day : 03/07/2018

  • 3 July 2018

    Via a WEBDOP, la prima ricerca sulla presenza delle IG nel mondo digitale

    Fondazione Qualivita pubblica i primi output del progetto di ricerca su presenza e sentiment delle DOP IGP italiane sui canali Web e social network Online il progetto “WEB DOP”, realizzato da Fondazione Qualivita, con il contributo del Mipaaft, con l’obiettivo di sviluppare un sistema di monitoraggio, ricerca e analisi sul “mondo digitale” legato alle Indicazioni Geografiche italiane,che produca uno studio sulla reale presenza e reputazione delle DOP IGP nazionali su internet e in particolare sui canali social. Nei prossimi 8 mesi, la ricerca, oltre a rappresentare il ...
  • 3 July 2018

    Cidre Cotentin DOP – Francia

    FRANCIA – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 166 del 03/07/2018 è stata registrata la denominazione Cidre Cotentin DOP, che, nel comparto Food, è la numero 104 delle DOP della Francia, la numero 9 della Classe 1.8. Altri prodotti dell’allegato I del trattato (spezie, ecc.) e la numero 249 nel totale delle denominazioni agroalimentari francesi.   Cidre Cotentin DOP - Francia Classe 1.8. Altri prodotti dell’allegato I del trattato (spezie, ecc.) Reg. Ue 2018/939 del 26.06.2018 - GUUE L 166 del 03.07.2018 Descrizione del prodotto: Il Cidre Cotentin DOP è ...
  • 3 July 2018

    Choucroute d’Alsace IGP – Francia

    FRANCIA – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 166 del 03/07/2018 è stata registrata la denominazione Choucroute d'Alsace IGP, che, nel comparto Food, è la numero 144 delle IGP della Francia, lanumero 56 della Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati e la numero 248 nel totale delle denominazioni agroalimentari francesi.   Choucroute d'Alsace IGP - Francia Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati Reg. Ue 2018/938 del 20.06.2018 - GUUE L 166 del 03.07.2018 Descrizione del prodotto:La Choucroute d’Alsace IGP è un ...
  • 3 July 2018

    Made in Italy irrinunciabile per la GDO

    L'assenza della grande distribuzione italiana all'estero? Per Luigi Scordamaglia, presidente di Federalimentare, non è un ostacolo all'export made in Italy: «La richiesta di prodotti italiani nel mondo è tale, ormai, che nei supermercati c'è comunque uno scaffale dedicato al made in Italy, a prescindere dalla proveninenza della catena distributiva che li possiede. La vera domanda, piutttosto, è: quegli scaffali, sono tutti occupati da prodotti realmente italiani?». Se insomma l'export agroalimentare italiano vale 41 miliardi di euro, e i prodotti Italian sounding valgono 9o miliardi, ...
  • 3 July 2018

    Mattarella contro i dazi

    «Ogni economia ha sempre da guadagnare dai mercati aperti. Questo vale particolarmente per il nostro Paese». Non usa mezzi termini il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per prendere di mira la "stagione" dei dazi in crescita e gli effetti che le chiusure commerciali possono avere su un Paese esportatore come l'Italia. L'occasione è stato l'undicesimo Forum internazionale della cultura del vino che si è tenuto ieri a Roma, presso l'Università LUISS. «Questo settore - ha concluso Mattarella - dimostra come i nostri produttori abbiano la capacità di superare la competiz...
  • 3 July 2018

    Gdo: Carrefour si allea con il gruppo Tesco per abbassare i prezzi

    I giganti francese e inglese della Gdo Carrefour e Tesco, negozieranno insieme, per spuntare prezzi migliori dai  loro principali  fornitori. Così il gioco delle alleanze internazionali continua. Dopo Auchan, Casino, Métro e Schiever, venerdì è stata la volta di Carrefour e Tesco che hanno scelto di unire le proprie forze.  Lunedì i due pesi massimi della distribuzione, che raggiungono i  145 miliardi di euro di giro d’affari,  hanno annunciato la loro unione internazionale. Sia per l’acquisto dei loro marchi propri, che rappresentano il 50%  delle vendite di Tesco  e il 25% ...
  • 3 July 2018

    Cidre Cotentin DOP, iscrizione denominazione – GUUE L 166

    FRANCIA - Iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette Cidre Cotentin DOP / Cotentin DOP - Classe 1.8 Altri prodotti indicati nell’allegato I del trattato (spezie ecc.) Fonte: GUUE L 166 del 03/07/2018
  • 3 July 2018

    Choucroute d’Alsace IGP, iscrizione denominazione – GUUE L 166

    FRANCIA - Iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni d'origine protette e delle indicazioni geografiche protette iscrizione denominazione Choucroute d'Alsace IGP - classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati Fonte: GUUE L 166 del 03/07/2018
  • 3 July 2018

    La Pitina è ufficialmente IGP: via libera dall’Europa

    La Pitina è Indicazione Geografica Protetta: il tradizionale salume a base di carni ovicaprine o di selvaggina ungulata, conservata grazie a un processo di affumicatura e a uno strato protettivo di farina di mais, è diventato prodotto IGP riconosciuto dall'Unione europea. La comunicazione ufficiale, da parte di Bruxelles, è giunta ieri, per la gioia di tutti gli artigiani del Pordenonese che la producono, secondo un'antica ricetta. Si tratta del 296esimo prodotto italiano a entrare nel registro della qualità UE: l'Italia è il Paese che gode del maggior numero di prodotti iscritti al ...
  • 3 July 2018

    Patrimonio e meno debiti l’agroalimentare è più forte

    Tra il 2011 e il 2016, anni attraversati dalla crisi economica, il settore agroalimentare italiano ha evidenziato la sua natura anticiclica con una redditività in crescita dal 7,8% all'8,6% «utilizzata per "mettere in sicurezza" le aziende, aumentando il grado di patrimonializzazione e riducendo i debiti». A inquadrare così il comparto è stato uno studio Nomisma per Agronetwork realizzato su un campione di oltre 5.400 bilanci di imprese di capitale del settore agricolo ed alimentare, «in grado di esprimere un fatturato cumulato di quasi 92 miliardi di euro». In base allo studio, pur a ...
  • 3 July 2018

    Vino, quel culto paziente del vitigno patrimonio italiano

    Nell'epoca del mordi e fuggi e delle fortune economiche che si creano (e distruggono) talvolta nell'arco di un mattino, ieri alla Luiss è stato celebrato il tempo che scorre lento. L'occasione, promossa dalla Fondazione Italiana Sommelier, è stato l'undicesimo Forum della cultura del vino, con la partecipazione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Più che di vitigni e terroir sì è parlato del «pensare artigiano» e dell'elemento più prezioso in agricoltura, il tempo. Produrre vino - ha spiegato il piemontese Angelo Gaja, sicuramente il più noto dei vignaioli ...