Argomento: Emilia IGP

  • 10 aprile 2018

    Emilia IGP, modifica disciplinare – GURI n. 83

    ITALIA - Modifica del disciplinare di produzione della Indicazione Geografica Tipica Emilia IGP o dell'Emilia IGP Fonte: GURI n. 83 del 10/04/2018
  • 16 novembre 2017

    Emilia IGP, conferma incarico al Consorzio – GURI n. 268

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio tutela vini emilia a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 41, comma 1 e 4, della legge 12 dicembre 2016, n. 238, per l' Emilia IGP Fonte: GURI n. 268 del 16/11/2017
  • 20 luglio 2016

    Emilia IGP, autorizzazione etichettatura transitoria – GURI n. 168

    ITALIA - Modifica del decreto 14 giugno 2016 concernente l'autorizzazione al Consorzio tutela Vini Emilia, in Modena, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini Emilia IGP o «dell'Emilia», ai sensi dell'articolo 72 del regolamento (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare di cui al provvedimento 29 agosto 2014, per adeguarlo alle disposizioni del decreto 23 dicembre 2015. Fonte: GURI n. 168 del 20/07/2016
  • 5 luglio 2016

    Emilia IGP, autorizzazione al Consorzio per etichetta transitoria – GURI n. 155

    ITALIA - Autorizzazione al Consorzio tutela vini Emilia, in Modena, per consentire l'etichettatura transitoria dei vini IGT Emilia o dell'Emilia, ai sensi dell'articolo 72 del regolamento (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, nei riguardi delle produzioni ottenute in conformita' alla proposta di modifica del relativo disciplinare di cui al provvedimento 29 agosto 2014. Fonte: GURI n. 155 del 05/07/2016
  • 1 ottobre 2015

    Emilia IGP: offerte di qualità e giusta comunicazione

    ln questo scenario complesso, un'opportunità di sviluppo del settore, ma anche barriera contro le contraffazioni e argine ai prodotti che di italiano spesso hanno purtroppo solo il sounding, sono i Consorzi di tutela. Tra i più attenti a queste nuove opportunità c'è sicuramente il Consorzio Tutela vini dell'Emilia IGP, associazione di categoria che dal 2011 raccoglie alcune tra le più importanti etichette vinicole dei distretto emiliano. Uno dei problemi che caratterizzano il mercato dei prodotti agroalimentari è costituito dalla difficoltà che incontra il consumatore a percepire la differenza qualitativa dei diversi prodotti e questo si traduce spesso in una difficoltà ad orientarsi nelle scelte di acquisto. Il nostro Consorzio - spiega il direttore Ermi Bagni - vuole dare una chiara identità geografica e qualitativa ai vini dei nostri associati e al tempo stesso vuole aiutare il consumatore nelle sue scelte. Si tratta di comunicare l'origine del prodotto ovvero la ...
  • 11 novembre 2014

    Il Consorzio tutela vigilerà su tutti i vini IGP dell’Emilia

    Gazzetta di Reggio L’atteso decreto relativo all’attribuzione dell’incarico, da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, al Consorzio Tutela Vini Emilia a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi per l’Emilia IGP, è arrivato. Datato 6 ottobre, è stato ufficializzato con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del 29 ottobre scorso. Il Consorzio Tutela Vini dell’Emilia è un’associazione interprofessionale di categoria presieduta dal reggiano Davide Frascari che ha saputo imprimere una forte collaborazione e sinergia fra tutti i produttori di Lambrusco, ben al di sopra di ogni vecchio e radicato campanilismo
  • 2 luglio 2014

    Vini IGP, il marchio Emilia depositato negli Stati Uniti

    Gazzetta di Reggio Il Consorzio di Tutela dei Vini Igt dell'Emilia ha ricevuto nel pomeriggio di ieri una importantissima comunicazione. Gli Stati Uniti hanno finalmente accolto la domanda di registrazione del marchio "Emilia" presentata dal consorzio, costituito fra i produttori di Reggio e di Modena e presieduto dal reggiano Davide Frascari e diretto dal modenese Ermi Bagni. La registrazione ufficiale da parte dell'United States and Trademark Office, di fatto l'ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi di fabbrica, l'organismo amministrativo incaricato di rilasciare i brevetti ed i marchi depositati negli Stati Uniti d'America, risale al 10 giugno scorso ed è catalogata al numero 4.545.990 della categoria numero 33 riservata ai vini.
  • 5 giugno 2014

    Modifica disciplinari Colli Bolognesi DOP, Colli d’Imola DOP, Modena DOP, Reno DOP, Emilia o dell’Emilia IGP, Rubicone IGP – GU 128 05/06/2014

    ITALIA - Proposte di modifica dei disciplinari di produzione dei vini Colli Bolognesi DOP, Colli d'Imola DOP, Modena DOP, Reno DOP, Emilia o dell'Emilia IGP, Rubicone IGP. Fonte: GU 128 del 05/06/2014
  • 11 agosto 2013

    Organo di controllo Emilia o dell’Emilia IGP – GU 188 12/08/13

    ITALIA - Approvazione del piano dei controlli aggiuntivo per l'indicazione geografica Emilia o dell'Emilia IGP per la quale l'organismo denominato «Valoritalia societa' per la certificazione delle qualita' e delle produzioni vitivinicole italiane S.r.l.», e' stato gia' autorizzato ad effettuare i controlli.
  • 30 ottobre 2012

    Lambrusco e Gavi, ok del Mipaaf

    Tre BicchieriVia libera del Comitato nazionale vini, riunito oggi a Roma, al disciplinare dell'Igt Emilia e alle modifiche per Gavi Docg e Igt bianco di Castelfranco Emilia (che inserisce le tipologie moscato e trebbiano). Il Lambrusco, con i suoi nuovi confini che lasciano fuori i grandi imbottigliatori di Veneto, Piemonte e Lombardia, passa l'esame dopo un'audizione pubblica senza opposizioni e ora attende l'ok definitivo (a marzo prossimo) di Bruxelles per fregiarsi del titolo di primo disciplinare italiano approvato dall'Europa, dopo l'entrata in vigore delle nuove regole sulla registrazione delle Dop e Igp. Tirano un sospiro di sollievo i produttori del Gavi Docg, soprattutto quelli che producono la versione spumante del bianco piemontese, che hanno chiesto la procedura d'urgenza per modificare l'articolo 6. 20121030_Tre_Bicchieri_AV.pdf