Argomento: Pecorino Romano DOP

  • 24 Novembre 2016

    Al Pecorino Romano DOP servono una soluzione politica e un accordo di filiera

    La battaglia del Pecorino Romano DOP tra , il Consorzio di tutela e i produttori laziali è giunta nelle aule del tribunale. Si contesta che l'ente consortile, per l'annata di produzione 2016-2017, abbia ulteriormente ridotto in valore assoluto la quota assegnata ai produttori del Lazio, tagliandola di 250.000 quintali rispetto a quella del 2015-2016. Un caseificio laziale si è visto sequestrare 500 caciotte con il marchio «Cacio romano» dal Nac (Nucleo anti contraffazione) dei Carabinieri. Nel ricorso del produttore al Tar del Lazio contro il Consorzio di tutela e il Ministero delle ...
  • 24 Novembre 2016

    Formaggi DOP e IGP, risultati interessanti dalla regolazione dell’offerta

    La regolazione dell'offerta è un nuovo strumento di politica agraria per aumentare la stabilita dei formaggi DOP e IGP. II Consorzio di tutela Grana Padano DOP e stato il primo a utilizzarla e ha prodotto risultati interessanti sul fronte dei prezzi. La possibilità di regolare l'offerta deiformaggi viene formalmente introdotta in Europa dal regolamento 261/2012 e deriva da un'iniziativa tutta italiana. Infatti, il Consorzio di tutela del Grana Padano dop, già nel 2002, aveva introdotto un sistema per la regolazionedell'offerta tra i caseifici ma, dal mo-mento che entrava in contrasto ...
  • 4 Novembre 2016

    Pecorino Romano DOP, guerra a tutto campo tra Lazio e Sardegna

    Nei giorni scorsi si è assistito prima al sequestro e successivamente al dissequestro da parte dei Carabinieri dei Nac di 500 caciotte (comercializzate col brand "Cacio romano") prodotte dal caseificio laziale Formaggi Boccea e che riportavano in etichetta il nome "romano". Ìl prodotto dopo il ricorso presentato dal produttore, affiancato dalla Coldiretti regionale, è stato dissequestrato e restituito insieme alle etichette "incriminate" al caseificio che adesso potrà nuovamente immetterlo sul mercato. Una decisione contro la quale è però insorto il Consorzio del Pecorino Romano DOP. ...
  • 21 Ottobre 2016

    Prodotti contraffatti al Sial: Asiago DOP, Parmigiano Reggiano DOP e Pecorino Romano DOP ottengono il blocco

    I Consorzi di Tutela dei formaggi Asiago DOP, Parmigiano Reggiano DOP e Pecorino Romano DOP hanno ottenuto dalle autorità francesi l'immediato sequestro di una serie di prodotti che riportavano o evocavano impropriamente le denominazioni dei tre formaggi DOP, riconosciute e tutelate in tutta l’Unione Europea. L’intervento è avvenuto al SIAL, il Salone Internazionale dell'Alimentazione che si è aperto il 16 ottobre e chiuderà oggi i battenti a Parigi. La richiesta avanzata dai tre Consorzi alle autorità francesi si ispira all’articolo 3 del Trattato dell’Unione Europea che ...
  • 6 Settembre 2016

    Crolla l’import e si riduce l’export di Pecorino

    Dopo la buona annata 2015,  che ha indotto trasformatori e commercianti a incrementare la produzione di latte e formaggi ovicaprini e gli acquisti oltrefrontiera per soddisfare una domanda interna e estera in espansione, quest'anno è cambiato l'intero quadro. La congiuntura è diventata difficile per l'accertato calo della propensione all'acquisto dei consumatori, sia italiani sia esteri, che ha determinato ribassi delle quotazioni di tutti i derivati del latte ovicaprino, a cominciare dal Pecorino Romano, per cui il sistema sembra tendere al ridimensionamento dell'offerta. I dati ...
  • 12 Agosto 2016

    Lattiero-caseari di lunga stagionatura, costituzione del pegno rotativo – GURI n. 188

    ITALIA - Costituzione del pegno rotativo su prodotti lattiero-caseari di lunga stagionatura. Fonte: GURI n. 188 del 12/08/2016
  • 16 Giugno 2016

    Formaggi DOP italiani, domani gli Stati generali

    Venerdì, ad Alghero, andranno in scena gli Stati generali dei formaggi italiani DOP organizzati da organizzata dall’Associazione dei formaggi italiani Dop. L'incontro servirà per fare il punto sul comparto tra crisi, pericoli di contraffazione e nuove strategie di promozione. All’assemblea annuale, predisposta da Afidod in collaborazione con il Consorzio di tutela del Pecorino Romano DOP, partecipano tra gli altri il viceministro delle Politiche Agricole Andrea Olivero, il presidente di Afidop Cesare Baldrighi, l’assessore regionale dell’Agricoltura Elisabetta Falchi ed il preside...
  • 31 Maggio 2016

    Il Pecorino Romano DOP svela i suoi segreti

    Porte aperte nei caseifici per due giorni per gustare il Pecorino Romano DOP e conoscere i segreti nella preparazione del formaggio ovino: dagli ingredienti utilizzati alla lavorazione sino alla vendita. L'appuntamento è fissato per domani e giovedi 2 giugno. Alla prima edizione dell'iniziativa organizzata dal Consorzio di tutela del Pecorino Romano DOP hanno aderito 15 caseifici distribuiti in tutta l'isola ma anche 26 ristoranti dove si potranno degustare piatti a base del prodotto. A presentare l'iniziativa, nella sala riunioni dell'assessorato regionale dell'Agricoltura, sono stati ieri ...
  • 4 Maggio 2016

