Argomento: PROMOZIONE

  • 5 Agosto 2014

    Valorizzazione del pistacchio e maggiore tutela del territorio

    La Sicilia Grazie alla legge regionale n. 14 del 2000 sulle royalties, firmata dall'ex assessore regionale all'Industria, Giuseppe Castiglione, Bronte quest'anno ha ottenuto ben 2 milioni e 877mila euro. Quasi il doppio rispetto allo scorso anno. Complessivamente dal 2001, anno dell'entrata in vigore della legge, il Comune ha ricevuto ben 19 milioni e mezzo. Somme erogate a titolo di risarcimento per lo sfruttamento dei giacimenti di idrocarburi nel territorio che il comune di Bronte ha sempre utilizzato, fin dalla prima erogazione, privilegiando gli stessi obiettivi: lo sviluppo economico e gli interventi di miglioramento ambientale. Diverse le voci di spesa negli anni. Le più ricorrenti sono gli investimenti sulla valorizzazione delle risorse agricole
  • 14 Luglio 2014

    Qualità europea garantita in Alto Adige con i marchi DOP e IGP

    Corriere della SeraL'Alto Adige è un territorio unico nell'arco alpino, dovei pascoli si alternano ai boschi, le città sono a misura d'uomo e anche il più piccolo villaggio conserva cori orgoglio la propria storia e identità. II Formaggio Stelvio DOP, la Mela Alto Adige IGP e lo Speck Alto Adige IGP sono i suoi più autorevoli "testimonial": prodotti dalla qualità eccellente, frutto dell'impegno quotidiano di contadini, allevatori e casari che rispettano le norme e gli alti standard fissati dall'Unione Europea per tutelarli. E oggi il Formaggio Stelvio DOP, la Mela Alto Adige IGP e ...
  • 14 Luglio 2014

    L’agroalimentare in tour il mondo diventa vetrina con un occhio all’Expo

    Affari&FinanzaIl dado è tratto. La prima tappa di Road to Expo si è conclusa, con 350 imprese circa che, tra fine giugno e il primo di luglio, hanno esposto i propri prodotti negli Stati Uniti al Fancy Food Show di New York. Ed è solo l'inizio di un tour in giro per il mondo che vedrà protagoniste le aziende dell'agro alimentare made in Italy. Obiettivo rafforzare vecchi rapporti commerciali, stringerne di nuovi e portare su un numero sempre maggiore di tavole i nostri prosciutti, il vino, e tutte quelle prelibatezze tipiche del Belpaese. Tutto questo cavalcando l'onda dell'Expo 2015. «Entro l'anno prossimo vogliamo raggiungere 3mila operatori esteri», spiega Ettore Riello, presidente di Aefi. È stata la sua associazione, che rappresenta 35 quartieri fieristici, a proporre l'iniziativa Road to Expo e a ottenere il bene placito del ministero dello Sviluppo Economico e un milione di euro di finanziamento, nonché il sostegno dell'Ice, l'istituto nazionale per il commercio estero. Adesso, dopo gli Stati Uniti, mercato ghiotto per chi vende cibi e bevande, che vale un giro d'affari di oltre 88 miliardi di dollari (in crescita del 18 per cento), ecco che le prossime tappe saranno quella del 15 settembre a Mosca, al Word Food, e del 16 settembre allo Space a Rennes (Francia).
  • 10 Luglio 2014

    Valorizzare l’Arancia Rossa di Sicilia IGP attraverso il legame col territorio

    La SiciliaStringere un legame forte tra l'Arancia Rossa di Sicilia IGP ed il territorio di provenienza, spingere ad una maggiore aggregazione tra produttori e confezionatori, innalzare le barriere fitosanitarie ed evitare l'abbandono delle campagne. Il grido d'allarme sulla crisi aggravata del comparto agrumicolo viene lanciato in occasione dei convegno sul tema: "Opportunità perla tutela e lo sviluppo dell'arancia rossa di Sicilia". L'incontro e' stato organizzato dal Consorzio Arancia Rossa di Sicilia IGP e dalla Confederazione italiana Agricoltori. Priorità, una maggiore cooperazione tra i produttori, ribadita da Luca Ferlito neopresidente del Consorzio Arancia rossa
  • 8 Luglio 2014

