Argomento: Fiore Sardo DOP

  • 11 Settembre 2019

    L’agroalimentare IG traina l’export sardo al più 7%

    Le piccole imprese di food and drink fanno crescere l'export (+7% nel primo semestre) e gli occupati (+13% in cinque anni). In Sardegna sono 10.544 gli addetti del settore alimentare e delle bevande. Otto lavoratori su 10, l'85,8%, pari a 9.043, sono impiegati nelle micro e piccole imprese (realtà con meno di 49 dipendenti). Nel solo comparto artigiano operano 5.733 lavoratori, il 54,4% di tutta la forza lavoro del settore. Sono alcuni risultati del rapporto nazionale dell'Ufficio Studi di Confartigianato. Tra i migliori clienti ci sono il Giappone, gli Stati Uniti, Germania, Regno Unito, ...
  • 18 Aprile 2019

    Fiore Sardo DOP, conferma incarico al Consorzio – GURI n. 92

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio per la tutela del formaggio Fiore Sardo DOP e attribuzione dell'incarico di svolgere le funzioni di cui all'articolo 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per il Fiore Sardo DOP - Classe 1.3. Formaggi Fonte: GURI n. 92 del 18/04/2019
  • 14 Novembre 2017

    Fiore Sardo DOP, approvazione modifiche statuto Consorzio – GURI n. 266

    ITALIA - Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio per la tutela del formaggio Fiore Sardo DOP Fonte: GURI n. 266 del 14/11/2017
  • 7 Aprile 2017

    Dalla Sardegna a Parma, cinque giorni dedicati alle IG nel segno di AICIG

    Cinque giorni nel segno delle IG: da venerdì 7 a martedì 11 aprile l’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche sarà protagonista in veste istituzionale di una serie di eventi in tutta Italia. Il primo appuntamento sarà domani venerdì 7 aprile a Macomer (NU) presso la sede del Consorzio di Tutela del formaggio Pecorino Romano DOP ed interesserà il Segretario di AICIG Leo Bertozzi che in siffatta occasione incontrerà oltre ai rappresentanti dei rispettivi consorzi, 80 produttori provenienti da tutta la Sardegna di formaggi DOP - dal Pecorino Romano DOP al Pecorino Sardo ...
  • 14 Aprile 2016

    Il mercato del Pecorino Romano perde colpi

    Il ridimensionamento del mercato del Pecorino Romano DOP iniziato nello scorso mese di ottobre con perdite attorno all'1-1,5% mensili, nel 2016 ha assunto un ritmo più intenso. In soli tre mesi il valore del prodotto ha perso il 7,8% tornando ai livelli di 15 mesi prima (ottobre 2014). Tra i motivi della crisi non si può negare l'influenza negativa del mercato del settore maggiore, quello del latte vaccino, che ha origini complesse. Un altro motivo dell'indebolimento del mercato del Pecorino Romano va cercato nel recente rafforzamento dell'euro sul dollaro americano che ha ...
  • 2 Febbraio 2016

    Fiore Sardo DOP, riconoscimento del Consorzio – GURI n. 26

    ITALIA - Riconoscimento del Consorzio per la tutela del formaggio Fiore Sardo DOP e attribuzione dell'incarico di svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per la DOP Fiore Sardo. Fonte: GURI n. 26 del 02/02/2016
  • 15 Ottobre 2014

    Vini e formaggi alla fiera dei falsi

    L'Unione SardaPecorino Romano DOP, Cannonau di Sardegna DOP, Vermentino di Sardegna DOP e Isola dei Nuraghi IGP. Sono questi i principali prodotti agricoli sardi più richiesti e quindi a maggior rischio di contraffazione. I "falsi" vengono confezionati con materie prime di qualità scarsa o inferiore e spesso non rispettano le norme contenute nei disciplinari di produzione. Secondo un'analisi dell'Associazione di categoria il business delle contraffazioni è in preoccupante aumento anche a causa della crisi economica che costringe i consumatori ad acquistare prodotti a prezzi inferiori. ...
  • 13 Giugno 2014

