Argomento: Ricciarelli di Siena IGP

  • 14 Novembre 2018

    I prodotti agroalimentari toscani alla conquista del Canada, missione con l’assessore Remaschi

    Allargare la presenza dei prodotti agroalimentari toscani in Canada e sostenere la presenza dei nostri Vini DOP IGP sui mercati del Nord America. E' questo lo scopo della missione regionale guidata dall'assessore all'agricoltura Marco Remaschi in programma a Toronto nei giorni 15 e 16 novembre prossimi. Le nostre produzioni di qualità saranno valorizzate nella regione dell'Ontario sia attraverso alcuni eventi ad hoc sia con la partecipazione alla Terza settimana della cucina italiana nel mondo. Da tempo il mercato canadese evidenzia un grande interesse d verso i prodotti toscani, a ...
  • 30 Ottobre 2018

    Qualivita promuove l’agroalimentare senese in Cina

    Giornalisti cinesi in visita ad alcune aziende di prodotti DOP IGP del settore dolciario e dei salumi nella provincia di Siena Weng Tao – Vice direttore del quotidiano Shanghai Morning Post, il principale media della metropoli asiatica - 750mila copie giornaliere - e la giornalista Rosa QU, dello Shanghai Media Group –  con quasi 40 testate tra quotidiani, settimanali e mensili e 10 siti di news, sono stati ospiti della Fondazione Qualivita per visitare alcune realtà di eccellenza agroalimentare della provincia di Siena. Prima tappa alla Fabbrica del Panforte, per assistere alla ...
  • 8 Marzo 2016

    Dolci senesi IGP: servono subito promozione e un Consorzio

    La tutela dei dolci senesi IGP deve partire da una maggiore e migliore promozione dei prodotti stessi, e magari trovare solidità nella creazione di un consorzio di tutela. Questi i temi centrali dibattuti ieri in un’ iniziativa promossa da Coripanf, i comitati promotori  dei Ricciarelli di Siena IGP e del Panforte di Siena IGP. Presenti numerosi produttori e rappresentanti delle organizzazioni di categoria. Oltre due milioni di euro è il valore della produzione del 2015 dei Ricciarelli di Siena IGP e del Panforte di Siena IGP, con oltre 160 tonnellate di prodotto e un valore di consumo ...
  • 7 Marzo 2016

    Panforte e Ricciarelli di Siena IGP protagonisti di un convegno

    Panforte e Ricciarelli di Siena IGP , due storiche produzioni dolciarie che rappresentano oltre due milioni di euro alla produzione nel 2015, saranno al centro della tavola rotonda con le istituzioni del territorio  “Tutela e Promozione dei dolci senesi ” , che si svolgerà il 7 marzo a Siena organizzata da Co.Ri.Panf., sigla unitaria dei “Comitati promotori delle IGP Ricciarelli e Panforte di Siena”, in collaborazione con la Camera di Commercio di Siena, coinvolgendo le istituzioni nell’individuazione delle soluzioni più idonee a trasformare questi prodotti in occasioni di ...
  • 17 Dicembre 2015

    Sette note in sette notti: musica, Panforte e Ricciarelli di Siena IGP al museo

    ‘’Sette note in sette notti", ultimo appuntamento giovedì 17 dicembre 2015  a Siena, al Museo Civico – Palazzo Pubblico ore 21. 00 – 23.00, una  rassegna promossa dal Comune di Siena che unisce arte, performance musicali ed enogastronomia. Protagonista dell'appuntamento l'arte in senso letterale, grazie alle visita guidata al Museo Civico alla scoperta di alcuni ‘tesori’ meno conosciuti e l’arte agroalimentare, con la presentazione e degustazione di vini DOP IGP, insieme a dolci  IGP come Ricciarelli e Panforte di Siena. L' evento è abbinato anche all’arte della musica, ...
  • 13 Novembre 2014

    Panforte e Ricciarelli quei dolci antichi che piacciono tanto anche ai cinesi

    La Repubblica di Firenze Non pochi conoscono le origini e la storia di questi dolci che fanno parte della tradizione toscana, al pari dei cantuccini o di al tre specialità. Di certo il panforte di oggi è diverso da quello che si mangiava nel Medioevo. La sua è stata una trasformazione lenta, ma continua. Legata agli aventi, alla storia. All'inizio c'era il "pane melatos", che con il tempo tendeva a inacidire, e da qui il nomedi "panisfortis". Poi con l'avvento delle Crociate e il commercio con l'Oriente iniziarono ad arrivare le' spezie e i primi "panes melati et pepati", da cui nacque il Panpepato. Quindi, nel 1879, in occasione di una visita a Siena del re Umberto e della consorte Margherita di Savoia venne regalato alla regina un panforte da allora chiamato "Margherita"
  • 21 Novembre 2013

    Dulcis in Siena

    RepubblicaI dolci dell'antica tradizione dolciaria della città del Palio sono la chiusura ideale delle tavolate dei giorni di festa. Panforte di Siena IGP, Ricciarelli Di Siena IGP, Cavallucci e Copate, hanno origine medievale nelle cucine dei conventi o nelle botteghe degli speziali, le antiche farmacie, dove si potevano trovare ingredienti rari come zucchero, pepe, miele, scorze di agrumi, mandorle e spezie. Molte le leggende intrecciate alle loro origini remote. Per colpa delle spezie di questi dolci, i senesi finirono relegati da Dante nell'Inferno. Nel 1600, era imposto che gli studenti dell'Università di Siena - in occasione dell'esame di laurea - donassero al Rettore due marzapani, gli antenati dei Ricciarelli.
  • 23 Maggio 2013

