Argomento: Cina

  • 10 Aprile 2019

    Internazionalizzazione, tra UE e Cina siglato l’accordo, Juncker: “Ma ora va rispettato”

    «I negoziati con la Cina sono stati difficili, ma alla fine si sono dimostrati fruttuosi: abbiamo trovato l'accordo sulla dichiarazione congiunta basata su rispetto e reciprocità». Così il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ieri ha chiuso il vertice Ue-Cina di Bruxelles. Gli europei preparavano l'appuntamento da settimane, ma fino all'ultimo le chiusure di Pechino hanno rischiato di trasformarlo in un fiasco. Poi, dopo un rush finale di 50 ore, il lavoro diplomatico è sfociato nell'accordo siglato ieri dai politici. Che soddisfa l'Unione anche se, avvertiva il presidente ...
  • 25 Marzo 2019

    Nuova Via della Seta, colosso cinese in Italia per studiare il Grana Padana DOP e il Parmigiano Reggiano DOP

    La nuova Via della Seta passa attraverso la provincia di Mantova. Giovedì,  poco prima che l'aereo del presidente cinese Xi Jinping atterrasse sul suolo italiano, i dirigenti della compagnia Junlebao Dairy Group di Shijazhuang, leader in Cina nella produzione di latte e yogurt, sono sbarcati sulle rive del Mincio. Obiettivo del viaggio: acquistare tecnologia italiana e conoscere da vicino il Grana Padano DOP e il Parmigiano Reggiano DOP. Prima tappa del tour, il municipio di Curtatone, dove gli amministratori della Junlebao hanno incontrato il sindaco Carlo Bottani, da tempo impegnato ...
  • 23 Marzo 2019

    Firmato il protocollo per l’export di carni suine italiane in Cina

    Il Ministro della Salute, Giulia Grillo, e l’Ambasciatore cinese a Roma, Li Ruiyu, hanno siglato oggi a Villa Madama il Protocollo di intesa che sancisce l’apertura del mercato cinese alle produzioni suine italiane. Dopo anni in cui l’avvio delle esportazioni di carni suine in Cina è stato più volte annunciato e poi smentito, la firma di un Protocollo tra il Ministero della Salute italiano e l’Amministrazione Generale delle Dogane cinese costituisce un vero spartiacque con il passato: ora le condizioni per l’esportazione delle nostre carni suine sono ufficialmente definite ed ...
  • 20 Marzo 2019

    La Via della Seta: larga per la Cina, stretta per l’Italia agroalimentare

    Le chiacchiere stanno a zero in questa partita fra Italia e Cina soprattutto per il comparto agroalimentare. ll memorandum of understanding (MoU), che si sta per siglare tra Roma e Pechino  inserisce l'Italia tra i più importanti partner della via della Seta marittima cinese (Belt and Road Initiative) con il colosso asiatico che  consoliderà la sua presenza in ben 12 porti del Mediterraneo Si tratta di aprire un canale che espone al rischio di un’inondazione di prodotti cinesi (e non solo) in tutta Europa in cambio di cosa? Poco o nulla. Lo sanno bene le aziende italiane del ...
  • 18 Marzo 2019

    Vino, la Cina chiede qualità e l’Italia si prepara alla sfida

    Anche se nel 2018 la Cina ha manifestato un rallentamento nell'import, questo deve essere considerato congiunturale e non certo strutturale alla luce delle potenzialità di crescita dei consumi di vino»: Denis Pantini, direttore area agricoltura e industria alimentare di Nomisma nonché responsabile Wine Monitor, dal suo osservatorio privilegiato vede rosa sul mercato enologico della Terra di mezzo. Il gigante asiatico ha superato quota 2,4 miliardi di euro di importazioni globali di vino, dicono le ultime rilevazioni di Osservatorio Vinitaly-Wine Monitor Nomisma su dati doganali e si è ...
  • 16 Novembre 2018

