News

  • 31 ottobre 2012

    Lo Standard Qualivita incentiva il Made in Italy certificato

    Arrivano i nuovi menù Mc Donald’s con i prodotti DOP IGP italiani.
  • 31 ottobre 2012

    Il Senato detta i tempi al Governo sull’etichettatura

    Il Senato ha posto un termine di legge all'emanazione dei decreti per l'etichettatura d'origine dei prodotti agroalimentari ed ha cancellato l'obbligo del bollino ologrammatico sulle etichette, rendendo tale opzione facoltativa.
  • 31 ottobre 2012

    Asiago taroccato negli Usa, scatta nuova azione di tutela

    Il Gazzettino - Bassano VicenzaAsiago made in Usa! Come già avvenuto lo scorso anno ad Anuga, in Germania, il Consorzio di tutela, alla fiera dell'agroalimentare Sial, a Parigi, ha riscontrato un caso di formaggio Asiago contraffatto prodotto da un'azienda statunitense e ne ha chiesto il sequestro. L'immediata richiesta di intervento ha coinvolto anche i Consorzi del Parmigiano Reggiano e del Pecorino Romano, anch'essi oggetto dì violazioni nello stesso stand. I legali dell'Associazione Aicig (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche) hanno dunque sporto denuncia alla Direzione generale della Concorrenza, Consumo e Repressione frodi, autorità francese competente per la protezione delle Dop e ottenuto il ritiro del prodotto dall'esposizione.
  • 31 ottobre 2012

    Un codice anti-falso alle Fiere del food

    ItaliaOggiUn codice interno alle Fiere del food europeo contro l'esposizione di prodotti «falsi» e contraffatti. Una clausola che imponga una vera e propria assunzione di responsabilità da parte degli espositori, per evitare che vengano esposti e promossi prodotti che ledono la normativa comunitaria. È la proposta che attualmente sta preparando il Consorzio del Parmigiano Reggiano DOP in risposta all'ennesimo caso di contraffazione, scoperto questa volta non già in un supermercato Usa, ma nel ben più prestigioso Sial, il salone internazionale dell'agroalimentare di Parigi. Secondo quanto anticipato a ItaliaOggi da Riccardo Deserti, condirettore del Consorzio, si tratterebbe di una proposta da far adottare sia a livello nazionale che europeo
  • 31 ottobre 2012

    Il made in Italy in Cina con i francesi della catena Auchan

    La catena transalpina Auchan porta “i sapori delle regioni” anche in oriente (con il patrocinio del ministero delle politiche agricole). “Perché c’è tanta voglia di sapori italiani, e non importa chi li vende”. Il mondo ha voglia di cibo e vino italiana, e se manca una distribuzione “made in Italy” poco male, per i produttori, perché per le grandi catene internazionali il tricolore in tavola è un marchio che tira e che vuol dire business. Lo sa bene Auchan, colosso della distribuzione Francese, presente in Italia da 50 anni, che esporta 750 cinquanta prodotti italiani in 11 ...
  • 31 ottobre 2012

    Gli equivoci della tavola a chilometri zero

    tSt, tutto Scienze e tecnologiaAll'ora dei pasti la nostra coscienza sussulta, facendoci perdere l'appetito. Si susseguono documenti e convegni che analizzano ogni nostro comportamento alimentare da talmente tanti punti di vista da lasciarci poca speranza di sederci a tavola senza sentirci dei vermi insensibili ai temi ecologici, sanitari o di sviluppo economico. Se ci mettiamo alla ricerca di un cibo sano, ambientalmente sostenibile, legato alle tradizioni e culture locali, sufficiente per tutti, solidale e adeguatamente remunerato, finiremo per paralizzarci di fronte a una qualunque pietanza, o decideremo di ignorare tutti i consigli. Da anni si parla di «chilometro zero» come se questa fosse la quadratura del cerchio. In realtà, fatte salve poche produzioni tipiche che vanno tutelate, il chilometro zero
  • 31 ottobre 2012

