Argomento: disciplinare

  • 23 Marzo 2020

    Cinta Senese DOP, l’europa autorizza il nuovo disciplinare della denominazione

    Un altro importante riconoscimento è giunto per la Cinta Senese DOP. Il via libera da parte della Commissione Europea a una modifica al disciplinare della Dop, di cui questa razza si fregia fin dal 2012, consente infatti di estendere tale denominazione dalla sola carne, come era previsto fino ad oggi, a tutte le porzioni commestibili della carcassa dell'animale. Quindi il vantaggio principale è che ora anche il lardo, cioè la parte di grasso del suino, rientra nella Dop. Una modifica decisamente migliorativa rendendo economicamente ancora più vantaggioso allevare Cinta Senese vista la ...
  • 23 Marzo 2020

    Novità e storia. Asti DOP Spumante versione Brut

    «Quando Carlo Gancia fece ilprimo spumante italiano, utilizzando uve Moscato, siamo certiche non era dolce». Cita le origini del metodo classico, il vice-presidente Stefano Ricagno , per 'giustificare' la nuova svolta intrapresa dal Consorzio di tutela, ora pronto a spumantizzare l'Asti DOCG Brut ed ExtraBrut. Una radicalizzazione totale, dopo la recente esperienza dell'Asti DOP Secco, per un vitigno comunemente e globalmente associato al vino dolce. Ricagno, perché questa scelta controcorrente? «Vogliamo che la denominazione dell'Asti Spumante sia più versatile, per venire ...
  • 11 Marzo 2020

    Parmigiano Reggiano DOP: la strategia di crisi del Consorzio per salvaguardare la filiera e proteggere i lavoratori

    In un momento di grave emergenza sanitaria il Consorzio del Parmigiano Reggiano vuole rassicurare i consumatori sulla salubrità della DOP e sul fatto che, come ribadito dall’Autority Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), attualmente non ci sono prove che il cibo sia fonte o via di trasmissione probabile del virus. Il presidente del Consorzio, Nicola Bertinelli, ha dichiarato al riguardo: “È inaccettabile che paesi dell’Unione Europea, come anche paesi fuori dall’Unione, utilizzino questa crisi sanitaria per arrogarsi il vantaggio competitivo. È un fatto aberrante dal punto ...
  • 28 Febbraio 2020

    Barolo DOP prodotto fuori dalla zona del disciplinare: azienda condannata a sei mesi

    Sono stati condannati a 6 mesi di carcere e dovranno anche rietichettare tutte le bottiglie di vino i fratelli Orlando e Attilio Pecchenino, vignaioli di Dogliani, a processo, in tribunale a Cuneo, per tentata frode in commercio. I fatti risalgono al 2016, quando i Nas, nucleo antisofisticazioni dei carabinieri di Alessandria, avevano sequestrato le bottiglie, prodotte dai titolari della storica cantina, delle annate dal 2007 al 2012. I Pecchenino sono proprietari di un’azienda con vigneti e cantina a Dogliani, ma hanno anche dei terreni coltivati con le viti a Monforte d’Alba, zona ...
  • 26 Febbraio 2020

    Morellino di Scansano DOP: al via l’iter di modifica del disciplinare per aggiungere “Toscana” in etichetta

    Nell'assemblea che si è tenuta martedì 25 febbraio, a Scansano nella sede del Consorzio Tutela del Vino Morellino di Scansano, è stata votata favorevolmente la nuova possibilità di poter inserire la dicitura “Toscana” sull'etichetta dei vini a denominazione di origine protetta (DOP) “Morellino di Scansano”. “Dopo un intenso dialogo con la Regione Toscana, l’idea di poter aggiungere, facoltativamente, in etichetta la dicitura “Toscana” ai vini Morellino di Scansano DOP è stata votata oggi in assemblea dalla maggioranza dei nostri soci – spiega Alessio Durazzi, ...
  • 3 Febbraio 2020

    Ancora più qualità per l’Amarone della Valpolicella DOP: così cambia il disciplinare

