Argomento: ICQRF

  • 15 novembre 2018

    Made in Italy agroalimentare e web: rinnovato l’accordo con eBay

    È stato siglato oggi dal Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo il protocollo d’intesa per la difesa del Made in Italy agroalimentare sul web, tra eBay , ICQRF (Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi), AICIG (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche)  e Federdoc  (Confederazione Nazionale dei Consorzi volontari per la tutela delle denominazioni dei vini italiani) L’accordo, della durata di due anni, ha come obiettivo quello di proteggere dalle contraffazioni sul sito web eBay le indicazioni geografiche italiane DOP e IGP, tutelare il made in Italy agroalimentare e vitivinicolo, e favorire la presenza nel mercato online dei prodotti italiani autentici e di qualità. L’intesa prevede anche una nuova collaborazione, tra Mipaaft, ICQRF ed eBay, per garantire la protezione dei consumatori online anche sotto il profilo delle corrette informazioni in etichetta di tutti prodotti agroalimen...
  • 2 agosto 2018

    Consorzio Vini Valpolicella, con ICQRF già 115 siti denunciati per vini contraffatti

    A meno di un mese dalla sigla del protocollo di cooperazione tra il Consorzio tutela vini Valpolicella e la Repressione Frodi (Icqrf) del Ministero Politiche Agricole sono state inviate già 115 diffide ad altrettanti siti web, sia nei Paesi terzi che in Europa. Lo annuncia il direttore del Consorzio tutela vini Valpolicella, Olga Bussinello, definendolo «un risultato importante ma non sorprendente, vista la proliferazione dei falsi made in Italy illustrata oggi dal ministro Centinaio in sede di Commissione Agricoltura congiunta di Camera e Senato». La task force anticontraffazione è stata avviata agli inizi di luglio dall’ICQRF, in collaborazione con il Consorzio e a difesa delle denominazioni che insistono sul territorio scaligero. In particolare, sono state inviate alle autorità le notifiche per 115 siti, di cui 50 con dominio canadese, 22 statunitense, 25 del Regno Unito e 5 irlandesi. «Inoltre - precisa il Consorzio - sono state riscontrate irregolarità sui ...
  • 23 luglio 2018

    Prosecco DOP, controlli e successi: “Italian Genio” in Giappone

    Continua l'intesa attività di vigilanza del Consorzio di tutela del Prosecco DOC che, con l'arrivo della bella stagione, si è focalizzata sul litorale veneto e friulano. "La nostra attività - spiega il Presidente Stefano Zanette - nell'ultimo periodo si è intensificata principalmente nella fase della somministrazione finale dove abbiamo riscontrato svariate condotte lesive dei consumatori, anche nelle nove province della Denominazione". In occasione dei controlli svolti nelle ultime settimane, che hanno interessato le principali località turistiche dell'alto Adriatico , ben il 60% degli accertamenti effettuati hanno presentato profili di  irregolarità. "Quest'anno - continua Zanette - i nostri agenti vigilatori di concerto con i colleghi del Conegliano Valdobbiadene Prosecco , del Prosciutto di San Daniele e dell'ICQRF nord est, hanno voluto indirizzare i controlli - oltre che sulle più note località balneari - anche su alcune feste popolari che, con il pretesto ...
  • 5 luglio 2018

    Amarone della Valpolicella DOP, si tutela dalle frodi online

    Amarone della Valpolicella DOP, Valpolicella DOP, Valpolicella Ripasso DOP e Recioto della Valpolicella DOP,  saranno tutelati anche online con una nuova task force anticontraffazione. Lo prevede l'accordo siglato ieri tra il Consorzio tutela vini Valpolicella e l'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf), che fissa una serie di azioni di contrasto per ostacolare le vendite di bottiglie contraffatte sui canali ecommerce in Canada, Stati Uniti, Regno Unito, Irlanda, Danimarca e negli altri Paesi scandinavi a regime di monopolio, ossia i principali mercati di destinazione dei vini veronesi. Fonte: Il Sole 24 Ore SCARICA L'ARTICOLO STAMPA COMPLETO
  • 21 giugno 2018

    Mozzarella di Bufala Campana DOP: via all’operazione “E…State senza pensieri”