    Grana Padano DOP missione CINA

    Il Grana Padano, che con circa 5 milioni di forme prodotte è il formaggio DOP più consumato nel mondo, affascina i cultori del gusto e dell’alta cucina a Shangai, in una delle tappe più importanti tra le iniziative organizzate nell’ambito di EUPERTE, il progetto di promozione curato con il Consorzio del Prosciutto di Parma DOP e finanziato dall’Unione Europea per promuovere all’estero le eccellenze del Made in Italy alimentare. Dopo il successo raccolto nei tre giorni di FHC SALON, manifestazione tra le più importanti nel settore che ha richiamato nella metropoli cinese ...
  • 14 Novembre 2018

    Il Prosciutto di Parma DOP a Shanghai per Food Hotel China

    Il Prosciutto di Parma DOP sarà presente alla fiera alimentare Food Hotel China in programma a Shanghai dal 13 al 15 novembre. L’area espositiva all’interno della fiera servirà per accogliere le aziende consorziate e favorire l’incontro con gli operatori locali, ma allo stesso tempo permetterà di far conoscere il Prosciutto di Parma e le sue caratteristiche di qualità. La partecipazione alla fiera rientra nell’ambito del progetto EUPERTE iniziato lo scorso anno insieme al Grana Padano DOP e cofinanziato dall’Unione Europea. EUPERTE, della durata di tre anni, si ...
  • 12 Novembre 2018

    Il vino made in Italy non sfonda in Cina. Quota di mercato al 6%

    Ad Honk Kong si vende una bottiglia made in Italy contro 20 francesi. E adesso tra i concorrenti è in crescita la Spagna. Vista dalla carta del ristorante Otto e Mezzo di Umberto Bombana, l'unico chef italiano fuori dai confini nazionali che può vantare tre stelle Michelin, l'Italia del vino a Honk Kong sembra scoppiare di salute: 2100 etichette quasi tutte toscane, grande  attenzione ai vini autoctoni con proposte al bicchiere che spaziano dal Verdicchio di Matelica al Nerello Mascalese. Eppure se ci alziamo da tavola e allarghiamo lo sguardo su questa metropoli caotica che fa da ...
  • 12 Ottobre 2018

    Vino, crescita zero dell’export in USA e la Cina non decolla

    È allarme export a crescita zero per il vino italiano, mentre la Cina stenta. Il vertice di Vinitaly - la principale rassegna nazionale - ha lanciato un warning sul mercato USA: «Nel secondo quadrimestre - ha sottolineato Giovanni Mantovani , direttore generale Vinitaly, citando i dati dell'osservatorio con Nomisma - si sono accentuate le difficoltà di crescita negli Usa con il dato a valore delle importazioni divino italiano fermo a +0,7% per un corrispettivo di 1,11 miliardi. Un indicatore che assume maggior rilevanza se accostato al forte rialzo francese (+8,2%, a quota 1,18 miliardi)...
  • 2 Ottobre 2018

    Shiandi: registrato il marchio in cinese del Chianti DOP

    Attenzione: non è un caso maldestro di «Italian sounding» alla cinese. Perché se il Chianti DOP si chiamerà Shiandi nell'ex Celeste impero non sarà per mano di qualche furbo produttore locale, ma dello stesso Consorzio Vino Chianti che, dopo una lunga trafila burocratico-amministrativa, è riuscito a registrare il proprio marchio in caratteri cinesi, con la possibilità di utilizzarlo sulle etichette che verranno esportate in Oriente. E la traslitterazione scelta ha una fonetica piuttosto simile all'originale: Shiandi, appunto. «E' un passo epocale per il marchio, che in questo ...
  • 26 Settembre 2018

