Argomento: STREETFOOD

  • 6 Dicembre 2013

    Presentazione Guida Street Food Heroes

    Bologna- Sabato 7 dicembre alle ore 18 a Bologna, nella sala Atti presso Palazzo Re Enzo di Piazza Nettuno, presentazione della Guida al miglior cibo di strada italiano. All'interno della guida sono molte le segnalazioni di attività che rielaborano i prodotti certificati DOP, IGP e BIOLOGICO in chiave street food.
  • 2 Dicembre 2013

    Street Food Heroes – Guida Al Migliori Cibo Di Strada Italiano

    Venerdì 29 novembre 2013, presso la libreria Feltrinelli di via Appia Nuova 427, è stata presentata della Guida al miglior cibo di strada italiano. All'interno della guida sono molte le segnalazioni di attività che rielaborano i prodotti certificati DOP, IGP e BIOLOGICO in chiave street food.
  • 2 Dicembre 2013

    Così i piatti della tradizione diventano cibo da strada

    Il GiornaleLo street food è ormai l'abracadabra della cucina italiana in tempo di crisi. Formula magica buona per dare una patina di allure a schegge di cucina povera, per etichettare con una formula ammiccante e modaiola una pratica antica, ma anche - a volte - per tirar fuori dal dimenticatoio piatti che meriterebbero di restarci. È la moda, bellezza. Bisogna essere un po' pop per essere alti. Un po' plebei per essere nobili. Così anche chef stellati si cimentano con la versione da marciapiede dei piatti che hanno dato loro la gloria. I due grandi di Senigallia, Moreno Cedroni e Mauro Uliassi, hanno preso il compito molto sul serio, allestendo baracchini in riva al mare dove togliersi lo sfizio di un cartoccio di pesce griffato da mangiare sulla spiaggia.
  • 28 Novembre 2013

    Presentazione Guida Street Food Heroes

    Venerdì 29 novembre alle ore 18 a Roma, presso la libreria Feltrinelli di via Appia Nuova 427, presentazione della Guida al miglior cibo di strada italiano. All'interno della guida sono molte le segnalazioni di attività che rielaborano i prodotti certificati DOP, IGP e BIOLOGICO in chiave street food.
  • 27 Novembre 2013

    Guida al miglior cibo di strada italiano: da oggi lo street food è DOP!

    Tanti i prodotti a marchio DOP e IGP segnalati nella prima Guida al miglior cibo di strada italiano edita da Gribaudo – IF Idee editoriali Feltrinelli- con oltre 130 locali recensiti e 240 segnalazioni. Un viaggio iniziato grazie alla trasmissione televisiva Street Food Hereos e portato avanti dall'autore Mauro Rosati che nel boom della riscoperta dello street food ha scelto di evidenziare chi predilige materie prime di qualità, soprattutto quelle certificate, che diventano le vere protagoniste dei piatti veloci della nuova ristorazione moderna italiana. Dalla Sicilia alla Valle d'Aosta, dalla Lombardia alla Calabria un itinerario ritmato da ricette e prodotti tipici a dimostrazione di come le tradizioni siano fortemente legate al territorio d'origine.
  • 7 Novembre 2013

    Le nuove tendenze alimentari: lo Street Food

    Intervento sulle nuove tendenze alimentari al Rotary giovedi 7 novembre ore 13.00 presso il Grand Hotel Mediterraneo. Si parlerà del fenomeno della gastronomia di strada che negli utlimi anni ha caratterizzato in Italia il settore della ristorazione veloce.
  • 4 Ottobre 2013

    Mangiare per strada e cosa buona e giusta (ed e anche cool)

    Venerdì di Repubblica A Londra, va il titolo di nuova capitale planetaria dello Street Food: prezzi piccoli, cibi eccellenti e niente trappole per i turisti. Intorno ai mercati più frequentati di Londra (a Brick Lane, Brixton..), ci sono i chioschi di cibo dalle proposte più diverse. Rispunta un'abitudine vecchia come il mondo, ora rivestita di un percepibile brivido modaiolo: mangiare sul marciapiede, acquistare cibo a un chiosco di passaggio e improvvisare un pasta appoggiandosi in ti lì angolo tranquillo. In Oriente è un'abitudine, in Occidente è stata una scelta a lungo umiliata dallo strapotere del fast food, per non citare i nostrani, orrendi camion di porchette e porcherie. Adesso a Londra, mangiare per stada visitando uno degli yard che raccolgono un bel numero di chioschi
  • 24 Settembre 2013

    Mordi e vai, Roma mangia per strada

    Il Tempo Dal filetto di baccalà al trapizzino alla vaccinara fino all'esotico kebab. Il cibo di strada fu inventato dagli antichi romani che banchettavano ai Fori. Si racconta che ogni città abbia un'odore che la rende unica e riconoscibile. Neanche Roma sfugge a questa consuetudine così ai profumi delle Ville e dei parchi si aggiungono quelli del cibo. Quello di strada, oggi omologato come street food. Un contenitore dentro il quale c'è un po' di tutto e che quindi può confondere il consumatore che mette sullo stesso piano dello street food la pizza rotonda nel cartone a portar via e un cartoccio da passeggio con fritti di baccalà.
  • 9 Luglio 2013