    Il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP  ha avviato l’operazione “E…State senza pensieri” con l’obiettivo di aumentare i controlli sulla Mozzarella di Bufala Campana DOP nelle principali località turistiche italiane, in sinergia con tutte le forze dell’ordine preposte. L’incremento dell’attività di vigilanza è partito dal Salento, poi ha coinvolto Ischia e Capri, capitali del turismo internazionale, in collaborazione con il Reparto per la Tutela Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri di Salerno. Così si intende tutelare i turisti-consumatori dai rischi di frodi e contraffazioni della bufala campana, che aumentano durante il periodo estivo nei luoghi di maggiore afflusso. I primi risultati sono già arrivati. A Ischia, infatti, sono stati verificati numerosi punti vendita a Ischia Porto, Barano e Forio. Sono stati sequestrati e inviati a distruzione oltre 60 chili di prodotti alimentari. Si tratta di false Mozzarelle di Bufala Campana ...
  • 7 febbraio 2018

    Plauso del Consorzio Aceto Balsamico di Modena IGP per il maxi sequestro di “falso” mosto d’uva

    Come Consorzio di tutela dell'Aceto Balsamico di Modena IGP, abbiamo appreso la notizia relativa all’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Bari in collaborazione con l’ICQRF di Bari che ha portato al sequestro di 13.500 ettolitri di succo d’uva da tavola venduto come mosto d’uva da vitis vinifera, cioè come prodotto idoneo alla produzione in generale di vino e in particolare anche di Aceto Balsamico di Modena. Si tratta, non tanto di una sofisticazione alimentare, ma di una vera e propria frode in commercio finalizzata alla commercializzazione di un prodotto di valore economico decisamente inferiore a quello del mosto d’uva, prodotto di maggior valore in quanto idoneo alla produzione di prodotti di alta qualità come l’Aceto Balsamico di Modena IGP. E proprio il Consorzio di tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP esprime grande soddisfazione, “siamo molto soddisfatti dell’operazione che, peraltro, risponde alle pressanti richieste di ...
  • 20 dicembre 2017

    Mozzarella di Bufala Campana DOP, a Natale allarme truffe sul web

    Il Consorzio di Tutela lancia l’allarme truffe sulle vendite on line di Mozzarella di Bufala Campana DOP in vista del Natale. Il 20% delle inserzioni è stato segnalato all’Ispettorato Centrale per la Qualità e la Repressione delle frodi agroalimentari (Icqrf) in seguito all’attività di monitoraggio eseguita dal Consorzio. Nel 2017 sono stati effettuati 887 controlli su internet, di cui 583 sui grandi player mondiali dell’e-commerce. Sul totale degli annunci valutati come irregolari, e pertanto portati al vaglio dell’Icqrf che sta svolgendo ulteriori accertamenti, il 55% è stato pubblicato su Alibaba; il 36% su E-bay e l’8% su Amazon. I giganti del web tuttavia hanno sottoscritto accordi di cooperazione con l’Icqrf per avviare, in modo fattivo e soprattutto in tempi rapidissimi, le procedure di contrasto a usurpazioni ed evocazioni dei prodotti agroalimentari a marchio DOP, a tutela del “Made in Italy”, attraverso il blocco immediato degli annunci ...
  • 22 novembre 2017

    Vino, sostenibilità e registri telematici

    «Sostenibilità, fattore d'innalzamento della competitività delle aziende viticole, dei territori e delle comunità ad esse collegate». Sono le parole d'ordine di Riccardo Cotarella, presidente di Assoenologi, che racchiudono il senso del congresso dell'associazione che si è tenuto a Firenze alla Stazione Leopolda. E anche Stefano Vaccari capo del dipartimento dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) è intervento sul punto, teorizzando la «sostenibilità dei controlli». LA RADIOGRAFIA DELL'ITALIA VINICOLA Vaccari ha illustrato anche i primi dati della Cantina Italia forniti dai registri telematici; mostrano che «al 1 agosto, alla partenza della nuova vendemmia, sono iscritti al registro circa 17 mila stabilimenti e 14.320 imprese, che si stima costituiscano il 95% della produzione di vino. A tale data erano stoccati oltre 37,8 milioni di ettolitri di vino, di cui circa il 46,8% a D.o. (63% ...
  • 26 ottobre 2017

    Significato e protezione delle DOP e IGP: presentate a Roma le attività 2017 di AICIG

