day : 13/11/2013

  • 13 November 2013

    Tepertős pogácsa STG – Ungheria

    Ungheria- Nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea L303 del 14 Novembre 2013 è stato registrato il Tepertős pogácsa STG , che è il numero 1 delle STG ungheresi, il nel totale 13 delle denominazioni.
  • 13 November 2013

    CO2 RESA: primo registro in UE emissioni settore agroalimentare

    CSQA Certificazioni, ente di certificazione italiano, leader nel settore agroalimentare, ha istituito CO2 RESA – Registro Emissioni Settore Agroalimentare: il primo Registro in Europa dedicato alla valorizzazione dei crediti di carbonio sul mercato volontario del settore agroalimentare, che produce il 18,8% del totale delle emissioni nazionali. Si parte, in sinergia con Valoritalia, società leader nel controllo del 70% della produzione di vino italiano a Denominazione di Origine, dal settore vitivinicolo che rappresenta il comparto dell’agroalimentare più attento a una gestione sostenibile delle emissioni. Nel registro verranno iscritte tutte le aziende che hanno messo, nei due anni scorsi, o metteranno in pratica azioni volte a ridurre le quantità di gas climalteranti emesse per la propria produzione.
  • 13 November 2013

    La chianina entra nel panino

    Pane tipo tartaruga, hamburger 100 per cento di carne Chianina Igp, salsa di noci, anelli di cipolla fritti, scarola e crema al percorino romano Dop. Sono questi gli ingredienti del nuovo panino Gran Chianina che da oggi e per tre settimane si potrà gustare nei 470 ristoranti Mc Donald's di tutta Italia, di cui 29 situati in Toscana.
  • 13 November 2013

    Hamburger di razza Chianina IGP all’insegna dello Standard Qualivita

    Martedì 13 Dicembre 2013, a Firenze, è stato presentato il nuovo menu Gran Chianina, con hamburger 100% di carne razza Chianina IGP frutto dell'accordo tra McDonald's, il Consorzio di tutela, la Fondazione Qualivita e gli allevatori delle regioni Toscana e Umbria. Il servizio del TG RAI.
  • 13 November 2013

    Presentazione Mc Donald’s Gran Chianina

    Brochure di presentazione del nuovo menu Mc Donald’s Gran Chianina a Firenze martedì 12 novembre 2013. Nato dalla collaborazione con il Consorzio di Tutela Vitellone Bianco IGP, gli allevatori della regione Toscana e Umbria e la Fondazione Qualivita, anteprima a Firenze del nuovo menu Mc Donald’s Gran Chianina, con hamburger 100% di Carne Chianina IGP. Vitellone_Brochure.pdf
  • 13 November 2013

    Rassegna Stampa 13 Novembre 2013

    Temi principali: Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale IGP, Toscano IGP, Maccheroncini di Campofilone IGP, OGM, EXpo 2015, Contraffazione, NAC, Indicazioni Geografiche, agropirateria
  • 13 November 2013

    Maccheroncini di Campofilone IGP – Italia

    Italia - Nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea GUUE L 302 del 13.11.2013 è stata registrata la denominazione Maccheroncini di Campofilone IGP che è la numero 101 delle IGP italiane e la numero 258 nel totale delle denominazioni.
  • 13 November 2013

    Hamburger di razza Chianina IGP nel nuovo menu McDonald’s

    Rassegna Stampa - Hamburger di razza Chianina IGP È stato presentato ieri, martedì 13 Dicembre, a Firenze il nuovo menu Gran Chianina, con hamburger 100% di carne razza Chianina IGP frutto dell'accordo tra McDonald's, il Consorzio di tutela, la Fondazione Qualivita e gli allevatori delle regioni Toscana e Umbria. Un’ importante occasione per promuovere la conoscenza di una filiera di eccellenza come quella del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP e per contribuire alla promozione e alla diffusione delle eccellenze italiane, che permetterà di assaggiare questa eccellenza del nostro Paese, fino al 4 dicembre in tutti i ristoranti McDonald’s italiani. Di seguito il link al servizione del TG RAI REGIONE e tutta la rassegna stampa disponibile per il download, come allegato.
  • 13 November 2013

