Articoli Stampa

  • 25 Ottobre 2012

    La sesta edizione del migliore Asiago dop

    La Voce di RovigoDoppietta di Malga Porta Manazzo per le categorie vecchio e stravecchio. Più di 900 i visitatori, amanti del formaggio, hanno degustato nei banchetti allestiti presso l'elegante Country House Golf Club le specialità casearie prodotte ad alta quota: Asiago dop di malga, Castelmagno d'Alpeggio, Bitto (Valtellina), Monte Veronese d'allevo, Maccagno (Biella), Morlacco e Bastardo del Grappa, formaggi e ricotte affumicate di malga friulana ed altri provenienti da malghe della Val Venosta. Presenti con le malghe dell'Altopiano di Asiago e da tutto l'arco alpino anche una malga ...
  • 25 Ottobre 2012

    Il cibo che può battere la crisi

    il Sole 24 OreQuesta mattina al Lingotto di Torino accoglierà il ministro delle Politiche agricole, con cui ha collaborato strettamente nella stesura del provvedimento sulla difesa dei suoli, e aprirà ufficialmente la nona edizione della sua creatura più nota, il Salone del gusto. Ma l`inaugurazione che ha acceso più emozioni è stata quella di ieri sera, quando insieme a José Graziano da Silva ha incontrato contadini e produttori di 400 comunità provenienti da cento Paesi. Lontani i tempi in cui della manifestazione torinese emergeva solo il profilo gastronomico. Oggi le parole ...
  • 25 Ottobre 2012

    Il Parmigiano è uno solo ed è quello Dop

    Polis QuotidianoIl 28 settembre 2012 è stato pubblicato sul quotidiano 'Polis Quotidiano', a pagina 4, l'articolo dal titolo “entra in produzione il Parmigiano vegetariano”, nell'ambito del quale il formaggio descritto nell'articolo viene in reiterate occasioni associato e/o comparato al Parmigiano Reggiano. Con riferimento ai contenuti del suddetto articolo, il Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano, nell'esercitare il proprio diritto di rettifica, precisa quanto segue. […] E' doveroso precisare, nell'interesse dei produttori ma altresì del pubblico dei consumatori, che l'uso ...
  • 25 Ottobre 2012

    Basta con le bufale sulla nostra mozzarella

    il GiornaleIl giornalista del New York Times Sam Anderson, ha definito il sontuoso latticino campano «la grande balena bianca dei formaggi», come Moby Dick. Tanti i capitani Achab che cercano di conquistarla oltreoceano. Tra questi il più «in fissa» è tale Craig Ramini, che vuole realizzare il sogno della sua vita: fare con le sue mani una mozzarella degna di cotanto nome. Per ora, malgrado gli sforzi, il risultato è deludente e il prezzo alto. Eppure questo italianissimo oggetto del desiderio di tutto il mondo, non se la passa troppo bene. Colpa delnostrano talento per la zappa sui ...
  • 25 Ottobre 2012

    Accordo Ue: prolungati gli aiuti per la pesca

    AvvenireDopo circa 40 ore di difficile negoziato, l`Europa ha trovato un`intesa sul Fondo Europeo Marittimo e della Pesca, che raggrupperà tutti gli aiuti al settore tra il 2014 e il 2020. L`accordo è stato trovato a maggioranza su un testo di compromesso che delinea un equilibrio tra le posizioni di chi voleva il mantenimento dei sussidi tradizionali e quelli che si opponevano al prolungamento alle attuali condizioni. Proseguono, quindi, gli aiuti per il fermo provvisorio e definitivo della flotta, e gli aiuti per l`ammodernamento, sottoposti però a condizioni più rigorose delle attuali. ...
  • 24 Ottobre 2012