    Sardegna, eccellenze isolane DOP e IGP

    L'Unione SardaLa Sardegna ha già importanti marchi che garantiscono la qualità e l'affidabilità del prodotto. L'Agnello di Sardegna IGP e il Fiore Sardo DOP sono due esempi di eccellenze protette e note in tutto il mondo. Così anche il Pecorino Sardo DOP e il Pecorino Romano DOP viaggiano con la Denominazione d'origine protetta, come l'olio extravergine di oliva o il Carciofo Spinoso di Sardegna DOP e lo Zafferano di Sardegna DOP. Tanti DOP che anche l'Unione europea annovera tra le 775 eccellenze con i marchi di qualità di Bruxelles. E si capisce perché. Pensiamo all'agnello, quello IGP nasce, si alleva e viene macellato nell'Isola: l'allattamento e il pascolo naturale sono infatti le condizioni essenziali imposte per poter fregiare il prodotto della denominazione di origine.
  • 11 Novembre 2013

    Dal pecorino romano al fiore sardo i formaggi investono sul marketing

    Il Sole 24 Ore Agrisole Il fatturato all'origine per il settore degli ovini da carne (agnelli, agnelloni e pecore), nel 2012 è stato, secondo dati Istat-Ismea, di 271,1 milioni di curo, con frazione ampiamente maggioritaria degli agnelli (211,5 milioni). Nel 2012, è sceso a 264,2 milioni e, nel periodo da gennaio a luglio 2013, si è attestato a 107,5 milioni. Il valore al consumo invece, ha raggiunto i 328,6 milioni di curo nel 2012, con circa 34mila tonnellate di prodotto acquistato (269,7 milioni da gennaio a luglio 2013). Il settore ovicaprino, tuttavia, non è solo rappresentato dalle carni, ma anche dai prodotti lattiero-caseari e soprattutto dai formaggi. I principali formaggi ovini Dop italiani sono il Pecorino romano DOP, il Pecorino Sardo DOP, il Pecorino Siciliano DOP e il Pecorino Toscano DOP.
  • 31 Ottobre 2013

    Sardegna, l’isola dei mille formaggi da difendere a ogni costo

    Il Giornale I prodotti caseari sardi sono sempre più richiesti nel mondo Ecco perché la Regione si impegna a tutelare la loro origine. Sotto un certo punto di vista ci sarebbe quasi da esserne orgogliosi. Se non fosse che il danno che procura la contraffazione è decisamente consistente. Quindi, se da un lato essere copiati è una certificazione di qualità, seppure sui generis, dall'altro non può che far mettere in moto tutta una serie di meccanismi per stroncare, o perlomeno limitare, questa insidia che, nel caso dei prodotti alimentari, oltre che un danno economico e di immagine alle aziende vittime del plagio, può procurare seri danni alla salute degli ignari consumatori.
  • 10 Ottobre 2013

    Organo di controllo Fiore Sardo DOP – GU 238 10/10/13

    ITALIA - Decreto 25 settembre 2013 che contiene la proroga della designazione dell'Agenzia Laore Sardegna ad effettuare i controlli per la denominazione di origine protetta Fiore Sardo DOP, registrata in ambito Unione europea.
  • 18 Luglio 2013

    Non solo pecorino

    Viaggi di Gusto Una delle immagini che inevitabilmente si imprimono nella memoria di chi scelga di lasciare le coste per attraversare l'entroterra sardo, è quella dei greggi al pascolo. Le pecore sono pressoché ovunque. Del restono stiamo parlando di oltre 3 milioni di capi, ovvero più del 40% del patrimonio ovino italiano. Inevitabile dunque che il prodotto caseario principe della regione sia il famoso pecorino, apprezzato e celebrato in tutto il mondo. Tra i più noti le DOP Fiore Sardo, Pecorino Sardo e Pecorino Romano, che rappresentano anche le più importanti produzioni alimentari dell'isola. Saporiti, piccanti, più o meno stagionati, mangiati a fette, scaglie o grattugiati, i pecorini sardi sono una tentazione continua.
  • 11 Ottobre 2012

    Il pecorino di Thiesi perde gusto con la Ue

    Il Sole 24 OreL'Italia è spesso sfacciata e sempre uguale a se stessa, ma è anche una terra silenziosa e piena di misteri. In questa storia ci sono gli uomini dignitosi e duri della Sardegna interna e l'odore forte dei loro formaggi, la suggestione muta e arcaica dei nuraghi e la meccanica poco celeste dei mercati globali, soprattutto quando alterati nella loro fisiologia dal protezionismo. A Thiesi, nella parte del Sassarese chiamata Meìlogu (il luogo di mezzo)', si trova l'epicentro di un sistema produttivo locale agroindustriale fondato sul Pecorino Romano DOP, il formaggio che gli imprenditori laziali insegnarono a fare ai pastori sardi a inizio Novecento, quando l'agro pontino non dava abbastanza erba per saziare la fame delle centinaia di migliaia di pecore che cingevano d'assedio Roma.