Tag: WINE ECONOMY

  • 4 December 2019

    Vino, Friuli DOP: un Consorzio entro sei mesi per il rilancio

    Il ricambio generazionale, nel settore del vino, ha il volto e il ciuffo di capelli corvini di Michele Pace Perusini, eletto presidente, a 28 anni, della sezione vitivinicola di Confagricoltura. Un'associazione che annovera nelle sue fila oltre 500 aziende e alcuni tra i nomi più importanti che operano tra Carso e Grave. Pace Perusini sarà affiancato nel suo incarico triennale dai vice Michelangelo Tombacco e Gianni Napolitano. «Ho fiducia nella squadra - dice il giovane numero uno -, ma prima di tutto è doveroso il mio più sentito ringraziamento a Roberto Felluga per l'impegno e per il ...
  • 4 December 2019

    Amazon lancia una propria linea di vini, tra questi un Garda DOP

    Con il Black Friday, Amazon ha venduto anche i propri vini. Per 19,99 euro è stato possibile, per gli utenti di Amazon Prime, acquistare un cartone da 6 bottiglie a marchio Compass Road, il primo brand privato del colosso statunitense del commercio elettronico. La gamma comprende sei vini: Merlot, Chardonnay, Grenache rosé, Dornfelder, Riesling e Pinot grigio Garda DOP. Un prezzo superiore rispetto ai 14,99 euro richiesti in Germania, dove Compass Road ha iniziato la propria attività di vendita e dove al posto del Pinot grigio si poteva acquistare un Dornfelder prodotto nell’Assia ...
  • 2 December 2019

    DOP IGP e STG gli 822 marchi del Made in Italy

    Qualità garantita. Cresce su scala globale la popolarità dei prodotti DOP, IGP e STG  e l'Italia è leader. Tra vini, formaggi, olio extravergine, salumi, carni, frutta e verdura sono 822 i marchi del made in Italy registrati nella Ue su 3.036 totali, più della Francia e della Spagna. Erano una nicchia, all'origine, ora sono un business che vale oltre 15 miliardi di euro. A breve saranno inclusi nella lista delle specialità protette anche gli spaghetti all'arnatriciana, il piatto reso ancora più simbolico dopo il terremoto dell'agosto 2016: la domanda di registrazione come Speciali...
  • 26 November 2019

    Consorzio Vini Mantovani, arriva il bilancio produttivo delle denominazioni DOP e IGP

    Il Consorzio Vini Mantovani traccia un bilancio produttivo delle denominazioni DOP e IGP mantovane, esaminando i dati ufficiali forniti da Regione Lombardia dal 2013 al 2018. Parliamo complessivamente di 45.366,71 ettolitri di vino finito a denominazione mantovana prodotto nel corso del 2018 nella Provincia di Mantova, che rappresenta il 3,8% dell'intera produzione regionale di DOP e IGP. Di questi ettolitri, il 70% circa è rappresentato dalle IGP e il restante 30% del Lambrusco Mantovano DOP e, in misura minore, dal Garda Colli Mantovani DOP. Nel 2018 sono stati rivendicati dai produtt...
  • 22 November 2019

    Autunno da Globetrotter per il Prosecco DOP che gira il mondo

    Nel loro continuo solcare il mappamondo i Globetrotter del Prosecco DOP, dopo una intensa attività di masterclass tenute a Taiwan e rivolte ad operatori e wine lovers, sono approdati solo pochi giorni fa a Melbourne per partecipare, in qualità di sponsor principale, al Business Award Gala promosso dalla Camera di commercio italiana in Australia. Per la comunità di connazionali che vive nel Quinto Continente si tratta del più importante evento dell’anno e della migliore occasione per ripercorrere le tracce dei sapori della cucina italiana grazie a piatti ottenuti nel più ...
  • 18 November 2019

