Argomento: WINE ECONOMY

  • 15 Marzo 2019

    L’export del vino vale 6 miliardi, segno positivo in tutti i principali mercati di destinazione

    Superano i 6,2 miliardi di euro le esportazioni di vino italiano nel 2018 per una crescita in valore del +3,3% rispetto al 2017 (a fronte di un calo del -8,1% in quantità). Secondo le elaborazioni dell'Osservatorio Qualivita Wine su dati Istat, in termini di valore le esportazioni hanno segno positivo in tutti i principali mercati di destinazione: dal +4% di USA e Germania, fino al +10,1% della Francia e il +7,5% della Svezia. Nella "Top ten" si riscontra un lieve flessione solo per Giappone (-0,6%) e Danimarca (-5,9%). Proseguendo, anche Cina e Russia mostrano un freno per l'export vinicolo ...
  • 13 Marzo 2019

    Vino, è record per l’export: 6,2 miliardi nel 2018 (+3,3%)

    Corre all’estero, in ripresa in Italia. È l'attuale momento del vino made in Italy secondo quanto emerge dai dati Istat sulle esportazioni e sul rapporto Iri sulle vendite nella grande distribuzione resi noti ieri. Sul fronte dei mercati internazionali il 2018 ha fatto registrare un nuovo record per le spedizioni di etichette italiane che hanno superato quota 6,2 miliardi di euro (+3,3%) con un incremento in 12 mesi di ben 200 milioni. Al positivo dato sul fatturato realizzato estero fa da contraltare la flessione delle quantità commercializzate calate infatti dell'8,1% a conferma della ...
  • 11 Marzo 2019

    QUALIVITA-ISTAT – Export vino italiano +3,3% supera i 6,2 miliardi nel 2018

    Superano i 6,2 miliardi di euro le esportazioni di vino italiano nel 2018 per una crescita in valore del +3,3% rispetto al 2017 (a fronte di un calo del -8,1% in quantità). Secondo le elaborazioni dell'Osservatorio Qualivita Wine su dati Istat, in termini di valore le esportazioni hanno segno positivo in tutti i principali mercati di destinazione: dal +4% di USA e Germania, fino al +10,1% della Francia e il +7,5% della Svezia. Nella “Top ten” si riscontra un lieve flessione solo per Giappone (-0,6%) e Danimarca (-5,9%). Proseguendo, anche Cina e Russia mostrano un freno per l’export ...
  • 11 Marzo 2019

    Vino rosso, crescono le vendite dell’Italia in Cina

    Cresce l'export dei vini rossi italiani in Cina, un mercato che negli anni scorsi i nostri produttori hanno fatto fatica a raggiungere. Secondo i dati di Nomisma Wine Monitor sul rapporto tra Italia e Francia nell'export di vino imbottigliato, le vendite dei rossi made in Italy sono cresciute nel Paese asiatico dell'82%, quello francese del 40%. La ricerca Nomisma Wine Monitor ha messo a confronto i rossi DOP delle tre regioni vinicole italiane di riferimento (Toscana, Piemonte, Veneto) con quelli delle regioni francesi (Bordeaux, Borgogna). Mentre l'export dei vini made in Italy cresce ...
  • 6 Marzo 2019

    Consorzio Bolgheri chiede alla Regione 190 ettari di nuova superficie DOC

    La Toscana del vino si avvia verso una riapertura degli Albi dei Vigneti delle principali denominazioni regionali. Strumento, quello degli Albi delle Dop enoiche, di cui, peraltro, la Regione Toscana è stata pioniera in Italia. È il rumors intercettato da Winenews.it, dopo che, nei giorni scorsi, il Consorzio di Tutela dei Vini Bolgheri DOP , uno dei territori in maggior spolvero della Regione e d'Italia, ha chiesto ufficialmente alla Regione stessa la «concessione di 120 ettari di nuova superficie rivendicabile destinati alla denominazione Bolgheri tipologie rosso e di 70 ettari destinati ...
  • 4 Marzo 2019

