Argomento: Terra d’Otranto DOP – Olio EVO

  • 14 Marzo 2018

    Terra d’Otranto DOP – Olio EVO, approvazione modifiche Statuto – GURI n. 61

    ITALIA - Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio olio DOP Terra d'Otranto Fonte: GURI n. 61 del 14.03.2018
  • 18 Dicembre 2017

    Puglia – Olio DOP Terra d’Otranto: produttori pronti al reimpianto ma con regole precise

    Produttori pugliesi pronti al reimpianto di cultivar di ulivo tolleranti al batterio della xylella fastidiosa. "Ma servono regole precise e un coordinamento regionale - sottolinea il presidente del Consorzio Olio DOP  Terra d'Otranto" Presto il decreto ministeriale con le procedure da applicare.  All'indomani della pubblicazione delle modifiche della Decisione di esecuzione europea che autorizza al reimpianto , l'attenzione si sposta  da Bruxelles all'Italia, chiamata, attraverso un decreto ministeriale, a recepire quanto prima la nuova Decisione Ue. In realtà, come spiega anche ...
  • 23 Luglio 2015

    Unaprol, il 40% della tracciabilità olivicola parla pugliese

    L'olivicoltura pugliese e' caratterizzata da un'ampia gamma di varietà, si arriva a contarne più di 50. Cinque le DOP presenti nella regione; rispettivamente nelle province di: Brindisi (Collina di Brindisi DOP), Foggia (Dauno DOP), Bari (Terra di Bari DOP), Lecce, Taranto e Brindisi (Terre d'Otranto DOP), Taranto (Terre Tarantine DOP). Delle 700 filiere e 7000 aziende in tracciabilità organizzate dal consorzio olivicolo italiano, infatti, ben 150 filiere ed oltre 3000 aziende hanno origine pugliese. In Puglia la superficie investita ad olivo e' di circa 375 mila ettari. Il 15% delle ...
  • 19 Giugno 2015

    Olio di Puglia, scommessa per il futuro

    Sessanta milioni di piante distribuite su 377.000 ettari ne fanno la prima regione d'Italia in termini di superficie dedicata agli uliveti, pari a circa il 32% del totale nazionale. La Puglia conta 190mila imprese nel comparto olivicolo, di cui oltre il 99% dedite alla coltivazione di olive da olio. La produzione media di olive è di poco sotto ai 12 milioni di quintali, circa il 35% del totale italiano, per un valore che si aggira intorno al mezzo miliardo di curo. La maggior parte degli uliveti si concentra nelle province di Bari e Lecce, rispettivamente con 99.800 (26,4%) e 90.550 ...
  • 1 Agosto 2014

    Terra d’Otranto DOP: “non si ripeta lo sterminio delle palme”

    La Gazzetta di Lecce Coldiretti chiede una task force. Il Consorzio di tutela Terra d'Otranto DOP avverte: “non si ripeta lo sterminio delle palme”. «Abbiamo avuto la disponibilità dell'assessore Nardoni ad organizzare un sopralluogo in campo venerdì prossimo. Sarà l'occasione per fare il punto della situazione nelle aziende olivicole più colpite dalla Xylella che necessitano di interventi straordinari». E' il presidente della Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, a dare notizia della verifica organizzata ad horas nelle aziende olivicole dove è maggiormente tangibile il danno sugli ulivi. «Aspettiamo gli esiti del prossimo incontro dell'assessore Nardoni con il ministro Martina - continua Cantele».
  • 23 Maggio 2014

    Olio, qualità e quantità

    Quotidiano di TarantoLotta alla sofisticazione per evitare danni ai produttori dell'extravergine. Numeri da capogiro anche per la produzione dell'olio. Secondo le ultime stime la Puglia è, infatti, il primo produttore di olio italiano e il terzo nel Mondo dopo l'Andalusia e la Tunisia. Dal nord - con la DOP Dauno - fino al sud con la DOP Terra d'Otranto, toccando la DOP Terra di Bari, Terre Tarantine DOP e Collina di Brindisi DOP, la regione si presenta come un vero caleidoscopio di sapori genuini e tradizionali. L'olio innanzitutto. Nel 2013 la produzione di quello che è stato ribattezzato come "oro giallo" nella nostra regione ha raggiunto quota 180.937 tonnellate, con una variazione del -5% che, comunque, non ha inficiato il primato. Nella classifica nazionale, al secondo posto c'è la Calabria, con 106.152 tonnellate di olio prodotto, poi con poco più di 44mila tonnellate seguono Campania e Sicilia. Numeri irrisori quelli delle altre regioni.
  • 14 Febbraio 2014

    Modifica disciplinare Terra d’Otranto DOP – GU 37 14/02/14

    ITALIA - Decreto 29 gennaio 2014 recante la modifica del disciplinare di produzione della denominazione Terra d'Otranto DOP registrata in qualita' di Denominazione di Origine Protetta in forza al Regolamento (CE) n. 644 della Commissione del 20 marzo 1998.
  • 14 Agosto 2013

    Pubblicazione di domanda Terra d’Otranto DOP – GUUE C 237 15/08/13

    ITALIA- Pubblicazione di una domanda di modifica ai sensi dell'articolo 50, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari della denominazione Terra d'Otranto DOP.
  • 15 Febbraio 2013

    Olio, made in Puglia un terzo del prodotto

    Nuovo Quotidiano di Puglia Nel 2012 sono stati venduti 218 milioni di litri di olio per un valore di 850 milioni, con la Puglia capofila tra le Regioni produttrici; la categoria più gettonata è l'extravergine "convenzionale" con il 72 per cento del totale, risultata stabile come volume di produzione (+1 per cento) e in un leggero calo come valore (-1 per cento) rispetto al 2011; crescono invece le Dop (+1 per cento in volumi) e i prodotti bio (+1 per cento in volume e +3 per cento in valore). A fotografare il settore nel giorno di entrata in vigore della legge "salva olio", è il consorzio olivicolo italiano Unaprol, che ieri ha ospitato un vertice su controlli e misure anticontraffazione. Per quanto riguarda la bilancia commerciale, nei primi sei mesi del 2012 l'import è sceso del 10 per cento in volume, con un risparmio del 17 per cento