Argomento: Chianti DOP

  • 30 maggio 2014

    Mostra del vino Chianti DOP

    Dal 31 maggio al 8 giugno torna a Montespertoli la Mostra del Chianti, la kermesse in onore del più prestigioso dei vini toscani, una delle più antiche fiere enogastronomiche della Regione giunta alla 57a edizione.
  • 17 aprile 2014

    Chianti, la ricerca della bottiglia perfetta

    La RepubblicaDa sempre Chianti è sinonimo di vino. Soprattutto all'estero. Un nome evocativo, e spesso anche abusato. Un marchio del made in Italy. Ma dietro questa semplice parola Chianti - in realtà si nasconde un mondo complesso e articolato, la parcellizzazione del territorio in tante denominazioni, un intreccio di diversità che rendono difficile districarsi all'interno dell'affollatissima offerta di etichette. Che non sono tutte uguali, ovviamente. Si va dall'eccellenza al commerciale con una certa scioltezza. Ma Chianti è anche territorio. Luoghi che vivono in simbiosi con il loro vino
  • 15 marzo 2014

    Torna “Voluptates”: il piacere nel bicchiere

    La XI Edizione di Voluptates - Magnifici Vini in degustazione si svolgerà dal 14 al 16 marzo, di nuovo ospitata nelle sale del Museo Civico San Domenico di Imola, in via Sacchi 4. Oltre 150 le etichette tra cui scegliere con la certezza di non sbagliare nemmeno un sorso:
  • 7 marzo 2014

    La “Veritas” del vino in periodo di crisi

    In un periodo in cui viene ridisegnata la struttura economica e sociale italiana, ed europea, anche le abitudini di consumo dei prodotti più tradizionali compiono un processo di riassetto lento ma costante. In Italia è cambiato anche il modo di consumare il vino, si beve meno e in modo diverso. I dati di una recente ricerca IRI sottolineano come siano crollate le vendite nella fascia media di prezzi lasciando margine a buoni fatturati nella bassa e in quella altissima.
  • 6 marzo 2014

    La “Veritas” del vino in periodo di crisi

    L'Unità In un periodo in cui viene ridisegnata la struttura economica e sociale italiana, ed europea, anche le abitudini di consumo dei prodotti più tradizionali compiono un processo di riassetto lento ma costante. In Italia è cambiato anche il modo di consumare il vino, si beve meno e in modo diverso. I dati di una recente ricerca IRI sottolineano come siano crollate le vendite nella fascia media di prezzi lasciando margine a buoni fatturati nella bassa e in quella altissima. Un fenomeno da associare ai grandi cambiamenti a livello socio-economico che spinge a ridisegnare la cultura del vino
  • 5 dicembre 2013

    Il menu dei tarocchi. Chianti in polvere, Parmesan, thai pesto

    La Provincia di VareseDal «Parmesan» diffuso ormai in tutti i continenti allo «Spicythai pesto» prodotto negli Usa, la «pizza polla cipolla Basilicata» sfornata in Corea, il «Parma salami» targato Messico e il «Barbera bianco» imbottigliato in Romania. Non manca nulla nella dispensa delle imitazioni che affliggono il Made in Italy alimentare. Coldiretti ne fa l'elenco nel giorno della protesta al Brennero contro le importazioni di bassa qualità spacciate come italiane. Truffe e falsi penalizzano fortemente l'agroalimentare italiano - sottolinea l'organizzazione agricola - sia sul piano dell'immagine che delle opportunità perse. Coldiretti stima che senza i falsi in giro per il mondo, capaci di realizzare un business di sessanta miliardi di euro,
  • 30 ottobre 2013

    Marchio: Il Chianti batte il rugby francese

    Italia Oggi Nella lotta tra «galletti», a vincere è quello italiano. E l'Italia segna un punto importante, una «meta», a favore del vino proprio contro la Francia. L'Uami, l'Ufficio marchi comunitario, ha decretato ufficialmente la notorietà internazionale del Gallo Nero come logo enologico e collegato al vino Chianti Classico DOP. Un riconoscimento che questa volta è arrivato nell'ambito di una battaglia all'ultimo atto con una delle più importanti istituzioni sportive europee, la Federazione francese di Rugby. La convivenza tra i due galletti è i rimasta pacifica fino a quando il simbolo veniva utilizzato per il vino da una parte e come simbolo sportivo dall'altra.
  • 22 ottobre 2013

    Export, il distretto vini Albesi sbaraglia i concorrenti

    Sole 24 Ore Langhe, Roèro e Monferrato oltre il miliardo, +9,7%,nel primo semestre la settimana scorsa l'equivalente cinese di Unioncamere ha visitato importanti imprese del settore vinicolo dell'Albese, in provincia di Cuneo, su iniziativa della Confindustria locale. Una sfida difficile, come si sottolinea da parte dell'ente confindustria, ma che può avere risvolti importanti per l'economia cuneese. Tra le proposte della delegazione cinese, l'invito a partecipare a Expo 2014 a Pechino, in programma a fine luglio. I cinesi vedono lungo. E apprezzano. I vini di Langhe, Roero e Monferato (zone a cavallo di Cuneese e Astigiano) hanno fatturato all'estero. Le aree vocate e rinomatissime in Italia - dal prosecco di Conegliano-Valdobbiadene, +16,8% nel primo semestre 2013, ma "solo" 388 milioni di export nel 2012, ai vini veronesi,
  • 8 luglio 2013