    Marchi italiani sconosciuti in Cina

    Le Ferrari, il Barolo, Gucci, la pasta. E poi? La verità è che in Cina il grosso dei simboli del made in Italy è ancora sconosciuto a sette consumatori di classe medio-alta su dieci. Per i marchi dello stile italiano è una brutta notizia, quella che esce dall'indagine dell'Osservatorio Paesi terzi di Business Strategies sul posizionamento del made in Italy in Cina condotta lo scorso giugno da Nomisma Wine Monitor. Tra Pechino, Shanghai, Canton e Hong Kong, c'è ancora molto lavoro da fare. Tra i brand più noti, al primo posto ci sono le rosse di Maranello, riconosciute dal 18% dei ...
  • 29 Agosto 2018

    L’export del vino cresce, USA e Germania i nostri clienti top

    Ottimi numeri per i vini italiani: secondo le statistiche dei primi 5 mesi del 2018 di Eurostat, le nostre esportazioni hanno toccato i 2,9 miliardi di dollari, + 18% sullo stesso periodo del 2017. Il mercato principale resta quello USA, che assorbe il 25% delle esportazioni italiane, con 744 milioni di dollari in valore, ed una crescita del 17%. Idem per la Germania, con una quota di 496 milioni di dollari, davanti al Regno Unito, che con un +6,9%, ha toccato i 332 milioni. L'export tricolore cresce nei primi 15 mercati. Dalla Svizzera, che ha fruttato 194 milioni di dollari (+28%), al ...
  • 16 Luglio 2018

    La guerra dei dazi frena l’export

    Le minacce per l'economia italiana sono dietro l'angolo. Lo dicono i numeri dei primi mesi del 2018 che, anche se in rialzo del 4,1%, segnano un rallentamento delle esportazioni, con una tendenza negativa principalmente verso i paesi extra UE. E lo confermano le previsioni per i prossimi mesi che parlano di una crescita incerta a causa delle politiche commerciali aggressive annunciate, e in parte già adottate, dagli Usa. Politiche che potrebbero avere ripercussioni sull'export italiano, rischiando di compromette quanto di buono fatto nel 2017, anno in cui i beni e i prodotti italiani hanno ...
  • 9 Luglio 2018

    Stop in Cina ai tarocchi USA e il made in Italy festeggia

    La guerra dei dazi scoppiata fra Stati Uniti e Cina non fa solo del male al commercio mondiale, come vogliono far credere i mondialisti che continuano a sognare un unico mercato globale senza frontiere. Accade per esempio che per alcuni campioni del made in Italy, segnatamente quello alimentare, si stiano schiudendo spazi inattesi sul ricchissimo mercato della più vorace fra le tigri orientali.   Tra le prime vittime della guerra commerciale deflagrata in questi giorni ci sono i falsi formaggi italiani prodotti negli Stati Uniti, dal parmesan al provolone, fino alla mozzarella, ...
  • 25 Giugno 2018

    Federvini, la sfida dell’export in Cina

    L'Ice, in collaborazione con Federvini, Unione Italiana Vini e Federdoc, organizza a Roma il 26 giugno e a Milano il 27 giugno prossimi, domani e dopodomani il primo Forum sulle Opportunità e Sfide per il vino italiano in Cina. I temi che verranno affrontati nelle due giornate da un qualificato panel di relatori italiani e cinesi sono diversi ma la domanda fondamentale riguarda quali iniziative intraprendere per incrementare la presenza e l'export del vino italiano verso il mercato a più alto tasso di crescita di consumo di vino importato: quali strategie per i produttori italiani. Un ...
  • 20 Giugno 2018

    La cucina italiana vale 210 miliardi: Cina e Usa i mercati più caldi

    Wine&F00d, binomio vincente. Se il vino italiano è il più esportato al mondo (in quantità), generando un giro d'affari di 6 miliardi di euro, la cucina italiana a livello globale cresce di pari passo, arrivando a un volume d'affari di 209 miliardi di euro (60 in Cina e 56 in Usa, i due principali mercati). I trend della ristorazione italiana nel mondo sono emersi nello studio di Deloitte per Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana con sede nella Reggia di Colorno e presentati a Fico. «La cucina italiana si fa conoscere nel mondo grazie ai prodotti di cui è ambasciatrice e ...