    La Regione Liguria chiede più spazio per i vigneti

    Un territorio fragile che ha bisogno di cure costanti e che può trovare una sua redditività nell'impianto di vigneti. Ma secondo la legislazione dell'Unione Europea, ogni anno può essere concesso soltanto l'1% rispetto alla superficie già coltivata con uva da vino. Nel caso della Liguria, questo limite può costituire un disincentivo agli investimenti in imprese già piccole e che si trovano in territori già difficilmente coltivabili come i terrazzamenti collinari. In più a volte sulle «fasce» si trovano degli ulivi non curati e abbandonati, dal basso valore produttivo. Ma anche ...
  • 24 October 2019

    Asolo Prosecco DOP, vendite in aumento del 23% rispetto al 2018

    La marcia dell’Asolo Prosecco DOP non si ferma: nei primi nove mesi del 2019 le vendite sono aumentate del 23% rispetto a quelle dell’anno precedente. Nello stesso arco di tempo sono state collocate sul mercato circa 12 milioni di bottiglie, di fatto quasi quanto in tutto il 2018, che aveva chiuso l’anno a quota 12,6 milioni. Investire sulla propria identità territoriale – dichiara Ugo Zamperoni, presidente del Consorzio di Tutela dell’Asolo Prosecco – è la scelta migliore che si possa fare nel mondo del vino. Noi abbiamo investito sull’identità di un Prosecco Superiore ...
  • 16 October 2019

    Cresce la domanda di Prosecco biologico, il Consorzio sblocca la quota BIO della riserva vendemmiale

    Il Prosecco Doc biologico accelera sul mercato più del prodotto tradizionale, la vendemmia appena conclusa ha segnato una resa produttiva inferiore alle aspettative e, alla luce di tutto ciò, il Consorzio di Tutela ha deciso di presentare l'istanza alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia per lo sblocco della riserva vendemmiale Prosecco DOC biologico 2018, pari a 10.380 ettolitri, al fine di perseguire l’equilibrio di mercato. La scelta è stata condivisa all'unanimità dall’intero Consiglio di Amministrazione, sempre particolarmente attento a premiare quanti si impegnano sul ...
  • 27 September 2019

    La regolazione del mercato dei vini a Denominazione di Origine

    Il benchmark con lo Champagne, il ruolo chiave della filiera informativa e i casi Conegliano Valdobbiadene - Prosecco DOP e Chianti Classico DOP Nell’ambito dell’incontro “Regolare il mercato delle filiere vitivinicole nella prospettiva di riforma della PAC” organizzato dal Centro studi GAIA dell’Accademia dei Georgofili e presieduto dal prof. Alessandro Pacciani, che si è svolta a Firenze il 26 giugno 2019, è stato presentato dall’accademica Daniela Toccaceli uno studio commissionato da CREA PB che ispirandosi al caso dello Champagne individua nuove soluzioni organizzative per ...
  • 27 September 2019

    QUALIVITA-ISTAT – Export vino superati per la prima volta 3 miliardi nel primo semestre, +3,1% sul 2018

    Superano i 3 miliardi di euro le esportazioni di vino italiano nel primo semestre 2019: non era mai accaduto prima. Una crescita in valore che arriva al +3,1% rispetto al primo semestre 2018 (2,9 miliardi di euro), che a sua volta aveva segnato un +4,1% sull’analogo periodo del 2017 (2,8 miliardi). Secondo le elaborazioni dell'Osservatorio Qualivita Wine su dati Istat, in termini di valore, le esportazioni hanno segno positivo per i due principali mercati di destinazione USA (+1,9%, per un valore di oltre 736 milioni di euro) e Germania (+3,7% per 514 milioni di euro), mentre mostrano un ...
  • 25 September 2019