    In mani straniere marchi italiani storici

    La Voce di Mantova Sono passati in mani straniere marchi storici dell'agroalimentare italiano per un fatturato di almeno 10 miliardi di euro dall'inizio della crisi, che ha reso piu' facili le operazioni di acquisizione nel nostro Paese, dall'Orzo bimbo agli spumanti Gancia, dai salumi Fiorucci alla Parmalat, dalla Star al leader italiano dei pomodori pelati finito alla giapponese Mitsubishi, ma nel 2013 è stato ceduto anche il 25 per cento del riso Scotti, mentre per la prima volta la produzione di vino Chianti DOP  del Gallo Nero è divenuta di proprietà di un imprenditore cinese. E quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini sulla base di uno studio presentato all'Assemblea nazionale «I grandi gruppi multinazionali che fuggono dall'Italia della chimica e della meccanica investono
  • 7 giugno 2013

    Cresce l’export dei vini del Chianti

    Corriere Toscana La Toscana nel 2012 si è confermata la sesta regione produttrice di vino con il 57°% della produzione a denonminazione di origine controllata caratterizzata dalla presenza di 42 etichette di cui 6 Docg e 26 Doc. Secondo i dati 2012 di Valoritalia, tra le Docg la Chianti Classico è quella che pesa magormente sulla produzione regionale con una quota del 26% in aumento del 3,7% rispetto all'anno precedente, in controtendenza. Un'analisi di UniCredit su dati Istat evidenzia inoltre che il distretto dei vini del Chianti continua a mostrare una performance estremamente positiva in termini di export in crescita dell'8,5% nel 2011. In termini di redditività e struttura finanziaria regionale (secondo una elaborazione di UniCredit dell'Indagine Mediobanca sul settore vinicolo 2013) la Toscana,
  • 21 maggio 2013

    Consorzio di Tutela Chianti Colli Senesi DOCG – GU 118 22/05/13

    ITALIA- Riconoscimento del Consorzio Chianti Colli Senesi e attribuzione dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'articolo 17, comma 1 del decreto legislativo dell'8 aprile 2010, n. 61 per la denominazione Chianti Colli Senesi DOCG.
  • 3 aprile 2013

    Il Consorzio vino Chianti vola in Svizzera dove il mercato regge alla crisi

    Corriere di Siena E' iniziato il 18 marzo il tour sui mercati esteri del Consorzio Vino Chianti: eventi, degustazioni con seminari e altro ancora, per l'attività di promozione del brand Chianti.Ma andiamo per ordire: Zurigo, 18 marzo, evento, promosso ed organizzato dal Consorzio, quaranta aziende impegnate nella giornata con walk around tasting dedicata al trade, alla stampa e nel pomeriggio poi anche all'enoturista appassionato.Media partner dell'iniziativa, l'accreditata rivista Vinum, leader magazine in Europa per diffusione e importanza.La Svizzera è un mercato assolutamente interess...
  • 1 marzo 2013

    Conferma Consorzio Chianti Colli Fiorentini – GU 52 02/03/13

    ITALIA - Riconoscimento del Consorzio Chianti Colli Fiorentini e conferimento dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi relativi al Vin Santo del Chianti Colli Fiorentini DOP e le funzioni di cui all'articolo 17, comma 1 del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per il Chianti Colli Fiorentini DOP.
  • 6 dicembre 2012

    Bottiglie e credito, Siena fa la capitale

    Il Mondo «Siena capitale del vino italiano», parola di Fabrizio Viola, ad di Banca Mps. In chiusura del suo primo anno alla guida del gruppo senese, Viola potenzia l`attenzione della banca nei confronti del mondo del vino, sottolineata con il Forum Montepaschi, atteso appuntamento con i vignaioli italiani, alla sua terza edizione. «È un`iniziativa utile per valorizzare un settore importante come quello del vino, specie per una regione come la Toscana. Ed è anche un veicolo di valorizzazione di Siena, città che ha tutti i numeri per tornare a essere la capitale del vino: è circondata da moltissime valide cantine, è al centro di aree vinicole importanti come Chianti, Montalcino, Morellino, possiede un patrimonio straordinario». Il Monte si offre agli imprenditori del settore come un interlocutore capace di capirne le esigenze e di costruire risposte adeguate.
  • 26 novembre 2012

    Chianti, il Consorzio va l’export raddoppia e dà fondo alle riserve

    Affari&Finanza L'organizzazione rinnovata ha dato un forte impulso alle vendite all'estero,tanto che si vuole anticipare l'arrivo sul mercato dell'ultima vendemmia. Polemiche sulla qualità ma con le nuove risorse si può tornare ad investire. "A dicembre ci confronteremo per valutare l'immissione al consumo anticipato: il fatto che si stia pensando alla fattibilità di questa ipotesi è già un segnale: siamo usciti dal tunnel e il Chianti ha ripreso a correre». Giovanni Busi, alla guida del Consorzio Vino Chianti, è appena tornato da Tokio, dove è arrivato da Pechino e Hong Kong. Una breve sosta a Roma, per il Chianti in piazza e già pronti sulla rampa di imbarco per gli Usa, la Russia e poi la Svizzera. «Inonderemo il mondo di Chianti», aveva dichiarato due anni fa, prima di iniziare il road show
  • 19 ottobre 2012

    Tuscany Wine

    20-22 Ottobre 2012 - Ad Arezzo, presso il polo Arezzo Fiere e Congressi, la seconda edizione di Tuscany Wine. Tre giorni di cooking show per scoprire il new style dei piatti della tradizione toscana  abbinati alle etichette del territorio. E con il concorso "penne bruciate" i giornalisti enogastronomici si cimentano ai fornelli. 20121004_CS_TUSCANY_WINE.pdf