Argomento: FEDERDOC

  • 9 Luglio 2014

    Qualivita cambia assetto. Entrano AICIG e FEDERDOC

    Italia Oggi«Saremo il braccio operativo di Dop e Igp, saremo un supporto anche di sistema». Commenta Mauro Rosati, direttore generale di Qualivita, l'ingresso nella fondazione di Aicig e Federdoc mentre dopo dieci anni escono quelli che erano stati i soci fondatori, comune, provincia e Camera di commercio di Siena. «E il riconoscimento al lavoro svolto da Qualivita, alla sfida lanciata da un piccolo territorio, che non ha mai difeso soltanto le proprie produzioni, ma ha sempre guardato oltre e valorizzato tutte le D.O. italiane.
  • 8 Luglio 2014

    EXPO 2015. Le denominazioni italiane incontrano il mondo

    Cucina & Vini Quello dell'alimentazione sarà il tema centrale di Milano Expo 2015 ed è quindi ovvio attendersi che i consorzi italiani avranno un ruolo da protagonisti nell'esposizione meneghina. Giusto parlarne con Giuseppe Liberatore, presidente dell'Aicig (Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche) che riunisce appunto i consorzi del nostro Paese che, giova ricordarlo, è leader in un'ideale classifica di produzioni a IG. "I consorzi dovranno coordinarsi e impegnarsi per sfruttare al meglio l'opportunità offerta da Expo
  • 4 Luglio 2014

    I nuovi soci e le modifiche allo statuto della Fondazione Qualivita

    Con la recente approvazione della modifica allo statuto della Fondazione Qualivita, recedono come soci fondatori la Provincia di Siena, il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena, ''per permettere a Qualivita di realizzare nuovi programmi più orientati verso interessi nazionali e internazionali, e perseguire nuove linee strategiche di sviluppo''.
  • 3 Luglio 2014

    AICIG e FEDERDOC nuovi soci di QUALIVITA

    “Rafforzeremo la presenza delle IG italiane nel mondo digitale” Dopo oltre dieci anni di attività, escono i soci fondatori pubblici locali
  • 21 Maggio 2014

    Top of the Dop: “Salumiamo con Bacco tour”

    Milanofiori, 20 maggio 2014 – Un finale gourmet quello del tour SalumiAmo® con Bacco che come sua quarta e ultima tappa sceglie Roma, città internazionale e melting pot di tante culture. Un tour che nelle precedenti tre città ha segnato il tutto esaurito
  • 15 Maggio 2014

    VALORITALIA: Francesco Liantonio nominato presidente

    Si è riunita ieri, 14 Maggio 2014, a Roma l’Assemblea dei Soci di Valoritalia per nominare i nuovi vertici della Società. Oltre al rinnovo delle cariche per il consiglio di Amministrazione, è stato eletto Presidente per il triennio 2014-2017 Francesco Liantonio (Vice Presidente di Federdoc e Presidente del Consorzio Castel del Monte)
  • 7 Aprile 2014

    Federdoc: bene proroga dei fondi Ue a promozione

    L'Arena.Accolta con «molta soddisfazione» dal presidente di Federdoc, Riccardo Ricci Curbastro, l'estensione dei programmi dell'Ocm Promozione, i fondi di cofinanziamento Ue per la promozione dei vini Made in Italy, anche ai mercati interni dell'UE. «Finora potevamo promuovere le nostre produzioni vitivinicole solo nei Paesi extra-Ue e avevamo lasciato un po' sguarniti mercati per noi importanti come Germania e Regno Unito. Ora si apre un quinquennio in cui possiamo raggiungere anche nuovi consumatori, penso in particolare alla Polonia e tutti i Paesi del Nord e Nord Est europei».
  • 27 Marzo 2014

    Parte il tour di “SalumiAmo con Bacco”

    Nasce SalumiAmo con Bacco in tour, un'iniziativa che rientra nella campagna europea TOP of the DOP, promossa dall’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani – IVSI e da Federdoc - Confederazione nazionale dei Consorzi volontari per la tutela delle denominazioni dei vini italiani.
  • 13 Marzo 2014

    Frodi alimentari. Quando uno scandalo getta discredito su tutti

    Il clamore mediatico di questi giorni sulla sicurezza dei prodotti agroalimentari italiani ha avuto l’effetto di gettare una luce negativa su uno dei settori di eccellenza del nostro Paese, riconosciuto nel mondo per la sua altissima qualità. Mentre Il sistema paese, compreso il mondo della comunicazione, deve necessariamente assumersi il compito di lavorare in sinergia per promuovere le eccellenze.
  • 13 Marzo 2014

