Argomento: Oliva Ascolana del Piceno DOP

  • 10 Gennaio 2020

    Oliva Ascolana del Piceno DOP, incentivi per far ripartire la produzione

    L`appello a sfruttare l`opportunità per il rilancio della coltivazione della varietà di oliva "da mensa" ascolana tenera nelle province di Ascoli e Fermo compresa nel disciplinare dell`oliva ascolana del Piceno Dop viene rivolto dalle organizzazioni di imprenditori agricoli Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri che insieme al Consorzio tutela e valorizzazione Oliva Ascolana del Piceno DOP stanno lavorando per partecipare al bando del Psr Marche relativo alle Filiere nelle aree del cratere del sisma 2016. La produzione di olive "da mensa" (in salamoia) in Italia negli ultimi decenni ...
  • 25 Luglio 2019

    Si celebra l’Oliva Ascolana del Piceno DOP con Ascoliva Festival

    Presentata questa mattina a Palazzo dell'Arengo "Ascoliva Festival", evento enogastronomico che celebra l'Oliva Ascolana del Piceno DOP che si terrà dal 9 al 19 agosto ad Ascoli Piceno. Moltissimi gli eventi che faranno conoscere la qualità del prodotto: incontri, convegni,laboratori e degustazioni. Oltre all'oliva ascolana del Piceno DOP, che sarà la vera protagonista dell'evento, ci sarà la possibilità di provare i 16 piatti tipici locali. Novità di quest'anno l'utilizzo di materiale plastic-free usa e getta biodegradabile e compostabile. Per una maggiore attenzione all'ambiente ...
  • 29 Marzo 2018

    Oliva Ascolana del Piceno DOP, riconoscimento del Consorzio – GURI n. 74

    ITALIA - Riconoscimento del Consorzio tutela e valorizzazione Oliva Ascolana del Piceno DOP e attribuzione dell'incarico di svolgere le funzioni di cui all'art. 53 della legge 24 aprile 1998, n. 128, come modificato dall'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526, per l'Oliva Ascolana del Piceno DOP Fonte: GURI n. 74 del 29/03/2018
  • 16 Marzo 2018

    Oliva Ascolana del Piceno DOP: riconosciuto il Consorzio di tutela

    Le imprese produttrici di Oliva Ascolana del Piceno DOP che nello scorso autunno hanno fondato un Consorzio hanno ottenuto l’ok dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari  e forestali. Avranno l'incarico di tutelare e soprattutto di valorizzare la denominazione Oliva Ascolana del Piceno DOP che comprende l'oliva in salamoia e la famosa oliva ripiena. Il Consorzio - che si presenterà alla cittadinanza nei prossimi giorni con una iniziativa pubblica - ha eletto come componenti del Consiglio di amministrazione Ugo Marcelli, Isabella Mandozzi, Giovanni Clerici, Luigi Tempera, ...
  • 25 Novembre 2016

    Consorzio Oliva ascolana del Piceno DOP, svolta dal ministro: “Ci sarà il riconoscimento”

    L'uomo sandwich ha funzionato? O forse l'iter per il riconoscimento della tutela dell'Oliva ascolana del  Piceno DOP era già alle battute finali? Difficile saperlo, ma quel che importa è che il Ministero delle politiche agricole ha assicurato che sbloccherà l'istanza presentata dal Consorzio di tutela dell'Oliva ascolana del Piceno DOP per ottenere l'incarico per cui è nato, e cioè di controllo e di valorizzazione dell'oliva. L'occasione per provare a fare in modo che i tempi, fino ad ora lumaca, subissero un'accelerazione si è presentata mercoledì, con la visita in città del ...
  • 14 Novembre 2016

    Oliva Ascolana del Piceno DOP: il Consorzio insorge

    Il Consorzio di tutela dell'Oliva Ascolana del Piceno DOP è ancora in attesa che il Ministero delle politiche agricole sblocchi l'iter per far sì che possa tornare a svolgere il suo ruolo di controllo e valorizzazione dell'oliva. La denuncia di questi tempi lumaca che a quanto pare stanno caratterizzando il processo di ottenimento dell'incarico di tutela, sospeso per inadempienze di carattere burocratico, arriva dal consiglio di amministrazione dell'organismo, rinnovato prima dell'estate scorsa. «Il Consorzio - dice il presidente Primo Valenti - è in attesa del riconoscimento dal ...
  • 8 Giugno 2016

    Oliva Ascolana del Piceno DOP, insediato il nuovo direttivo del Consorzio

    Il futuro del territorio ha il sapore dell'Oliva Ascolana del Piceno DOP. Allo scopo non solo di proteggere e diffondere la cultura di un'eccellenza famosa in tutto il mondo (scheda prodotto), il marchio intende focalizzare gli sforzi all'insegna di una assoluta qualità e di un solido legame tra il prodotto e l'economia locale. Per rendere possibili tali obiettivi si è insediato il nuovo direttivo del Consorzio per la tutela dell'Oliva Ascolana del Piceno DOP, con la nomina del presidente da Primo Valenti, affiancato da Isabella Mandozzi, vicepresidente, Augusto Migliori, Luigi Tempera, Ugo ...
  • 22 Settembre 2014

    Perozzi: “Un tavolo tecnico per l’Oliva Ascolana del Piceno DOP”

    Corriere Adriatico"I produttori di Oliva Ascolana del Piceno DOP credono che sia giunto il momento di mettersi attorno ad un tavolo con tutti coloro che sono interessati a costruire un progetto serio per provare a definire obiettivi comuni per la valorizzazione di questa eccellenza". A parlare così è il presidente della Vinea, Ido Perozzi, che da tempo si adopera affinché l'Oliva Ascolana del Piceno DOP sia riconosciuta come eccellenza da tutelare, salvaguardare e promuovere. Un prodotto che, inscindibilmente legato al territorio, può rappresentare una grande opportunità economica per il ...
  • 3 Luglio 2014

