Argomento: WINE ECONOMY

  • 20 Dicembre 2018

    Vino 2018, Franciacorta DOP, Amarone della Valpolicella DOP e Prosecco DOP le denominazioni più vendute

    È il Franciacorta DOP a conquistare il gradino più alto del podio come denominazione più venduta nel 2018 (10%). A rilevare la leadership è l'Osservatorio Signorvino-Nomisma attraverso un monitoraggio di 15 punti vendita sul territorio. La classifica elaborata vede al secondo posto l'Amarone della Valpolicella DOP (9% con il prezzo medio maggiore di 45,5 euro) l'insieme tra Prosecco DOP e Conegliano Valdobbiadene-Prosecco DOP (9%) e il Brunello di Montalcino (4%). Tra i prodotti enologici invece che hanno registrato una crescita maggiore ci sono Lugana, Rosso di Montalcino e Pinot Nero, ...
  • 14 Dicembre 2018

    DOP e IGP comparto wine e food delle Marche vale 108 milioni di euro

    Il cibo di qualità genera per le aziende marchigiane 108 milioni di euro tra settore food e vino. È quanto emerge dai dati contenuti nel nuovo rapporto Il nuovo Rapporto Ismea-Qualivita rielaborati da Coldiretti Marche sui prodotti DOP, IGP e STG italiani."Le certificazioni rappresentano una garanzia in più per i consumatori che possono contare su un disciplinare certo e controlli più stringenti sulla filiera – spiega la presidente di Coldiretti Marche, Maria Letizia Gardoni – l'attenzione verso l'alimentazione è sempre più diffusa e per questo le aziende si muovono di conseguenza. ...
  • 5 Dicembre 2018

    Osservatorio Vinitaly-Nomisma. Export 2018: senza bollicine è recessione

    Se gli spumanti italiani sono “mossi”, letteralmente, sui mercati del mondo, altrettanto alla lettera, i vini “fermi”, lo sono davvero. Anzi, sono in recessione, in tutti i mercati più importanti. Anche, o soprattutto, per questo, per il vino italiano, che negli ultimi anni è cresciuto solo grazie alle esportazioni, ha bisogno davvero, dopo tante parole, di cambiare strategia, di una promozione organica che metta al primo posto il made in Italy, e poi le tante peculiarità che l’Italia del vino sa esprimere. Concetto sul quale tutti concordano, dal Ministro delle Politiche ...
  • 4 Dicembre 2018

    Prosecco DOP all’Ambasciata italiana a Londra

    "Nel calice, insieme alla bontà del Prosecco DOP, ormai scontata, il consumatore deve assaporare anche la bellezza del territorio”. Queste le parole del Presidente Stefano Zanette che più hanno colpito gli ospiti della serata recentemente ospitata dall'Ambasciata di Londra. Un evento di elevato spessore culturale, inserito nella III^ edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo, nata su iniziativa del Ministero degli Esteri sulla scorta del successo registrato dal food & beverage made in Italy durante Expo 2015, evento che ha definitivamente conclamato al binomio cibo-v...
  • 27 Novembre 2018

    Vini Garda DOP: raggiunte 11 milioni di bottiglie

    11 milioni di bottiglie per il Consorzio Vini Garda DOP. Sono questi i numeri di produzione della DOP Garda che con il 2018 ha iniziato a mettere sul mercato la sua prima vendemmia 2017 dopo la grande strutturazione della denominazione. Tra queste 800 mila bottiglie sono della nuova tipologia Spumante Garda Doc, la scommessa del Consorzio che nell’ultimo anno ha scelto solo lo spumante come icona della denominazione. “Una crescita – commenta Carlo Alberto Panont, Direttore del Consorzio – che ci gratifica della scelta strategica fatta dai produttori qualche anno addietro. La DOC ...
  • 23 Novembre 2018

