Articoli Stampa

  • 30 agosto 2012

    Eataly New York, compleanno col record

    La RepubblicaIn dodici mesi sette milioni di visitatori. Non solo Roma, Milano, Genova, Torino e Bologna, Eataly è un fenomeno anche a New York. Nella Grande Mela il megastore tutto dedicato alla cucina tricolore compie due anni. Un'occasione perfesteggiare e pertirare le somme su questi primi 24 mesi di attività. «Forni e registratori di cassa sono caldi», questo il titolo di un articolo del New York Times che celebra l'idea di Oscar Fari netti e Joe Bastianich. Nel suo primo annodi attività, il grande centro vicino al Madison Square Park aveva avuto 70 milioni di dollari di utili e sei milioni divisitatori. Un risultato inaspettato che, però, è cresciuto ancora: nei secondi 12 mesi gli utili hanno raggiunto gli 85 milioni per 7 milioni di ingressi.
  • 30 agosto 2012

    Francia, la pubblicità spiega il prezzo del latte

    Italia OggiAnatomia del prezzo al dettaglio. E l'ultima tendenza della pubblicità in tempo di crisi e, come spesso accade in fatto di tendenze, proviene da Oltralpe. La catena di distribuzione francese U-Les nouveaux commerçants ha infatti lanciato una campagna stampa (nella foto) in cui spiega, costo per costo, come è giunta a definire il prezzo, 0,99 curo, di un litro di latte biologico. Trasparenza nei confronti del cliente ma anche dei fornitori la cui giusta remunerazione (0,43 curo, recita la campagna) è uno dei punti d'orgoglio dello stesso distributore. Sempre in pagina; il costo del trasporto (0,34 curo), i costi industriali (0,17 curo) senza dimenticare l'1sa (0,05 curo). Totale: 0,99. 1 margini verranno ottenuti da altri prodotti. 
  • 29 agosto 2012

    Nasce True Italian, una rete per promuovere la cucina italiana DOC

    Il MessaggeroROMA - L'Italia si prende la rivincita. Così, dopo anni di sudditanza dei mercati mondiali di fronte a Champagne e Camembert, soufflé e profiterolles, avanza nell'immaginario gourmet del mondo un buono tutto tricolore, che non è solo fatto di cuochi e di ricette, ma anche di prodotti, di culture, di storie. Un modello complesso, che crea mercato, compresi i suoi derivati perversi, ovvero tutte quelle variazioni sul tema della contraffazione che ci costano un immenso danno economico, oltre che confusione di immagine. Una grande occasione per lanciare la sfida del tricolore goloso, insomma. Come è successo in occasione delle Olimpiadi di Londra dove Casa Italia
  • 26 agosto 2012

    Siccità e maltempo presentano il conto

    Il Sole 24 OreL'allarme sul rincaro delle materie prime agricole va però ben oltre i confini nazionali. In ambito G2o proprio oggi i funzionari di Messico (attuale presidente del G2o), Usa (che assumeranno la presidenza il2 ottobre) e Francia (presidente di turno del forum di reazione rapida del G2o) terranno una prima riunione sul tema. Sullo sfondo c'è il timore di rivivere quanto accaduto nel 2007-2008, quando un mix perverso di alti prezzi delle commodities (agganciati ai contratti future), maltempo, quotazione del petrolio, boom dei biocarburanti e restrizioni all'export crearono tensioni politiche e sociali. Al momento lo spauracchio appare lontano. Ma guai a cullarsi. Questa estate infuocata ha picchiato sul Midwest americano 
  • 25 agosto 2012

    Vendemmia in calo dei 3,5% le previsioni

    AvvenireÈ la seconda più scarsa dal 1950. Tutta colpa del grande caldo. Ma per gli enologi la qualità non ne risentirà. Gli enologi l'avevano detto qualche mese fa, al loro congresso: il global warming fa paura alle campagne, ma non ai vigneti; in cantina gli effetti del grande caldo si possono padroneggiare. Puntuale, arriva la conferma: la vendemmia, partita in anticipo sotto la spinta di sette anticicloni, fa registrare un ulteriore calo della produzione (3,5% rispetto al 2011 e -8% su base quinquennale), mala qualità non ne risente. Anzi, se settembre non deluderà, secondo Assoenologi si potrà puntare a un millesimo "di alto livello". Il report annuale dell'associazione che raggruppa il 90% di enologi ed enotecnici è il più atteso,
  • 31 luglio 2012

    Export e food trainano Piacenza

    Il SOLE 24 ORE C'è il Molino Dallagiovanna che festeggia 8o anni di storia distribuendo farine di alta qualità in tutto il mondo. O Jobs Automazione che con i suoi centri di fresatura hi-tech si prepara a raddoppiare il fatturato globale grazie al Far East. E ancora Orton, Valvitalia, Cantine Casabella, marchi non certo blasonati, eppure sono le Pmi di agroalimentare, raccorderia e meccanica strumentale che stanno facendo largo al made in Piacenza sulle piazze internazionali. La provincia ha collezionato nell'ultimo anno e mezzo performance straordinarie in termini di export: ...
  • 31 luglio 2012

    Pane e insetti, il cibo del futuro

    Messaggero Hamburger alle cavallette, frullato di cicale e una salsa alle alghe su polpette sintetiche.Non è l'ultimo menu di un fast food ma il pasto tipo che potremmo consumare tra 20 anni.I prezzi del cibo, in particolare della carne, sono in costante aumento, la popolazione della terra continua a crescere e le preoccupazioni ambientali sono irrimediabilmente legate anche alla catena alimentare. 20120731_Messaggero.pdf
  • 31 luglio 2012