    Sui dolci senesi il bollino dell’IGP

    QN Chi dice Siena dice panforte. E ricciarelli. Sempre di moda. Non c'è temperatura estiva che abbassi lo share di questi dolci secolari nel gradimento dei turisti di ogni latitudine. Entrambi sono adesso nell'olimpo delle eccellenze alimentari italiane grazie alla certificazione IGP (indicazione geografica protetta) riconosciuta in via definitiva anche per il panforte con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Un successo per il comparto dolciario della città del Palio che con questa seconda registrazione tre anni dopo quella del ricciarello di Siena avvenuta nel marzo 2010 - ottiene un primato nazionale assoluto. «Non esistono infatti per l'Italia altri dolci certificati UE», evidenzia la Fondazione Qualivita che si è battuta per anni
  • 23 Aprile 2013

    I ricciarelli che si sciolgono in un sorriso

    La Nazione Lorenzo Rossi svela i segreti della preparazione del tipico dolce senese. Un Ricciarello in cambio di un sorriso. E' con questa filosofia che Lorenzo Rossi porta avanti quotidianamente il suo lavoro artigianale all'interno del Forno «Il Magnifico». Entrare nella sua bottega in via dei Pellegrini vuol dire riavvolgere la memoria dei sapori, risvegliando i sensi e scoprendo una passione autentica, fatta di ricerca e lavoro. E' proprio in sua compagnia che presentiamo la nuova ricetta protagonista con la scheda in abbinamento a La Nazione, quella di un dolce emblema della tradizione senese, fin dall'epoca di Ricciardetto della Gherardesca (da cui deriva il nome). Dal riconoscimento della Indicazione Geografica Protetta del 19 marzo 2010 (dopo un percorso lungo quasi 8 anni e come primo dolce da forno)
  • 4 Gennaio 2013

    Con il Natale è tempo di dolcezze senesi – Occhio alla Spesa

    Forma ovale o a rombo, colore bianco, pasta dorata: sono i Ricciarelli IGP. Primo e unico prodotto dolciario italiano che ad oggi compare nel registro delle DOP e IGP.
  • 4 Gennaio 2013

    Con il Natale è tempo di dolcezze senesi

    Occhio alla spesa Forma ovale o a rombo, colore bianco, pasta dorata: sono i Ricciarelli IGP.Primo e unico prodotto dolciario italiano che ad oggi compare nel registro delle DOP e IGP. E’ sicuramente un bel successo per l’antico dolcetto, essere l’unico su 247 prodotti certificati per l’Italia.Si tratta di un prodotto di origini antiche, che affonda le sue radici nel Medioevo.Nel XVII Secolo, era addirittura imposto che gli studenti dell’Università di Siena, in occasione dell’esame di laurea, donassero al Rettore due marzapani.Considerati da sempre i dolci per eccellenza per ...
  • 3 Gennaio 2013

    I dolci Natalizi – Occhio alla spesa Rai Uno

    Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita, ospite nella puntata di Uno Mattina Occhio alla spesa su Rai uno per parlare delle tradizioni dolciarie natalizie ed in particolare dei Ricciarelli di Siena IGP.
  • 3 Gennaio 2013

    I dolci Natalizi – Occhio alla spesa Rai Uno

    Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita, ospite nella puntata di Uno Mattina Occhio alla spesa su Rai uno per parlare delle tradizioni dolciarie natalizie ed in particolare dei Ricciarelli di Siena IGP.
  • 13 Dicembre 2012

    30 grammi di bontà – Arturo

    Si avvicinano le feste e se anche in tempo di crisi è tutto un po' sottotono, non si può finire un cenone o un pranzo fra parenti e amici, senza un dolce che evochi il Natale. Dulcis in fundo, quindi, come da tradizione, ma perché non parafrasare con Dulcis in Siena?
  • 13 Dicembre 2012

    30 grammi di bontà

    Arturo Si avvicinano le feste e se anche in tempo di crisi è tutto un po' sottotono, non si può finire un cenone o un pranzo fra parenti e amici, senza un dolce che evochi il Natale. Dulcis in fundo, quindi, come da tradizione, ma perché non parafrasare con Dulcis in Siena? Perché i dolci dell'antica tradizione dolciaria della città del Palio, sono la chiusura ideale delle cene dei giorni di festa e i Ricciarelli di Siena sono anche il primo dolce italiano ad aver ottenuto lo scorso anno la registrazione IGP. È sicuramente un bel successo, per l'antico prodotto senese, essere l'unico dolce, su 247 prodotti italiani registrati dalla Comunità Europea. I ricciarelli hanno origini medievali, e sono stati così apprezzati nel corso dei secoli, che nel 1600, era addirittura imposto che gli studenti dell'Università di Siena - in occasione dell'esame di laurea - donassero al rettore due marzapani,