    Vino, cala il consumo sale la qualità

    La Gazzetta del MezzogiornoLe bottiglie a marchio Doc o Igp, o anche Dop, non avvertono gli effetti della crisi. Alimentazione, un tempo ne faceva parte in modo integrante anche il vino, considerato non come una bevanda. Negli ultimi decenni è calato il consumo procapite di vino ma è salita la qualità con cui brindiamo. Le bottiglie a marchio Doc o Igp, o anche Dop, non risentono della crisi. Negroamaro e Primitivo sono le superstar nei supermercati di tutta Italia, nonché ai primi posti nei desideri degli appassionati di tutto il mondo. La new entry, fra i vitigni che danno origine ai nobili rossi di Puglia, è il Nero di Troia. Per un vino nuovo da un vitigno antico, ecco la nascita nel 2011 di una nuova Doc chiamata «Tavoliere delle Puglie». […], da decenni esiste un'altra Doc che è quella di Castel del Monte
  • 24 Ottobre 2012

    Lucisano: più tracciabilità per la Mozzarella di Bufala Campana DOP

    Italia OggiMozzarelle di bufala taroccate lombarde, venete e un po' di tutta Italia. Il Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana Dop ha deciso di correre ai ripari. «Da un lato modificando il disciplinare attraverso provvedimenti per migliorare la tracciabilità e dall'altra producendo linee specifiche di prodotto per il canale della ristorazione, tra i più soggetti alla contraffazione», spiega Antonio Lucisano, direttore del Consorzio. Ma non basta visto che «la Grande distribuzione organizzata cavalca il fenomeno». Una truffa che arriva a costare fino a 100 mln l'anno di ...
  • 24 Ottobre 2012

    Marche terra di salumi

    Il Resto del Carlino - Bologna Tra i paesi dell'entroterra marchigiano la macellazione del maiale è un vero legame con la cultura contadina. Ancora oggi i contadini marchigiani sono veri cultori della produzione di salumi. Famosi in tutto il mondo i prodotti della tradizione gastronomica marchigiana sono un'eccellenza nelle tavole degli italiani. Le tecniche di lavorazione, realizzate con l'ausilio di tutte le tecnologie moderne, hanno mantenuto uno stretto rapporto con la tradizione. Un esempio è il Prosciutto di Carpegna. La salagione, fatta a mano è fondamentale per dare sapore alle ...
  • 24 Ottobre 2012

    In vetrina la cucina di qualità

    Il Quotidiano della Basilicata Specialità lucane, cucina, premiazione delle migliori aziende. Tutto questo è "Basilicata food and wine", il salone dell'eccellenza gastronomica lucana che, giunto alla sua seconda edizione, si terrà a Viggiano il 28 e 29 ottobre prossimi con un programma particolarmente fitto di appuntamenti rivolti sia agli operatori del settore cha agli appassionati della buona cucina. Oggi alle 10 la presentazione alla stampa presso il dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata. La kermesse [...] tende soprattutto a evidenziare lo stretto legame che gli chef ...
  • 24 Ottobre 2012

    Tre giorni fra i «Salumi d’autore»

    Il Giornale di Brescia Weekend di gusto con i piccoli produttori. Dalla Toscana il prosciutto stagionato sotto la cenere; da Norcia gli insaccati di cinghiale, con le specialità dell' Oltrepo pavese; anche i salami mantovani, la finocchiona e la rarissima mortadella di Prato. È dedicata ai «Salumi d'autore» la tre giorni organizzata in corso Garibaldi (26, 27 e 28 ottobre, dalle 10 alle 20) dal Comune di Brescia. Un appuntamento imperdibile per parlare con i produttori e degustare il meglio della tradizione nazionale di piccole aziende, consorzi di tutela delle Dop, produttori di enogas...
  • 23 Ottobre 2012

    Due nuove certificazioni made in Sicily

    Il Giornale di SiciliaIn linea con il nuovo pacchetto normativo e con gli orientamenti comunitari, l'assessorato alle Risorse agricole e alimentari istituisce i due marchi: «QS Sicilia» (QS acronimo di qualità sicura) e «Sicilia Chilometri Zero». Un comitato scientifico istituito presso il dipartimento Interventi strutturali avrà il compito di informare gli operatori, esaminare e istruire i disciplinari e supportare l'ufficio competente nell'istruttoria per la concessione dell'uso del marchio «QS». Potranno chiedere la certificazione QS tutte le imprese primarie, di lavorazione, ...
  • 23 Ottobre 2012

