Argomento: E-COMMERCE

  • 5 Febbraio 2016

    Trend 2015, grandi potenzialità per l’ecommerce enogatronomico italiano

    E' ampio il margine di crescita legato all'e-commerce dei prodotti alimentari in Italia: nella classifica dei prodotti acquistati online dagli italiani, i cibi freschi hanno una fetta del 2% (contro una media europea del 14% e un dato globale che si attesta sull'11%), mentre per quanto riguarda il cibo da asporto la quota italiana è pari al 6% (contro la media globale del 21%). Sono alcuni dati che emergono dalla Global Survey “Connected Commerce” di Nielsen realizzata su un campione di 13.000 individui in 24 Paesi. Fra gli italiani fruitori del web il 12% ha l’obiettivo ...
  • 21 Gennaio 2016

    Tanto food & wine nel boom dell’e-commerce

    Gli acquisti online in Italia, nel 2015, toccano i 16,6 miliardi di euro, 2,2 miliardi in più sul 2014, con la penetrazione dell’e-commerce che supera il 4% del totale dei consumi retail, e con gli acquirenti online abituali che sono 11,1 milioni, per uno scontrino medio di 89 euro. Ecco lo scenario del commercio elettronico fotografato dall’Osservatorio eCommerce B2c, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm. A trainare la crescita sono i settori “tradizionali” dell’ecommerce, turismo (+14%), informatica ed elettronica di consumo (+21%), abbigli...
  • 11 Dicembre 2015

    E-Commerce Food: garantita la tutela dei consumatori?

    E-commerce e tutela dei consumatori: dalla ricerca realizzata da Movimento a Difesa del Cittadino, Frodialimentari.it e Corpo Forestale dello Stato emergerebbe un quadro con molte contraddizioni e insidie; in difetto, infatti, più di un portale su due se si parla di etichette, e quasi due su tre se si considera il diritto di recesso della merce acquistata. Dei 106 siti web per l'e-commerce monitorati, tutti specializzati nella vendita di cibo, il 51% non applica come dovrebbe il regolamento in materia di etichettatura, limitandosi a fornire ai clienti notizie carenti e incomplete sugli ...
  • 14 Settembre 2015

    Lo Speck Alto Adige IGP si trova anche sull’online shop

    Basta un click per acquistare lo Speck Alto Adige IGP comodamente da casa. Gustare lo Speck Alto Adige IGP nel suo luogo di origine è un piacere culinario davvero speciale. Per chi viene da fuori, però, non è necessario viaggiare per acquistare lo speck. I buongustai possono ordinarlo comodamente da casa grazie all’online shop sulla pagina ufficiale dello Speck Alto Adige IGP. Sul portale si può trovare lo Speck Alto Adige IGP di diversi produttori e in diversi pratici formati. In questo modo, è possibile scegliere la confezione che più corrisponde alle proprie necessità di consumo, ...
  • 30 Luglio 2015

    Ecommerce alimentare: sbarca in Italia il gigante delle rete

    La grande distribuzione ha un concorrente in più. Da ieri su Amazon.it ha ufficialmente aperto i battenti virtuali il negozio Alimentari, che metterà a disposizione degli utenti migliaia di prodotti di uso quotidiano consegnati direttamente a domicilio. Il colosso statunitense guidato da Jeff Bezos, che la scorsa settimana ha stupito il mercato facendo registrare un utile di 92 milioni di dollari, è sbarcato in forza nel settore con l'obiettivo di replicare l'area grocery&gourmet food nella sezione Usa. D'altra parte il mercato online dell'alimentare cresce in Italia del 27% ...
  • 7 Luglio 2015

    Decolla l’e-commerce del fresh food, ma l’Italia è appena agli inizi

    Nell'e-commerce del food la partita adesso si gioca sul fresco e sul freschissimo. Nel 2014 sono stati esportati prodotti alimentari italiani per circa 34 miliardi di euro e per i prossimi due anni è prevista una crescita del 4-4,5% grazie all'effetto Expo. Ma le vendite online in Italia sono ancora quelle di un mercato di dimensioni limitate: secondo le statistiche più attendibili è solo l'1% dell'e-commerce dove la parte del leone la fanno i viaggi (37%). Uno dei principali problemi è che si possono acquistare online cibi come pasta, vino e poco altro, mentre per gli alimenti ...
  • 23 Aprile 2015

    Icqrf e eBay frenano la contraffazione dei prodotti agroalimentari

    Parmigiano Reggiano DOP, ma non solo: Aceto Balsamico di Modena IGP e Prosecco DOP e poi formaggio pecorino. In Europa e nel mondo sono i prodotti più nel mirino della contraffazione alimentare, secondo i dati dell'attività svolta nel 2014 dall'Ispettorato centrale della tutela della qualtià e della repressione frodi (Icqrf) del ministero delle Politiche agricole. Un bilancio importante anche perché, per la prima volta, contempla i risultati dell'accordo con la piattaforma eBay, attraverso il quale è monitorata una sostanziosa quota di e-commerce. «L'industria alimentare italiana ...
  • 4 Aprile 2015

    In vino, anzi in rete veritas

    Il vino è entrato in una fase più matura e consapevole dell'utilizzo dei social media. Alla stregua di strumenti di marketing ormai consolidati, i social rappresentano un elemento di analisi per con prendere i bisogni dei consumatori e raccogliere informazioni sulla community aiutando le aziende a pianificare strategie di mercato vincenti. Fonte: Mark Up SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 2 Marzo 2015