    E ora la Piadina Romagnola mette tutti d’accordo

    La Voce di Romagna Da Bologna a Ferrara, passando per Ravenna e nelle principali località della Riviera. Filo conduttore: la Piadina Romagnola. Ritorna "Emilia-Romagna è Un Mare di Sapori", il ricco cartellone di eventi promosso dall'assessorato all'Agricoltura della Regione, che avrà tra i protagonisti il Consorzio di Promozione della Piadina Romagnola. In ognuna delle sette tappe di "Tramonto DiVino", il road show del gusto, la Piadina Romagnola sarà degustata in abbinamento ai prodotti DOP e IGP  dell'Emilia-Romagna
  • 8 Luglio 2014

    E in Francia la mortadella batte il prosciutto

    La Voce di Romagna La mortadella conquista la stampa internazionale, e in modo particolare gli esigentissimi francesi, solitamente avari di complimenti per tutto ciò che proviene dall'estero. In primis l'autorevole quotidiano Le Figaro che da spazio allo speciale realizzato dal canale  Arte che con l'inequivocabile titolo "Bella Mortadella", celebra l' eccellenza di un cibo nato oltre 2mila anni fa. "Sarah va alla scoperta della mortadella - scrive le Figaro - una cuccagna in una regione famosa per l'eccellenza dei suoi prodotti".
  • 7 Luglio 2014

    Prosciutto di Parma sempre più yankee

    Gazzetta di ParmaE' stata come sempre una vetrina importante per il Consorzio del Prosciutto di Parma DOP. E' il salone Fancy Food che si è appena concluso a New York. Immancabile appuntamento per il Prosciutto di Parma DOP che conferma così la scelta strategica di puntare sugli Stati Uniti già primo mercato per le proprie esportazioni ormai da qualche anno. Nel 2013, infatti, nonostante qualche difficoltà, le esportazioni hanno superato i 500.000 prosciutti con un'impennata nelle vendite di vaschette (2.590.000). «E' stata un'edizione estremamente positiva che ha visto una grande partecipazione di pubblico e tanto interesse per il nostro prodotto - fanno sapere dal Consorzio -.
  • 3 Luglio 2014

    Oliva dop, la strada dei fondi europei

    Resto del Carlino La tre giorni dedicata all'Oliva Ascolana del Piceno DOP e organizzata di Piceno Open si apre domani, ad Offida, con il seminario in programma alle 16 nelle sale dell'Enoteca Regionale dal titolo "L'Oliva Ascolana del Piceno Dop: una risorsa forse sottovalutata?". L'appuntamento è importante per discutere sullo stato dell'arte di questo prodotto ed individuare i percorsi migliori per la sua valorizzazione, considerando che l'oliva picena è una delle migliori testimonial del settore agroalimentare del territorio, forse l'eccellenza più nota a livello nazionale, soprattutto se parliamo di quella farcita e fritta. 'incontro potrebbe essere anche l'occasione per approfondire il discorso sui fondi strutturali europei
  • 3 Luglio 2014

    Il fresco frena le vendite. I meloni mantovani partono piano

    Gazzetta di Mantova L'inizio d'estate insolitamente fresco ha un doppio effetto sulla coltura più caratteristica di questo periodo, i meloni. Così come accade per altri tipi di frutta, in particolare l'uva, l'elevata escursione termica tra il giorno e la notte comporta ripercussioni positive sul gusto e sul tasso zuccherino. «Quest'anno - conferma Mauro Aguzzi, presidente del Consorzio del Melone Mantovano IGP- siamo in media tra il 14 e il 15%, un valore piuttosto alto, tenendo conto del fatto che il limite minimo per potersi fregiare del marchio IGP è 12». Già, il marchio Igp: è questa la novità della campagna 2014 dei meloni mantovani, che hanno da poco ottenuto il riconoscimento ed affrontano quindi il primo anno di commercializzazione.
  • 2 Luglio 2014

    L’Ue: fondi alla promozione del vino? Non è detto che servano

    Italia Oggi Il sostegno alla promozione e agli investimenti nel settore vitivinicolo europeo non è gestito in modo adeguato e «non è chiaramente dimostrato» che serva davvero alla competitività delle imprese. Queste le conclusioni cui è giunta la Corte dei conti europea dopo audit realizzati in Francia, Spagna, Italia, Portogallo e Austria. Il giudizio duro dei revisori si basa su una situazione generale di scarsa trasparenza nell'impiego dei fondi, in cui è difficile tracciare le ,ricevute e il-controllo degli stati membri sulla spesa non è adeguato. Sulle misure di investimento, inoltre, la Corte rilevai rischio di doppio finanziamento in quanto «tale sostegno»,. si legge in una nota, «esiste già nell'ambito della politica di sviluppo rurale».
  • 1 Luglio 2014

