Argomento: PROMOZIONE

  • 17 dicembre 2013

    Tutela DOP in cerca di finanziamenti

    AgrisoleAicig propone di riutilizzare nelle azioni di protezione le risorse legate alle sanzioni varate nel 2004. Secondo il Rapporto Qualivita-Ismea il fatturato al consumo ha toccato 12,6 miliardi (+5%), bene anche l'export (4,6%). Fare promozione senza tutela è come riempire una bottiglia con un buco sul fondo». Nella laconica frase del direttore del consorzio del Parmigiano Reggiano DOP, Riccardo Deserti, c'è l'attuale momento dei prodotti alimentari di qualità made in Italy: la sola promozione sui mercati dei brand italiani non basta più e occorre un salto di qualità sul fronte della tutela dei marchi e della lotta alle contraffazioni. Il settore dei prodotti alimentari italiani Dop e Igp conta 259 IG
  • 13 dicembre 2013

    Insalata, aglio e orto: tre progetti innovativi

    Il GazzettinoProseguono le attività previste dal progetto europeo APP4INNO di cui il Consvipo è partner. Tre le aziende vincitrici che riceveranno il supporto di esperti marketing, agronomi ed educatori ambientali per vedere realizzate e loro idee entro l'estate e con la successiva opportunità di confrontarsi, grazie a visite guidate, con le esperienze analogamente maturate dalle Pmi selezionate all'estero facenti capo agli altri partner del progetto localizzati nel territorio del sud-est europeo. Il progetto FILIGP è stato presentato con la collaborazione del Consorzio di tutela dell'Insalata di Lusia IGP: l'obiettivo consiste nella razionalizzazione del processo legato alla produzione di ortaggi locali ad alto valore aggiunto.
  • 13 dicembre 2013

    Via al Consorzio di tutela del Radicchio di Verona IGP

    L'Arena Fare rete per promuovere l'oro rosso del Veronese. É stato presentato ieri, nella sede della Provincia, il neonato Consorzio perla tutela e la valorizzazione del Radicchio di Verona IGP, che conta, per ora, al proprio interno la presenza di venti aziende certificate, per una superficie coltivata di circa 130 ettari e una resa potenziale di 1.600 tonnellate. «Numeri da record» commenta Luigi Frigotto, assessore provinciale all'Agricoltura «per un prodotto che è un'eccellenza del Veneto, prima regione italiana per produzione. Da qui la scelta di creare un consorzio che tuteli, ...
  • 12 dicembre 2013

    Parmigiano-Reggiano DOP: 11,5 mln per sostenere i consumi

    Reggio Emilia, 11 dicembre - Dopo aver definito il “quanto” produrre (3.250.000 forme per l’anno prossimo, come stabilito dall’Assemblea del settembre scorso con l’adozione dei piani produttivi), le azioni del Consorzio del Parmigiano Reggiano si spostano ora sul “come” e sul “per chi”
  • 12 dicembre 2013

    Si apre la campagna di commercializzazione dell’Arancia di Ribera Dop

    E’ iniziata con qualche giorno di ritardo la campagna agrumicola dell’arancia di Ribera DOP per il 2013/2014, ancora una volta confermando le previsioni. “Anche quest’anno, si prevedono ottime caratteristiche qualitative e pezzature medio - grosse per le arance di Ribera, grazie anche ad un decorso meteorologico particolarmente ottimale”, sottolinea Giuseppe Pasciuta Presidente del Consorzio di Tutela. A metà dicembre le aspettative degli operatori e agrumicoltori sono abbastanza ottimistiche e favorevoli. La commercializzazione della varietà precoce Navelina, che si avvia oramai ...
  • 12 dicembre 2013