    A Milano l’incontro ‘Ecommerce e agroalimentare’

    Il 2 marzo alle 10.30 a Eataly Smeraldo a Milano, si terrà l'incontro, organizzato da eBay, 'Ecommerce e agroalimentare: i trend del mercato Food in Italia in attesa di Expo'.Per approfondire questa importante tematica di settore saranno presenti: Claudio Raimondi, Country Manager di eBay in Italia Andrea Moretti, Head of Legal Affairs di eBay in Italia Stefano Vaccari, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Pier Maria Saccani, Segretario Generale AICIG Maria Letizia Gardoni, Delegato Nazionale Coldiretti Giovani Impresa Modera: Antonio Belloni SCARICA INVITO
  • 2 Marzo 2015

    eCommerce enogastronomico: eBay azzera le commissioni

    Una crescita del 17% nel 2014, un valore medio d’acquisto di 31 euro: i prodotti enogastronomici su eBay.it hanno registrato un aumento significativo e per il 2015 si prospetta un’ulteriore crescita, segnale di come l’ecommerce sia sempre più canali preferenziale per vendere online anche prodotti enogastronomici e del Made in Italy. E a confermare i grandi margini di crescita per il settore alimentare online, nel mercato interno e nell’export, ci sono i dati dell’osservatorio del Politecnico di Milano secondo i quali nel 2014 il comparto grocery ha costituito l’1% del totale ...
  • 24 Novembre 2014

    Il rischio delle frodi frena l’e-commerce

    È il rischio delle frodi a frenare gli italiani a riempire il carrello della spesa sul web: sul 64% di chi fa acquisti online, solo l’11% usa questo canale di vendita per comprare prodotti agroalimentari. È quanto emerge dalla prima ricerca realizzata dal Movimento del Cittadino e dalla testata Frodi alimentari sulle insidie dell’e-commerce a tavola su un campione di 1260 consumatori.
  • 4 Settembre 2014

    Quanto dista l’orto dalla cucina? Un semplice click

    Una certa ritrosia a lasciarsi andare all'ecommerce: la scarsa penetrazione dell'uso della moneta elettronica (circa l'87% (lei pagamenti effettuati in Italia avviene ancora in contanti), una spiccata mancanza di fiducia, elemento ancor più evidente sul mercato food, nel quale abitudini e rassicurazioni, si muovono ancora vis a vis, una certa tradizionalità nella scelta dei cibi da portare a tavola rendono questo segmento dei mercato online ancora in ritardo
  • 4 Giugno 2014

    Vino e Web, rischi di colonialismo digitale

    Italia Oggi Vini europei ostaggio delle piattaforme web americane. Gli stati UE non devono diventare «colonie digitali delle piattaforme internet mondiali», e la vicenda dei domini «.vine» e «.vin» è «emblematica delle insufficienze del quadro attuale» di governance della rete. Così la settimana scorsa il ministro dell'economia francese Arnaud Montebourg ha risposto a un'interrogazione parlamentare. Una vicenda che, a pochi giorni dalla scadenza della proroga concessa dall'ente che gestisce l'assegnazione dei domini (ICANN), sembra ancora lontana dalla soluzione.
  • 27 Maggio 2014

    L’informatizzazione agricola, una sfida non solo tecnologica

    L'Informatore Agrario Come abbiamo ricordato in un precedente articolo, l'Italia è in notevole ritardo sugli obiettivi 2020 dell'Agenda digitale europea per quel che riguarda la qualità delle infrastrutture di comunicazione telematica e i relativi servizi di connessione a internet a banda larga veloce e ultraveloce. Recenti rilevamenti di Eurostat e Istat evidenziano però che molti cittadini italiani sono poco inclini all'uso del computer e di internet, tanto più per scopi «seri» rapporti P.A., partiti politici e sindacati, e-commerce, pagamenti, cultura e conoscenze scientifiche, ecc.
  • 26 Maggio 2014

    Export il Web mette il turbo a Parmigiano e San Daniele

    Corriere della Sera - Economia Se è vero che Internet rappresenta la più grande rivoluzione umana dopo il passaggio dal cavallo al motore a scoppio, è impensabile che non abbia un effetto dirompente anche sull'economia reale. La reazione causa-effetto non è stata immediata ma adesso è sempre più evidente. Anche i soggetti più piccoli come le Pmi italiane. In media nei Paesi del G20 l'economia di Internet ha già un valore superiore al 4% del Pil e contribuisce in media al 21% della crescita annua del Pil. In Italia i valori si aggirano intorno al 2% ma con ampi margini di miglioramento.
  • 21 Maggio 2014

    Non chiamateli contadini 2.0

    Il Sole 24 Ore - Nòva La terra non invecchia mai. Aziende reinventate e aperte alle esportazioni con strategie di marketing, "fattorie didattiche", confetture biologiche... I giovani incrociano vecchio e nuovo nell'agricoltura, filone in ascesa nelle aziende capitanate dagli imprenditori di ultima generazione. Nell'exploit delle quasi 11.500 start up di settore registrate l'anno scorso, i titolari con meno di 30 anni di età sono più del 17% . E se l'università sconta una brusca discesa nelle immatricolazioni, tutto quello che plasma professionalità nel lavoro di campi, allevamento e natura non fa altro che crescere