Argomento: Mario Catania

  • 2 Luglio 2014

    Una bicamerale antipirateria

    Italia Oggi Il neopresidente Mario Catania: nuove leggi contro i falsi e non solo agroalimentare, ma lotta alla contraffazione a 360°. Con un obiettivo: non fermarsi alle riflessioni, ma proporre indicazioni per migliorare la legislazione interna e internazionale. Guiderà con questi punti fermi la Commissione parlamentare di inchiesta per i fenomeni della contraffazione Mario Catania, deputato di Scelta civica ed ex ministro delle politiche agricole, nominato nei giorni scorsi presidente. Il neopresidente parla di come funzionerà la Commissione dei suoi poteri di inchiesta equiparabili a quelli dell'autorità giudiziaria, ma si tratta di situazioni estreme, sarà più importante  riuscire a fare un lavoro approfondito di esame
  • 7 Dicembre 2012

    Articolo 62, strada sempre in salita

    Agrisole - Il Sole 24 Ore Il rischio di cortocircuito dell'articolo 62 con il decreto che ha recepito la norma comunitaria sui termini di pagamento era prevedibile (si veda «Agrisole» n. 43).E infatti a un mese esatto dall'entrata in vigore delle nuove regole contrattuali, Confindustria e Confcommercio, che avevano aspramente criticato il provvedimento «firmato» dai ministri delle Politiche agricole, Mario Catania, e dello Sviluppo economico, Corrado Passera, sono tornate all'attacco.Il punto è che i nuovi termini di pagamento previsti dalla direttiva europea coincidono con quelli dell'articolo 62 (30 giorni per i prodotti deperibili e 60 per gli altri) ma con una differenza non di poco conto e cioè la possibilità di applicare una maggiore flessibilità prevedendo una deroga concordata con una trattativa tra le parti.
  • 4 Dicembre 2012

    Pagamenti in tempi certi, il Made in Italy fa quadrato

    Avvenire «Il consenso ricevuto dall`industria agroalimentare italiana e dal mondo della cooperazione sull`art. 62 si aggiunge a quello del mondo agricolo e mi conforta nella convinzione dell`importanza dell`innovazione introdotta. Poiché anche da parte della grande distribuzione sono state da tempo superate le pregiudiziali di fondo, occorre concentrarsi sull`attuazione, e il Ministero si applicherà per la rapida soluzione delle problematiche emerse. Era naturale che una riforma così profonda richiedesse aggiustamenti; del resto le grandi riforme vanno sempre affrontate con un atteggiamento pragmatico e non dogmatico». Così il Ministro delle politiche agricole, Mario Catania, al termine dell`incontro di ieri con i rappresentanti dell`industria agroalimentare italiana e della cooperazione nella trasformazione di prodotti.
  • 23 Novembre 2012

    Workshop “Semplifichiamo l’Italia”. Incominciando dal vino

    Si terrà il 23 novembre p.v. a Roma dalle 17.30 il workshop organizzato dal Corpo forestale dello Stato insieme a Eataly sulla filiera del vino e in particolare sul sistema dei controlli.
  • 23 Novembre 2012

    Vino: “Made in Italy a rischio: c’è troppa burocrazia”

    La RepubblicaPiù qualità, meno burocrazia. È uno slogan che vale per tutto il Paese, ma si comincia dal vino, centravanti di spinta del made in Italy con i suoi 4,5 miliardi di euro di export e il primato mondiale in termini di produzione. Le aziende che tirano la volata al settore si sentono penalizzate dal mare di controlli ripetitivi: 11 enti che si alternano negli uffici, costringendo a ripetere le stesse trafile per 11 volte, contro i 3 istituti che riescono a garantire il mercato francese, ancora primo in termini di fatturato. «Il vino è il nostro punto di forza, l'elemento che unisce la terra e il cielo», racconta Oscar Farinetti, patron di Eataly, l'organizzatore del convegno a Roma che oggi renderà visibile la protesta dei principali 250 marchi del vino italiano, rappresentati da Angelo Gaja. «Abbiamo avuto una progressione straordinaria, grande rimonta rispetto ai francesi.
  • 20 Novembre 2012

    Tavola rotonda “Uso vs consumo del territorio rurale”

    Martedì 20 novembre ore 10.30 - Firenze, Sala Pegaso sede della Presidenza della Giunta Regionale Piazza Duomo 10. Tavola rotonda "Uso vs consumo del territorio rurale".
  • 19 Novembre 2012