    Parmigiano-Reggiano DOP: 11,5 mln per spingere i consumi

    Modena Qui La politica di investimenti avanza a pieno regime: il 2014 del Parmigiano-Reggiano DOP è ormai compiutamente pianificato. Dopo aver fissato, a settembre, le quantità produttive, il Consorzio dei produttori, nei giorni scorsi, ha definito anche le strategie di azione per l'anno venturo nei confronti di mercati e consumatori: in programma ci sono investimenti per circa 11 milioni e mezzo di euro sui consumi, equamente distribuiti tra Italia ed estero. «Al mercato interno si lega ancora quasi il 70% delle vendite», ha ricordato il presidente, Giuseppe Alai, che impartisce la direttiva di «fidelizzare ulteriormente i consumatori» e «avvicinarne altri», facendo leva sulla «unicità» di un prodotto sempre più minacciato dal fenomeno delle contraffazioni e dalla crisi globale dei consumi.
  • 12 dicembre 2013

    Nocciole DOP e IGP. Agriturismi e ristoranti per celebrare il nocciola day

    Corriere di Viterbo Domenica si celebra il Nocciola Day, la giornata nazionale della nocciola italiana. Orgoglio locale di tante comunità dello stivale da celebrare, secondo produttore al mondo (8%) dopo la Turchia (80%), l'Italia è l'unico Paese a vantare tre marchi europei di qualità: la Nocciola di Giffoni IGP, la Nocciola Romana DOP e la Nocciola Piemonte IGP. Proprio per condividere con il grande pubblico i valori della nocciola italiana, l'Associazione nazionale Città della Nocciola ha ideato il Nocciola Day che andrà in scena a Roma, Napoli, Milano, Genova, Torino, Perugia, Palermo e nei 240 paesi italiani produttori di nocciole. Dalla Sicilia alla Campania, dal Lazio al Piemonte, dalla Liguria alla Calabria, dalla Toscana all'Umbria, nelle principali regioni corilicole italiane
  • 11 dicembre 2013

    Susina di Dro DOP, farne simbolo promozionale

    L'Adige Mercato di nicchia e produzione sempre più limitata (3.500 quintali), ma può avere un futuro. Un tavolo di lavoro per il rilancio e la promozione commerciale della Susina di Dro DOP. Questa la proposta operativa uscita lunedì sera al termine della seconda edizione del convegno proposto dall'amministrazione comunale droata «Per una nuova tradizione: Susina di Dro DOP, che fare?». Un momento di dibattito e confronto fra le realtà impegnate nella coltivazione e valorizzazione delle prugne di Dro (che hanno ottenuto nel 2012 dall'Unione Europea il marchio DOP), che ha riunito presso il centro culturale di Dro i funzionari provinciali Renato Martinelli, Lorenza Tessari, il direttore del consorzio "La Trentina" Simone Pilati,
  • 11 dicembre 2013

    Olio toscano, si rafforzano le vendite dirette

    Agrisole La Regione finanzia il progetto integrato di filiera (Pif) per valorizzare la produzione con 4,5 milioni. Al piano collaborano il Terre di Siena DOP e il Toscano IGP, 40 aziende, 3 frantoi e 3 università. Migliorare la qualità dell'extravergine prodotto in Toscana, in provincia di Siena in particolare, dando la possibilità di attivare o potenziarne la vendita diretta. Sono queste le finalità del progetto integrato di filiera (Pif) che la Regione Toscana ha finanziato e che prende il nome evocativo di «Un filo d'olio». Una iniziativa che nasce per volere dell'assessorato all'Agricoltura della Provincia di Siena in stretta collaborazione con i due consorzi di riferimento del territorio, quello della DOP Terre di Siena e quello dell'IGP Toscano.
  • 10 dicembre 2013

    Expo, l’Unione europea investe 11 milioni

    Il Sole 24 Ore L'Unione europea investirà 11 milioni su un'area di 1.900 metri quadri divisa su tre piani. E' quanto annunciato ieri a Milano da Giuseppe Sala, commissario unico di Expo 2015, al termine della firma della partecipazione dell'Ue all'evento universale. Il Vecchio continente è, l'83esimo partecipante ad aver formalizzato l'adesione. In tutto i paesi che hanno dichiarato il loro interesse sono già circa 140, tra cui gli Stati uniti d'America. Il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha sottolineato che «la Commissione europea assicura il suo impegno per un miglior successo di Expo 2015 e veglierà affinché il suo impatto duri a lungo». Il premier Enrico Letta è intervenuto-alla giornata dedicata all'arrivo dell'Ue
  • 10 dicembre 2013