    Italia, il popolo degli enoturisti arriva a 14 milioni

    Trent'anni fa i primi turisti con la passione della degustazione hanno cominciato a bussare alle porte delle cantine. Esploratori fiduciosi che non avevano nemmeno la certezza di essere accolti con un bicchierino. Oggi gli enoturisti sono milioni. Organizzati, preparati e con il palato abituato all'assaggio. Discepoli capaci di superare il maestro nel raccontare questo o quel barolo. L`enoturismo in Italia è cresciuto. In modo esponenziale, fino a diventare un affare di Stato. È della scorsa primavera il primo decreto che lo regolamenta: linee guida e indirizzi in merito a requisiti e ...
  • 16 September 2019

    L`export fa volare i vini italiani DOP

    Erano 53-55 milioni di ettolitri nel 2018 ( +31% su base annua), di cui quasi 20 milioni indirizzati verso i mercati esteri. Saranno probabilmente (secondo la stima congiunta di Unione Italiana Vini, Ismea e Assoenologi) 46 milioni di ettolitri (-16% su base annua) nel 2019. Resteremo comunque leader mondiali nella produzione di vino, anche perché i diretti competitor (Francia e Spagna) caleranno pure loro. Primi produttori, secondo esportatori (in valore) dietro la Francia con 6,2 miliardi di euro (i francesi stanno tra gli 8,5 e i 9 miliardi). Il boom del vino italiano si chiama export, ...
  • 5 September 2019

    Il mea culpa di Zaia sul Prosecco

    La vendemmia del Prosecco deve ancora cominciare e i consorzi hanno già deciso di accantonarne una montagna: 800.000 quintali pari a 600.000 ettolitri di vino cioè 80 milioni di bottiglie. Non è un pettegolezzo dei soliti criticoni che ce l’hanno con le bollicine venete. È un dato emerso, come ha scritto Andrea Passerini sulla Tribuna di Treviso, all’ultima riunione promossa l’altro giorno dalla Coldiretti a Oderzo. Nonostante una brutta grandinata, infatti, la quantità di vino in arrivo rischia di essere così abbondante da abbassare i prezzi perfino al di sotto di quelli già ...
  • 1 August 2019

    Vendemmia, al via le stime unificate

    Si chiude la stagione dei "balletti di cifre" sulle stime della vendemmia in Italia. Da quest`anno, per la prima volta dopo decenni, Ismea e Unione italiana vini da un lato e Assoenologi dall'altro, e organizzazioni che storicamente redigono due distinti outlook sulla produzione divino in Italia, comunicheranno un'unica previsione sulla vendemmia. E lo faranno in un incontro pubblico al Ministero delle Politiche agricole a Roma il prossimo 4 settembre. La novità che a molti potrebbe sembrare una tecnicalità da addetti ai lavori in realtà è importante. Perché il rincorrersi di più ...
  • 31 July 2019

    Chianti DOP, grande annata per la vendemmia 2019

    Il 2019 promette di essere una grande annata per i vini della Denominazione Vino Chianti DOP: il clima favorevole, soprattutto nella parte finale della stagione, e gli importanti investimenti fatti negli anni scorsi sui vigneti, daranno un prodotto di grande qualità alle aziende del Consorzio Vino Chianti. "L'uva è molto sana, non ci sono problemi di natura fitosanitaria - dice il presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi -. Le quantità sono nella norma e, grazie all'abbattimento del 10% della produzione che abbiamo richiesto alla Regione Toscana, avremo volumi che ci ...
  • 31 July 2019

    IWSR: il mercato del futuro di vino e alcolici guidato dai cambiamenti economici e sociali

    I consumi globali cambiano ed evolvono, guidati da input e dinamiche di natura assai diversa: tecnologia, economia, ambiente circostante, in questo senso, guideranno anche le scelte dei consumatori ed il loro approccio al beverage ed agli alcolici nei prossimi anni, come racconta l’analisi sugli sviluppi del mercato della birra, del vino, e degli altri alcolici del Global Trends Report dell’IWSR - International Wine and Spirits Research. Prima di tutto, i consumi si fanno sempre più complessi: i nuovi marchi entry level aiuteranno i consumatori ad assecondare la propria curiosità ed ...