    E anche il pecorino romano diventa patacca

    Italia Oggi Ancora una contraffazione per il pecorino romano Dop. Ad architettare la contraffazione è stato stavolta il marchio statunitense, BelGioioso, che alla fiera di Parigi ha propinato il «Romano cheese», senza conformità al disciplinare di produzione. A denunciare il fatto sono stati gli avvocati del Consorzio di tutela del pecorino romano Dop, che ha sede a Macorner, in provincia di Nuoro. Un fatto molto grave in quanto l'ennesimo falso per un prodotto del made in Italy arriva proprio dalla Francia, dove l'export del «romano» Dop ha raggiunto il fatturato di 6.640.000 euro nel ...
  • 31 ottobre 2012

    Qualivita, standard della Ristorazione

    Largo ConsumoLo Standard Qualivita è il primo sistema di certificazione per le aziende della ristorazione che attesta la veridicità della comunicazione verso i consumatori. Recepisce infatti le nuove istanze emerse negli ultimi anni nel settore alimentare di qualità e intende essere uno strumento per dare un valore oggettivo alla qualità alimentare. Sostenendo un differente approccio alla tutela dei consumatori e alla promozione alimentare, lo Standard rappresenta una bussola per i consumatori che necessitano di un'informazione sempre più attendibile. L' adesione di un marchio come ...
  • 31 ottobre 2012

    Il Limone di Rocca Imperiale premiato al Salone del Gusto

    Corriere della Calabria.itRocca Imperiale protagonista al Salone del Gusto e Terra Madre, andato in scena nel week end al Lingotto Fiere di Torino. Il piccolo borgo in provincia di Cosenza ha presentato, in quella che è stata per qualche giorno la capitale mondiale dell’enogastronomia di qualità, l’ormai famoso Limone di Rocca Imperiale che proprio quest’anno ha conquistato il marchio Igp (Indicazione Geografica Protetta). Proprio in merito a questo prestigioso riconoscimento, venerdì 26 ottobre, nel corso dell’evento Anteprima Dop il sindaco Ferdinando Di Leo e Gaetano Di Leo, per il Consorzio per la Tutela e Valorizzazione del Limone hanno ritirato la targa, simbolo della qualità che distingue il pregiato agrume rocchese e sinonimo dell’impegno profuso al fine dell’ottenimento dell’Igp.
  • 30 ottobre 2012

    Lo Standard Qualivita incentiva il Made in Italy certificato

    Fondazione QualivitaIeri alla presenza dei rappresentati dei consorzi fra cui Micheal Desaler - Speck Alto Adige IGP, Flavio Innocenzi - Asiago DOP, Silvia Albiero - Provolone Valpadana DOP , sono stati presentati i primi prodotti che saranno nei menu dei ristoranti Mc Donald’s italiani fin dal prossimo mese. Il percorso inizia con Asiago DOP, Provolone Valpadana DOP, Speck Alto Adige IGP, Bresaola della Valtellina IGP, Olio Extravergine di Oliva, Parmigiano Reggiano DOP e Salame di Calabria. Nei prossimi mesi, l’impegno della Fondazione, sarà quello di coinvolgere nella certificazione ...
  • 30 ottobre 2012

    Salone del gusto: in arrivo il marchio europeo di tutela per altri 11 prodotti italiani

    L’agnello del centro Italia, la Focaccia di Recco col formaggio, i maccheroni di Campofilone, la mela del Friuli, il melone di mantovano, la pasta di Gragnano, la patata dell’alto viterbese, il sale marino di Trapani, il salame felino, il salmerino del Trentino, le trote del Trentino. Sono questi gli 11 prodotti “Made in Italy” che a breve potranno fregiarsi dei marchi di tutela europei Dop o Igp. Lo rivela la Cia-Confederazione italiana agricoltori che all’interno del “Salone del gusto”, in svolgimento a Torino, sta proponendo degustazioni ad-hoc sotto lo slogan “quasi Dop, ...
  • 30 ottobre 2012