    Il Pecorino Romano DOP frena. Troppa offerta

    Dopo il boom degli ultimi due anni, sta facendo registrare una flessione il mercato del Pecorino Romano DOP, il formaggio a denominazione di origine protetta di puro latte di pecora più esportato in America. Se è vero che nel 2014 e 2015, il pecorino romano ha raggiunto il prezzo di 10 euro al chilo per quanto riguarda l'esportazione negli States, è altrettanto vero che oggi la sua quotazione è scesa al di sotto degli 8 euro al kg. Una congiuntura sfavorevole, che di conseguenza ha fatto crollare il prezzo del latte ovino pagato alla stalla, passato dall'euro al litro di un anno fa a ...
  • 21 Aprile 2016

    Pecorino Romano e latte: il tavolo comune non c’è

    Il tavolo unico del Pecorino Romano è ancora lontano. La parte industriale sostiene che c’è sovrapproduzione e un crollo del prezzo, dunque il latte non può più essere pagato quanto pattuito. Gli allevatori dicono che i dati non sono reali che «si vuole speculare sulla pelle dei pastori» e, con i loro avvocati, hanno diffidato le imprese.. L’assessore regionale all’Agricoltura, Elisabetta Falchi, invita a superare «divisioni e pregiudizi», invoca un organismo interprofessionale e annuncia un pacchetto di misure ad hoc: Fondo di garanzia da 10 milioni, 30 milioni per l’intern...
  • 14 Aprile 2016

    Il mercato del Pecorino Romano perde colpi

    Il ridimensionamento del mercato del Pecorino Romano DOP iniziato nello scorso mese di ottobre con perdite attorno all'1-1,5% mensili, nel 2016 ha assunto un ritmo più intenso. In soli tre mesi il valore del prodotto ha perso il 7,8% tornando ai livelli di 15 mesi prima (ottobre 2014). Tra i motivi della crisi non si può negare l'influenza negativa del mercato del settore maggiore, quello del latte vaccino, che ha origini complesse. Un altro motivo dell'indebolimento del mercato del Pecorino Romano va cercato nel recente rafforzamento dell'euro sul dollaro americano che ha ...
  • 25 Gennaio 2016

    Più made in Italy nelle cucine. La riscossa dei formaggi DOP

    Il testimone di ambasciatori del made in Italy passa dalla moda all'agroalimentare: lo conferma a sorpresa la performance dell'export del formaggio Pecorino, in special modo quello DOP, che nel 2015 riesce a crescere del 23% in valore. Il tessile invece registra un leggero segno meno pari a -0,8%. In generale le esportazioni italiane proseguono il trend positivo, a +3,5%. Nel comparto caseario, restano infatti ottimi anche i risultati degli altri campioni della Dop: Grana Padano DOP e Parmigiano Reggiano DOP continuano ad esportare oltre un terzo della produzione. E il Gorgonzola DOP continua ...
  • 13 Gennaio 2016

    Muro USA ai formaggi italiani a latte crudo

    A rischio l'export in USA dei formaggi italiani a latte crudo come Grana Padano DOP, Parmigiano Reggiano DOP, Pecorino Romano DOP e Provolone Valpadana DOP. La Food and Drug Administration (Fda) ha, infatti, riacceso l'attenzione nei confronti dei formaggi a latte crudo e questo potrebbe portare gli Stati Uniti ad alzare nuove barriere. Un'attenzione che sa di beffa visto che, secondo Assolatte, nei primi 9 mesi del 2015 l'export verso gli USA è cresciuto dal 22,8% per un volume di 24.178 tonnellate di formaggi, con il fatturato aumentato del 26,2%, arrivando a quota 208,5 milioni di ...
  • 14 Dicembre 2015

    Pecorino romano: la Legacoop chiede la sospensione dei nuovi contratti

    Sospensione dei nuovi contratti di vendita del pecorino romano per dieci giorni, contingentazione della produzione di pecorino romano in presenza di importante quantità di latte prodotta, e vendita all'estero delle sovrapproduzioni di latte. La richiesta arriva dalle cooperative del comparto lattiero caseario che si sono incontrato nell'assemblea della Legacoop. "Il bilancio del 2014/2015 non può che essere positivo, mai come in queste ultime due stagioni il prodotto latte aveva dato un valore aggiunto così alto - spiega Daniele Caddeo, direttore generale di Legacoop - l'obiettivo è ...
  • 11 Dicembre 2015

    Formaggi italiani superstar all’estero

    Nei primi otto mesi un maxi avanzo di oltre 400 milioni a fronte dei 180 di gennaio-agosto 2014. In leggero calo (0,4%) l'import ma con una spesa ridotta del 14% per il raffreddamento dei prezzi. Un salo attivo più che raddoppiato, grazie al doppio vantaggio determinato da una crescita delle vendite all'estero e da una spesa per le importazioni alleggerita rispetto allo scorso anno dalla forte riduzione dei prezzi sui mercati internazionali. L'import-export di formaggi e latticini ha generato nei primi otto mesi del 2015 un maxi avanzo con l'estero per l'Italia. Oltre 400 milioni di euro ...
  • 4 Dicembre 2015

    Marchio in 3D a tutela del Pecorino Romano in USA

    Il Pecorino Romano DOP gioca d'anticipo e punta sul miglioramento della qualità, la difesa del riconoscimento comunitario "Denimanzione di origine protetta" e su un marchio tridimensionale di riconoscimento, già registrato, negli Stati Uniti. Questo il rilancio in tre mosse del Consorzio di tutela di uno dei formaggi tutelato italiano più esportati nel mondo, forte di una filiera che conta oltre 10.300 allevamenti che producono latte ovino, 37 caesifici per circa il 95% attivi in Sardegna (solo 3 strtture lavorano nel Lazio) per un giro di affari stimato di circa 280 milioni con una quota ...