Argomento: Riviera Ligure DOP – Olio EVO

  • 6 Maggio 2014

    Un pesto sotto extravergine per gli olivicoltori sestresi

    Agrisole - Il Sole 24 OreNel disciplinare del Pesto Genovese Dop si legge che deve essere prodotto con olio extravergine Riviera Ligure DOP. Da qui è nata l'idea degli Olivicoltori Sestresi di produrre, a margine dell'extravergine aziendale, anche il pesto da vendere in vasetti. Questa cooperativa, sorta nel 1978 e che oggi conta circa 1.700 soci effettivi con oltre 600 ettari di oliveti, distribuiti sui terrazzamenti collinari di tutta la Riviera Ligure, in particolare tra Sestri Levante e La Spezia, ha puntato da subito sulla qualità da un lato e sulla vendita diretta dall'altro.
  • 28 Aprile 2014

    Riviera Ligure DOP, la produzione aumenta a 7000 quintali

    La StampaLa campagna olivicola, conclusa lo scorso 31 marzo, ha visto una lavorazione di circa 36.500 quintali di olive per un quantitativo di olio «potenzialmente» Riviera Ligure DOP (ossia certificabile) pari a circa 7.000 quintali. E gli ettari di oliveti sottoposti al controllo sono stati 2.500 con 722.300 piante di olivo. Sono alcune delle cifre, che saranno comunicate ufficialmente lunedì pomeriggio, durante l'Assemblea annuale del Consorzio di tutela dell'olio extravergine Riviera Ligure DOP di cui fanno parte 562 aziende, tra olivicoltori, frantoiani e confezionatori
  • 4 Febbraio 2014

    “Il gioco dell’Olio Riviera Ligure DOP”

    L'extravergine d'oliva si impara a conoscere dai banchi di scuola, attraverso un'attività ludico-scientifica: il «gioco dell'olio DOP Riviera ligure», che finora ha portato a incontri in 36 classi elementari del Ponente con il coinvolgimento di 571 piccoli alunni raggiunti dal messaggio storico, culturale, alimentare dell'olio di origine protetta.
  • 17 Gennaio 2014

    Olio DOP, produzione in eccesso

    La Stampa Annata straordinaria per quantità per l'Olio Extravergine DOP Riviera Ligure, qualche olivicoltore non riesce più a vendere le olive. La produzione olivicola della campagna di raccolta tuttora in corso è sovrabbondante, oltre che promettere olio di eccellente qualità: e questo, paradossalmente crea qualche problema agli olivicoltori perchè in alcuni casi le aziende, alle quali abitualmente vendevano le olive, non ritirano più il prodotto: «Ne abbiamo già troppo per il nostro fabbisogno», è la giustificazione.
  • 10 Dicembre 2013

    Riviera Ligure DOP, ottima annata e nuove regole

    La Stampa Per le olive sarà un'annata record. Tutte le condizioni si sono puntualmente verificate: un mese di agosto caldo, un settembre piovoso e un autunno gradevole. Così in Liguria la stagione olivicola ha mantenuto le promesse. Il raccolto è stato abbondante, i parassiti sono stati alla larga e anche la qualità soddisfa le aspettative. Gli operatori del settore sono soddisfatti: «La stagione prosegue sulla stessa scia con frutti belli e sani, garanzia di un olio di qualità eccellente». La stagione 2013 è caratterizzata da un accordo innovativo sul patto di filiera per potersi fregiare del marchio Riviera Ligure DOP. Non riguarda l'aumento del prezzo della quarta (pari a 12,5 chili di olive immesse nel sistema di controllo)
  • 3 Ottobre 2013

    Organo di controllo Riviera Ligure DOP – GU 232 3/10/13

    ITALIA - Designazione delle "Camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura di Genova, Savona, Imperia e La Spezia, coordinate dalla Unioncamere Liguria" ad effettuare i controlli per la denominazione di origine protetta Riviera Ligure DOP.
  • 27 Settembre 2013

    Marchio DOP IGP per la Taggiasca della Riviera ligure

    La Stampa I timori avanzati dal Consorzio per la tutela dell'olio "Chiunque potrebbe coltivare la nostra qualità altrove". È la monocultivar tipica della provincia di Imperia, ma rischia di essere esportata altrove, e allora l'oliva di questa qualità deve essere protetta. Per difendere la Taggiasca, e di conseguenza l'extravergine da essa ricavato e commercializzato, scende in campo il Consorzio Tutela Olio Riviera Ligure DOP, che riunisce circa 560 imprese tra olivicoltori, frantoiani e confezionatori, la stragrande maggioranza dei quali appartiene all'Imperiese. L'obiettivo è legare la monocultivar al territorio imperiese attraverso una richiesta al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali una modifica del disciplinare, questo poichè le normative europee non prevedono la protezione delle cultivar.
  • 8 Maggio 2013