    McDonald’s mette in mostra le eccellenze gastronomiche italiane in Galleria

    Dopo il “pasto democratico”, la democratizzazione dei sapori tipici e genuini del nostro paese Nell’ultimo giorno prima di riconsegnare i locali che hanno ospitato lo storico ristorante McDonald’s un omaggio ai prodotti italiani: i milanesi invitati all’incontro con Asiago DOP, Provolone Valpadana DOP, Speck Alto Adige IGP, Bresaola della Valtellina IGP, Olio Extravergine di Oliva, Parmigiano Reggiano DOP e Salame di Calabria Milano, 29 ottobre 2012 – Oggi, a partire dalle ore 12 e fino a metà pomeriggio, McDonald’s ha celebrato il gusto italiano e la sua vicinanza al territo...
  • 30 ottobre 2012

    Lambrusco e Gavi, ok del Mipaaf

    Tre BicchieriVia libera del Comitato nazionale vini, riunito oggi a Roma, al disciplinare dell'Igt Emilia e alle modifiche per Gavi Docg e Igt bianco di Castelfranco Emilia (che inserisce le tipologie moscato e trebbiano). Il Lambrusco, con i suoi nuovi confini che lasciano fuori i grandi imbottigliatori di Veneto, Piemonte e Lombardia, passa l'esame dopo un'audizione pubblica senza opposizioni e ora attende l'ok definitivo (a marzo prossimo) di Bruxelles per fregiarsi del titolo di primo disciplinare italiano approvato dall'Europa, dopo l'entrata in vigore delle nuove regole sulla registra...
  • 30 ottobre 2012

    La dittatura della polpetta

    InternazionaleCuochi trattati come rock star. Libri di ricette in testa alle classifiche. La tv invasa dalle trasmissioni sulla cucina. Mangiar bene è la nuova religione laica: una moda insopportabile, sostiene lo scrittore inglese Steven Poole. In una fresca serata d'autunno nella zona nord di Londra, il furgone di una rosticceria ambulante è parcheggiato davanti a un giardino. Le sue spettrali luci verdi lampeggiano e il profumo di pollo arrosto aleggia nell'aria. Un tipo sulla trentina si avvicina mentre parlo con un amico al lato della strada e ci informa che è rimasto deluso da quello ...
  • 30 ottobre 2012

    Mc Donald’s è di sinistra: «Una ricchezza per Milano»

    Libero QuotidianoForse parlare di fine di un'era sarebbe troppo. Ma il contrordine suonato ieri dal sindaco Pisapia nei confronti di McDonald's, rappresenta comunque una svolta epocale. Le dichiarazioni del primo cittadino milanese rispetto al colosso del fast food, definito «una ricchezza per Milano, e non solo», segnano infatti un netto cambio di rotta rispetto al passato. Soprattutto per una giunta all'interno della quale la nostalgia per l'eskimo e per certe battaglie ideologiche residuo degli anni Sessanta, sembrano riemergere con una certa frequenza. Invece, da ieri quella che per ...
  • 30 ottobre 2012

    Alimentare pasta, vino e fantasia:così sfonda il cibo made in Italy

    CorrierEconomiaNel 2012 esportazioni a quota 27 miliardi (+18%). Ma falsi e barriere all'ingresso frenano l'espansione. Il lusso made in Italy? Moda, calzature, ma anche gli spaghetti di grano duro e il Verdicchio. Sono questi i campioni del «luxury food» italiano, che vende sempre di più all'estero. Se nel 2011 le esportazioni del settore agroalimentare ammontavano a 2 miliardi di euro su 127 miliardi o complessivi di fatturato, Federalimentare stima per il 2012 un giro d'affari di circa 130 miliardi, di cui 27 miliardi generati dalle esportazioni. All'interno di questo 18% di ...