    Una strategia della qualità per l'Amarone della Valpolicella DOP. Può sembrare una tautologia considerato che l'Amarone della Valpolicella DOP è uno dei simboli del vino italiano di qualità, ma è proprio ciò che si accinge a mettere in piedi il Consorzio di tutela vini della Valpolicella (8.30o ettari, 2.300 produttori e un giro d'affari di 600 milioni di euro). Una strategia per alzare ancora di più l'asticella della qualità ma anche per gestire l'offerta futura. Un lavoro ambizioso e che passa da una serie di modifiche tecniche al disciplinare di produzione. «La qualità non è ...
  • 3 Febbraio 2020

    Mipaaf, per il Vino Nobile di Montepulciano DOP approvato obbligo ‘Toscana’ in etichetta

    Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha approvato all’unanimità a Roma, il 30 gennaio, il cambio di disciplinare che determina la dicitura obbligatoria per il Vino Nobile di Montepulciano che nell’etichetta dovrà inserire “Toscana”. L’approvazione arriva da un lungo percorso intrapreso dapprima con la Regione Toscana che lo scorso 8 luglio aveva approvato le modifiche al disciplinare della prima Docg italiana che da oggi avrà, tra le prime della regione, l’obbligatorietà di indicare la dicitura “Toscana”. Delibera che accoglie la richiesta unanime ...
  • 31 Gennaio 2020

    La stagione complicata dell’Asparago di Cantello senza IGP

    L'Asparago di Cantello ha ottenuto l'IGP, ovvero l'Indicazione Geografica Protetta, nel 2016. Ma ad oggi e, probabilmente, fino al 2022, non potrà usare questo marchio destinato soltanto ai migliori prodotti alimentari dell'Unione Europea. Il motivo? A seguito di un controllo, non è arrivato il via libera, perché non si rispettavano alcune norme del disciplinare, vale a dire l'insieme di regole sulla coltivazione, la zona di raccolta, la lavorazione, eccetera. Di conseguenza questo documento è stato modificato e ora bisognerà attendere, nuovamente, l'iter di approvazione. Una storia ...
  • 29 Gennaio 2020

    Prosciutto di San Daniele DOP: Il Consorzio aggiorna le regole di lavorazione della denominazione

    Un fatturato di 330 milioni di euro con una produzione che sfiora i 2,8 milioni di prosciutti nel 2018; una crescita stabile delle vendite oltreconfine, con un complessivo aumento dell’export a doppia cifra (10%) nei Paesi extra UE nei primi sei mesi del 2019, soprattutto in Canada e Giappone; una filiera produttiva che conta 3.927 allevamenti, 116 macelli e 31 stabilimenti; un prodotto a Denominazione di Origine Protetta che rappresenta al meglio lo stile italiano. E’ l’identikit del Prosciutto di San Daniele DOP, uno dei simboli più conosciuti del made in Italy agroalimentare nel ...
  • 22 Gennaio 2020

    Vino, continua lo scontro sulle etichette del Nero d’Avola e del Grillo

    In Sicilia dal 2017, si combatte una guerra giudiziaria sul Nero d'Avola e sul Grillo. O meglio, sulla possibilità di menzionare in etichetta queste due varietà di vitigno anche per i vini che non beneficiano della DOP. Nel 2016, infatti, i disciplinari di produzione dei vini IGP siciliani sono stati modificati; in essi è stato inserito un esplicito divieto alla comunicazione dei due vitigni sulle bottiglie, possibilità che viene così riservata ai soli vini DOP. Di recente, però, una sentenza del Tar Lazio ha aggiunto nuove tessere al puzzle: il 6 novembre scorso, i giudici amminis...
  • 14 Gennaio 2020

    “Latte estero a Grana Padano DOP? Impossibile”

