News

  • 14 dicembre 2018

    Rapporto Ismea Qualivita: l’analisi dei protagonisti del settore

    Il Veneto è la prima regione per valore dei prodotti DOP IGP. A dirlo l’ultima edizione del Rapporto Ismea-Qualivita, presentato a Roma. "I dati che emergono dall’indagine - spiega Raffaele Borriello, direttore generale Ismea - dimostrano come il sistema delle indicazioni geografiche rappresenti ormai una solida realtà dell’economia agroalimentare italiana e quanto esso contribuisca al consolidamento della reputazione del made in Italy nel mondo".(...) "Si afferma in Italia la Dopeconomy che conta 220mila imprese e 822 denominazioni - commenta Mauro Rosati, direttore generale Qualivita - nonostante questi dati dobbiamo guardare subito al futuro perché nei mercati globali, dove ormai trovano il loro maggiore valore economico i nostri prodotti agroalimentari gli scenari cambiano sempre più rapidamente". (...) "Mangiare qualcosa di cui si sa la storia - afferma Carlo Alberto Pratesi, professore Università degli Studi Roma Tre - migliora l’esperienza. Ma oltre alla ...
  • 14 dicembre 2018

    L’Italia dei DOP vale 15 miliardi e cresce più dell’agroalimentare

    Quello italiano è un agroalimentare sempre più miliardario. Soprattutto se si guarda alla parte certificata, che ormai ha collezionato 822 Indicazioni Geografiche DOP, IGP, STG registrate a livello europeo su 3.036 totali nel mondo. Un tesoro che vale la bella cifra di oltre 15,2 miliardi alla produzione. Un patrimonio che tutti ci invidiano e che, anche per questo, deve essere tutelato ancora di più. A delineare il quadro della situazione è stato il Rapporto Ismea-Qualivita2018,l'indagine annuale che analizza i valori economici e produttivi della qualità delle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane DOP, IGP e STG. La cifra è enorme e dice molto sul peso del comparto all'interno dell'economia nazionale. In particolare il settore Food sfiorai 7 miliardi di valore alla produzione e 3,5 miliardi all'export (+3,5%), mentre raggiunge i 14,7 miliardi al consumo (+6,4% sul 2016). Il comparto Wine, invece, vale 8,3 miliardi alla produzione (+2%) e 5,3 miliardi all'export ...
  • 14 dicembre 2018

    DOP e IGP del Belpaese, protagoniste dell’economia dei territori, ma sempre più star sui social

    A WineNews Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita: “dobbiamo investire su questi canali, fondamentali per il marketing delle nostre eccellenze enogastronomiche. Lavoriamo anche sulla “block chain”, ma dobbiamo stare attenti a non sovrapporre nuove tecnologie di tracciabilità con sistemi di certificazione e di controllo che già ci sono e funzionano bene” Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita, intervistato da WineNews  Fonte: Wine News  
  • 14 dicembre 2018

    #DopEconomy, il primato del Belpaese

    “Si afferma in Italia la #DopEconomy che conta 200.000 imprese, 822 denominazioni e oltre 15,2 miliardi di valore alla produzione": Mauro Rosati, Direttore generale Fondazione Qualivita commenta i risultati del Rapporto 2018, realizzato in collaborazione con Ismea e presentato oggi, 14 dicembre, a Roma. Spiega Rosati:"Si tratta di una realtà che oltre ad essere un driver dello sviluppo dei distretti italiani riesce anche a diffondere la cultura della qualità ed un immagine positiva del Paese come dimostrano i 64 milioni di utenti globali ingaggiati in un anno nelle conversazioni online legate alle DOP IGP italiane. Nonostante questi dati positivi dobbiamo guardare subito al futuro perché nei mercati globali - dove ormai trovano il loro maggiore valore economico i prodotti agroalimentari e vitivinicoli DOP IGP italiani - gli scenari cambiano sempre più rapidamente. Le sfide da cogliere sono molte: la riorganizzazione della governance del sistema delle Indicazioni Geografiche ...
  • 14 dicembre 2018