    Un’etichetta green per i prodotti

    Italia Oggi Bruxelles sta mettendo a punto un sistema di informazione ai cittadini sull'impatto ambientale basato sul ciclo di vita dei prodotti.Concettualmente qualcosa di non molto diverso dalle etichette che assegnano un colore e una classe agli elettrodomestici, secondo il consumo energetico.Solo che a essere misurata sarà l'impronta ecologica del prodotto, dalla nascita allo smaltimento, e, altra differenza, l'etichetta è solo una delle opzioni all'esame dei servizi della Commissione. 20120731_Italia_Oggi.pdf
  • 29 luglio 2012

    Francia, la difesa del fole gras diventa una questione di Stato

    La StampaLa Francia?Toglietele tutto, ma non il suo foie gras.Eppure il resto del mondo ha molte perplessità sui metodi per ottenerlo, la famigerata pratica del «gavage», l'alimentazione forzata di anatre e oche, e si chiede se il paradiso dei palati valga l'inferno dei palmipedi.Recentemente ci sono stati dei grossi problemi con la Germania e soprattutto con la California, dove dal 1° luglio una legge vieta la produzione e la vendita del prodotto, indignando i francesi. 20120730_La_Stampa.pdf
  • 29 luglio 2012

    La siccità Usa spaventa i mercati a secco la produzione di mais

    Messaggero La siccità ha reso inutilizzabile il 60% della produzione agricola e il 91% delle pasture, e piuttosto che vedere deperire le mucche o accettare di pagare i prezzi inflazionati dei mangimi, gli agricoltori preferiscono macellarle con mesi di anticipo.La pioggia è caduta con regolarità questa estate sulle fasce costiere degli Usa, maturando i pomodori ad est e l'uva a ovest.Ma il centro è rimasto all'asciutto nelle ultime undici settimane, e lo stato d'emergenza federale copre ora più di 1.500 contee. 20120730_Il_Messaggero.pdf
  • 29 luglio 2012

    Giro d’Italia a caccia dell’artigianalità doc

    Il SOLE 24 ORE Uno dei termini più inflazionati, abusati e perciò controversi in enogastronomia è artigianale.Gelaterie, pasticcerie, panifici,pastifici, salumifici,birrifici e tanti altri ancora fanno a gara nell'appiccicare l'attributo a qualsiasi loro prodotto, quasi fosse la parola magica capace di aprire i cordoni della spesa ad ogni tipo di consumatore.Se tutto ciò che viene venduto come artigianale sembra avere un potere attrattivo, è anche vero che ad oggi non esiste una sua definizione univoca.Cosa si voglia dire con artigianale resta oscuro, ognuno lo utilizza in base a criteri ...
  • 27 luglio 2012

    Istat – a luglio cresce l’indice di fiducia dei consumatori

    ISTATA luglio l'indice in base 2005=100 del clima di fiducia dei consumatori aumenta da 85,4 a 86,5.L'indice del clima economico generale sale da 60,3 a 68,6, mentre risulta in diminuzione quello del clima personale, che scende da 94,8 a 92,9.L'indicatore riferito al clima futuro aumenta (da 72,9 a 79,8), mentre quello relativo alla situazione corrente diminuisce (da 95,5 a 92,6).I giudizi e le aspettative sulla situzione economica dell'Italia risultano in miglioramento.Link utili: istat.it
  • 27 luglio 2012

    Bollicine made in Italy

    L'Espresso Le bollicine italiane guadagnano costantemente consensi. Tra le cantine va annoverata Berlucchi, che con la seconda generazione della famiglia Ziliani ha saputo onorare la primogenitura del Franciacorta con etichette di spessore. Innanzitutto il Satèn 2004 della linea di prestigio Palazzo Lana, il migliore Chardonnay vinificato e affinato in gran parte barrique di Tronçais di secondo passaggio, quindi tenuto in bottiglia sui lieviti per 48 mesi. 20120727_espresso_bollicine.pdf
  • 27 luglio 2012

    In Italia, dove sventolano le Bandiere del gusto

    Il Giornale Prima sono arrivatele «Bandiere blu» a suggerirci le località costiere più virtuose nei confronti della natura marina. Poi è stato il turno di quelle «arancioni» legate alla qualità turistico-ambientale del Touring Club. Ora arrivano le Bandiere del gusto che premiano le regioni con il maggiore numero di specialità salvate dall'estinzione e restituite al palato di tutti. Un'idea di Coldiretti, presentata pochi giorni fa a Roma in occasione dell'incontro «L'Italia che piace nell'estate2012: il turismo ambientale ed enogastronomico», organizzato con la Fondazione Univerde ...
  • 27 luglio 2012

    MANDARA, camorra e “bufale”

    Il Salvagente Il caseificio Mandara, secondo i magistrati della Dda di Napoli, è "una società di fatto a prevalente partecipazione mafiosa".Almeno dal 1983 quando il clan La Torre avrebbe sborsato 700 milioni di lire per diventare "socio" di Giuseppe Mandara, l'Armani della mozzarella come egli stesso si definiva.Il gruppo criminale di Mondragone, secondo gli atti dell'inchiesta, incamerava dai 150 ai 200 milioni di lire l'anno attraverso l'attività del caseificio che esportava mozzarella in molti paesi all'estero. 20120727_il_salvagente_Mandara.pdf
  • 26 luglio 2012

    Dop e Igp, garanzia di qualità. Valore aggiunto degli alimenti certificati è la sicurezza

    Occhio alla spesa Quando si acquista un prodotto, il consumatore deve affidarsi alla propria esperienza oppure andare a tentativi.Per chi cerca la qualità, come ci suggerisce il direttore di Qualivita Mauro Rosati, c'è però una soluzione più sicura ed efficace: scegliere i prodotti certificati. 20120726_Occhio_alla_spesa.jpg