    Difesa suolo, l’Inu: “Invertire la tendenza”

    L'Istituto Nazionale di Urbanistica apprezza molto quanto affermato dal Presidente della Repubblica nel suo intervento agli Stati generali della cultura: quella degli interventi in difesa del suolo nel nostro Paese è una "dura storia" di capitoli aperti e sempre dimenticati.
  • 26 Ottobre 2012

    Salone del gusto al via. Ecco l’olio tutto italiano

    L'Unità Si chiamerà «Assieme» e sarà un extravergine d'oliva «nazionale» al cento per cento: materia prima, produzione, trasformazione, rete di vendita e distribuzione. L'obiettivo è chiaro: cambiare i modelli di produzione e di consumo per raggiungere uno stile di vita e di sviluppo sostenibile. Anche il campo d'azione è stato individuato: l'agricoltura, che a livello globale si gioca la sfida per nutrire gli oltre 9 miliardi di persone che vivranno nel 2050, e per i quali la produzione agricola dovrebbe aumentare del 60%. «Se riuscissimo a ridurre della metà gli sprechi, avremmo ...
  • 2 Ottobre 2012

    Caro ministro, serve un aiuto per tutelare il nostro olio

    La Gazzetta del Mezzogiorno Una delegazione di produttori olivicoli, frantoiani e tecnici del settore oleario, ha incontrato il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Mario Catania e il Presidente della Commissione agricola e sviluppo rurale del parlamento Europeo, On. Paolo De Castro. Tutti i presenti (tra cui i presidenti di cooperative olivicole, l'assessore e altre personalità), sotto forma di comitato, hanno chiesto al Ministro la sospensione dell'art. 43 del Decreto Sviluppo della Legge 134 del 7 agosto scorso sul "potere sanzionatorio in materia di Made ...
  • 26 Settembre 2012

    Catania: l’export agricolo corre, ma serve una rete made in Italy

    Corriere della SeraIl ministro: “Il calo dei consumi ci deve stimolare a una maggiore attenzione verso le persone in difficoltà. Ma anche a puntare di più sulle esportazioni per compensare la diminuzione della domanda interna”. Nel suo piccolo l'agricoltura è come la Fiat. Anzi, nel suo grande, visto che l'anno scorso l'export agroalimentare ha superato per la prima volta quello dell'auto: 30 miliardi di euro contro 25. Le vendite all'estero sono cresciute dell'86 per cento in dieci anni. Eppure, ministro Mario Catania, siamo ancora indietro. Due giorni fa, proprio sul Corriere, Dario Di Vico ricordava come la Germania esporti il 27% della sua produzione alimentare, l'Italia solo il 19%. “É vero, ma la situazione è migliorata.
  • 3 Settembre 2012

    Aceto Balsamico: il Consorzio esprime al Ministro Catania le esigenze del settore post-terremoto

    Comunicato Stampa 3 settembre 2012 ACETO BALSAMICO: IL CONSORZIO ESPRIME AL MINISTRO CATANIA LE ESIGENZE DEL SETTORE POST- TERREMOTO.
  • 25 Maggio 2012

    Aceto Balsamico di Modena IGP, gravi i danni del sisma alla produzione

    Comunicato Stampa 25 maggio 2012 ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP, GRAVI I DANNI DEL SISMA ALLA PRODUZIONE Si stima un impatto economico tra i 10 e i 15 milioni di euro, duramente colpite anche le acetaie dell’Aceto Balsamico Tradizionale DOP
  • 30 Aprile 2012

    “Nuove regole efficaci contro abusi e opacità”

    Il Sole 24 Ore "La norma eliminerà una seria di opacità che affliggono la filiera agroalimentare, andando a colpire gli abusi e a smantellare, ovunque ma soprattutto al sud, sistemi di vendita inefficienti e iniqui." Mario Catania, Ministro delle Politiche agricole con un'esperienza più che trentennale al ministero e un ruolo attivo anche a Bruxelles, non ha dubbi. "Tutta la filiera, anche quella parte che oggi è polemica, trarrà beneficio dalle novità introdotte dall'articolo 62". Ministro, i nuovi tempi di pagamento hanno creato qualche scossone. "Certo, ed era prevedibile. Ma la tendenza a pagare tardi, oggi evidente un po' in tutti i settori e anche nella pubblica amministrazione, nell'agroalimentare era diventata ormai patologica. Su questo tema infatti si è mossa anche l'Europa: noi non abbiamo fatto altro che anticipare una realtà