    Prodotti DOP, Parma: provincia al vertice in Italia

    Resiste il primato mondiale dell'Italia nel mondo dei prodotti a denominazione che nel 2018 conta 822 specialità DOP, IGP, STG registrate a livello europeo su 3.036 totali nel mondo. E Parma fa la parte del leone: con il Parmigiano Reggiano l'Emilia - Romagna è sul gradino più alto del podio per il primo prodotto per valore all’origine (1,34 miliardi di euro). In Emilia Romagna i prodotti DOP e IGP nel settore del cibo sono 44, mentre 29 riguardano il vino, per un valore complessivo alla produzione di 3,3 miliardi di euro (+9% sull’anno precedente) di cui 2,9 miliardi per il cibo e 389 milioni per il vino. Un patrimonio complessivo italiano che per la prima volta supera i 15,2 miliardi di euro di valore alla produzione, in crescita del 2,6%, che contribuisce per il 18% al valore economico complessivo del settore agroalimentare nazionale. Sono i dati del Rapporto 2018 Ismea-Qualivita, l'indagine annuale che analizza il comparto della qualità alimentare certificata. ...
  • 14 dicembre 2018

    Veneto prima regione per valore Dop e Igp. Zaia “Un primato dei nostri agricoltori”

    Le analisi territoriali sugli impatti economici per provincia italiana dei prodotti DOP IGP mostrano un comparto che coinvolge capillarmente tutto il Paese anche se è forte la concentrazione del valore: le prime aree del Nord-Est contano la maggioranza dei distretti più rilevanti economicamente e le prime 4 regioni generano il 65% del valore totale delle IG. E' quanto emerge dal rapporto Ismea-Qualivita "#Dopeconomy" presentato oggi a Roma. Il Veneto è la prima regione, affiancata dall'Emilia-Romagna. Nel Food Emilia Romagna e Lombardia trainano, bene la Campania (regione del sud al terzo posto assoluto). Nel Wine Veneto “regina” per valore seguita da Toscana e Piemonte. È Parma la provincia più “ricca”nel Food davanti ad altre città di Emilia-Romagna e Lombardia (ma nella Top ten anche Udine, Caserta e Bolzano): Caserta è la prima città del Sud. Nel Vino trainano Verona e Treviso cui seguono Cuneo, Vicenza e Siena. Messina, Lecce e Palermo le sole ...
  • 14 dicembre 2018

    La qualità del cibo paga: crescono i ricavi di DOP e IGP

    La qualità paga. Per i prodotti agroalimentari DOP e IGP (compresi i vini) nel 2017 è aumentato il valore della produzione, sono cresciute – nonostante l'offensiva dei prodotti similari sui mercati internazionali - le esportazioni e si sono rafforzati i consumi interni (almeno per quanto riguarda la grande distribuzione organizzata). È quanto è emerso dal XVI Rapporto Ismea- Qualivita sui prodotti alimentari e sui vini DOP e IGP presentato oggi a Roma. Secondo i dati del Rapporto 2018 infatti l'intero sistema delle DOP e IGP, compresi i vini, in Italia conta 822 marchi per un valore alla produzione di 15,2 miliardi di euro (+2,6% rispetto al 2016) e un export di 8,8 miliardi (+4,7%). Il comparto vale il 18% dell'intero settore agroalimentare italiano e copre il 21% del totale delle esportazioni made in Italy di food and wine. Spacchettando i due grandi aggregati il segmento food conta un valore alla produzione di 6,96 miliardi (+3,3%) che diventano 14,7 (+6,7%) al ...
  • 13 dicembre 2018

    Grana Padano DOP al top anche nel 2018: volano produzione e consumi

    Aumento del 4,6% negli acquisti delle famiglie e del 7% da parte del settore della ristorazione, oltre a un incremento dell'export del 5,4% nei primi nove mesi dell'anno. Sono solo alcuni dei numeri positivi che hanno caratterizzato il 2018 del Grana Padano. "In termini di forme – ha spiegato Nicola Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio – abbiamo raggiunto la quota record di 4.940.000 continuando a essere, in questo modo, il prodotto DOP più consumato del mondo. Particolarmente significativo è anche l'incremento, rispetto al 2017, delle forme 'Grana Padano Riserva' che cresce del 32% a testimonianza di come il consumatore apprezzi prodotti d'eccellenza". Bene anche il dato del 'grattugiato' che fa segnare, rispetto all'anno passato, un +10%. "Segnali dunque incoraggianti – ha concluso il presidente Nicola Cesare Baldrighi – che, nonostante la crisi economica e le difficoltà generalizzate per imprese e famiglie, ci fanno guardare con ottimismo al nuovo anno ...
  • 13 dicembre 2018