    L’industria dei falsi marchi un fatturato da 7 miliardi

    Il MessaggeroNon più solo borse e accessori: boom di farmaci, alimentari e cosmetici. Il Censis: la contraffazione brucia 110mila posti lavoro. Non c'è niente che non possa essere imitato, contraffatto, copiato, importato illegalmente. Non ci si ferma più - e da un bel pezzo - alle borse con il logo della griffe, ormai si riproduce tutto: dagli accessori dell'abbigliamento ai gioielli, alle calzature, agli oggetti di design, ai giocattoli, perfino i medicinali. E non è solo un problema etico, un'offesa alla creatività e all'impegno di chi produce, ma è un vero e proprio danno economico ...
  • 23 Ottobre 2012

    L’olio della Riviera dei fiori roccaforte della qualità

    Il Sole 24 OreNuove aziende di nicchia nate anche dall'autoimprenditorialità oltre ai marchi storici che vendono alla Gdo o per corrispondenza. Dopo la polverizzazione della filiera s'irrobustisce la produzione dop. «Terreno avaro, terreno insufficiente su roccia a strapiombo, terreno che franerebbe a valle e che l'uomo tien su con grand'opera di muraglie e terrazze. (...) milioni di metri quadri di muri a secco che (...) i nostri padri hanno, pietra per pietra, con le loro mani costruito». Così, nel 1911, lo scrittore Giovanni Boine tratteggiava con efficacia il panorama su cui gli imperiesi coltivavano, e tuttora coltivano, gli ulivi. Lo scriveva in un saggio intitolato "La crisi degli ulivi in Liguria" [...]. E se di crisi si parlava un secolo fa, dello stesso argomento si è parlato a più riprese, negli anni.
  • 22 Ottobre 2012

    Ricette al formaggio Dop

    Sapori d'Italia Consorzi di tutela dei formaggi Asiago, Mozzarella di Bufala Campana, Parmigiano-Reggiano e Pecorino Sardo Dop lanciano un gustosissimo concorso che vede come protagonisti i quattro grandi formaggi abbinati ad altrettanti interpreti di eccellenza: gli chef Massimo Bottura, Carlo Cracco, Gennaro Esposito e Luigi Pomata. Il pubblico appassionato di formaggio potrà inviare una ricetta su grandiformaggidop.com, rispettando due regole: utilizzare uno dei formaggi protagonisti e ispirarsi alla cucina tipica della regione di origine del formaggio scelto. Le 10 migliori ricette, ...
  • 22 Ottobre 2012

    “On the road” con uno stuzzichino

    La StampaSi diffonde l'abitudine del cibo da strada: gusti sempre più esotici e i prezzi restano convenienti. Un veloce hot dog tra i grattacieli di Manhattan, un gyros farcito passeggiando per le vie di Atene o una scodella di pho, brodo di carne con noodles di riso, per una delicata colazione in Vietnam. Tutto ed esclusivamente «on the road», tra bancarelle, chioschi e venditori ambulanti che con i loro odori e sapori penetrano nei ritmi delle metropoli. In tutto il mondo c'è un forte ritorno allo «street food» e in Italia la tendenza è confermata con una voglia tangibile di riscoprire i piatti da passeggio: tanto che più di 90 mila persone sono accorse a Cesena in occasione del recente Festival Internazionale del cibo di strada, e anche il prossimo Salone del gusto e Terra madre darà ampio spazio alla cucina tradizionale.
  • 22 Ottobre 2012

    Il made in Italia a tavola cresce sui mercati esteri

    Affari & FinanzaProdotti alimentari esclusivi, accompagnati da denominazioni di origine e spesso lanciati sul mercato da aziende di piccole dimensioni. L'alto di gamma è un fiore all'occhiello dell'alimentare italiano, segno caratteristico del mangiar bene, che oggi si trova a fare i conti con nuove opportunità (a cominciare dalla domanda crescente che arriva dai mercati emergenti) e criticità (il rallentamento della congiuntura in Occidente, in parte compensato dal boom dei consumi a km 0). Dario Righetti, partner di Deloitte e responsabile Consumer Business per l'Italia, inquadra il mercato. «Quello che da più parti viene definito luxory food è uno dei settori più reattivi di fronte alla crisi: dopo una flessione nel 2009, ci sono stati segnali di un'inversione di tendenza, rafforzati nel 2011».