Argomento: EXPORT

  • 16 aprile 2019

    Mortadella Bologna IGP, boom dell’export e nuovo disciplinare

    Si chiama Mortadella Bologna ed è uno dei salumi più amati non solo in Italia ma nel mondo. In tanti la legano ai ricordi dell’infanzia, quando a merenda il profumo panino con la Mortadella appena affettata si propagava per tutta la casa. Ora che è diventata grande, la Mortadella Bologna IGP viaggia sempre di più, affermandosi all’estero anno dopo anno. Dei 33 milioni di kg venduti nel 2018, l’84% viene consumato in Italia e il 16% all’estero, per un valore totale di 320 milioni di euro. In particolare, le vendite all’estero sono cresciute del +8.6% rispetto al 2017, un ...
  • 16 aprile 2019

    Parmigiano Reggiano DOP al vertice con un giro di affari da 2,4 miliari al consumo

    Il Parmigiano Reggiano DOP gi si conferma il primo prodotto DOP, con un giro di affari di 1,4 miliardi alla produzione e 2,4 miliardi di euro al consumo, una quota export che supera il 40% (+5,5% crescita avolume rispetto al 2017) e 3,7 milioni di forme prodotte (+ 1,35% vs 2017). Sono questi alcuni dei numeri principali riguardanti il 2018 che sono stati presentati ieri presso la Borsa di Milano dal presidente del Consorzio Nicola Bertinelli, dal vicepresidente Guglielmo Garagnani e dal direttore della Fondazione Qualitiva, Mauro Rosati. Un anno record, quello passato, per la produzione ...
  • 15 aprile 2019

    Parmigiano Reggiano DOP: fatturato record, vola l’export

    Si è tenuta oggi a Milano - presso la Borsa - la presentazione dei dati economici del comparto Parmigiano Reggiano. Hanno partecipato il Presidente del Consorzio Nicola Bertinelli, il vice Presidente Guglielmo Garagnani e il direttore della Fondazione Qualitiva, Mauro Rosati. Il 2018 è stato un anno record per la produzione della DOP che cresce complessivamente dell'1,35% rispetto all’anno precedente. I 3,7 milioni di forme (circa 148 mila tonnellate) prodotte nel 2018 rappresentano il livello più elevato nella storia del Parmigiano Reggiano. Il Parmigiano Reggiano rappresenta, non ...
  • 15 aprile 2019

    Prosciutto di San Daniele DOP e Montasio DOP, esportazioni tra il 3 e il 17%

    Nella black list di prodotti destinati a restare vittime dei dazi minacciati da Trump non ci sono il Prosciutto di San Daniele DOP e il formaggio Montasio DOP, le due uniche Dop - fatta eccezione per i vini - dell'agroalimentare FVG. I vertici dei rispettivi Consorzi, quindi, prestano particolare attenzione all'evolversi del braccio di ferro tra USA e UE. «Il nostro prosciutto non figura in questa prima lista, ma sappiamo bene di non essere esenti dal rischio di ritorsioni commerciali - ha commentato il direttore del Consorzio del Prosciutto di San Daniele, Mario Cichetti - e per questo ...
  • 15 aprile 2019

    Made in Italy, Grana Padano DOP, con un boom di esportazioni (+5,4%) si conferma prodotto DOP più consumato del mondo

    Nuova e significativa crescita nei mercati internazionali e segnali positivi anche da quelli del nostro Paese. Così, in estrema sintesi, può essere sintetizzato l’andamento del Grana Padano DOP nel 2018. I dati sulle performances di quello che si conferma il prodotto DOP più consumato al mondo con un totale di 4.932.996 forme sono stati illustrati dal presidente del Consorzio, Nicola Cesare Baldrighi, durante l’Assemblea generale tenutasi a Desenzano del Garda, con la partecipazione dell’europarlamentare Paolo De Castro, di Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura e Sistemi Verdi di ...
  • 15 aprile 2019