    Oliva dop, la strada dei fondi europei

    Resto del Carlino La tre giorni dedicata all'Oliva Ascolana del Piceno DOP e organizzata di Piceno Open si apre domani, ad Offida, con il seminario in programma alle 16 nelle sale dell'Enoteca Regionale dal titolo "L'Oliva Ascolana del Piceno Dop: una risorsa forse sottovalutata?". L'appuntamento è importante per discutere sullo stato dell'arte di questo prodotto ed individuare i percorsi migliori per la sua valorizzazione, considerando che l'oliva picena è una delle migliori testimonial del settore agroalimentare del territorio, forse l'eccellenza più nota a livello nazionale, soprattutto se parliamo di quella farcita e fritta. 'incontro potrebbe essere anche l'occasione per approfondire il discorso sui fondi strutturali europei
  • 23 Aprile 2013

    Ascoli Piceno

    Da mercoledì 24 aprile al 1 maggio Ascoli Piceno, patria dell' oliva ascolana, ospita Fritto Misto, con degustazione di specialità fritte di ogni regione d'Italia, area espositiva sul fritto e convegni sulla tenera Oliva Ascolana del Piceno DOP.
  • 17 Aprile 2013

    Carne di cavallo nelle olive surgelate

    Il Resto del Carlino C'è anche l'ascolana Gela srl nella lista, diffusa dal ministero della Salute, delle 16 aziende italiane di prodotti alimentari che sono risultate positive in Italia al test per trovare carne di cavallo. In tutto sono stati riscontrati 33 campioni con presenza di carne di cavallo per un totale di 26 prodotti che si sono dimostrati irregolari, tra questi ci sono anche le olive ascolane prodotte dall'azienda picena, nelle quali sarebbe stata rinvenuta dai Nas la presenza di carne equina non dichiarata in etichetta in misura superiore all'1%. Per questo motivo, il problema è di «frode e non di sicurezza alimentare», come ha affermato anche il commissario alla salute Tonio Borg. I prodotti, comunque perfettamente commestibili, sono ancora sotto sequestro ma potranno essere reinseriti sul mercato se verrà apposta una nuova etichetta sulle confezione che indichi chiaramente
  • 8 Marzo 2013

    L’oliva tenera da Harrods

    Corriere Adriatico Le eccellenze gastronomiche del Piceno in vendita nei prestigiosi magazzini londinesi Harrods. Questa la prospettiva che si apre, per i principali prodotti tipici del territorio ascolano grazie all'evoluzione dell'iniziativa "Dreaming - Terre del Piceno" avviata lo scorso anno dal Bim Tronto. Da quell'esperienza molto positiva, che era riuscita ad unire le prelibatezze del territorio attraverso la promozione via web con blog specifici, foto e video, si apre ora un nuovo scenario che potrebbe portare proprio alla commercializzazione dei prodotti piceni a Londra, nella più importante delle catene commerciali inglesi. Una prospettiva che fa seguito alla realizzazione di un film, di produzione anglosassone, girato tra Ripaberarda e altre zone dell'entroterra e della vallata picena. Nello specifico, per quel che riguarda le eccellenze che dovrebbero finire
  • 20 Febbraio 2013

    Gastronomia e cultura alla conquista del Nord

    Tante iniziative tra Piceno e Fermano per promuovere il territorio. Cominciamo con la gastronomia.
  • 4 Gennaio 2013

    Olio di oliva, qualità eccelsa e una produzione da record

    Corriere Adriatico Aumenta la produzione di olio d'oliva nelle Marche, che quest'anno salirà a 43.500 quintali, il 15 per cento in più dello scorso anno. E' quanto afferma la Coldiretti regionale sulla base delle previsioni di Ismea che indicano, invece, un calo del12 per cento a livello nazionale. Nonostante i problemi causati dalle nevicate di febbraio, che hanno azzerato in alcuni casi la produzione nelle zone interne, sulla fascia collinare e costiera si è avuta una superproduzione che ha compensato anche la diminuzione delle rese. "Quest'anno avremo una qualità dell'olio ottima, specie a livello organo- Per le Marche olio da record lettico" conferma Pierluca Federici, presidente regionale dell'Aprol, l'associazione produttori olivicoli promossa dalla Coldiretti. Una buona notizia perle circa 22 mila aziende marchigiane, che si aggiunge,
  • 30 Novembre 2012

    Olive, figlie del sole

    A tavola, verdi, nere o ripiene, fanno fare sempre un'ottica figura con gli amici. Con la loro polpa croccante e gustosa, una tira l'altra.
  • 24 Novembre 2012

    Italia maglia “rosa” per gli oli extra vergini DOP e IGP

    La Discussione L'Italia indossa la maglia rosa per il numero gli oli extra vergini di oliva Dop e Igp riconosciuti dalla Unione Europea ma non per quello delle olive da tavola. Su 116 oli di oliva a Dop e Igp nella Ue, l'Italia ne rappresenta 43 pari al 40% in tutta Europa. La percentuale scende drasticamente per le olive da tavola. Il nostro Paese si conferma terzo produttore in ambito Ue, dopo Spagna e Grecia con appena 3 Dop di olive da tavola riconosciute: la Bella della Daunia in Puglia, la Nocellara del Belice in Sicilia e l'Oliva ascolana del Piceno in Abruzzo e Marche. Il 35% circa della produzione proviene da cultivar da tavola, la restante parte da cultivar a duplice attitudine la cui utilizzazione è estremamente variabile in dipendenza della domanda di mercato e dell'andamento stagionale. Il quadro produttivo nazionale vede Sicilia e Puglia