    #DopEconomy da 15,2 miliardi, ancora crescita del+2,6%

    Veneto e Emilia-Romagna trainano il settore IG: Parma, Verona e Treviso le città più “ricche”   Ancora primato mondiale per l’Italia che conta 822 prodotti DOP, IGP, STG registrate a livello europeo su 3.036 totali nel mondo (dati al 05/12/2018): nel 2018 sono stati registrati in Italia la Pitina IGP (Friuli-Venezia Giulia), il Marrone di Serino IGP (Campania), la Lucanica di Picerno IGP (Basilicata) e il Cioccolato di Modica IGP (Sicilia), primo cioccolato a Indicazione Geografica al mondo. Il comparto delle IG italiane esprime i risultati più alti di sempre anche sui valori produttivi e per la prima volta supera i 15,2 miliardi di euro di valore alla produzione per un contributo del 18% al valore economico complessivo del settore agroalimentare nazionale. Se il settore agroalimentare italiano ha visto crescere il proprio valore del +2,1%, il settore delle DOP IGP ha ottenuto un risultato migliore pari al +2,6%. Continua a crescere l’export delle IG made in ...
  • 11 dicembre 2018

    “Cibi, Produzioni, Territori” il nuovo Osservatorio Eurispes

    Nel pomeriggio di martedì 11 dicembre, Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita, parteciperà a Roma al  Convegno per la presentazione dell'Osservatorio Eurispes "Cibi, Produzioni, Territori" di cui fa parte come come componente della commissione scientifica. Lo studio dell’alimentazione, la sua analisi economica, ma anche storico-economica e storico-culturale, rappresentano un punto di osservazione privilegiato per aiutare a comprendere parte degli assetti politici e istituzionali, economici e sociali, dell’Italia di oggi, inserita in un àmbito europeo e mondiale sempre più complesso. In considerazione di ciò, nell’Anno del cibo italiano, l’Eurispes e l’Uci hanno deciso di costituire l’Osservatorio su cibi, produzione e territori, al quale ha aderito l'Universitas Mercatorum. Dal ritorno alla terra da parte dei giovani, alla trasformazione delle abitudini alimentari e alle ripercussioni della crisi sull’alimentazione, dalla tutela ...
  • 7 dicembre 2018

    Solidarietà: il Consorzio Mozzarella di Bufala Campana DOP dona mensa nelle Marche

    Mozzarella di Bufala Campana DOP e la solidarietà. Il Consorzio di Tutela non ha dimenticato il dramma delle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016. Gli oltre cento soci dell’organismo, infatti, nei mesi scorsi hanno stanziato un contributo straordinario di beneficenza. Sono stati donati 100mila euro alla Fondazione Francesca Rava NPH Italia onlus di Milano, destinati alla realizzazione della cucina e dello spazio mensa della nuova Scuola dell’infanzia a Pieve Torina (nelle Marche, in provincia di Macerata) distrutta dal sisma del 30 ottobre 2016. Il cantiere è ormai completato e l’istituto, con la mensa donata dal Consorzio, sarà inaugurato l’11 dicembre, a poco più di due anni dal secondo anniversario del terremoto, nell’ambito di un evento commemorativo, su invito di Alessandro Gentilucci, sindaco di Pieve Torina, e Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Rava, con il patrocinio della Camera dei deputati. A Pieve Torina saranno ...
  • 7 dicembre 2018

    Il presidente Raimondo vince il premio DOC Italy “Orgoglioso del lavoro di squadra”

    “Per rappresentare realtà straordinarie quanto complesse in maniera mirata ed efficace, in modo etico, attento al territorio e con lo sguardo all'estero”. Con queste motivazioni il Presidente del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP Domenico Raimondo è stato insignito del Premio internazionale Doc Italy Carriere Eccellenti. Ieri sera la cerimonia di premiazione a Palazzo Rospigliosi a Roma, condotta dalla giornalista Rai Camilla Nata e da Anthony Peth, volto di La7. “Sono onorato e orgoglioso di questo premio, che è frutto di un grande lavoro di squadra – commenta Raimondo – Per questo lo condivido con tutto il Consorzio di Tutela. È il segnale che il Paese riconosce sempre più l’importanza del Made in Italy agroalimentare, un vero traino per l’economia”. Roma si conferma Capitale delle Eccellenze premiando tutte quelle figure straordinarie che portano alto il nome dell’Italia nel Mondo. Nella storica cornice di Palazzo Rospigliosi, che ...
  • 7 dicembre 2018