    Un ricettario per scoprirei prodotti Dop e Igp del Polesine

    Il Resto del Carlino Valorizzare i prodotti locali e il territorio partendo dalla tavola. Questo lo scopo dello speciale ricettario che stanno preparando Camera di Commercio, Ascom e Confesercenti, e che proporranno al pubblico nei migliori ristoranti del Polesine. Il progetto si chiama `Archivio della memoria' e contiene le ricette dei piatti tipici della nostra terra, preparati con i prodotti DOP e IGP: l'Aglio Bianco Polesano DOP, il Riso delDelta del Po IGP, l'Insalata di Lusia IGP, il Radicchio di Chioggia IGP e da poco anche la Cozza di Scardovari DOP. Piatti pieni di sapore, ma anche di storia e tradizione, da raccontare a ogni morso. Il tutto inizierà da domani, alle 20, alla corte Frassino di Villadose
  • 9 dicembre 2013

    Il Prosecco diventa il vino ufficiale dell’Ermitage

    Il Gazzettino Storico accordo, il Prosecco DOP entra nell'Ermitage. E' stato siglato ieri nelle splendide sale del settecentesco palazzo d'Inverno a San Pietroburgo un protocollo di intesa scientifico-culturale tra le due istituzioni, russa e italiana, per lo sviluppo di studi, ricerche e progetti comuni sulle storiche relazioni tra Cultura e Vino, Arte e Vino e quindi sui temi attinenti all'ambiente e al paesaggio. Ad accompagnare tutto ciò vi è la scelta, tra i tre vini del prestigioso museo russo, del Prosecco DOP quale nettare ufficiale per i prossimi 5 anni e la fornitura, da parte del Consorzio, di bottiglie esclusive di "Prosecco DOP per l'Ermitage" , con cui uno tra i principali musei del mondo brinderà nelle occasioni di rappresentanza.
  • 6 dicembre 2013

    Il Riso del Delta del Po IGP protagonista in Scozia

    Edimburgo- Notevole successo ha riscosso l'iniziativa, promossa dalla Camera di commercio e industria italiana di Edimburgo, "Sapori da Nord Est" di presentare agli operatori economici ed al pubblico della capitale scozzese prodotti agroalimentari veneti e friulani di alta qualità.
  • 5 dicembre 2013

    Le eccellenze del territorio a New York e Houston

    Sostenere la dieta mediterranea, far conoscere le eccellenze enogastronomiche, promuovere il territorio. Questo l'obiettivo del "Tour del Gusto" che ha portato in America le eccellenze gastronomiche made in Italy.
  • 4 dicembre 2013

    Prosciutto di Modena DOP: produzione in aumento e nuove iniziative promozionali

    A meno di un mese dalla fine dell’anno, il Prosciutto di Modena DOP si avvia a chiudere il 2013 con risultati positivi. Gli ultimi dati ufficiali diffusi dal Consorzio del Prosciutto di Modena parlano di una produzione che, nei primi 10 mesi dell’anno, segna un + 45% rispetto all’analogo periodo del 2012.
  • 4 dicembre 2013

    Nasce nel Vercellese la strada del riso con aziende, ristoranti e associazioni

    La Stampa Nasce nel Vercellese la strada del riso con aziende, ristoranti e associazioni. La prima strada agroalimentare di qualità nasce a Vercelli. Il progetto di marketing culturale con al centro il prodotto principe delle risaie vercellesi è la prima strada dei riso in Piemonte. Un cammino che toccherà, grazie a numerose iniziative, tutti i paesi vercellesi che ospitano le risaie, comprese quelle del Riso di Baraggia Biellese e Vercellese DOP. Un territorio ad alta produzione del cereale caratterizzato da paesaggi Nasce la strada del riso di particolare rilevanza e attrazione per i visitatori. Un'iniziativa, promossa dalla Provincia, a cui hanno già aderito più di 150 aziende sul territorio: da quelle risicole fino ai ristoranti, dagli enti e alle associazioni.