Q-BLOiG

  • 22 June 2017

    Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP, Mengoli: “certificazione vincente per consumatori, produttori e biodiversità”

    Nel 1998 le pregiate carni delle razze bovine Chianina, Marchigiana e Romagnola, sono state valorizzate con l’iscrizione nel registro UE delle IGP con il nome di Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP; il Consorzio di Tutela è stato riconosciuto ufficialmente nel 2004 e Stefano Mengoli lo guida come presidente fin dalla sua costituzione. Quante cose sono cambiate in quasi 15 anni? “Tutto, eccetto che il presidente - dice sorridendo Stefano Mengoli. A parte gli scherzi, in questi anni sono cambiate tante cose, perché è stato un periodo impegnativo per il settore delle ...
  • 19 June 2017

    Consorzio Arancia di Ribera DOP, Pasciuta: “produzione a rischio per mancanza di acqua”

    Un percorso lungo quello della DOP Arancia di Ribera, che come tante altre denominazioni ha aspettato alcuni anni prima di vedere riconosciuta l’iscrizione al registro europeo delle DOP IGP. Negli anni ‘90 del secolo scorso, la prima associazione di produttori già guidata da Giuseppe Pasciuta, aveva iniziato l’iter per la richiesta dell’IGP, poi evoluta nella richiesta di DOP. Alcuni intoppi nel percorso e finalmente nel 2011 la protezione comunitaria, che quando arriva trova una realtà già strutturata, con una buona esperienza di marchio collettivo e in attesa solo di partire con ...
  • 16 June 2017

    Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP, Ligasacchi: “prodotti di qualità, ma al tempo stesso sempre più magri e salubri”

    Zampone e Cotechino Modena IGP sono due prodotti iconici della tradizione gastronomica invernale italiana, aspetto che rischia di penalizzare le vendite in altri periodi dell’anno.  Cosa sta facendo il Consorzio di tutela, da tempo impegnato per riposizionare la vendita delle IGP Zampone e Cotechino Modena nell’arco di tutto l'anno, per liberarli dal cliché, se pur gradito, di prodotti tipici delle festività natalizie? “Oggi le vendite sono sicuramente più distribuite nel corso dell’ anno rispetto al passato - spiega Gianluigi Ligasacchi, direttore del Consorzio di tutela ...
  • 14 June 2017

    Consorzio Mozzarella DOP, Saccani: “con la Reggia di Caserta anticipiamo 2018 anno del cibo italiano”

    Tutto è nato un anno e mezzo fa dall’incontro di due emiliani a Caserta. Tutti e due arrivati quasi contemporaneamente, Pier Maria Saccani, da Parma, direttore del Consorzio di tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP e il nuovo direttore della Reggia di Caserta, Marco Felicori, da Bologna. Cosa è successo dopo il vostro primo incontro? “Ci siamo conosciuti e abbiamo iniziato a parlare delle nostre attività. Per me, come neo direttore del Consorzio, c’era la priorità di trovare una nuova sede, uno spazio più adeguato alle nostre esigenze, per lui, Mauro Felicori trapiantato da ...
  • 12 June 2017

    Consorzio Tutela Vini Etna DOC, Mannino: “i vini hanno sempre più successo, ma ci frena la burocrazia”

    Filo diretto con i Consorzi di Tutela Giuseppe Mannino da due mandati è presidente del Consorzio Vini Etna DOC, che rappresenta circa 100 aziende di numerosi comuni della provincia di Catania. Oggi i vini dell’Etna, rappresentano una delle eccellenze vitivinicole dell’isola e se le classifiche di settore confermano lo stato di grazia dell’enologia siciliana in generale, le stesse classifiche proclamano fra i vini più premiati proprio quelli prodotti alle pendici del vulcano. Questi risultati sono stati ottenuti grazie alla riscoperta e alla valorizzazione di molti vitigni autoctoni, ...
  • 8 June 2017

    Consorzio Mortadella Bologna IGP, Marconi: “qualità IGP e comunicazione per parlare al consumatore”

    Corradino Marconi sta per concludere il suo terzo mandato come presidente del Consorzio Mortadella Bologna IGP.   Presidente Marconi, cosa è successo in questi ultimi sette anni nel comparto dei salumi italiani? “Il quadro generale del consumo di salumi in Italia, in questo arco di tempo, è molto cambiato, siamo passati da un mercato maturo crescente a un mercato maturo decrescente. Tradotto in cifre vuol dire che negli ultimi sette anni siamo passati da un mercato complessivo di 7 miliardi di euro nel 2010 ai 6 miliardi e mezzo di euro di adesso”. Cosa ha portato a ...
  • 6 June 2017

    Consorzio Prosecco DOP, Giavi: “il nostro obiettivo è la sostenibilità totale”

    Continua il trend in crescita per il Prosecco DOP che chiude il primo quadrimestre del 2017 con un andamento positivo sia nel mercato interno che per quanto riguarda l’export. Luca Giavi, come direttore del Consorzio di tutela Prosecco DOC , ha assistito e contribuito alla crescita mondiale di una denominazione che corre dietro a una domanda forte sia sul mercato italiano che all’estero. Come stanno andando i mercati esteri? "Nei mercati stranieri la crescita è continua, anche se non sono più le performance straordinarie di alcuni anni fa, sono comunque numeri molto importanti. ...
  • 9 December 2015

    Geographical indications: an incredible journey far from being completed

    Geographical indications are often associated with amazing journeys. While today you can easily buy such unique products in a shop close to you or even online, traveling to the places where they are made to discover the people, the culture, the places behind these products maintains a magical charm. Let us dream for a few seconds: From China, to enjoy a cup of Longjing tea, to Scotland for a glass Scotch whisky. From the provinces of Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna and Mantova in Italy to taste the unique Parmigiano Reggiano PDO, to Nariño in the western part Colombia to discover ...
  • 10 March 2015

    Se i grandi cuochi stellati italiani si mettono al servizio dell’agricoltura

    Nei giorni scorsi presso il Ministero delle politiche agricole si è tenuto il primo Forum della cucina italiana: un interessante incontro tra il ministro Martina e una rappresentanza dei più noti chef stellati italiani. L'idea di fondo era chiara: valorizzare il "grande potenziale inespresso" della cucina italiana dentro e fuori i confini nazionali per costruire "un pezzo vero di futuro per il paese". Ma se il concetto funziona, come spesso succede, le difficoltà emergono nel trasformarlo in qualcosa di concreto. Gli chef, infatti, grazie alle loro capacità e al loro impegno, possono ...