    Salvaguardia, significato e protezione delle DOP e delle IGP: questi i tre main topics che hanno caratterizzato la conferenza stampa tenutasi il 24 ottobre a Roma presso la sede di AICIG con la quale sono state presentate le attività associative portate avanti nel corso del 2017. Argomenti che per il mondo delle Denominazioni rivestono una primaria importanza: dalla salvaguardia delle produzioni intese anche come patrimonio culturale di interi territori, alla definizione del significato intrinseco dei marchi DOP e IGP fino alla riconosciuta esigenza del legislatore europeo di prevederne una tutela sui generis, specialmente per quei marchi collettivi che in aree geografiche extra-UE godono di tutela inferiore rispetto a quella concessa ai marchi commerciali. In tale attività, a rivestire un ruolo da protagonista sono le realtà consortili, per le quali si rende necessario o quantomeno auspicabile procedere secondo un approccio articolato ma soprattutto condiviso: a fare la ...
  • 20 giugno 2017

    NAC: sequestro di vino e olio potenzialmente pericolosi per la salute

    Controlli in materia  di etichettatura e tracciabilità effettuati da Carabinieri del Comando Politiche Agricole e Alimentari (organo ausiliario del Mipaaf dal 2009), Nucleo Antifrodi di Salerno  congiuntamente  all’ICQRF di Napoli a tutela del consumatore e degli operatori di settore. Nel corso di verifiche effettuate nella provincia di Napoli, il Nucleo Antifrodi Carabinieri Salerno e l’ICQRF di Napoli, hanno sequestrato 300 ettolitri di vino bianco e 624 litri di olio extravergine di oliva confezionato, riscontrando violazioni in materia di rintracciabilità ed etichettatura. A seguito dell’operazione di controllo sono state  contestate sanzioni per 32.000 euro.  I prodotti oggetto della contestazione, a causa delle irregolarità delle etichette, avrebbero potuto generare confusione nei consumatori ma soprattutto, l’assenza di informazioni utili a individuare   la provenienza del prodotto, avrebbe potuto creare un potenziale pericolo per la salute ...
  • 24 maggio 2017

    Aicig: assemblea annuale e convegno sull’evoluzione della normativa

    Giovedì 25 maggio ore 10.00 a Roma, presso la sede di Confcooperative, la Fondazione Qualivita parteciperà al convegno "I Consorzi di tutela e l’evoluzione della normativa: disciplinari e statuti" nell'ambito dei lavori dell’assemblea annuale 2017 di AICIG -  Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche -  alla presenza dei 65 Consorzi soci e del Vice-Ministro Mipaaf Andrea Olivero. Temi generali dell’incontro, coordinato dal dirigente Mipaaf, Luigi Polizzi, saranno i principali ambiti di sviluppo del settore delle Indicazioni Geografiche. Sulla tematica "Gli statuti dei Consorzi di tutela a seguito della Legge 526/99: analisi e proposte" interverranno Cesare Nicola Baldrighi, Presidente Afidop e Presidente del Consorzio Grana Padano DOP e Giuseppe Liberatore, Presidente Aicig e Direttore Olio Chianti Classico DOP. Leo Bertozzi, Segretario Aicig e Massimo Vittori, Direttore Origin, faranno il punto su "I 'Gruppi di produttori' negli ...
  • 17 maggio 2017

    Contraffazione, sequestri boom di false IG

    In cima alla lista dei prodotti falsi più contraffatti online ci sono il Prosecco DOP e il Parmigiano Reggiano DOP. Seguiti dai "kit" per farsi in casa, con dubbie polverine, una bottiglia di "Barollo" o "Montecino". Ma tutto il 2016 è stato un anno record nel monitoraggio dell'agropirateria online. Ad illustrarlo, ieri, l'Ispettorato centrale Tutela qualità e Repressione Frodi (Icqrf) del Ministero delle Politiche Agricole, in una conferenza stampa alla Camera dei deputati. Da giugno 2014, infatti, su un totale di 1562 interventi di monitoraggio antifrodi, effettuati fuori Italia e sul web, 971 si sono svolti solo nel 2o16. Segno che il fenomeno è in forte crescita. «L'Italia - ha sottolineato Stefano Vaccari, capo dipartimento Icqrf  ha ottenuto dalle piattaforme web i maggiori casi di "pulizia" e non solo con Alibaba e eBay, con cui abbiamo sottoscritto un memorandum di collaborazione, ma anche con Amazon. Una volta segnalati-ha proseguito Vaccari - i prodotti ...
  • 10 maggio 2017

    NAC: sequestrati 4 quintali di alimenti senza tracciabilità con evocazione DOP e BIO