    Frodi alimentari. Quando uno scandalo getta discredito su tutti

    L'Unità - Food Politics Il clamore mediatico di questi giorni sulla sicurezza dei prodotti agroalimentari italiani ha avuto l’effetto di gettare una luce negativa su uno dei settori di eccellenza del nostro Paese, riconosciuto nel mondo per la sua altissima qualità. A partire da singoli casi di truffa, ancora una volta, il discredito è ricaduto su un intero settore in cui ancora ci distinguiamo realmente e che proprio per questo motivo può contare su oltre 180000 operatori certificati con un fatturato di 15 mld. Una situzione che ricorda il caso marchiato come “Brunellopoli” sul ...
  • 12 Marzo 2014

    Vino: il prossimo passo è accelerare sul piano della tutela internazionale

    Il Sole 24 Ore - AgrisolePiù tutela per il vino italiano, sia sul mercato che sul piano «digitale». È quanto chiesto dal presidente di Federdoc, Riccardo Ricci Curbastro che, in occasione della presentazione della proposta di «Testo unico della Vite e del Vino». «Attualmente - ha spiegato Ricci Curbastro - l'unico sistema di tutela con qualche valenza operativa è il marchio registrato. Ma registrare un trademark costa circa 200mila euro l'anno a cui va aggiunto un importo che si aggira su un milione di curo l'anno per la difesa legale. A tanto ammontano le risorse che ogni anno un imprenditore vitivinicolo deve togliere alle strategie di internazionalizzazione».
  • 7 Febbraio 2014

    Vino DOP tra Miami e San Paolo

    Alla manifestazione di Miami, a inizio febbraio, hanno partecipato una cinquantina di aziende vinicole con Federdoc, Consorzio Franciacorta, Istituto grandi marchi, Camera di commercio di Udine per incontrare 400 operatori.
  • 28 Gennaio 2014

    Ricci Curbastro (Federdoc): il sistema sta rafforzando i Consorzi di tutela

    Agrisole - Il Sole 24 OreLe nuove competenze su promozione e tutela finanziate da tutti gli utilizzatori di una denominazione stanno provocando un'importante spinta all'aggregazione che rafforzerà il sistema dei consorzi del vino made in Italy. Ne è convinto Riccardo Ricci Curbastro, presidente di Federdoc. «Il primo importante effetto - spiega - è stato quello di far rientrare in alcuni consorzi alcune aziende che ne erano rimaste fuori. E questo, soprattutto in un'ottica di utilizzo dei fondi messi a disposizione dall'Ocm vino, significa anche maggiore concentrazione e comunione di intenti
  • 19 Dicembre 2013

    La mascotte di Expo senza uva e olive

    Avvenire Scoppia la polemica sulla mascotte di Expo disegnata dalla Disney. A insorgere sono i produttori dei vini italiani. «Ci sono i ravanelli e una frutta esotica come il mango, e non i simboli delle nostre eccellenze: l'uva e le olive» protesta FederDoc (la confederazione dei consorzi per la tutela delle denominazioni dei vini italiani), ricordando che l'uva e il vino «valgono» quasi 14 miliardi di euro l'anno, e di questi 3,5 miliardi di euro di valore per la sola produzione di vini a denominazione». Nella figura della mascotte sono rappresentati 11 tra frutti e verdure (aglio, anguria, arancia, banana, fico, mais blu, mango, mela, melograno, pera e ravanelli), «ma mancano le piante simbolo della nostra cultura da millenni».
  • 18 Dicembre 2013

    Expo 2015: una Mascotte senza uva

    L’uva e il vino “valgono” quasi 14 miliardi di euro l’anno, 3,5 miliardi di euro di valore per la sola produzione di vini a denominazione, ma la mascotte di Expo 2015, tra molti frutti, non ha un immagine che li rappresenta. Federdoc e i Consorzi di Tutela e dei produttori di vini a DO Italiana esprimono disapprovazione.
  • 28 Ottobre 2013

    L’Italia è la regina del vino negli Usa

    L'Arena Negli Stati Uniti si consuma sempre più vino e si predilige quello italiano. Dopo un primo semestre in crescita sia per volume che per valore, distanziando ulteriormente l'Australia - in seconda posizione - l'Italia continua a essere il principale esportatore di vino negli Usa, puntando a chiudere l'anno a oltre un miliardo di euro, in base a una recente proiezione di Assoenologi. Con l'obiettivo di favorire le relazioni e lo sviluppo del business fra le aziende, specialmente di piccole e medie dimensioni, e gli operatori locali, torna negli States Simply Italian Great Wines, in programma il 28 e 30 ottobre a Chicago e Los Angeles. Il tour, organizzato da Iem (International exhibition management), ripropone la collaudata formula dei seminari e walk around tasting.