Argomento: TUTELA

  • 22 luglio 2015

    Aicig collabora alla redazione della nuova guida anti-contraffazione sul web

    AICIG ha collaborato ai contenuti della pubblicazione editoriale di ItaliaOggi, su iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico e la società Convey, dedicata quest'anno alla "LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE AGROALIMENTARE IN INTERNET", portando il proprio contributo in termini di esperienza sull'innovativo tema posto in discussione. La Guida - anche in relazione alla concomitanza di EXPO Milano 2015 - vuole essere uno strumento per incentivare la diffusione della cultura della Proprietà Industriale ed Intellettuale con taglio molto concreto, pensato per le Imprese e le loro Organizzazio...
  • 22 luglio 2015

    Il gorgonzola tarocco, tra Italia e Germania scoppia la guerra del Cambozola

    Le imitazioni dei prodotti italiani nel mondo valgono un fatturato di 70 miliardi l'anno. Ma ce n'è una fatta in Europa e in particolare nel paese leader della Ue, la Germania. Si tratta del Cambozola, che imita uno dei campioni del made in Italy a tavola, il Gorgonzola DOP. Un tarocco così diffuso, quello tedesco, da conquistare tutti i principali mercati mondiali. Parmesan a parte, fra i falsi formaggi tricolori è il più venduto. Il maggior produttore di Cambozola è la Kaserei Champignon che a dispetto del nome è tedesca, di Lauben, Baviera. Il primo scontro fra Italia e Germania ...
  • 20 luglio 2015

    Brevetti europei, a rischio la tutela dei marchi DOP

    Nuova tegola sulla tutela dei prodotti a denominazione d'origine. Nei giorni scorsi il Consorzio del Pecorino Romano DOP e il Consorzio del Gorgonzola DOP hanno preso carta e penna e hanno scritto alla Commissione Ue e al Parlamento europeo, nonché al Ministero delle Politiche Agricole, per denunciare la vera e propria "falla" che si è venuta a creare nel sistema comunitario dei marchi e brevetti. In sostanza - secondo quanto denunciato dai due Consorzi di tutela - entrambi gli uffici europei interessati hanno concesso la registrazione a un'etichetta che fa capo a una società Usa: ...
  • 20 luglio 2015

    Martina: stop al falso Made in Italy agroalimentare

    Un "Tuscan olive oil" imbottigliato in Inghilterra, era in bella mostra sugli scaffali di Harrods a Londra. Su eBay un venditore reclamizzava un wine kit fatto negli Stati Uniti per produrre Barolo e Amarone in casa. Un turco, invece, con una bella foto di groviera, offriva fino a 5mila tonnellate al mese di "Parmesan" su Alibaba, quasi la metà della produzione mensile del Parmigiano Reggiano DOP. Sono tre dei 500 casi di interventi internazionali che l'Ispettorato repressione frodi del Ministero delle politiche agricole ha messo a segno negli ultimi 15 mesi. Numeri che nessun altro Paese ...
  • 20 luglio 2015

    Il Prosciutto di Carpegna DOP è pronto a riconquistare i mercati

    Questa settimana il Gruppo Fratelli Beretta ha presentato il Prosciutto di Carpegna DOP nel proprio spazio Expo: Piazza Beretta 1812. Una vetrina privilegiata, segnale definitivo che dopo 18 mesi dal subentro la società lombarda è riuscita a ridare fiato a questo prodotto. Un destino, oggi rivela il direttore generale Marco Riva, deciso da un incontro: "Quando si doveva fare una scelta sull'acquisto del marchio - spiega il direttore - Alberto Beretta è venuto a Carpegna. Si è subito innamorato di questo paese che gli ha ricordato la sua Brianza". Poi c'è stato un altro dettaglio: "Il ...
  • 14 luglio 2015

    Il Parmigiano Reggiano DOP fa breccia negli USA

    Il Parmigiano Reggiano DOP si fa strada nella grande distribuzione organizzata degli Stati Uniti come prodotto top. Il Consorzio dei produttori dell'eccellenza alimentare ha siglato un accordo con una delle più importanti catene americane posizionate nella fascia alta di mercato, Whole Foods. In base all'intesa il formaggio DOP emiliano diventa il primo formaggio sugli scaffali del colosso distributivo americano, attraverso una campagna di comunicazione e promozione, che prevede anche una specifica formazione degli addetti dei vari punti vendita dell'insegna statunitense. Come ha ...
  • 2 luglio 2015

    Cina: dopo cognac e champagne riconosciuta la denominazione Bordeaux DOP

    Durante la visita ufficiale del premier cinese Li Keqiang in Francia una tappa importante è stata quella a Bordeaux, in occasione della quale il premier ha consegnato nelle mani del Primo ministro francese Manuel Valls il documento con cui la Cina s'impegna a riconoscere e tutelare la denominazione Bordeaux DOP. Un evento, considerato che l'AQSIQ - l'ente cinese preposto all'amministrazione generale della qualità e dell'ispezione dei prodotti alimentari - riconosce attualmente solamente 21 Indicazioni Geografiche straniere. Il Bordeaux DOP è il quinto prodotto nella categoria ...
  • 26 giugno 2015

    Italian Sounding: “Pur secco” ma tedesco, Italia furiosa

    Nuova mobilitazione a Bruxelles in difesa del Prosecco DOP italiano. L'ultimo attacco arriva da un vino frizzante tedesco, il "PurSecco", che per le autorità tedesche non viola le regole, pur richiamando in maniera evidente il vino veneto tutelato da DOC e DOCG. Italian Sounding. "Nel caso del "PurSecco" - dice il coordinatore per il gruppo dei socialisti e democratici della commissione agricoltura dell'Europarlamento Paolo De Castro - essendo venuta meno la condivisione delle regole da parte tedesca, chiediamo all'esecutivo di intervenire al più presto per limitare i danni di un ...
  • 16 giugno 2015

