day : 26/07/2012

  • 26 July 2012

    Sagra del Pesce Azzurro e della Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP

    27 Luglio 2012 - La sagra festeggia la celebre "Rossa". Su iniziativa dell'Associazione Turistica Pro Loco Tropea, la sagra celebra i protagonisti della cucina tradizionale del luogo: la Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP, rinomata per le qualità organolettiche e per il gusto dolce e delicato, e il pesce azzurro. Durante l'evento sarà altresì possibile gustare specialità ottenute con metodi artigianali e secondo antiche ricette della tradizione contadina, prodotte dalle aziende locali.    
  • 26 July 2012

    Più cibo italiano nella ristorazione commerciale

    L’incontro fra il Ministro Mario Catania e i vertici di McDonald’s conferma la validità dello Standard Qualivita
  • 26 July 2012

    Il Kraški Zašink IGP iscritto nel registro europeo delle DOP e IGP – Slovenia

    Il Kraški Zašink IGP è un insaccato a base di carne di maiale ottenuto dalla porzione muscolare del collo dell’animale. Al termine della lavorazione, che dura almeno 12 settimane e comprende anche il periodo di stagionatura, il prodotto pesa almeno 0,9 kg, l’aroma è pieno e il sapore leggermente salato. Reg. Ue  681 del 24.07.2012 - GUUE L 198 del 25.07.2012 20120726_DISCIPL_Kraški Zašink.pdf
  • 26 July 2012

    La Vadehavslam IGP iscritta nel registro europeo delle DOP e IGP – Danimarca

    La Vadehavslam IGP, carne di agnello di razza Texel (pura o incrociata), viene prodotta nella regione del  Mare di Wadden dove gli animali vengono allevati al pascolo sui terreni palustri e i prati salmastri tipici della zona. Questo tipo di allevamento influisce sulla struttura degli esemplari, che sono più grandi e carnosi, oltre che sulla qualità della carne, che risulta povera di grassi e dal gusto leggermente salato.Reg. Ue  682 del 24.07.2012 - GUUE L 198 del 25.07.2012 201207126_DISCIPL_Vadehavslam.pdf
  • 26 July 2012

    La Szőregi Rózsatő IGP iscritta nel registro europeo delle DOP e IGP – Ungheria

    La Szőregi Rózsatő IGP è una rosa migliorata a radice nuda, coltivata da oltre un secolo in alcuni territori della provincia di Csongrád attraverso tecniche di innesto tradizionali e oramai consolidate. Reg. Ue  678 del 16.07.2012 - GUUE L 198 del 25.07.2012 20120726_DISCIPL_Szőregi Rózsatő.pdf
  • 26 July 2012

    L’Uva di Puglia IGP iscritta nel registro europeo delle DOP e IGP – Italia

    L’Uva di Puglia IGP è l’uva da tavola delle varieta' Italia b., Victoria b., Regina b., Michele Palieri n., Red Globe rs. prodotta nei territori posti al di sotto dei 330 metri s.l.m. nelle province di Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Taranto e Lecce. Ha un grappolo uniforme, con acini dal colore brillante e polpa croccante, caratteristiche che la rendono molto apprezzata sia in Italia che all’estero. Reg. Ue  680 del 24.07.2012 - GUUE L 198 del 25.07.2012 20120726_DISCIPL_Uva di Puglia.pdf
  • 26 July 2012

    Lo Squacquerone di Romagna DOP iscritto nel registro europeo delle DOP e IGP – Italia

    Lo Squacquerone di Romagna DOP viene prodotto nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Bologna e parte di quella di Ferrara, è un formaggio a maturazione rapida, con pasta molle di colore bianco-madreperlaceo, di consistenza cremoso-gelatinosa e spalmabile, dall’aroma delicato di latte e con note erbacee. Reg. Ue 679 del 24.07.2012 - GUUE L 198 del 25.07.2012 20120726_DISCIPL_Squacquerone di Romagna.pdf
  • 26 July 2012

    Dop e Igp, garanzia di qualità. Valore aggiunto degli alimenti certificati è la sicurezza

    Occhio alla spesa Quando si acquista un prodotto, il consumatore deve affidarsi alla propria esperienza oppure andare a tentativi.Per chi cerca la qualità, come ci suggerisce il direttore di Qualivita Mauro Rosati, c'è però una soluzione più sicura ed efficace: scegliere i prodotti certificati. 20120726_Occhio_alla_spesa.jpg
  • 26 July 2012

    Fascette antifalso sui cibi di qualità

    Italia Oggi La Camera introduce una raffica di norme contro la contraffazione dell'agroalimentare made in Italy. L'iter di approvazione del decreto crescita (dl 8312012) alla Camera dei deputati ha portato significative sorprese per il settore agricolo e in particolare quello olivicolo. Viene infatti introdotto il limite di 30 mg/kg di alchil esteri per gli oli extra vergini «che sono etichettati con la dicitura «Italia» o «italiano», o che comunque evocano un'origine italiana». 20120726_Italia_Oggi_etichette.pdf