Argomento: Riviera del Garda Bresciano DOP

  • 27 novembre 2018

    Vini Garda DOP: raggiunte 11 milioni di bottiglie

    11 milioni di bottiglie per il Consorzio Vini Garda DOP. Sono questi i numeri di produzione della DOP Garda che con il 2018 ha iniziato a mettere sul mercato la sua prima vendemmia 2017 dopo la grande strutturazione della denominazione. Tra queste 800 mila bottiglie sono della nuova tipologia Spumante Garda Doc, la scommessa del Consorzio che nell’ultimo anno ha scelto solo lo spumante come icona della denominazione. “Una crescita – commenta Carlo Alberto Panont, Direttore del Consorzio – che ci gratifica della scelta strategica fatta dai produttori qualche anno addietro. La DOC Garda è stata riconosciuta nel 1996 ma è solo con la vendemmia 2017 che è iniziato il nuovo progetto di produzione e di brand. Siamo partiti dalla tradizione e l’abbiamo tradotta in un linguaggio nuovo e facile. Ecco quindi lo spumante come tipologia centrale della denominazione che va a riunire le bottiglie che erano già spumantizzate in zona sotto vario nome”. Una crescita totale ...
  • 11 aprile 2018

    Vino DOP: cinque territori alleati per la promozione del vino Rosato da uve autoctone italiane

    Insieme per la valorizzazione del vino rosato autoctono italiano. Cinque consorzi di tutela uniscono l'Italia da nord a sud per portare nel mondo uno stile italiano del vino rosato, fatto di un'interazione unica e irripetibile tra il sapere umano e la peculiare vocazione di vitigni tradizionali, suoli e climi. I territori sono quelli che da sempre esprimono una particolare vocazionalità nella produzione di vini rosé e che costituiscono oggi i capisaldi dei rosati a menzione geografica ottenuti da uve autoctone: Bardolino DOP Chiaretto, Riviera del Garda Classico DOP Valtènesi Chiaretto, Cerasuolo d'Abruzzo DOP, Castel del Monte DOP Rosato e Salice Salentino DOP Rosato. Alla vigilia dell'apertura di Vinitaly, sabato 14 aprile alle ore 10, i cinque presidenti dei consorzi si riuniranno a Villa Carrara Bottagisio di Bardolino, futura sede del Consorzio Tutela Vino Bardolino Doc e del Chiaretto che nel progetto assumerà il ruolo di capofila. Di fronte al sindaco della ...
  • 26 marzo 2018

    Il Bardolino DOP Chiaretto accende i riflettori sui rosé italiani da uve autoctone

    Un Vinitaly nel segno del rosa per il Consorzio Tutela Vino Bardolino DOC, che nel suo stand (Pad. 4 – Stand G3) proporrà i vini di cinque territori nei quali storicamente si producono vini rosati da uve autoctone. Dal 15 al 18 aprile alla fiera di Verona si potranno così conoscere e degustare oltre al Bardolino DOP Chiaretto, prodotto sulla sponda veneta del lago di Garda prevalentemente da uva Corvina Veronese, il Riviera del Garda Classico DOP Chiaretto (sulla sponda lombarda dello stesso lago, principalmente da uve Groppello), il Cerasuolo d'Abruzzo DOP (da uve Montepulciano), il Salice Salentino DOP Rosato (in Puglia, da uve Negroamaro) e il Castel del Monte DOP Rosato (sempre in Puglia, con Bombino Nero e Uva di Troia). In tutto saranno circa 60 i vini in assaggio. Il territorio di Bardolino conferma ancora una volta la volontà di puntare sul Bardolino DOP Chiaretto, il rosé da sempre prodotto in riva al lago di Garda, che dal 2014 ha conosciuto un deciso ...
  • 3 gennaio 2018

    Valtenesi DOP, conferma incarico al Consorzio – GURI n. 3

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio Valtenesi a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'articolo 41, comma 1 e 4, della legge 12 dicembre 2016, n. 238, per le DOC «Valtenesi», «Garda Classico» sottozona della DOC Garda, «Riviera del Garda Bresciano» o «Garda Bresciano» e «San Martino della Battaglia» e per la IGT «Benaco Bresciano». Fonte: GURI n. 3 del 04/01/2018
  • 10 agosto 2017

    Garda DOP, autorizzazione di etichettatura transitoria – GURI n. 186

    ITALIA - Autorizzazione di etichettatura transitoria della proposta di modifica del disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata Garda DOP Fonte: GURI n. 186 del 10/08/2017
  • 12 luglio 2017

    Riviera del Garda Bresciano DOP, autorizzazione etichettatura transitoria – GURI n. 161

    ITALIA - Avviso relativo all'autorizzazione per consentire l'etichettatura transitoria nei riguardi della proposta di modifica del nome della denominazione di origine controllata Riviera del Garda Bresciano DOP in Riviera del Garda Classico DOP e del relativo disciplinare di produzione. Fonte: GURI n. 161 del 12/07/2017
  • 5 dicembre 2016

    Riviera del Garda Bresciano DOP, integrazione decreto riconoscimento Consorzio – GURI n. 284

    ITALIA - Integrazione del decreto di riconoscimento del Consorzio Valtenesi 23 ottobre 2014 e conferimento dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, per la Riviera del Garda Bresciano DOP o Garda Bresciano. Fonte: GURI n. 284 del 05/12/2016
  • 17 settembre 2016

    Garda DOP, proposta modifica disciplinare – GURI n. 218

    ITALIA - Proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a denominazione di origine controllata Garda Fonte: GURI n. 218 del 17/09/2016
  • 16 settembre 2016

    Riviera del Garda Bresciano DOP, proposta modifica disciplinare – GURI n. 217

    ITALIA - Proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a denominazione di origine controllata Riviera del Garda Bresciano in Riviera del Garda Classico con inclusione come sottozona della denominazione di origine controllata Valtenesi e conseguente cancellazione della medesima denominazione di origine controllata. Fonte: GURI n. 217 del 16/09/2016
  • 2 agosto 2016

    DOP unica del lago: nasce «Riviera del Garda Classico»

    Sul Garda è in corso la «rivoluzione» dei disciplinari: un percorso destinato ad arrivare fino al 2018, quando, si auspica, la Commissione europea dirà il sì definitivo all'idea maturata in un anno di duro lavoro da parte del Consorzio Valtenesi. La prima tappa del percorso è in programma per giovedì 4 agosto, con la pubblica audizione del Ministero delle Politiche agricole a villa Galnica: l'oggetto dell'incontro sono le richieste di modifica del disciplinare di produzione dei vini a DOP Garda, di riconoscimento della DOP Riviera del Garda Classico e di revoca della DOP Valtenesi. Come si diceva, una rivoluzione che ridurrà a uno soltanto i tre disciplinari ora presenti sul terriFuturo. Una DOP per i vini dei Garda torio. Un anno di lavoro. Spiega il coordinatore del Consorzio, Fabio Finazzi: «Dopo oltre un anno di incontri e mediazioni siamo arrivati a un accordo - spiega -. Abbiamo sentito i viticoltori di tutta l'area compresa tra Sirmione e Salò e insieme ...
  • 16 giugno 2016

    Garda DOP, riconoscimento Consorzio – GURI n. 139

    ITALIA - Riconoscimento del Consorzio Garda DOP e attribuzione dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la Garda DOP. Fonte: GURI n. 139 del 16/06/2016