    Il Chianti Classico DOP traina l’export vitivinicolo toscano

    E' il Chianti Classico a trainare l'export del vino toscano. In un contesto di incertezza globale, nei primi dieci mesi del 2o18 è risalita l'incidenza del mercato americano - più 13,1% in valore rispetto allo stesso periodo del 2017, 34% degli introiti totali delle DOP toscane - mentre la Germania fa registrare una diminuzione forte (meno 23% sia in valore che in ettolitri) e la Russia una performance ancora peggiore (meno 29% in valore, meno 42% in ettolitri), anche se su quest'ultimo mercato fa comunque meglio di altre regioni. Per inquadrare la tendenza genera le, si può rilevare che ...
  • 15 aprile 2019

    Agrifood controcorrente: oltre il PIL vale 140 miliardi

    In uno scenario segnato dal rallentamento della crescita economica a livello internazionale, il settore agroalimentare italiano conferma il suo buono stato di salute e continua ad incrementare il giro d'affari. Secondo le stime dell'Istat rielaborate dall'Osservatorio di Tuttofood, il fatturato del comparto ha raggiunto lo scorso anno il risultato record di 140 miliardi di euro, con una crescita del2,2 per cento rispetto ai 137 miliardi del 2017. I prodotti del Bel Paese piacciono agli italiani ma sono apprezzati sempre di più anche all'estero, tanto che le esportazioni continuano a crescere ...
  • 12 aprile 2019

    Promozione del vino all’estero: progetti da Stato e Regioni

    Cento milioni per la promozione del vino fuori dall'Italia. II 28 marzo la Conferenza Stato-Regioni ha approvato un decreto del ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio per la promozione del vino nei paesi terzi, in base all'articolo 45 del regolamento Ue 13o8/2o13, noto anche come la nuova OCM. La norma, ora all'analisi della Corte dei conti e in corso di pubblicazione, prevede uno stanziamento di 100 milioni, cofinanziati con fondi europei, di cui il 30% sarà gestito direttamente dal ministero ed il restante 70% dalle Regioni. Il decreto, basandosi anche su quello emanato ...
  • 10 aprile 2019

    Sicilia DOP, cresce il valore del marchio in Italia, Germania e Usa

    Nato 7 anni fa per tutelare il marchio Sicilia e garantire la qualità dei prodotti, il Consorzio Vini Doc Sicilia si è presentato quest’anno al Vinitaly forte di un 2018 chiuso da protagonista. L'exploit di Grillo e Nero d’Avola e le ottime performance di tutti gli altri vitigni dell’isola hanno permesso di chiudere l’anno con 80 milioni di bottiglie di vino prodotte e una previsione di 100 milioni di bottiglie a fine 2019. Un risultato che è dovuto a una molteplicità di fattori, tra cui la presenza capillare all'estero, in particolare negli Usa e in Germania. Proprio con l’in...
  • 10 aprile 2019

    Internazionalizzazione, tra UE e Cina siglato l’accordo, Juncker: “Ma ora va rispettato”

    «I negoziati con la Cina sono stati difficili, ma alla fine si sono dimostrati fruttuosi: abbiamo trovato l'accordo sulla dichiarazione congiunta basata su rispetto e reciprocità». Così il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ieri ha chiuso il vertice Ue-Cina di Bruxelles. Gli europei preparavano l'appuntamento da settimane, ma fino all'ultimo le chiusure di Pechino hanno rischiato di trasformarlo in un fiasco. Poi, dopo un rush finale di 50 ore, il lavoro diplomatico è sfociato nell'accordo siglato ieri dai politici. Che soddisfa l'Unione anche se, avvertiva il presidente ...
  • 10 aprile 2019

    Vino, olio, formaggi: a rischio la metà dell’export verso gli Usa

    La minaccia dei dazi di Trump sulle importazioni europee arriva come un fulmine a ciel sereno, sui produttori del Prosecco DOP. Da domenica sono presenti in forze al Vinitaly di Verona per festeggiare un 2018 da record, con 2,5 miliardi di fatturato e una crescita del 13,4% del valore rispetto al 2017. Nella black list di 14 pagine divulgata dall'amministrazione Usa, al capitolo agroalimentare si parla esplicitamente di "vini frizzanti": e il Prosecco non solo è uno di questi, ma è anche una delle più significative voci dell'export alimentare italiano negli Stati Uniti. «Per il ...
  • 9 aprile 2019