    Mangiare per strada adesso è chic

    Il Giornale Sono solo battute. Più o meno. Tipo: il panino con le panelle è buono solo se sono fritte con l'olio tramandato di padre in figlio dai «panellari» di strada. I bolliti di Pepi «S'ciavo» (un'istituzione a Trieste) si gustano davvero solo in piedi davanti al bancone. E la piada romagnola, guai a chiamarla piadina, si fa con lo strutto: con l'olio è sacrilegio. E naturalmente bisogna schierarsi: o la versione Rimini o Cesena. Ora lo chiamano street food, ma è davvero quanto di più italiano, solo che ce lo eravamo dimenticati. Prima drogati dalle endorfine del cheddar cheese erogato a pioggia dai fast food, poi ipnotizzati dalle lusinghe radicai chic dello slow food.Tra una moda gastronomica e l'altra, ci siamo dimenticati la cucina vagabonda dei nostri paesi,
  • 10 Giugno 2013

    Sfida fra i take away di strada, esce sconfitta la polenta e strinù

    L'Eco di Bergamo E approdata nella zona tra Bergamo e Milano la trasmissione «Street Food Heroes» (in onda ogni venerdì su Italia 2 alle 22.10), estrosa variante «on the road» dei tv show culinari che da tempo saturano i nostri schermi. Il meccanismo della trasmissione è innovativo: il terzetto di giudici composto da Mauro, esperto di ingredienti, Lorel, «foodblogger» texana, e Francesco, romanissimo chef «sui generis», assaggiano e valutano le specialità pronte da mangiare offerte dalle strade e dalle piazze delle principali città italiane al fine di stilare la loro particolarissima guida gastronomica, la «Street Food Guide». Dopo le prime due puntate, ambientate a Napoli e Roma, il trio itinerante si trova dunque a confrontarsi con i sapori del cuore del nord Italia: e quale alimento più tipico,
  • 30 Maggio 2013

    Caccia al miglior street food

    Tappa romana per Street food heroes. Il travel cooking show dedicato al miglior "cibo da strada", in onda domani alle 22,10 su Mediaset Italia2, i tre intenditori del cibo popolare, Mauro Rosati, Laurel Evans e Francesco Fichera, andranno alla scoperta delle prelibatezze della città eterna.
  • 26 Maggio 2013

    Al via la prima edizione di STREET FOOD HEROES – Italia 2

    Domenica 26 maggio 2013, alle 22.15, su Italia 2 esordisce il primo programma dal formato originale dedicato al cibo di strada, quello che si prepara al volo e si mangia in piedi: Street Food Heroes.
  • 25 Maggio 2013

    Cibo di strada: trippa e pizza sbarcano in tv

    la Gazzetta dello Sport Semplicità, capacità di massimizzare le risorse e una dose di creatività. Sono gli «ingredienti» alla base del cibo di strada o «Street food», quello che si cucina al volo e che si mangia in piedi. E sono gli stessi elementi del programma Street food heroes, che da domani (ore 22,15, Mediaset Italia2) farà appunto luce sul fenomeno alimentare. Si tratterà di un viaggio in 6 puntate, da Sud a Nord, da Palermo a Milano, passando per Firenze, alla ricerca delle prelibatezze culinarie che hanno resistito all'«attacco» della globalizzazione. Tre i protagonisti delle «gite», il critico enogastronomico ed esperto di made in Italy Mauro Rosati, lo chef Francesco Fichera e la food blogger americana Laurel Evans. Il loro obiettivo è incoronare i più bravi esponenti del cibo di strada
  • 29 Marzo 2013

    Lo «street food» torna alle origini

    Nel momento in cui il virus della cucina ha colpito un po' tutti e trasmissioni come Masterchef ci consegnano una visione suggestiva della nostra enogastronomia, in Italia sta nascendo una vera e propria rivoluzione dei consumi di chi per lavoro è costretto a pranzare fuori casa e non solo.
  • 22 Ottobre 2012

    “On the road” con uno stuzzichino

    La StampaSi diffonde l'abitudine del cibo da strada: gusti sempre più esotici e i prezzi restano convenienti. Un veloce hot dog tra i grattacieli di Manhattan, un gyros farcito passeggiando per le vie di Atene o una scodella di pho, brodo di carne con noodles di riso, per una delicata colazione in Vietnam. Tutto ed esclusivamente «on the road», tra bancarelle, chioschi e venditori ambulanti che con i loro odori e sapori penetrano nei ritmi delle metropoli. In tutto il mondo c'è un forte ritorno allo «street food» e in Italia la tendenza è confermata con una voglia tangibile di riscoprire i piatti da passeggio: tanto che più di 90 mila persone sono accorse a Cesena in occasione del recente Festival Internazionale del cibo di strada, e anche il prossimo Salone del gusto e Terra madre darà ampio spazio alla cucina tradizionale.