    Dal 6 al 9 dicembre torna Chocomodica, prima edizione col marchio IGP

    Venerdì 7 dicembre, Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita parteciperà al convegno sull'Oro vero di Modica, nella 13° edizione di Chocomodica, in occasione della prima edizione  a marchio IGP dell'appuntamento dedicato al cioccolato di Modica, che dopo un lungo e faticoso cammino, ha finalmente ottenuto il  prestigioso marchio IGP,  ed è la prima volta nel mondo per un cioccolato. Ormai da qualche anno,  Modica viene identificata da  tre parole: barocco, slow living e cioccolato.   Ma è soprattutto grazie al cioccolato che la cittadina è riuscita ad attirare visitatori, a costruirsi una nuova e affascinante storia, a risvegliare l'economia locale e l'indotto generato dalla produzione di cioccolato, che diventa un'attrazione, il punto di partenza di un percorso culturale e sensoriale di alto livello. Il cioccolato, quindi, come valore aggiunto e identificativo di una città, di una comunità, di un territorio. Ecco perché l’immagine princi...
  • 5 dicembre 2018

    Al via il primo “ChocoModica” col marchio IGP

    Quattro giorni al cioccolato. Al via il primo "ChocoModica" col marchio IGP. Musica e street food per assaggiare il territorio. Ieri la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2018 di ChocoModica, in programma nella città del cioccolato dal 7 al 9 di dicembre, ospitata dalla sede centrale di Union Camere a Roma. La conferenza si è svolta nella Capitale per volontà delle Tre Camere di Commercio riunite (Ragusa, Siracusa e Catania), il cui contributo è stato importantissimo per l'organizzazione dell'evento, «per far sì - è stato detto - che ChocoModica diventi un modello da esportare in tutta Italia». «L'edizione che sta per cominciare sarà, probabilmente, la più importante nell'ormai decennale storia di ChocoModica. Essa cade solo dopo poche settimane dall'ottenimento del marchio IGP, unico cioccolato al mondo a potersene fregiare», ha ricordato il sindaco di Modica Ignazio Abbate. Il presidente del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica, Salvo ...
  • 5 dicembre 2018

    Sinergia tra cultura, turismo e enogastronomia

    Il pranzo organizzato in occasione del convegno "L'arte del gusto, il gusto dell'arte" si è svolto ieri al Santa Maria della Scala, quale evento conclusivo dell'anno del cibo in Toscana. Occasione di approfondimento della sinergia tra arte, turismo e enogastronomia che in questi ultimi anni ha favorito un forte impulso economico alla regione. "Il turismo enogastronomico ha fatto passi da gigante nei diciotto anni di esperienza di Qualivita - ha sottolineato il direttore generale della Fondazione nata proprio a Siena, Mauro Rosati - che ha allargato la gamma dei prodotti DOP e IGP creando una vasta rete internazionale. Il forte legame che si è venuto a creare fra turismo, cultura e cibo ha prodotto valore economico e sociale. "Basti pensare ai nuovi musei (anche aziendali), ad eventi come 'Cantine aperte', alla formazione, al capitolo sagre e festival, all'informazione digitale, alla vendita diretta, alle strade dei sapori e alla sinergia multi-ambito quando si lega il ...
  • 5 dicembre 2018

    Culurgionis d’Ogliastra IGP, un patto tra produttori

    Il marchio IGP è solo il primo grande traguardo di un percorso durato quindici anni. Il culurgione è oggi il testimonial di un territorio ambizioso, dove tutti devono lavorare per il bene comune. L'unità di intenti nella promozione è uno dei temi ricorrenti al convegno di ieri mattina al Tonio Dei dal titolo: «La pasta apripista verso i mercati globali», dove la parola globale racchiude la forza della tradizione, del «come si faceva una volta», della semplicità, e le potenzialità di arrivare a mercati lontani, forti della qualità di un territorio, della filiera, delle maestranze. Parola d'ordine, quindi, cooperazione su tutti gli aspetti della produzione e distribuzione, dal marketing all'innovazione tecnologica, al controllo della filiera. «L'obiettivo - spiega Mauro Rosati, direttore Qualivita - è fare del successo di un prodotto il successo dell'intero territorio, come è stato per Gragnano o Modica o per le mele del Trentino». Quindi la sfida che si pone ...