    E' impossibile: così risponde alla trasmissione Report Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio di tutela. Inoltre il rispetto del disciplinare è verificato da un organismo di controllo terzo. Impossibile, non solo perché rigorosamente rosamente vietato dal disciplinare, ma perché incompatibile con il corretto e difficile processo di caseificazione utilizzato per produrlo». Così Cesare Baldrighi (nella foto), presidente del Consorzio di tutela del Grana Padano, replica all`ipotesi che la DOP possa essere prodotta con latte munto al di fuori della zona d`origine, contrariamente a ...
  • 19 Dicembre 2019

    Prosciutto di Parma DOP – CSQA, pronto il nuovo piano di controlli sulla filiera

    "È un risultato molto atteso dai nostri produttori, poiché ci permetterà di rafforzare ulteriormente il sistema di tutela del Prosciutto di Parma, di garantire una maggiore trasparenza al consumatore e offrire un prodotto più buono e più sicuro". Lo scrive il presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma, Vittorio Capanna, dopo l'approvazione da parte del Mipaaf del nuovo piano dei controlli della Dop. I contenuti del Piano entreranno in vigore il 1° gennaio 2020 e Csqa Certificazioni inizierà ufficialmente a svolgere il proprio incarico di controllo e certificazione sotto la ...
  • 17 Dicembre 2019

    Lugana DOP, richiesta del blocco alla rivendicazione in vista

    È stata convocata per oggi alle 14 al Chervò Golf Hotel SPA & Resort, in località San Vigilio, a Pozzolengo (Brescia), la riunione di pubblica audizione riguardante la richiesta di blocco alla rivendicazione per la denominazione di origine controllata Lugana DOP. La riunione è aperta ai produttori della denominazione, soci e non, e a tutti i soggetti interessati. Risale allo scorso luglio la riunione dell'assemblea straordinaria dei soci del Consorzio di Tutela Vini Lugana DOC, a seguito della quale il Consorzio si era fatto interprete di tutta la filiera produttiva inviando a ...
  • 11 Dicembre 2019

    Prosciutto di Parma DOP: il Consorzio di tutela rilancia sulla qualità

    Il consorzio del Prosciutto di Parma DOP ha inviato alla regione Emilia-Romagna la richiesta di modifica del disciplinare di produzione della DOP, immutato da oltre 20 anni. L'obiettivo è di approvarla prima delle elezioni regionali del 26 gennaio ed evitare che un possibile cambio di maggioranza possa rimettere in discussione un discorso già avviato con l'assessore all'agricoltura Simona Caselli, parmigiana e candidata nel collegio di Parma per la prossima tornata elettorale, a sostegno del presidente Bonaccini. Il 27 dicembre scadono i 30 giorni di legge per presentare eventuali osserva...
  • 5 Dicembre 2019

    Ragusano DOP, ecco quale sarà la via della commercializzazione

    È stato presentato ieri, in conferenza stampa, il nuovo disciplinare di produzione del formaggio Ragusano DOP, in accoglimento di buona parte delle proposte, a suo tempo avanzate dal Consorzio di tutela della DOP Formaggio Ragusano ed ora definitivamente approvate dalla commissione Ue (dopo il parere favorevole della Regione Siciliana e a seguito del positivo esame del Mipaaf), pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea dello scorso 25 ottobre ed entrate in vigore i 114 novembre 2019. Uno degli aspetti più importanti del nuovo disciplinare riguarda la possibilità di confezio...
  • 7 Novembre 2019

    Cambio della DOC, si rallenta “A rischio per il 2020”

    Mentre il Merano wine festival sta per accendere i motori (da domani a martedì alla Kurhaus), il mondo del vino altoatesino è sulle spine: il cambio del disciplinare della Doc Alto Adige, che comprende anche le Menzioni geografiche aggiuntive (Mga) e che è stato approvato alcuni mesi fa in seno al Consorzio vini Alto Adige, sta subendo dei rallentamenti, che preoccupano non poco il comparto, nell'iter di approvazione e presentazione al Ministero di competenza a Roma che poi dovrebbe darne il via libera. Il mondo del vino sudtirolese ha infatti approvato la riduzione delle rese vinicole ...