    Sul mercato Usa c’è ancora spazio per il vino italiano

    Angeles e New York: sono le tappe del programma di promozione del vino italiano negli Stati Uniti targato Vinitaly International Academy e realizzato in collaborazione con Ice-Italian Trade Agency. Il calendario è molto fitto dopo che si è svolto il primo appuntamento a Los Angeles, tutto dedicato a vini e varietà autoctone made in Italy, segnando il debutto in California dei corsi di formazione e certificazione per Italian Wine Ambassador. La boutique The Line, situata nel cuore di Korea Town (il quartiere trendy della Città degli Angeli), ha ospitato l'11ma edizione del corso di ...
  • 1 Marzo 2019

    I vigneti toscani valgono più dell’oro

    Per quanto ci si possa perdere tra coefficienti di rivalutazione Istat, cambio storico lira-euro, qualità dei terreni e posizione geografica, un dato è fuori discussione: se aveste puntato 10 milioni di lire nel 1970 acquistando un ettaro di terreno a Montalcino, traducibili in 5mila euro attuali, il vostro investimento oggi varrebbe 900mila euro. Numericamente sono 180 volte in più, se applicate i coefficienti di cui sopra il guadagno sarebbe stato del 4500%. Sono le punte massime e minime, anche se, a dir la verità, le ultime stime parlano addirittura di un milione di euro per ettaro, ...
  • 26 Febbraio 2019

    Ocm vino 2019/20, ai vignaioli made in Italy 337 milioni di euro

    Trecentotrentasette mln di euro per le imprese vitivinicole italiane. Un decreto del ministero delle Politiche agricole, datato 21/2/2019, detta i capitoli di spesa dell'Organizzazione comune di mercato per il 2019/2020. Suddividendo la torta dei finanziamenti, per attività e per regione. Il grosso dei fondi va alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti: 150 mln di euro. Seguono le attività promozionali sui mercati esteri (la cosiddetta Ocm promozione) con 102 min di euro circa. Quindi, il capitolo sostegno agli investimenti, con 60 min. Qualora dovessero registrarsi delle ...
  • 25 Febbraio 2019

    Il Brunello torna a brillare alle aste

    Si direbbe che il 2018 sia stata un'annata particolarmente felice per il Brunello di Montalcino, a giudicare dai risultati ottenuti alle aste dalle bottiglie firmate Biondi Santi e Casanova di Neri prese in esame questa settimana. Con nove aumenti di prezzo e solo due diminuzioni, la storica azienda che aveva creato il Brunello nella seconda metà del 1800 ha probabilmente realizzato il record dell'annata: il valore delle sue 11 bottiglie, che nel 2017 era già cospicuo (6.416 curo), è salito addirittura a 11.061 con un balzo clamoroso del 72,39%. Invece le tre bottiglie quotate sia nel 2017 ...
  • 8 Febbraio 2019

    Consorzio Asolo Montello, la crescita non si ferma

    I numeri del Consorzio Vini Asolo Montello continuano a crescere, confermando il trend positivo: nel 2018 sono state oltre 12 milioni le bottiglie consortili di Asolo Prosecco Superiore DOP prodotte e immesse nel mercato. Anche le piccole produzioni locali sono aumentate: dal 2014 ad oggi quella di Montello DOP è passata da 3 mila a 51 mila bottiglie, raddoppiando il dato del 2017. L’incremento della produzione non ha comunque modificato il paesaggio unico dei Colli di Asolo e del Montello, conservandone le peculiarità. La superficie vitata, che comprende sia i vigneti a bacca ...
  • 4 Febbraio 2019

    Siena: le eccellenze food&wine della Toscana aprono la due giorni senese

    “Ritorniamo a Siena da dove siamo partiti nel 2000” è il commento di Mauro Rosati direttore generale Fondazione Qualivita”  in apertura del pomeriggio di lavori dedicato alla cultura agroalimentare e vitivinicola toscana, un evento in tre momenti: convegno, tavola rotonda ed esposizione delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole DOP IGP regionali. “ Siamo  tornati nell'imponente complesso museale Santa Maria della Scala per raccontare una nuova storia – aggiunge Rosati -.  In questi anni il mondo del food ha assunto un ruolo molto diverso, il cibo si è legato sempre più ...
  • 26 Gennaio 2019

