Argomento: politiche agricole

  • 12 Giugno 2019

    Ministro Centinaio, il bilancio del primo anno di mandato

    Valorizzare sempre di più il territorio attraverso i prodotti agroalimentari. Come il vino, facendo diventare l'Italia una delle principali destinazioni internazionali del turismo enologico. «Dietro a un bicchiere di vino, in Francia sono riusciti a legare un pacchetto turistico. Perchè l'Italia non dovrebbe fare come fanno da anni paesi come l'Australia o la California, avendo anche prodotti di qualità superiore?», si chiede il ministro delle politiche agricole, alimentari e del turismo Gian Marco Centinaio, nel corso di una conferenza organizzata al Mipaaft per fare il bilancio di un ...
  • 16 Maggio 2019

    Il primo alleato degli agricoltori italiani è l’Unione europea

    Tra le attività che l'Unione Europea svolge a favore dell'agricoltura rientra, in primo luogo, il sostegno economico attuato tramite la politica agricola comune (Pac). Per il settennato 2014- 2020, in particolare, sono stati stanziati 408,31 miliardi, il 38% del bilancio Ue. Gli obiettivi che si intende realizzare sono numerosi: aiutare gli agricoltori a produrre quantità di cibo sufficienti; garantire la sicurezza e la qualità degli alimenti e al contempo mantenere i prezzi accessibili; assicurare un giusto tenore di vita agli agricoltori, proteggendoli dalla volatilità dei prezzi, dalle ...
  • 6 Luglio 2018

    Troppa burocrazia, al vino italiano serve più semplicità

    Quando la politica e le associazioni di categoria arriveranno in concreto a una deburocratizzazione ragionata e vera a vantaggio del mondo del vino, che in Italia vuol dire piccole imprese e non enopoli o bottiglie primo prezzo, l'Italia potrà crescere in termini di economia, identità e occupazione con una forza trainante e senza eguali. «II vino è cultura e lo è profondamente nel nostro Paese, dove è parte della nostra storia e rappresenta il futuro dell'Italia». Non l'ha detto Carlo Petrini di Slow Food e nemmeno qualche super sommelier. L'ha detto Emma Marcegaglia, presidente ...
  • 19 Dicembre 2017

    Grano e pasta, la strategia dell’Italia per conservare la leadership

    L'Italia è ancora leader nella produzione di grano e pasta; è il primo produttore in Europa di frumento e il più grande produttore di pasta a livello mondiale, ma ora, di fronte a un calo in valore del 3% dell'export di pasta nei primi nove mesi dell'anno, si deve guardare alla spalle dalla concorrenza di pastifici che si moltiplicano dagli Stati Uniti alla Russia, dalla Francia alla Turchia. Il settore agroindustriale dunque, dai campi ai molini fino ai pastifici, si compatta firmando un protocollo d'intesa "per aumentare la disponibilità di grano duro italiano di qualità". Le ...
  • 4 Gennaio 2016

    Innovazioni, giovani e semplificazione le parole chiave dell’agricoltura italiana 2015

    Le politiche agricole intraprese dal Governo e dal Parlamento hanno avviato un vero processo di trasformazione del settore Se dovessimo sintetizzare il settore agroalimentare italiano nel 2015 con una sola parola, questa sarebbe sicuramente "cambiamento". Un cambiamento che si aspettava da tempo, visto che nell'ultimo decennio l'instabilità politica generale, e soprattutto quella del Dicastero di Via XX Settembre -alla cui guida, in tale periodo, si sono dati il cambio ben sei ministri - avevano di fatto bloccato qualsiasi desiderio di innovazione che venisse dalle imprese e dai consuma...