazione del Consorzio Cioccolato di Modica per la pubblicazione del reg. Ue 1151

    Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Europea L/343 DEL 14 dicembre 2012 il regolamento che introduce il cioccolato fra i prodotti ammissibili alla tutela comunitaria
  • 4 Dicembre 2012

    Meno formaggio nel 2013, ma resta il rigore sui piani produttivi

    Reggio Emilia, 4 dicembre 2012 - Nonostante la quota disponibile di Parmigiano Reggiano si preveda in calo nel 2013 rispetto al 2012, il Consorzio continua a premere l’acceleratore sulla programmazione produttiva.
  • 30 Novembre 2012

    Dritti verso la qualità

    Dossier Lombardia ( Il Giornale) Il vento di fine estate è stato propizio all'agroalimentare italiano, che da poche settimane può contare su uno strumento in più a tutela delle proprie eccellenze. Si tratta della nuova disciplina in materia di produzioni agricole certificate e d'origine geografica controllata, nota con il nome di "pacchetto qualità", approvato il 13 settembre dal Parlamento europeo. «L'approvazione di questo provvedimento - commenta Mario Catania, ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali - è un risultato molto significativo per l'Italia e per la difesa delle nostre produzioni agroalimentari». Quali le principali novità introdotte dal testo? «Tra le novità introdotte dal pacchetto, è fondamentale la cosiddetta protezione ex officio, che obbliga gli Stati membri ad attivarsi per tutelare le indicazioni geografiche provenienti dagli altri Paesi dell'Unione europea. In questo modo i prodotti Dop e Igp
  • 26 Novembre 2012

    Pacchetto qualità, ultimo via libera

    Agrisole - Il Sole 24 OreScatta l'obbligo del controllo delle frodi sulle denominazioni «ex officio» - Soddisfatta l'Italia. Approvato definitivamente dal Consiglio europeo dei ministri dell'Economia, il nuovo regolamento sulle produzioni agroalimentari di qualità, il cosiddetto «pacchetto qualità» che sarà operativo entro l'anno con la pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale» Ue. Viene introdotto per gli Stati membri (dopo una sentenza del 2008 della Corte di giustizia europea e le pressioni italiane) l'obbligo del controllo delle frodi sulle denominazioni «ex officio», cioè ogni Stato membro dovrà includere nel piano nazionale dei controlli una parte specifica relativa alle frodi sulle denominazioni d'origine, indipendentemente se ci sia stata o meno una denuncia del Consorzio di tutela, dei consumatori o di altro apparato statale.
  • 18 Novembre 2012

    Il vino biologico – Linea Verde Orizzonti RAI 1

    La seconda puntata di Linea Verde Orizzonti parlerà del vino biologico
  • 13 Novembre 2012

    Pacchetto qualità, ecco cosa cambia per chi produce Parmigiano Reggiano

    Gazzetta di Parma Gli effetti del «Pacchetto qualità» approvato dall'Unione europea su questioni centrali quali programmazione produttiva, tutela del prodotto e nuove possibilità di valorizzazione del prodotto di montagna sono stati al centro del seminario organizzato ieri a Reggio Emilia dal Consorzio del Parmigiano-Reggiano. Ai lavori, moderati dal direttore del Consorzio di tutela, Leo Bertozzi, sono intervenuti il presidente Giuseppe Alai, il condirettore Riccardo Deserti, Laura Marisa La Torre, dirigente del Ministero per le politiche agricole e alimentari, l'avvocato Giorgio Bocedi e Simona Pigoni, direttore dell'organismo di Controllo Qualità Parmigiano-Reggiano. Deserti ha affrontato il tema cruciale della giornata, spiegando che il Pacchetto qualità
  • 10 Novembre 2012

    Degustadop al Salone del Gusto – Linea Verde Orizzonti RAI 1

    La prima puntata di Linea Verde Orizzonti parlerà delle nuove Indicazioni geografiche italiane e del comparto delle DOP IGP
  • 23 Ottobre 2012

    Due nuove certificazioni made in Sicily

    Il Giornale di SiciliaIn linea con il nuovo pacchetto normativo e con gli orientamenti comunitari, l'assessorato alle Risorse agricole e alimentari istituisce i due marchi: «QS Sicilia» (QS acronimo di qualità sicura) e «Sicilia Chilometri Zero». Un comitato scientifico istituito presso il dipartimento Interventi strutturali avrà il compito di informare gli operatori, esaminare e istruire i disciplinari e supportare l'ufficio competente nell'istruttoria per la concessione dell'uso del marchio «QS». Potranno chiedere la certificazione QS tutte le imprese primarie, di lavorazione, ...