Argomento: Lardo di Colonnata IGP

  • 16 Gennaio 2019

    Lardo e Pancetta DOP : una ricetta contro il freddo

    Pochi alimenti hanno il potere di darci conforto quando le temperature si abbassano: una minestra calda, una tisana, o un piatto di quei salumi che ci fanno tanta “gola” come il lardo o la pancetta. Secondo un’idea ampiamente condivisa, d’inverno sarebbe meglio mangiare di più e scegliere gli alimenti più ricchi di grassi, specialmente quando il termometro precipita sotto lo zero. Il principio di una dieta ricca in inverno risale a tempi lontani, segnati dall’assenza dei comfort moderni (riscaldamento, auto, trasporti pubblici ...) e la necessità per molti di svolgere un lavoro ...
  • 14 Novembre 2018

    I prodotti agroalimentari toscani alla conquista del Canada, missione con l’assessore Remaschi

    Allargare la presenza dei prodotti agroalimentari toscani in Canada e sostenere la presenza dei nostri Vini DOP IGP sui mercati del Nord America. E' questo lo scopo della missione regionale guidata dall'assessore all'agricoltura Marco Remaschi in programma a Toronto nei giorni 15 e 16 novembre prossimi. Le nostre produzioni di qualità saranno valorizzate nella regione dell'Ontario sia attraverso alcuni eventi ad hoc sia con la partecipazione alla Terza settimana della cucina italiana nel mondo. Da tempo il mercato canadese evidenzia un grande interesse d verso i prodotti toscani, a ...
  • 3 Febbraio 2014

    Se il Lardo di Colonnata IGP diventa “millesimè”

    Il Tirreno. La filosofia di base è chiara. Non si può stare fermi a godersi la rendita di un prodotto, neppure se è noto a livello planetario. Il Lardo di Colonnata IGP è celebre e celebrato, ma ormai non basta più esaltare la storia di un prodotto nato povero - il cibo dei cavatori - per diventare uno dei salumi più raffinati. E allora Marco Santucci, macellaio e norcino di Carrara, ha deciso di lanciarsi in un nuova impresa. Produrrà nella sua larderia ai piedi delle cave di Michelangelo un lardo di Colonnata millesimato. Alla base un concetto semplice :portare la stagionatura ad un anno e anche 18 mesi.
  • 12 Novembre 2013

    Lardo di Colonnata e Montalcino, stop ai furbetti

    Corriere di Arezzo Non sono di certo stati con le mani in mano gli agenti del nucleo operativo della Forestale aretina che in concomitanza con la giornata di legalità promossa da Confcommercio sintetizzano l'attività svolta nel settore agroalimentare. In totale ben 102 controlli, coinvolgendo numerosi aspetti della produzione e del commercio dei prodotti agroalimentari, come il rispetto dei disciplinari dei marchi protetti, l'etichettatura e la tracciabilità dei prodotti e i contributi versati ai produttori. Numerose le irregolarità rilevate sia penali che amministrative. 5 le persone denunciate e 16 i verbali amministrativi redatti per sanzioni pari a 70.693,33 euro. Alcune confezioni esposte su una bancarella indicavano nell'etichetta il "lardo conca di collonata" che nulla aveva a che vedere con il famoso "Lardo di Colonnata IGP".
  • 2 Ottobre 2013

    Conoscere il Lardo di Colonnata IGP

    Sale e Pepe Conoscere e gustare le eccellenze agroalimentari italiane. Dalla Pietà di Michelangelo al..Lardo di Colonnara IGP. Per quanto possa suonare irriverente, c'è un filo rosso che unisce il capolavoro michelangiolesco al salume delle Alpi Apuane: il marmo bianco di Carrara. Perché proprio la lunga stagionatura nelle "conche" (vasche) di marmo, con la sua particolare traspirabilità e la ricchezza di carbonaro di calcio, è il segreto di questo lardo morbido e compatto, realizzato ancora oggi con una tecnica millenaria da una rosa di produttori del borgo di Colonnata. Il tocco finale lo regalano sale marino, pepe nero, rosmarino e aglio, oltre a spezie e aromi (cannella, anice stellato, coriandolo, noce constata, chiodi di garofano, salvia, origano) miscelati da ogni larderia secondo ricette segrete.
  • 29 Luglio 2013

    Lardo di Arnad, tesoro gastronomico

    La Stampa Si presenta con un profumo ricco di aromi e con un sapore che ricorda le erbe usate nella miscela per la salamoia. E' il Valle d'Aosta lard di Arnad DOP utilizzato nell'alimentazione fin dal XVI secolo. Caratterizzato da una stagionatura con sale, rosmarino, alloro e salamoia, il Valle d'Aosta lard di Arnad DOP viene ancora oggi conservato in un recipiente fabbricato artigianalmente in legno di castagno chiamato «doil». Solo negli ultimi anni, però, da semplice condimento si è trasformato nel protagonista di numerose ricette, rivalutate grazie alla «Fehta dou Lar», organizzata nel bosco di castagni in località La Keya dal Comitato Lo Doil, quest'anno in programma dal 22 al 25 agosto.
  • 12 Aprile 2013

    Lardo di colonnata e parmigiano fasulli. Scatta il sequestro

    Messaggero Frosinone Prodotti certificati ma risultati taroccati sequestrati in un supermercato del cassinate. Gli agenti del nucleo agroalimentare e agroambientale del comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato, in collaborazione con i colleghi di La Spezia hanno controllato diversi esercizi commerciali in Ciociaria. Ma le verifiche si sono concentrate in un punto vendita di una grande catena di supermercati nel cassinate dove è risultato che confezioni di Lardo di Colonnata IGP imbustato a fette, tranci di Mortadella Bologna IGP e pacchetti di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato contenevano prodotti, forse buoni, ma certo non originali. Infatti, malgrado riportassero la denominazione di origine protetta e l'indicazione geografica tipica risultavano prodotti lontano dalle zone d'origine.
  • 24 Ottobre 2012

    Tre giorni fra i «Salumi d’autore»

    Il Giornale di Brescia Weekend di gusto con i piccoli produttori. Dalla Toscana il prosciutto stagionato sotto la cenere; da Norcia gli insaccati di cinghiale, con le specialità dell' Oltrepo pavese; anche i salami mantovani, la finocchiona e la rarissima mortadella di Prato. È dedicata ai «Salumi d'autore» la tre giorni organizzata in corso Garibaldi (26, 27 e 28 ottobre, dalle 10 alle 20) dal Comune di Brescia. Un appuntamento imperdibile per parlare con i produttori e degustare il meglio della tradizione nazionale di piccole aziende, consorzi di tutela delle Dop, produttori di enogas...