    Lotta alla contraffazione. Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, il direttore Manzi: «Serve un pool di ispettori che girino il mondo»

    Nell’Emilia Romagna, regione che conta più Dop al mondo (44), da quasi mezzo secolo c’è un’associazione che opera per la promozione e per valorizzazione del patrimonio vinicolo: l’Enoteca Regionale Emilia Romagna. Proprio l’Enoteca Regionale Emilia Romagna sarà presente a Siena il 5 febbraio per il Kickoff di Qualivita in cui si farà il punto sulle indicazioni geografiche e sulle opportunità di crescita del sistema delle denominazioni. Come si è chiuso il 2018? «L’anno appena concluso è stato senza dubbio positivo; svolgiamo un’attività completa per i nostri ...
  • 24 Gennaio 2019

    Vino: Consorzio Sicilia DOP, 80 mln di bottiglie nel 2018

    Grazie all'exploit di Grillo e Nero d'Avola e alle ottime performance di tutti gli altri vitigni dell'isola il 2018 si è chiuso con un bilancio da record per il Consorzio di tutela vini Doc Sicilia, che ha raggiunto al 31 dicembre la quota di 80milioni di bottiglie di vino prodotte. Un risultato che corrisponde ad un aumento del 173 per cento rispetto al 2017, chiuso con 29 milioni di bottiglie. Oltre ai due vitigni principali della Doc Sicilia, Grillo e Nero d'Avola (che dal 2017 è diventato obbligatorio imbottigliare con la denominazione d'origine Sicilia), il trend di crescita dell'imb...
  • 21 Gennaio 2019

    Vola l’export dei vini Langhe e Roero

    Dopo la lieve flessione del secondo trimestre 2018, le esportazioni dei distretti piemontesi nel terzo trimestre dell'anno riprendono a crescere, con un aumento di 108 milioni di euro (+4,9%) a quota 2 miliardi e 311 milioni, molto vicina al picco storico del quarto trimestre 2017. Sei distretti piemontesi su undici registrano esportazioni in positivo. Lo rileva il Monitor dei Distretti del Piemonte di Intesa Sanpaolo. I risultati migliori sono stati realizzati dai Vini di Langhe, Roero e Monferrato, le cui esportazioni sono aumentate di 54 milioni (+15,8%). La provincia di Asti, la ...
  • 16 Gennaio 2019

    Doc Sicilia: dal 1 gennaio 2021 il contrassegno di Stato sulle bottiglie

    I vini della Doc Sicilia, dal 1 gennaio 2021, saranno garantiti anche dal contrassegno di Stato, la fascetta numerica che consentirà di tracciare tutte le fasi della vita di una bottiglia. La decisione di introdurre la fascetta rilasciata dalla Zecca di Stato è stata presa dal cda del Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia, che ha accolto le diverse richieste arrivate dai produttori. Pur essendo consapevole che l'iniziativa avrà un costo per le aziende, il cda della Doc Sicilia con questa decisione ha privilegiato gli indubbi benefici che si avranno, anche sulla base delle esperienze ...
  • 14 Gennaio 2019

    Brunello di Montalcino, il Consorzio guarda ad Oriente. Pondini “La politica deve essere più vicina ai Consorzi a sostegno delle indicazioni geografiche”

    Il Brunello di Montalcino è uno dei porta bandiera del made in Italy nel mondo. Con un Consorzio che sta investendo sulla formazione, facendosi promotore di un territorio, per dare continuità ad una tradizione che sta sviluppando nuove opportunità di crescita ed innovazione. In questo ultimo anno, soprattutto, il lavoro del Consorzio sta dimostrando un crescente interesse su dei mercati asiatici, sottolineando come l’impegno e la passione con cui le aziende producono i vini di Montalcino, stia a dimostrare quanto possa essere fondamentale mantenere le caratteristiche peculiari di un ...