    Consorzio Tutela Vini della Maremma, obiettivo 60 milioni

    Le denominazioni dei vini della Maremma generano oggi un fatturato intorno ai 100 milioni e di questi i vini del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana rappresentano circa 30 milioni, una produzione annua intorno ai 6 milioni di bottiglie. «L'obiettivo è arrivare nel medio periodo ai 10 milioni di bottiglie, possibilmente aumentando anche la marginalità», spiega Francesco Mazzei, da poco nominato presidente del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana. L'obiettivo di Mazzei, tradotto in numeri, implica quindi quasi un raddoppio del fatturato in un arco temporale di 3-5 anni. ...
  • 16 Novembre 2018

    Vendemmia 2018, Primitivo di Manduria DOP in controtendenza: buona qualità, quantità in calo e tenuta dei prezzi

    Una vendemmia in controtendenza rispetto al resto d’Italia e della Puglia per il Primitivo di Manduria DOP: qualità mantenuta, quantità in diminuzione e tenuta dei prezzi. A un mese e mezzo dalla fine della vendemmia nella zona del Primitivo di Manduria DOP, pur non avendo ancora i dati definitivi, il Consorzio di Tutela traccia le prime conclusioni. “La vendemmia 2018 per il Salento in generale, e in particolare per il Primitivo di Manduria ha mostrato una flessione quantitativa. – afferma Roberto Erario, Presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria - Nonostante ...
  • 15 Novembre 2018

    OIV: i dati sulla congiuntura vitivinicola mondiale

    L’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino (OIV) ha diffuso i dati sulla congiuntura vitivinicola mondiale 2018. Una produzione mondiale di vino molto elevata nel 2018, stimata in 282 Mio hl, dopo un raccolto 2017 particolarmente basso. Con 282 milioni di ettolitri (Mio hl), la produzione vitivinicola 2018 è una delle più elevate dal 2000. In Europa: Italia (48,5 Mio hl), Francia (46,4 Mio hl) e Spagna (40,9 Mio hl) fanno registrare livelli di produzione molto alti. Anche la Germania (9,8 Mio hl), la Romania (5,2 Mio hl), l'Ungheria (3,4 Mio hl) e l'Austria (3,0 Mio hl) ...
  • 12 Novembre 2018

    Il vino made in Italy non sfonda in Cina. Quota di mercato al 6%

    Ad Honk Kong si vende una bottiglia made in Italy contro 20 francesi. E adesso tra i concorrenti è in crescita la Spagna. Vista dalla carta del ristorante Otto e Mezzo di Umberto Bombana, l'unico chef italiano fuori dai confini nazionali che può vantare tre stelle Michelin, l'Italia del vino a Honk Kong sembra scoppiare di salute: 2100 etichette quasi tutte toscane, grande  attenzione ai vini autoctoni con proposte al bicchiere che spaziano dal Verdicchio di Matelica al Nerello Mascalese. Eppure se ci alziamo da tavola e allarghiamo lo sguardo su questa metropoli caotica che fa da ...
  • 2 Novembre 2018

    Resoconto del Presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini di Monferrato della vendemmia 2018

    “Sebbene l’annata 2018 sia stata piuttosto complessa, la vendemmia 2018 è trascrivibile negli annali con una valutazione che va dal buono all’ottimo – dichiara Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato –  si è rivelata particolarmente promettente per tutti i nostri vitigni autoctoni ed in particolare per la Barbera DOP che prevediamo darà vini caratterizzati da grande eleganza dove acidità e gradazione alcolica lasceranno spazio a equilibrio e finezza". "Ciò grazie- continua Filippo Mobrici- a un attento e paziente lavoro in vigna, ...
  • 29 Ottobre 2018

    Veneto, una vigna d’oro che piace all’estero

    Tra i filari del Veronese e sulle colline del Trevigiano nasce l'oro enologico del Veneto: i vini veronesi e il Conegliano Valdobbiadene - Prosecco rappresentano la punta avanzata del Nordest e uno dei comparti produttivi più in salute dell'intero made in Italy. Nello specifico, a crescere a doppia cifra è il Conegliano Valdobbiadene- l Prosecco di (+23,8 milioni di euro pari a +14,3%), primo e unico distretto dei vini triveneti che compare nella parte alta della classifica delle migliori crescite distrettuali nazionali. Una conferma inequivocabile dell'incredibile scia di crescita che ...
  • 21 Ottobre 2018

