Argomento: Romagna DOP

  • 20 Giugno 2019

    Romagna DOP, proposta modifica disciplinare – GURI n. 143

    ITALIA - Proposta di modifiche del disciplinare di produzione dei vini a denominazione di origine controllata Romagna DOP Fonte: GURI n. 143 del 20/06/2019
  • 7 Marzo 2019

    Vini di Romagna, conferma incarico al Consorzio – GURI n. 56

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio tutela vini di Romagna a svolgere le funzioni di promozione, valorizzazione, vigilanza, tutela, informazione del consumatore e cura generale degli interessi relativi alle DOP «Romagna Albana», «Romagna», «Colli di Faenza», «Colli d'Imola» e «Colli di Rimini» e sulle IGP «Forli'», «Ravenna», «Rubicone» e «Sillaro» o «Bianco del Sillaro». Fonte: GURI n. 56 del 07/03/2019
  • 25 Gennaio 2019

    Vini Romagna DOP, modifica disciplinare – GURI n. 21

    ITALIA - Modifica del disciplinare di produzione della Denominazione di origine controllata dei Vini Romagna DOP. Fonte: GURI n. 21 del 25/01/2019
  • 22 Luglio 2016

    I Vini DOP sbarcano in riviera

    Calici di Romagna porta vini e DOP sulle spiagge ravennati. Albana, Sangiovese e Pagadebit approdano sul litorale romagnolo in un esperimento promozionale promosso dal Consorzio Vini di Romagna che coinvolge tre rinomate località balneari. Si tratta di Cesenatico, Milano Marittima e Pinarella. "Fino al 12 agosto - spiega il direttore del Consorzio, Filiberto Mazzanti - in quattro stabilimenti balneari si svolge l'iniziativa `Vini di Romagna - DOP on the beach'. Si tratta di un format che come Consorzio abbiamo pensato per promuovere alcune delle eccellenze enologiche del territorio. In ...
  • 18 Luglio 2016

    Vini di Romagna: ecco perché siamo un consorzio

    In Romagna si produce il 60% del vino emiliano-romagnolo ma solo un terzo ha la denominazione d'origine. E questo nonostante l'Albana DOP sia stato il primo bianco in Italia ad ottenere la DOCG e di Sangiovese si producano 12 milioni di bottiglie l'anno. Per promuovere un vino italiano, più che per altri prodotti del made in Italy che sono altrettanto apprezzati nel mondo, serve organizzazione e coordinamento. Per questo sono stati costituiti i consorzi vini. Il Consorzio Vini di Romagna è nato nell'ottobre 1962 dalla volontà di un manipolo di consorziati, una quindicina di aziende ...
  • 15 Giugno 2016

    Romagna DOP, autorizzazione Ente Vini di Romagna – GURI n. 138

    ITALIA - Autorizzazione all'Ente tutela vini di Romagna, in Faenza, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini Romagna DOP, ai sensi dell'articolo 72 del reg. (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare di cui al provvedimento 22 marzo 2016. Fonte: GURI n. 138 del 15/06/2016
  • 9 Gennaio 2016

    Romagna DOP, proposta di modifica disciplinare – GURI n. 6

    ITALIA - Proposta di modifica del disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata dei vini Romagna. Fonte: GURI n. 6 del 09/01/2016
  • 6 Ottobre 2015

    Consorzio Vini di Romagna, conferma dell’incarico – GURI n. 232

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio Vini di Romagna a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la DOCG «Romagna Albana», per le DOC «Colli di Faenza», «Colli d'Imola», «Romagna» e conferimento dell'incarico al Consorzio Vini di Romagna a svolgere le funzioni di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per le IGT «Forlì», «Ravenna» e «Rubicone». Fonte: GURI n. 232 del ...
  • 24 Ottobre 2013

    I vini romagnoli in tour negli Stati Uniti

    Il Resto del Carlino Boston, Chicago e Los Angeles sono le tappe del tour organizzato negli Usa dal Consorzio Vini di Romagna e che vedrà coinvolte anche le aziende Tre Monti e Cantina Poletti di Imola. Un road show che ha il chiaro obiettivo dì rafforzare la presenza del vino romagnolo in quel mercato, che attualmente rappresenta il quarto Paese per l'export del nostro vino, dopo Gran Bretagna, Giappone e Germania. «Quello degli Usa è un mercato che sta fornendo grandi riconoscimenti ai vini italiani e in questo 2013 sono state registrate le vendite record per i nostri prodotti - commenta Giordano Zinzani, Presidente del Consorzio Vini di Romagna. Conte Consorzio di tutela abbiamo bisogno di promuoverci su piazze dove il prodotto è già presente.