Argomento: Vin Santo del Chianti DOP

  • 6 aprile 2018

    Vinitaly: il Consorzio Vino Chianti sarà presente con 142 aziende

    142 aziende presenti, di cui 52 con un proprio stand, un'area espositiva di ben 300 metri quadri e un desk istituzionale ad hoc dedicato al Vin Santo del Chianti DOP, con 60 etichette, per il terzo anno consecutivo. Con questi numeri il Consorzio Vino Chianti si presenta alla 52° edizione di Vinitaly, in programma a Verona dal 15 al 18 aprile. L’appuntamento più atteso dai produttori italiani si conferma essere una vetrina importante, anche a livello internazionale. Lo scorso anno l’edizione del Vinitaly si è chiusa con oltre 128 mila visitatori e un aumento deciso dei buyer stranieri. Pronte le aziende del Consorzio, forti del successo dell’ultimo evento all’estero, il Prowein di Dusseldorf. Ci saranno i prodotti di tutte le sette zone del Chianti DOP a rappresentare quasi tutto il territorio toscano con le provincie di Firenze, Siena, Arezzo, Pisa, Prato e Pistoia. L’anno scorso, si ...
  • 14 dicembre 2017

    Vino: accordo fra il Consorzio Vino Chianti e istituto di credito per sostenere le aziende vitivinicole

    Un pacchetto di misure ad hoc per la crescita a sostegno dei produttori aderenti al Consorzio Vino Chianti messo a disposizione da Banca Monte dei Paschi di Siena. E' quanto prevede l’accordo siglato dal Consorzio e dall’istituto di credito per aiutare le aziende vitivinicole toscane all'indomani di una stagione complicata caratterizzata da siccità e gelate. BMps ha predisposto diverse linee di prodotti destinate specificatamente alle attuali e più evolute esigenze finanziarie delle imprese vitivinicole associate al Consorzio prevedendo in particolare misure a sostegno delle aziende colpite da calamità naturali. Obiettivo del pacchetto è favorire infatti il più elevato ritorno economico possibile per le imprese e per il territorio, attraverso la promozione di una crescente qualità del prodotto, la diluizione e la programmazione delle normali vendite e, infine, la stabilizzazione dei prezzi di mercato. “Siamo convinti che sia quanto mai necessario lavorare in ...
  • 11 luglio 2016

    Consorzio Vino Chianti: Busi presidente per altri tre anni

    Giovanni Busi confermato presidente del Consorzio Vino Chianti. Busi stato eletto dal consiglio direttivo all'unanimità e guiderà il Consorzio per i prossimi tre anni, fino a luglio 2019, insieme ai vicepresidenti Mino Niccolai, presidente della cantina di Geggiano e Pontignano e Ritano Baragli, presidente della cantina sociale Colli Fiorentini, anch'essi riconfermati dal nuovo Cda. Busi, 56 anni, è titolare di Villa Travignoli dei Conti Busi che dirige dal 1989. Ha dichiarato: "Intendiamo rafforzare ancora di più la denominazione Chianti attraverso una scelta meticolosa dei mercati su cui il nostro vino dovrà affacciarsi". Il Consorzio Vino Chianti conta 3.500 aziende socie, 15mila ettari di vigneto e 110 milioni di bottiglie all'anno. Il primo mercato è quello italiano che assorbe il 27% della vendita: a seguire USA, Germania, Inghilterra e Giappone. Fonte: Corriere di Siena SCARICA L'ARTICOLO COMPLETO
  • 13 ottobre 2015

    MONITOR DISTRETTI TOSCANA – Boom export per vini del Chianti e Olio di Lucca

    Il secondo trimestre 2015 vede una grande crescita per l'export dei vini del Chianti (+37,7%) e Olio di Lucca (+25%) nel comparto agroalimentare della Toscana: il dato emerge dal Monitor Distretti Toscana realizzato dalla Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo. Lo studio relativo al secondo trimestre 2015 evidenzia un'accelerazione complessiva per le esportazioni dei distretti industriali toscani (+7,1% pari quasi a 255 milioni di euro aggiuntivi) in linea con la media dei distretti italiani. Il comparto agroalimentare della Toscana registra nel secondo trimestre 2015 una netta crescita dell'export (+19,9%), risultato trainato dai vini del territorio del Chianti (in cui spiccano le denominazioni Chianti DOP, Vin Santo del Chianti DOP) grazie alle straordinarie performance ottenute sul mercato USA (+65,8%) e agli ottimi andamenti in Germani, Cada, Svizzera e Regno Unito; a questo si affianca l'olio di Lucca (compresa la denominazione Lucca DOP) che mostra un ...
  • 4 giugno 2013

    Accordo per l’export del Chianti a Pechino

    Il Sole 24 Ore Dal nostro corrispondente «Vogliamo che in Cina il gallo sia nero e non bianco».Non è un gioco di parole: Bian Zhenhu, presidente della Camera di commercio cinese per l'import-export di prodotti alimentari, sfoggia all'occhiello della giacca il simbolo del consorzio Chianti classico, il più antico e prestigioso tra quelli italiani, annodi nascita 1924. Un animale portafortuna, il gallo, per la cultura locale, un simbolo ricevuto in dono all'ultima edizione di Vinitaly alla quale i cinesi hanno partecipato numerosi e, firmando un protocollo importantissimo per il vino Made in Italy, il primo che riguarda un consorzio italiano, per un'intesa quadriennale di cooperazione per l'import di vino italiano, il presidente esorta i produttori ad essere accorti e coerenti. 20130604_Sole_24_Ore_1.pdf
  • 1 marzo 2013

    Conferma Consorzio Chianti Colli Fiorentini – GU 52 02/03/13

    ITALIA - Riconoscimento del Consorzio Chianti Colli Fiorentini e conferimento dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi relativi al Vin Santo del Chianti Colli Fiorentini DOP e le funzioni di cui all'articolo 17, comma 1 del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per il Chianti Colli Fiorentini DOP.