    Vendemmia, un’annata di qualità

    Colloquio con Giuseppe Martelli, per anni direttore Assoenologi. Manca poco ormai alla chiusura della vendemmia, con la raccolta degli ultimi grappoli di Nebbiolo in Valtellina, di Cabernet in Alto Adige, di Aglianico in Campania e dei vitigni autoctoni sulle pendici dell'Etna. La produzione vitivinicola 2018 dovrebbe oscillare tra i 50 ed i 55 milioni di ettolitri di vino di buona qualità con diverse punte di ottimo ed alcune di eccellente. In pratica con un incremento di produzione compreso tra il 15% ed il 20% rispetto al 2017 che è stato tra gli anni più siccitosi e poveri di ...
  • 12 Ottobre 2018

    Vino, crescita zero dell’export in USA e la Cina non decolla

    È allarme export a crescita zero per il vino italiano, mentre la Cina stenta. Il vertice di Vinitaly - la principale rassegna nazionale - ha lanciato un warning sul mercato USA: «Nel secondo quadrimestre - ha sottolineato Giovanni Mantovani , direttore generale Vinitaly, citando i dati dell'osservatorio con Nomisma - si sono accentuate le difficoltà di crescita negli Usa con il dato a valore delle importazioni divino italiano fermo a +0,7% per un corrispettivo di 1,11 miliardi. Un indicatore che assume maggior rilevanza se accostato al forte rialzo francese (+8,2%, a quota 1,18 miliardi)...
  • 11 Ottobre 2018

    Milano Wine Week: l’importanza di strategie mirate per la comunicazione

    L’Wine Business Forum che si è svolto il 9 ottobre, nell'ambito dell'edizione 2018 di Milano Wine Week , ha trasformato Milano nella città del dialogo enoico,  coinvolgendo 100 “opinion leader” del settore vinicolo italiano, con lo scopo di condividere le idee attraverso tavoli di discussione, che hanno prodotto  delle suggestioni che alla fine dei lavori sono state  consegnate al Ministro Centinaio, su internazionalizzazione, finanza, commercio, innovazione e soprattutto comunicazione. Il direttore generale della Fondazione  Qualivita,  Mauro Rosati, è intervenuto all’ev...
  • 9 Ottobre 2018

    Qualivita al Milano Wine Business Forum 2018

    Martedì 9  ottobre, il direttore generale della Fondazione  Qualivita,  Mauro Rosati, interverrà al Milano Wine Business Forum 2018  l’evento dedicato ai più importanti stakeholder del vino italiano. Un incontro che si svolgerà dalle 10:00 alle 13:00, al primo piano di palazzo Bovara, coinvolgendo 100 “opinion leader” del settore vinicolo italiano, con lo scopo di condividere le loro idee in cinque tavoli di discussione dedicati a innovazione, finanza e credito, internalizzazione, comunicazione e innovazione dei sistemi di vendita. Ciascun tavolo sarà moderato da importanti ...
  • 8 Ottobre 2018

    Prosecco DOP 2018, bilancio di una vendemmia eccezionale

    La vendemmia 2018 sembra voler far dimenticare a tutti la difficile annata precedente. Tanto era stato avaro il raccolto nel 2017, tanto è stato generoso, in termini di quantità e soprattutto di qualità, il raccolto 2018, oggi alle battute finali. Per il Consorzio Prosecco Doc è tempo di bilanci. “Il clima più che mai favorevole ha caratterizzato una vendemmia eccezionale  per tutti – dichiara Stefano Zanette, presidente del Consorzio Prosecco Doc - è fondamentale ricordare che la nostra denominazione è regolata da un disciplinare con regole ben precise, in cui viene stabilita ...