    Tanti extravergini unici al mondo

    Il Secolo XIX Extravergine di Liguria: sinonimo di qualità sopraffina, riconosciuta a livello europeo con la concessione del marchio DOP e a livello mondiale con la presenza di questo olio delicato e profumato nelle cucinedei migliori chef di tutto il mondo.L'olio extravergine Riviera Ligure DOP si distingue in tre diverse nomenclature di riferimento geografico: Riviera dei Fiori, Riviera del Levante, Riviera del Ponente Savonese.La zona produttiva di questo extravergine si estende sull'intero territorio della Liguria; gli oliveti devono rispondere a caratteristiche identificate da discipl...
  • 30 Aprile 2013

    Il piacere garantito dell’olio Riviera ligure DOP

    L'olio extravergine di oliva Riviera Ligure DOP trasforma la tradizione in puro piacere.
  • 24 Aprile 2013

    A tavola con… tutta l’Italia

    Resto del Carlino Rovigo Tipicità regionali enogastronomiche in vetrina. Da venerdì 26 a domenica 28 aprile in piazza Vittorio Emanuele II, torna, con la quarta edizione, "Unità d'Italia a tavola". La rassegna enogastronomica, ideata e organizzata da Arte group, promossa e patrocinata dal Comune di Rovigo, è patrocinata per il secondo anno consecutivo dal MiPaaf (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali) e per il primo anno dall'Enit (Agenzia Nazionale del Turismo). Una serie di bancarelle che proporranno tipicità e specialità da tutte le regioni d'Italia, proprio per celebrare al meglio il weekend successivo al giorno della Liberazione. Si tratta di una mostra mercato con tutte le peculiarità culinarie regionali per la prima volta riunite in un'unica manifestazione.
  • 15 Novembre 2012

    Duecento stand da tutta Italia per la 12a edizione di OliOliva a Imperia

    IMPERIA - Da domani fino a domenica (15-18 novembre), prende il via il tradizionale appuntamento con OliOliva, organizzata dalla Camera di Commercio di Imperia, che si tiene da dodici anni nelle vie di Oneglia.
  • 25 Ottobre 2012

    A Salone del Gusto 3 giorni di degustazioni tra DOP e IGP

    Il Mondo.it Tre giorni di degustazioni per presentare oltre cinquanta prodotti Dop e Igp italiani, eccellenza del 'made in Italy' alimentare. Arriva al Salone del Gusto di Torino 'Degustadop - Siamo diversi, Siamo certificati': dal 25 al 28 ottobre la Fondazione Qualivita, realtà che da oltre 10 anni si dedica allo studio, promozione e divulgazione di queste eccellenze italiane, propone un programma di 5 degustazioni. Gli incontri, della durata di un'ora, si svolgeranno nell'area istituzionale del ministero delle politiche agricole. Attraverso l'assaggio e il racconto, produttori ed esperti ...
  • 23 Ottobre 2012

    L’olio della Riviera dei fiori roccaforte della qualità

    Il Sole 24 OreNuove aziende di nicchia nate anche dall'autoimprenditorialità oltre ai marchi storici che vendono alla Gdo o per corrispondenza. Dopo la polverizzazione della filiera s'irrobustisce la produzione dop. «Terreno avaro, terreno insufficiente su roccia a strapiombo, terreno che franerebbe a valle e che l'uomo tien su con grand'opera di muraglie e terrazze. (...) milioni di metri quadri di muri a secco che (...) i nostri padri hanno, pietra per pietra, con le loro mani costruito». Così, nel 1911, lo scrittore Giovanni Boine tratteggiava con efficacia il panorama su cui gli imperiesi coltivavano, e tuttora coltivano, gli ulivi. Lo scriveva in un saggio intitolato "La crisi degli ulivi in Liguria" [...]. E se di crisi si parlava un secolo fa, dello stesso argomento si è parlato a più riprese, negli anni.
  • 21 Ottobre 2012

    Pioggia benedetta per un’annata di alta qualità

    Il SECOLO XIXLe colline imperiese si colorano di arancione, di giallo, di verde, un mare di reti che vanno a formare un tappeto alla base degli ulivi. E' tempo di frangere e in questi giorni sono già numerosi i frantoi che stanno preparandosi per l'imminente stagione: entro settimana prossima più di cento "gumbi" disseminati nel territorio imperiese entreranno in funzione a pieno regime. Sarà un'annata buona, almeno queste sono le premesse. Buona per quantità, più di quanto ci si aspettava, e per qualità viste le condizioni ideali, con un'estate calda e piogge autunnali. Anche l'attacco della mosca è stato contenuto, ora occorre monitorare queste ultime fasi per arrivare a garantire un prodotto sano e di qualità. «In questi giorni il lavoro è di preparazione» spiega Gianfranco Croese.