    I prodotti DOP e IGP tutelati anche su eBay

    Gazzetta di Parma E' stato firmato un protocollo d'intesa per la tutela e la valorizzazione delle produzioni agroalimentari DOP e IGP sulla piattaforma online eBay. L'accordo è stato siglato tra il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, eBay e l'Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche (Aicig). L'obiettivo è quello di rafforzare la tutela, la promozione, la valorizzazione e l'informazione delle produzioni italiane DOP e IGP anche tra i consumatori che si avvalgono della piattaforma eBay, favorendo la presenza nel mercato online dei prodotti italiani autentici e di qualità. «I prodotti DOP e IGP italiani - evidenziano i sottoscrittori dell'accordo - rappresentano il 40% dell'intera produzione a do
  • 30 Giugno 2014

    Roccaverano rende omaggio ai 35 anni della Robiola DOP

    La Stampa La fiera Carrettesca, che si svolge domani nella piccola capitale della Langa Astigiana, sarà anche l'occasione per festeggiare i 35 anni dall'istituzione della DOP per la Robiola. Nell'astigiano, tradizionale terra di vini, è singolare che già prima degli Anni 80 sia stata istituita una DOP dedicata all'esaltazione di un formaggio fresco, la Robiola di Roccaverano DOP, e che questa sia stata anche la prima del Piemonte. Lo riconoscono, con un pizzico di orgoglio, sia il presidente del Consorzio di tutela, Ulderico Antonioli Piovano, che il suo vice Fabrizio Garbarino il quale afferma: «In questi ultimi anni abbiamo lavorato molto sia per ottenere l'adesione dei produttori - attualmente ne fanno parte in diciannove
  • 27 Giugno 2014

    In un ex convento nasce Chianti Classico House

    La Nazione Siena Il Gallo nero trova casa in convento, ovviamente per mangiare e bere, anche a colpi di sfide simpatiche e intriganti tra chef stellati e massaie di campagna e infine per "fare accademia", insomma insegnare di sicuro "materie" e saperi che riguardano il vino. Nasce stasera la Chianti Classico House, progetto ambizioso di un Consorzio che è ormai diventato un vero e proprio sistema solare, se è vero che distribuisce tutte le attività in una rete di società satelliti. Qui, per esempio, è protagonista la Chianti Classico Company presieduta da Michele Zonin. In un ex convento, Santa Maria al Prato a Radda in Chianti, acquistato dal Consorzio e restaurato con un impegno niente male, 5 milioni di euro.
  • 25 Giugno 2014

    Sagra del Pane di Matera IGP

    L'associazione "Antichi sapori materani" continua nella sua opera di promozione delle eccellenze enogastronomiche del territorio. In particolare, giovedì sera, sarà tra i protagonisti della ottava Sagra del Pane che si svolgerà in piazza San Pietro Caveoso a partire dalle 19.
  • 24 Giugno 2014

    Il cibo entra dentro i musei per raccontar le sue storie

    Il Sole 24 Ore Tra gli ultimi nati è il Museo della pasta. Un luogo che evoca tante storie di uomini e di aziende, che racconta no anche un pezzo importante della cultura alimentare del Paese nel cuore della food valley emiliana. Nella corte agricola medioevale di Giarola, comune di Collecchio, è appena stata aggiunta un'altra tappa al circuito dei Musei del cibo, il progetto ideato dalla Provincia di Parma e dai comuni interessati insieme ai consorzi di tutela e all'università. Il nuovo allestimento, dedicato a uno dei simboli dell'italianità, mette in mostra dal primo campione di pasta industriale a una collezione di utensili e oggetti per la lavorazione artigianale, tra speronelle e comuni scolapasta.
  • 24 Giugno 2014

    L’Asiago DOP in Brasile gioca la sua partita al Sial

    Il Giornale di VicenzaUn mercato in espansione, con vincoli e opportunità per l'Italia e i suoi prodotti Dop e il 10% degli abitanti di discendenza italiana. In Brasile si gioca la nuova sfida internazionale del Consorzio Tutela Formaggio Asiago DOP che da oggi al 27 giugno sarà per la prima volta, insieme ad un folto gruppo di soci, al Sial Brasile 2014, la più importante fiera del settore agroalimentare del continente sudamericano. Con un aumento del potere d'acquisto dei consumatori locali, il Brasile ha segnato, negli ultimi anni, una crescita dei consumi alimentari. Il tutto grazie a un mercato interno che registra la forte propensione del consumatore verso prodotti di marca, high value e premium price.