    Nuovi dazi USA in vista per Prosecco, pecorino, olio ed altri prodotti agroalimentari

    Ecco l’elenco dei nuovi probabili prodotti sottoposti a dazi che l’ufficio del negoziatore Lighthizer ha stilato: fanno parte di questa  lunga lista elicotteri ad a uso civile prodotti in Spagna, Regno Unito, Germania o Francia ma anche pesce, burro, formaggi incluso il pecorino, olio di oliva, marmellate, vini, liquori e, tra gli altri prodotti, olii essenziali prodotti in uno qualsiasi dei 28 Paesi membri dell’Unione Europea. La lista comprende Pecorino e altri formaggi come Emmental, cheddar, ma anche yogurt, burro, vini frizzanti (tra cui il Prosecco) e non, agrumi, olio extra ...
  • 3 aprile 2019

    Export, la Piadina Romagnola IGP guarda alla Germania

    La certificazione IGP fa bene alla Piadina Romagnola. Da quando, nel 2014, ha ottenuto la denominazione di Indicazione geografica protetta, il `pane dei romagnoli' ha più che triplicato la produzione, passando da 6.768 tonnellate alle oltre 20.250 del 2018. Un boom che ha spinto il Consorzio di Tutela e Promozione Piadina Romagnola IGP a tentare, per la prima volta, di replicare il successo all'estero, con una campagna di promozione fatta di eventi, fiere e un piano mirato di comunicazione digitale. Perché è proprio in rete che la piadina spopola: con un milione e mezzo di ricerche al ...
  • 2 aprile 2019

    Export, piattaforme all’estero e reti d’impresa per competere

    Una parte i mercati internazionali da conquistare, anche attraverso processi di filiera digitale tutta da costruire, dall'altra gli ostacoli quotidiani che frenano l'espansione: uno su tutti l'insularità. Viaggia a marce ridotte il processo di internazionalizzazione delle aziende sarde che operano nell'agroalimentare. La creazione di piattaforme all'estero e di reti di impresa potrebbe però essere la chiave per aumentare la competitività. Ne sanno qualcosa alla Argiolas. L'azienda casearia sarda realizza all'estero il 20% del proprio fatturato, che si aggira intorno i 6 milioni di euro ...
  • 1 aprile 2019

    DOPe IGP, l’export italiano vale 3,5 miliardi e dominano formaggi e latticini

    Mentre l'export del settore agroalimentare italiano mostra segni di declino, le produzioni di alta qualità a marchio Dop e Igp continuano a macinare incassi. Secondo il rapporto del Centro studi di Confagricultura , su dati Qualivita/Ismea, l'export di questi prodotti nel 2017 ha raggiunto i 3,5 miliardi di euro; l'88% in più rispetto al 2010. Nello stesso periodo il settore agroalimentare nel suo complesso è cresciuto a velocità assai più ridotta: +47,6%. In crescita anche il valore alla produzione che nel 2017 ha toccato i 6,9 miliardi di euro: un miliardo in più rispetto al 2010. In ...
  • 1 aprile 2019

    Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, positivi i dati export e produzione

    È un dato di fatto che il Salamini Italiani alla Cacciatora DOP piaccia molto all’estero e i dati lo confermano. Infatti, nel 2018, il Consorzio Cacciatore Italiano comunica una crescita delle esportazioni del + 7% rispetto al 2017. È il 30% di Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, calcolato sul venduto, ad aver varcato i confini nazionali, confermando così la costante crescita delle esportazioni negli ultimi anni. L’Unione Europea ha assorbito oltre l’89% del prodotto esportato, mentre l’esportazione verso il resto del mondo è cresciuta di oltre il 36%. I Paesi più perform...