    Mipaaf, Stati Generali delle IG a Expo: accordo con Gdo per promozione Dop e Igp

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che si è svolto oggi a Expo il Forum sulle Indicazioni geografiche italiane, alla presenza del Ministro Maurizio Martina. Nel corso dei lavori sono state presentate le azioni del Mipaaf per la tutela e la promozione dei prodotti Dop e Igp sul fronte nazionale e internazionale. 5 le azioni principali: rilancio dei consumi sul mercato italiano con un accordo siglato con la GDO durante l'evento, rafforzamento del contrasto alla contraffazione anche sul web, focus sulle indicazioni geografiche nel piano del Governo per il ...
  • 9 giugno 2015

    Il Corpo Forestale dello Stato della Toscana presenta le attività 2014

    Mercoledì 10 giugno 2015, alle ore 10:30, presso il Comando Regionale Toscana del Corpo Forestale dello Stato - in piazza Edison 11, a Firenze, verrà presentato il Rapporto sull’attività svolta nel 2014 dal Corpo Forestale dello Stato in Toscana. Per commentare il Rapporto interverranno Giuseppe Vadalà, Comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato per la Toscana, Giampiero Maracchi, Presidente dell’Accademia dei Georgofili e Orazio Ciancio, Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali.
  • 5 giugno 2015

    Per la Piadina Romagnola IGP: Romagna in battaglia

    Sarà anche un cibo povero, fatto com'è di farina di grano tenero, acqua, strutto o olio d'oliva, un pizzico di sale e lieviti. Però è un pezzo di storia della Romagna, peraltro copiato nel mondo. Così ora che la Piadina Romagnola (o piada) ha avuto il marchio IGP di indicazione geografica protetta rilasciato dalla Commissione Europea, i ventuno produttori romagnoli riuniti nel Consorzio di tutela hanno messo insieme la questione identitaria e quella economica, tutt'altro che secondaria. E hanno scatenato guerre giudiziarie, senza risparmiare nessuno, nemmeno i cugini emiliani. Vicini, ma ...
  • 29 maggio 2015

    CNR, nuove tecniche di analisi contro le contraffazioni DOP IGP

    L'Italia vanta ben 271 prodotti alimentari a Denominazione d'origine o Indicazione geografica protetta. Questo immenso patrimonio ha bisogno però di essere prodotto dall'immenso mercato internazionale dei prodotti imitativi. Per dare una mano ai produttori onesti e ai consumatori, il CNR ha presentato nei giorni scorsi all'Expo di Milano 2015 una serie di nuove tecnologie di analisi che consentiranno di smascherare i furbetti del salamino o del formaggino. «Si tratta di sistemi di analisi noti da tempo ai laboratori di biochimica» spiega Andrea Saloni, dirigente dell'Istituto di ...
  • 26 maggio 2015

    Riso del Delta del Po IGP, una storia italiana

    Il Consorzio di tutela del Riso del Delta del Po IGP nasce nel dicembre del 2012 dall'impegno di 12 soci fondatori. Il presidente è Eugenio Bolognesi, il vice presidente è Terenzio Finotti. L'iter per il riconoscimento dell'IGP, fu avviato oltre 10 anni fa da un gruppo di aziende venete, a cui si affiancarono anche le principali aziende risicole ferraresi. Il risultato raggiunto con la costituzione del consorzio è il frutto di un lavoro di squadra che aggiunge un ulteriore tassello alla tutela e alla promozione del Riso del Delta del Po IGP.E si presenta nelle varietà Carnaroli, ...
  • 4 marzo 2015

    Dop e Igp, difendere il consumatore da “imitazione, evocazione, inganno”

    Le politiche e le strategie non si possono fare individualmente o isolatamente, hanno bisogno di condivisione, consenso e concertazione, di un’azione intelligente e di sistema. Con questo proposito che riassume lo spirito dell'incontro organizzato questa mattina a Roma al Ministero delle Politiche Agricole dal Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP insieme ad AICIG e Fondazione Qualivita su "DOP e IGP: politiche e strategie di tutela", il Presidente del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP Stefano Berni ha aperto i lavori di quello che è stato un momento proficuo ...
  • 4 marzo 2015

    DOP e IGP: politiche e strategie di tutela

    Mercoledì 4 Marzo, ore 10.30, presso la Sala Cavour del Ministero delle Politiche Agricole a Roma Fondazione Qualivita parteciperà all'incontro sul tema "DOP e IGP: politiche e strategie di tutela", organizzato dal Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena con la partecipazione di MIPAAF, ICQRF e AICIG. "DOP E IGP: POLITICHE E STRATEGIE DI TUTELA" Mercoledì 4 marzo 2015 ore 10.30 Sala Cavour del Ministero delle Politiche Agricole Via XX Settembre, 20 - Roma Programma Dott. Stefano Berni - Presidente CTABM Dott. Giuseppe Liberatore - Presidente AICIG Mauro Rosati - Direttore ...
  • 7 dicembre 2014

    Al via il concorso nazionale di cucina “Lo Zampone e il Cotechino Modena IGP”

     Il Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena, in collaborazione con il Comune di Modena e la Regione Emilia Romagna, ha indetto la prima edizione del Concorso nazionale di cucina “Lo Zampone Modena IGP e il Cotechino Modena IGP nei micro territori della gastronomia italiana”