    Intensificati i controlli sulla tracciabilità finalizzati al contrasto alle frodi alimentari effettuati dal comando Carabinieri politiche agricole e alimentari - Nuclei Antifrodi Carabinieri -  nel campo agroalimentare a tutela dei comparti del biologico e dei marchi di tutela. I Nuclei Antifrodi Carabinieri, a seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, hanno sequestrato circa 4 quintali di alimenti privi di tracciabilità, 55 confezioni di prodotti alimentari vari (yogurt, frutta fresca, prodotti da forno, legumi) e 70 kg di prodotti ortofrutticoli dichiarati come biologici, 145 kg insaccati e 83.800 etichette evocanti prodotti a Denominazione di Origine Protetta. Nell’ambito dei controlli preordinati finalizzati al contrasto delle frodi alimentari, eseguiti con  l’I.C.Q.R.F. di Napoli, sono stati sottoposti a sequestro  239 barattoli  di miele dichiarato biologico. Venivano riscontrate violazioni alle normative in materia di tracciabilità e ...
  • 4 maggio 2017

    Aicig, incontro formativo su vigilanza e tutela dei prodotti DOP e IGP

    Si affrontano vari aspetti legati ai temi della vigilanza e tutela delle produzioni certificate DOP e IGP, nell'incontro formativo con gli operatori del comparto organizzato da Aicig nella giornata di oggi, 4 maggio, presso la sede del Consorzio del Pomodoro di Pachino IGP. I relatori di Aicig e di ICQRF presentano un inquadramento relativo al sistema normativo e sanzionatorio, all'utilizzo dei qualificativi e delle informazioni volontarie nell'etichettatura e alla tutela extra UE dei prodotti certificati (oltre a illustrare la rete OriGIn per l’attività di tutela internazionale). Interverranno per il Consorzio del pomodoro di pachino IGP il Presidente Sebastiano Fortunato, per Aicig il responsabile tecnico Rita Serafini e il Segretario generale Leo Bertozzi e per ICQRF il direttore dell'Ufficio Territoriale Sicilia, Giacomo Gagliano, l'assistente agrario e il funzionario dell'ufficio di Catania, Giovanni Parisi e Salvatore Simone Vaccaro. Fonte: Aicig SCARICA ...
  • 13 marzo 2017

    Contraffazione DOP IGP: il successo dei controlli web-oriented

    Oltre 48mila controlli nel 2016 e 470 sequestri per un valore economico di oltre 13 milioni di euro. II report ICQRF raffigura per singolo settore merceologico i numeri e gli indicatori dell'attività di controllo ma anche l'effetto delle regole introdotte dal DL 'Campolibero'. Dalla lettura dei dati il settore vitivinicolo rimane il più controllato (13.340 audit) seguito da quello oleario (5.518) e lattiero-caseario (4.048), ma al di là dell'attività ispettiva 'in campo', cioè direttamente presso gli operatori di filiera, a dare nell'occhio sono i controlli sul web, che ogni anno rastrellano dalla rete centinaia di prodotti agroalimentari e vini falsamente pubblicizzati con i marchi DOP e IGP. WEB - Anche attraverso la collaborazione dei principali player mondiali dell'e-commerce (Ebay, Alibaba e Amazon) nel 2016 I'ICQRF ha bloccato la vendita di 971 referenze, prodotti e vini che evocavano o usurpavano nomi registrati DOP e IGP. Negli ultimi tre anni sono ...
  • 2 marzo 2017

    Prosciutto di San Daniele DOP: al via le analisi sui falsi prosciutti certificati

    La verità arriverà dagli esami di laboratorio. Oltre 200 campioni di sangue dei maiali finiti al centro dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Pordenone (si parla di 220 su un totale di 400) sono stati inviati nelle sedi d'analisi dalla magistratura d'accusa e dai carabinieri del Nas di Udine. S'intende verificare se gli allevatori della ventina di aziende finita al centro dell'inchiesta siano in regola o se abbiano aggirato i paletti imposti dal disciplinare di produzione del Prosciutto di San Daniele DOP. Nell'eventualità in cui, a conclusione dei riscontri, i test sul Dna sui campioni suini individuino violazioni del disciplinare, spetterà al Consorzio di tutela estromettere dalla DOP le aziende responsabili delle mancanze. Con le analisi in mano, saranno poi individuate anche le partite di prosciutti per le quali sono state utilizzati carni di maiali non conformi. In quel caso le fettine non potranno fregiarsi più della corona San Daniele DOP. L'ipotesi ...