Argomento: biodistretto

  • 20 Giugno 2016

    Una grande opportunità dal binomio agricoltura e aree protette

    Nonostante gli effetti del cambiamento climatico, l’arrivo dell’estate aiuta sempre a riscoprire quello che di meglio il patrimonio naturale italiano ha da offrire. In questa categoria rientrano sicuramente le aree protette con i parchi e le riserve naturali che nel nostro Paese si estendono per 3 milioni di ettari, coprendo il 10,5 % del territorio nazionale. Parliamo di circa 840 aree solo sulla terra ferma in grado di tutelare una ricchezza immensa in termini di biodiversità, tra cui 5.600 diverse specie vegetali (il 50% di quelle europee) e 57.000 specie animali (Federparchi 2015)....
  • 10 Novembre 2015

    Biodistretti in Toscana, regione leader del vino biologico

    La Toscana è leader nella produzione vitivinicola green: 8.750 ettari certificati per una produzione di 600mila quintali di uve biologiche, ovvero il 12% della produzione nazionale (non è un caso che la regione nel 2014 abbia fatto registrare il tasso più alto di crescita del consumo dei prodotti biologici in Italia con un +11%). Il fenomeno si esprime anche attraverso il sorgere dei biodistretti:  nel 2012 a Greve in Chianti nasce il primo biodistretto vitivinicolo d'Europa (soprattutto legato alla produzione di Chianti Classico DOP), con 42 aziende iscritte (30 vignaioli, 10 ...
  • 22 Gennaio 2014

    Nel chianti classico il distretto bio piace anche al consorzio del Gallo Nero

    Nel chianti classico il distretto bio piace anche al consorzio del Gallo Nero che ha realizzato un protocollo per vini bio. 600 ettari, nasce da Panzano il primo biodistretti italiano che si è esteso a tutto il Comune di Greve in Chianti e che di recente è stata replicata a San Gimignano e presto sarà la volta di Gaiole in Chianti.