    Olio toscano, l’export vale 500 milioni di euro

    QN L'obiettivo è il record: sono aumentate del 18,3% le esportazioni dell'Olio Toscano IGP nel primo semestre del 2013, con 258 milioni di valore esportato rispetto al semestre dell'anno prima. Se continua così, l'oro verde toscano esportato all'estero supererà i 500milioni di curo in valore, quasi il doppio rispetto al 2003. Sulle tavole straniere finiranno tra gli 80-90 mila quintali di olio tracciato e certificato (IGP e DOP) dei 160mila quintali previsti dalla campagna olivicola confermando un trend in crescita. Con paradosso: solo 3 bottiglie di olio certificato su 10 saranno consumate nel nostro Paese, tutto il resto, 7 su 10 quindi, sarà esportato. Ergo:lo straniero apprezza e acquista di più l'extravergine di qualità.
  • 13 November 2013

    Contraffazione, De Girolamo: i Nac presidio contro illegalità

    La Voce di Mantova «Le operazioni dei Nac-Nucleo Antifrodi Carabinieri hanno permesso di individuare alcuni nuovi circuiti di commercializzazione relative a produzioni contraffatte che venivano spacciate per produzioni a marchio di qualità DOP, IGP e STG. L'attività, inoltre, si è concentrata anche sull'e-commerce, al fine di proseguire gli accertamenti sulla diffusione in internet della vasta gamma di "cheese-kit" prodotti e commercializzati in Nuova Zelanda e Australia che evocano produzioni Made in Italy. Infine, sono stati effettuati controlli nel trasferimento di ri sorse europee che hanno fatto accertare frodi nel comparto agroalimentare per oltre 2,5 milioni di euro. La contraffazione dell'agro alimentare italiano non è più tollerabile, per questo dobbiamo usare ogni strumento a nostra disposizione per contrastarla e sconfiggerla.
  • 13 November 2013

    Così l’origine diventa un must

    Italia Oggi Nell'industria alimentare italiana c'è voglia di differenziarsi, di far capire la diversità. Lo ha fatto Coop con la nuova etichetta dove specifica l'origine delle materie prime, lo ha fatto Buitoni con la scelta della carne 100% italiana. Lo fanno le aziende di trasformazione del pomodoro. Il Consorzio Casalasco, azienda proprietaria del brand Pomì non vuole parlare della polemica tra Nord e Sud sulla produzione dei pomodori scatenata da una sua recente campagna pubblicitaria. Ma spiega che l'origine della materia prima in un prodotto come il pomodoro in scatola «è molto importante in quanto nel passaggio dall'azienda agricola allo scaffale interviene un confezionatore.
  • 13 November 2013

    Sugli Ogm si può trovare una terza via tra i sì e i no

    Il Sole 24 OreLa forza di un'esposizione universale che torna in Europa durante questi duri annidi crisi e affronta un tema davvero decisivo per il nostro destino, deve' essere innanzitutto questa e noi siamo determinati a non perdere l'occasione. Lo penso anche in relazione al dibattito che si è aperto a proposito di Ogm. Troppo spesso, infatti, sembra che il tempo si sia fermato e il tema, sicuramente complesso, rischia di essere affrontato allo stesso modo: stessi argomenti e stessa contrapposizione. Invece, abbiamo tutti bisogno di confrontarci e di capire meglio. Dobbiamo renderci conto che siamo in uno scenario nuovo e se vogliamo affrontare la questione con serietà non possiamo certo disconoscere che il progresso scientifico e lo stesso impianto normativo europeo in materia si sono notevolmente evoluti.